Aborto spontaneo

L’aborto spontaneo è un’interruzione della gravidanza ‘naturale’, che avviene senza che sia la donna a deciderlo. Scopri continuando a leggere questa guida tutto quello che puoi fare per prevenire l’aborto spontaneo, alcuni dei segnali che potrebbero precederlo, le sue cause e le sue conseguenze, soprattutto psicologiche.

Aborto spontaneo

Rischio di aborto spontaneo

Si definisce aborto spontaneo, l’interruzione della gravidanza, non dipendente dalla volontà della donna gravida. Ricorre spesso alla prima gravidanza e nelle prime settimane. E’ racchiuso infatti, nel primo trimestre, il rischio di abortire. Fino alla 12° settimana di gestazione, la percentuale di perdere l’embrione è alta. Ancora più alto, è il tasso di mortalità dei piccoli embrioncini entro l’8° settimana.

In ogni caso si parla di aborto spontaneo fino alla 20° settimana. Se una donna subisce due aborti, l’evento viene denominato “aborto ripetuto”. Se invece gli aborti sono di più, si parla di “aborto abituale”. C’è anche il rischio, la cosiddetta minaccia d’aborto, che subentra con particolari problema alla futura mamma.

Prevenzione del rischio

Non ci sono regole per evitare l’aborto spontaneo.

I medici parlano di cause naturali, di cellule incompatibili con la vita. E di fronte a queste spiegazioni, non c’è niente che una donna gravida possa fare. Sicuramente però, vi sono alcuni comportamenti che si possono modificare per diminuire in qualche modo, il rischio di aborto spontaneo. Ma più che ridurre il rischio di aborto spontaneo, definirei alcune regole, che possono piuttosto nuocere al feto. In cima alla vetta c’è ovviamente il fumo.

Se fumate, smettete di farlo, ma è importante anche non respirare il fumo passivo, evitate lo stress e dedicatevi a sport come il nuoto ( gli impianti natatori sono soliti ad organizzare corsi adatti alle gestanti), oppure buttarsi nello yoga. Questo contribuirà a non provocare contrazioni anticipate dell’utero, anche se è meglio prima consultarsi con un esperto. Per quanto riguarda l’assunzione di farmaci, non fare niente di propria iniziativa. Meglio consultare il ginecologo.

Segnali che precedono l’aborto spontaneo

Sono sicuramente le perdite di sangue il primo segnale che porta il più delle volte all’aborto spontaneo. Da sottolineare comunque, che a volte le perdite sono dovute ad un assestamento dell’utero, e dopo lo spavento iniziale, la gravidanza proseguirà senza problemi, e magari con un po’ di riposo in più.

Se le perdite si presentano abbondanti e continue, meglio correre immediatamente in ospedale. Tramite un’ecografia interna, il medico di turno, vi dirà il da farsi. Se è in corso l’aborto spontaneo, dovrete rimanere in ospedale per gli esami del caso. A volte, si rende necessario un piccolo intervento per ripulire l’utero: il raschiamento.

Se al contrario, non c’è nessun problema e il feto cresce in modo regolare, il ginecologo vi prescriverà assoluto riposo almeno per una settimana. Un altro segnale è rappresentato dai dolori agli addominali, dolori tipici mestruali, a volte coliche. Ecco, in questi casi si tratta quasi sempre di aborto spontaneo. Anche in questo caso, occorre recarsi subito al pronto soccorso.

Cause dell’aborto spontaneo

In caso di aborto spontaneo, i medici tagliano corto, dicendo che la causa dell’aborto, è dovuto ad anomalie cromosomiche. Ma entriamo nello specifico e vediamo insieme le principali cause. Gli aborti dovuti ad anomalie cromosomiche avvengono prima della 10° settimana di gestazione e riguardano oltre il 50% dei casi. Sempre entro la 10° settimana, possono sopraggiungere aborti spontanei per anomalie morfologiche o proprio per la mancanza della formazione dell’embrione. Questo riguarda circa il 70% dei casi di aborti.

Ma la causa più “gettonata” dalla natura, che riguarda addirittura oltre 80% degli aborti spontanei, è rappresentata da ciò che dicono i medici, ovvero da anomalie cromosomiche. Altre cause possono essere malattie della donna gravida, come ad esempio il diabete o cause anatomiche dovuta magari a fibromatosi uterina, tanto per citarne una. Può concorrere all’interruzione di gravidanza anche l’uso e abuso di fumo o alcool. Tuttavia non vi sono studi certi che sappiano dare una risposta sicura alla causa dell’aborto spontaneo.

Sentimenti e traumi psicologici nella donna in seguito all’aborto spontaneo

Succede spesso, ma se ne parla poco. Soprattutto alla prima gravidanza, può capitare, e le cause, come abbiamo già detto, sono genetiche. E’ una di quelle cose a cui una donna non pensa mai di poter vivere. “Tanto succede sempre alle altre” è il pensiero di chi viene a conoscenza di un’esperienza del genere. Lo pensavo anch’io, finchè non ho vissuto sulla mia pelle l’aborto.

Qualche perdita, forti dolori alla pancia, un po’ di riposo senza nessun risultato e la corsa in ospedale. E non c’è cosa peggiore di essere ricoverata accanto ad altre donne che mostrano orgogliose il loro pancione o che hanno appena partorito e allattato il piccolino, o peggio ancora che sono in attesa di interrompere volontariamente la gravidanza. Il primo sentimento che prova una donna con in corso un aborto spontaneo, è sicuramente rabbia, ma anche invidia, impotenza.

Ci si sente anche in colpa, e si cerca una ragione, uno sbaglio fatto dalla donna e che in qualche moda abbia potuto nuocere all’embrione. Si vuole quindi dare un motivo per cui è successo. I medici non sono tanto esaudienti nelle risposte, per loro si tratta di un percorso “normale” e per tutta risposta sanno dire solo “è un fattore genetico”. A completare l’opera, ci pensa anche la famiglia. A volte le persone più care e più vicine a noi, convinte di dare un supporto morale, peggiorano le cose, con frasi che magari farebbero bene a non dire.

Tutta una serie di consigli, di frasi dette, che allo stato emotivo della donna, non servono per niente. La donna che subisce un aborto spontaneo prova una grande sofferenza paragonabile senza esagerare ad un lutto. Sentimenti che quasi sempre vengono sottovalutati da chi ci circonda.

Può subentrare anche una piccola depressione, una grande tristezza per tutto ciò che si era già sognato e che non può avverarsi. Una coppia che acchiappa la cicogna è al 7° cielo e immagina, fantastica su tutto. La donna soprattutto, instaura da subito un rapporto con quel piccolo “fagiolino”, che sarebbe cresciuto nel pancione.

Altri sentimenti possono essere l’incapacità di portare avanti una gravidanza, il rifiuto di riprovarci per la paura che si possa ripetere. Non ci sono parole o consigli per chi vive questa terribile esperienza. Conforto lo si può trovare solo da chi ha già vissuto un aborto spontaneo, le sole persone in grado di incoraggiarti con parole di stima, di speranza e raccontando la propria esperienza.

A questo proposito, vi segnalo uno dei pochi libri che tratta l’argomento: “Il diario degli angeli”. Le due autrici Simona Soragni e Simona Torlai, dopo aver vissuto in prima persona l’aborto, si sono rese conto che in commercio non esiste nessun libro specifico che riguarda l’aborto. Ve ne sono molti che parlano della difficoltà di concepire o dell’aborto volontario.

Forti di questa idea e convinte di poter aiutare tante donne che attraversano questa esperienza, hanno raccolto molti diari di mamme che hanno vissuto l’aborto spontaneo. All’interno del libro potrete leggere anche la mia esperienza. E’ stato un modo anche di sfogare i propri sentimenti e di condividerli con altre donne, altre mamme. Il libro è improntato, non solo sull’esperienza vera e propria dell’aborto, ma è incentrato sulla speranza, portando pensieri positivi in grado di superare anche questi momenti.

Alcuni diari si concludono infatti con il sogno che finalmente si è avverato, mentre altri, facendosi forza sulle compagne di viaggio, terminano il loro racconto con la speranza. Il libro “Diari degli angeli” edito dalla Casa Editrice Mammeonline, lo si può ordinare via internet: storie emozionanti da leggere con i fazzolettini di carta a portata di mano!!!

Tentare una nuova gravidanza dopo un aborto spontaneo

Per una donna che subisce un aborto spontaneo, l’ultimo consiglio da darle, subito dopo questa esperienza è sicuramente quello di cercare una nuova gravidanza. Come abbiamo già visto è difficile da superare questo evento del tutto inaspettato. In ogni caso, meglio aspettare qualche mese prima di cercare di nuovo la cicogna. Giusto il tempo che ha bisogno l’utero per ristabilizzarsi.

Ma anche il ciclo mestruale è importante che torni come prima, con una giusta ovulazione e una fase luteale accettabile. Certo, la paura è tanta, subentra anche il rifiuto di una nuova gravidanza, l’incapacità di non riuscirci. Ma dopo aver prenotato una visita ginecologica nel quale avrete fatto un pap-test ed eventualmente un’ecografia interna, con risultato negativo, sarà lo stesso ginecologo a rassicurarvi che è giunto il momento di rimanere sereni a riprovarci.

Senza abbattervi se magari non arriverà subito, ma sicuri del fatto che siete rimaste incinta una volta, presto arriverà un bel test positivo. Serenità e tranquillità, niente stress e paranoie, e vedrete che quando meno ve lo aspettate, arriverà un bel fiocco. Ve lo dico per esperienza.

Certo, non dimenticherete mai quel piccolo mai nato, ma in compenso, avrete fra le braccia un bimbo o una bimba, che altrimenti non avreste avuto così com’è: vivace, bello, simpatico, patatone e “padrone” di una cameretta colorata, piena di giocattoli, ma soprattutto stracolma di Vita!!!

Approfondire le problematiche legate al rischio di aborto spontaneo

Gynecoline
Un sito ben fatto per chi vuole ampliare le nozioni dell’aborto spontaneo, ma anche per quanto riguarda le cause, le situazioni cliniche, le diagnosi, i sintomi e la terapia.

Mammeonline
Un forum dalla grafica semplice con tantissimi utenti registrate. Nel link segnalato, potrete approfondire l’argomento dell’aborto spontaneo.

Fertility
Curato da medici specialisti, il sito tratta come si può capire dal nome dello stesso, della fertilità. Nozioni anche sulla sterilità, sulla gravidanza, sull’aborto spontaneo e sulle cause che lo provocano. Possibilità di contattare via mail i dottori che risponderanno ai vostri quesiti.

Salute donna
Il Dottor Andrea Ciavattini, ricercatore universitario, clinica ostetrica e ginecologica, il Dottor Andrea Doga, cultore della materia, clinica ostetrica e ginecologica, curano questo sito ben dettagliato con informazioni utili riguardo l’aborto spontaneo e alla cause che lo provocano.

Pagine mediche
Sito che tratta l’argomento dell’aborto spontaneo, ricercando le cause.

Dica33
Il sito è molto completo riguardo tutti gli argomenti di medicina: dalla ginecologia alla cardiologia, dall’angiologia all’allergologia, dalla chirurgia alla dermatologia. Molte informazioni anche per arricchire il vostro bagaglio di cultura in materia di medicina.



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Questo articolo ha 62 commenti

  • giusy scrive:

    Ciao a tutte ragazze.ieri ho subito un raschiamento. Dovevo essere ad 8+4 e invece il cuore del mio piccolo mi hanno detto che si è fermato a 7 settimane. Avevi perdite di sangue marrone ma non avrei mai pensato ad un aborto interno perchè ho giâ una bimba di 31 mesi. Adesso sono qua a cercare qualche sito che mi consoli. Sembra ke parenti e amici sminuiscano il mio dolore e leggendo le vostre esperienze capisco d non essere l unica. Ho un dolore ke mi sta schiacciando. L abbiamo desiderato tanto questo figlio. Ci abbiamo provato x 9 lunghi mesi e sentirsi dire che non c è piú battito sono state le parole più brutte di tutta la mia vita.ho solo un vuoto enorme dentro e mi sembra che nessuno possa capirmi. Vorrei essere morta io e vorrei che il mio cucciolo fosse qua. Non so che fare. Il gine mi ha detto di aspettare solo un ciclo e riprovarci,ma vró il coraggio di affrontare le mie paure? Non ce la farei a superare un altro aborto

  • viola scrive:

    Ciao a tutte ho finito,ora di leggere tutte le vostre esperienze…..avrei un figlio o figlia di un anno e mezzo,dico avrei perche’ da come avete capito l ho perso……ho fatto il test il gg in cui avrei dovuto avere le mestruazioni…..risultato INCINTA la sera era tutto finito,il mio pianto mi ha sfinita,e sentire mio marito piangere ancora peggio!ho gia un bambino di 4 anni e mezzo il nostro gioiello,ma il secondo nn arriva.Ma siamo fiduciosi……

  • Monica scrive:

    Ciao ..anch’io come tutte voi ho dovuto affrontare un aborto o meglio ben due, uno a ottobre 2011 e l’altro a marzo 2012.. oggi sono andata a far la visita di controllo… tutto perfetto ..tutto in ordine …la voglia di riprovare è tanta e credo che presto riproverò … la prima volta che è successo l’ho presa decisamente male… nel giro di 4 ore ho scoperto di esser incinta poi i dolori, la corsa al pronto soccorso e la notizia sconvolgente mi han devastata…come non pensarci … in questi gg avrei dovuto partorire … poi abbiam riprovato e son rimasta subito incinta ma di nuovo dolori, perdite e purtroppo stessa diagnosi ..aborto spontaneo …. devo confessarvi che subito non volevo più sentirne parlare …ero stata troppo male sia fisicamente che moralmente …poi non so …è scattato qualcosa …forse non era il momento giusto.. forse doveva andar così e ho iniziato a pensare che forse è stato un bene che fosse successo così presto piuttosto che perderlo più in là … forse non era pronto a venire al mondo e se dovrà essere sarà … in molti dicono che è normale .. ma ovviamente non è così semplice…soprattutto quando chi ti parla è qualcuno si ..che magari ci è passato ma che poi è riuscito a coronare il suo sogno … ognuna di noi la vive e la prende in maniera diversa … io non voglio rinunciare …non ancora … intendiamoci non voglio accanirmi a una ricerca spasmodica di un figlio ma nemmeno arrendermi alle prime difficoltà …cavoli ci riescono le donne africane senza cure e assistenza..ci riescono le zingare ..le over 50 ..perchè non dovrei riuscirci io??? tentare non nuoce … potrà andar bene o male un’altra volta ma finchè c’è la volontà continuerò e se e quando arriverà sarà LUI ..e non potrà esser più speciale di così …
    un bacio a tutte ..non mollate ce la faremo

  • marina scrive:

    ciao a tutte,sn una ragazza di 28 anni e anch’io come voi ho subito 2 aborti spontanei uno nel 2010 a 11 settimane e uno ora a marzo del 2012 sempre a 11 settimane…ma la cosa strana e che nn capisco che io allle spalle ho 2 gravidanze andate bene infatti ho una bimba di 5 anni e un bimbo di 4 anni,poi qst due aborti…io e mio marito vogliamo tanto il terzo,ma tutto qst ci ha distrutto.ho fatto anche tutti gli esami del caso e nulla tutto a posto tutto perfetto per il gine dal prossimo mese posso riprovare, ma con che coraggio?

  • luana scrive:

    ciao ragazze… anche io 11/11/2011 ho avuto un’aborto spontaneo ero alla 6 settimana oggi 3/05/2012 sono incinta di nuovo…la paura è tantissima… il mio piccolo angioletto mi manca e ha lasciato un vuoto incolmabile dentro di me anche se ora c’è il suo fratellino o sorellina… la paura è più grande della gioia che provo… e leggere tutti i vostri commenti mi ha fatto piangere tantissimo! spero tanto che tutto voi riuscirete a raggiungere i vostri sogni!! lo spero anche per me…
    ho letto in questa pagina questa cosa…

    “Un altro segnale è rappresentato dai dolori agli addominali, dolori tipici mestruali, a volte coliche. Ecco, in questi casi si tratta quasi sempre di aborto spontaneo. Anche in questo caso, occorre recarsi subito al pronto soccorso.”

    ma scusate non capisco sono cose che io ora ho e mi sto agitando… incrocio le dita e vado avanti! un abbraccio enorme a voi e ai nostri angioletti!!!

  • Monjka scrive:

    ciao io sono Monica, ho 33 anni
    già nella mia adolescenza il mio sogno + grande è stato sempre quello di diventare mamma!!!! l’istinto materno si è presentato prestissimo,purtroppo dopo tanti anni di fidanzamento abbiamo dovuto rimandare il matrimonio 2 volte per motivi economici, stanca di tutto abbiamo deciso di provare ad avere un figlio, il Signore ci ha benedetto subito e il mese dopo ero già in dolce attesa, ieri avrei terminato la mia 7 settimana e invece sabato mattina avverto dei forti dolori mestruali e con enorme dispiacere ho avuto un aborto spontaneo!!!
    mi chiedo perchè noi donne dobbiamo affrontare dei dolori così grandi, nonostante la commozione nel leggere i vostri commenti e il bellissimo articolo,
    ho trovato tanta solidarietà, e adesso mi sento un pò meno sola di prima, mi rendo conto di come alcune donne sanno avere una forza straordinaria, io mi sento troppo fragile e non riesco a trovare conforto, neanche accanto al mio compagno e alla mia famiglia che mi sono vicini, spero un giorno che il Signore realizzi il mio sogno di diventare mamma e voglio credere che quel bambino che adesso mi è sfuggito possa tornare presto a farmi compagnia!!! Lo auguro a tutte le mamme che hanno subito questa dolorosa perdita!!!

  • Mimma scrive:

    Ciao a tutte mi chiamo Mimma ed ho 35 anni… e anche io faccio parte di voi mamme dai cuori infranti per la perdita di un bimbo!
    Tre settimane fà ho avuto un aborto interno … non mi sono accorta di nulla, nessun sintomo, nessuna perdita o dolore, niente di niente.
    Faccio un’ecografia come si dice per “sfizio”, volevo far sentire e vedere alla mia migliore amica il mio piccolino…sentire la mia gine che dice “Purtroppo non c’è più il battito”…è stata la cosa più brutta che le mie orecchie potessero sentire! Era senza vita, dentro di me, già da 15 giorni e io non mi sono accorta di nulla … a sentire quelle parole mi è crollato il mondo addosso, ho visto il buio…la tristezza nel cuore e nell’anima!
    Ho fatto il raschiamento ed ancora ho piccole perdite e utero ingrossato … ho tanta paura, ho sempre mille pensieri avvolte un pò negativi … so che voi mi capite e leggere le vostre opinioni mi aiuta tanto!
    Spero un giorno di diventare mamma e di dare al mio bellissimo e dolcissimo marito un figlio da coccolare, amare e da crescere con gioia e fede!
    Un abbraccio a tutte…

  • Ninì scrive:

    Ciao a tutte,ho 26 anni………ed a me è successo alla 10+2 circa 8 gg fà…..aborto interno dicono….senza dolori solo perdite leggere leggere,i medici dicono sempre che sono cause naturali…..e quindi una persona se ne fà una ragione……… questo Angelo io e mio marito nn l’abbiamo cercato è venuto e se n’è andato ma ha lasciato un vuoto enorme…..ma noi Donne siamo forti per poter affrontare il dolore…..
    E’ tutto così complicato ma sono cose che aiutano a crescere e ti danno la forza di ricomnciare……e quando ci riesci ti accorgi che se nn ti saresti alzata probabilmente eri ancora in uno stato d’animo pessimo………
    tutto questo per dire”nn fermiamoci alla prima difficoltà,ci sono cose nella vita per cui vale la pena lottare…..come per diventare Mamme……..”
    baci

  • vincenzo izzotti 38 anni scrive:

    ciao a tutte sono un povero disgraziato che ha perso il bambino alla 6° settimana. Vi posso dire solo una cosa: mia moglie è una donna eccezionale, forte e bella come del resto tutte le mamme del mondo. ho capito qwanto può soffrire una mamma. E’ proprio vero è un dolore che ti rimane a vita. Ora voglio curare e tramqwillizare la mia dolce e unica metà. e qwesto lo dovrebbero fare tutti i papa^. Mando un abbraccio a tutte le mamme del mondo.

  • enrica scrive:

    io il 28 dicembre ho perso la cs piu bella della mia vita ero all 8 settimana dopo 5 anni che ci provevamo eravamo sicuri che eravamo riusciti a coronare il nostro songno ma nn e stato cosi sn stata male e sto tuttora male mentalmente e fisicamente ho 37 anni e nn so se ce la faro a superare tutto questo incubo nn ho piu le forze cosa fare…….

  • giovanna scrive:

    ciao ho 28 anni e a luglio 2011 ho avuto un aborto spentaneo..ho sofferto molto ma abbiamo superato quel brutto momento ora ci riproviamo e speriamo che vada bene…non ho mai dimenticato il mio piccolo angelo..e a quanto e stato bello averlo dentro di me per 4 mesi…Questo sito e vermamente ben fatto…un saluto affettuoso a tutti!

  • Giuditta scrive:

    la parte dove si dice che dolori tipici mestruali sono evidente segno di aborto, è una cavolata!

  • tamara scrive:

    ciao a tutte ho 26 anni io purtroppo nel 2010 ho avuto tre aborti spontanei tutti alla 6 sett e 5 giorni.. un dolore inimmaginabile per ki nn ha provato :’( ancora adesso quando penso a quando ho subito l’ultimo raschiamento tutte quelle ke abortivano volontariamente e nn per la prima volta.. ke rabbia nn so cos’avrei potuto fare!! noi abbiamo un desiderio immenso di diventare genitori ma io ho una paura folle che possa succedere ancora.. spero un giorno di potercela fare intanto penso ai miei tre piccoli angeli e le lacrime nn smettono di scendere. ora ci aspettano gli esami speriamo in bene.. un abbraccio a tutte :-)

  • silvi scrive:

    Anch’io ero all’ottava settimana.occorre tanta forza per elaborare questo lutto e solo chi lo prova può comprendere come ci si sente.
    Col tempo spero ……
    l’amore fa miracoli e io so che lui è e sarà sempre parte di me…
    Un abbraccio a tutte e coraggio!!!!

  • paola scrive:

    ho 31 anni e anchio ho subito un aborto spontaneo a dicembre…ero alla 7° settimana, un bimbo voluto e carcato, quando ho fatto il test ero al settimo cielo, avevo una vita dentro di me! ho fantasticato sul nome, se sarebbe stato un maschietto o una femminuccia, se sarebbe somigliato piu’ a me o a mio marito, sono state le settimane piu’ belle della mia vita. fino a quel 23 dicembre, perdite marroni, corsa al pronto soccorso….niente battito…raschiamento il 27…tutto era finito. non mi sono ancora ripresa del tutto, non passa giorno senza che io non pensi al mio fagiolino, a come sarebbe stato…anche scrivendo questo commento, ho le lacrime che mi rigano il viso. la ginecologa ha detto che posso riprovarci e cosi’ sto’ facendo, una nuova gravidanza sarebbe meravigliosa ma la paura che mi ricapiti una cosa del genere mi terrorizza. speriamo con tutto il cuore, che un giorno sorrideremo tutte, coccolando il nostro piccolo/a tra le braccia. auguri ragazze, di cuore

  • Monica scrive:

    Ciao a tutte. Sono una ragazza di 25 anni e due mesi fa ho avuto un’aborto spontaneo… ero alla 10° settimana…. questo bimbo o bimba l’abbiamo cercata tanto e quando è successo di vedere queste perdite mi è crollato il mondo, ho viso tutti i sogni di diventare mamma infranti. Ho passato un periodo bruttissimo ma grazie a mio marito e ai consigli di due mie amiche di cui una ha avuto due aborti) mi sto riprendendo. Ho ripreso a lavorare e presto ci riproverò, e a quelle che oggi hanno avuto il coraggio di dirmi :” a 25 anni non sono queste le disgrazie della vita” dico: Vi auguro di non provare mai una cosa del genere perchè ti svuota l’anima.”
    Un abbraccio a tutte!!!!

  • giusy balsamo scrive:

    grazie per quello che avete scritto io ho avuto un aborto sei mesi fa ma ancora nn riesco a riprendermi e nessuno mi ha capita veramente hanno tutti fatto finta che nn sia mai successo niente nessuno mi ha mai chiesta come mi sento veramente so soltanto che ancora piango come una disperata quando ci penso ho tanta paura nn riesco a riprovarci nn potrei sopportare un altro simile dolore

  • adriana scrive:

    ciao a a tutte….trovarmi su questo sito mi fa sentire capita siamo tutte sulla stessa barca!!ho avuto dopo 1 anno il secondo aborto questa volta però ho dovuto fare il raschiamento all’8 settimana.ci ho messo tanto tempo a riprendermi dal primo aborto!!ho iniziato a elaborare il mio lutto dopo5 mesi perchè mio marito nel frattempo era in ospedale per problemi di cuore poi sono stata operata a 1 fibroadenoma benigno al seno e poi finalmente ad agosto abbiamo ricominciato a provarci ma ogni volta che arrivava il ciclo andavo in crisi e essere circondata da amiche con il pancione non mi aiutava.Quando finalmente mi sono rilassata è arrivata la cicogna ma se ne è andata via subito…ero disperata mi sentivo 1 sfigata,non ci potevo credere che dopo esattamente 1 anno dovevo ripercorrere la stessa strada difficile!!!!ti senti incompresa,triste,vuota,ma la cosa che odiavo di piu e odio è avere paura perchè è bastarda e ti blocca psicologocamente e di conseguenza fisicamente è 1 sentimento che non sono abituata a provare…ora dopo15 giorni dal raschiamento sto 1 pò meglio grazie a punture “antidepressive” all’amore di veri amici dei miei famigliari e di mio marito…ma come ben sapete è dura accettare che quel piccolo fagiolino che abbiamo amato da subito non crescerà dentro di noi e non nascerà..ora faremo accertamenti ma appena potrò io e mio marito ci rimetteremo all’opera ma questa volta me la prendo più serenamente senza farne 1 malattia chissà che non nasca in primavera o estate cosi possiamo stare all’aria aperta un abbraccio solidale a tutte

  • Anna scrive:

    ciao ragazze vi capisco benissimo perchè ci sono passata ben due volte…ho avuto due aborti spontanei nell’arco di sei mesi nell’anno 2010…e la mia d.ssa mi ha detto che può capitare…e secondo lei, dato che ho avuto una prima gravidanza perfetta, non ci sono problemi e sono cose che possono succedere…adesso ho una gran paura però la voglia di riprovarci è intesa speriamo bene…

  • Simona scrive:

    Il dolore ci accomuna, cosa possiamo fare, ormai, è fatto.
    Ho due “foto” della mia piccola creatura mai nata.
    Farà da angelo a quella che verrà.
    Non demordo, e spero.
    Capita, anche spesso, purtroppo, ma cosa ci si può fare.
    Penso solo, come mi ha detto la gine, che è una selezione naturale, che fosse troppo debole, per vivere una vita sana.
    Non è un gran conforto, ma penso alla prossima creatura e alla sua vitalità.
    Ansiosa di voler sognare ancora, ogni sera con le mani in grembo.

  • Luana scrive:

    Ciao nicki anche io ho appena avuto al tua stessa esperienza (aborto spontaneo completo 2 gg fà alla 5 settimanan senza raschiamento) ed il gine mi ha detto di aspettare un vero ciclo prima di riprovare, ma non riesco ad aspettare…

    Anche io come tè corsa tutti i giorni e lavoro fino a tardi… quindi stanchissima… in più anceh se sapevo di essere incinta ho continuato a correre (ovviamente più lentamente..) ho pensato anche io di aver provocato l’aborto….
    ti chiedo una cosa l’ovulazione successiva all’aborto è normale essendo la gravidanza all’inizio? POsso considerare la perdita dell’aborto come ciclo e da lì a 15 gg avere un’ovulazione? A te è successo così? Sono in ansia…. Ciao e garzie

  • Luana scrive:

    Ciao a tutte, anche io ho avuto un aborto spontaneo 2 giorni fà… adesso…. da una parte ho paura che risucceda….dall’alatra non vedo l’ora che il tempo passi in fretta per poterci riprovare… sono due giorni che continuo a contare i giorni della prossima probabile ovulazione… ma più conto più mi sembrano tanti….. scusate, am bisogna per forza aspettare qualche mese prima di riprovarci?? io non sò aspettare…. baci

  • Alle scrive:

    Aborto all’8 settimana, cioè 2 giorni fa… mi fa più male dirlo come se ancora credessi di poterlo evitare, che dentro di me ci sia ancora quel piccolo fagiolino che già amavo tanto.. nessuno riesce a capire veramente come si sta… la mia famiglia mi è profondamente vicina, mio marito è FANTASTICO, credevo che tanto amore intorno riuscisse a lenire un po’ la sofferenza… ma non è così, forse solo una cosa riuscirà a farlo… il TEMPO… Commento questo sito perchè mi ritrovo in ogni parola scritta, e comprero’ sicuramente quel libro per tornare a sperare anche perchè la speranza mi ha lasciato venerdì sera quando è arrivata la diagnosi definitiva e adesso DEVO ritrovarla… IN BOCCA AL LUPO a tutte le donne che vivono un tale triste momento…

  • dorella scrive:

    ciao ragazze vi scrivo per sfogare il dolore ke provo dentro, mio marito è lontano x lavoro ed ho dovuto affrontare il dolore per la perdita del nostro bambino. Il 20 dicembre ho fatto un eco x controllare ke tutto si fosse normalizzato, dopo le macchie e i dolori avuti nei giorni precedenti, ma quando ho pensato ke tutto fosse apposto mi hanno detto ke il mio piccolo era morto dentro il giorno dopo ho subito il raschiamento e ora mi sento vuota e sola da morire non c’è niente ke mi faccia sentire meglio anche se era così piccolo era il mio bambino e nessuno può ridarmelo, il solo pensiero di dover riprovare un dolore simile mi uccide….

  • Angelo scrive:

    Buongiorno, scusate ma qui la voce fuori dal coro posso essere io…non credo sia tanto facile che un uomo entri in siti simili a lasciare commenti. Pero’ non ci si dimentichi che meta’ della mela siamo pure noi che anche se non sembra soffriamo. certamente meno di voi, questo lo capisco, ma soffriamo. Vero, un maschio pensa sempre che ci sara’ altra occasione, se ce n’e’ stata una prima, ma una donna non la vede subito cosi’.
    La situazione di mia moglie e me e’ che abbiamo avuto gia’ 2 aborti spontanei.. le settimane non le ricordo con precisione ma diciamo rispettivamente 6a e 8a circa..Alla prima visita (carichi di speranza e gioia, chi ci pensava a una cosa simile!) il ginecologo guarda e ci annuncia che il battito e’ lievissimo e che da lì a pochi gg si sarebbe fermato!!!! bello no!? …alla seconda prova invece il cuoricino era un trenino.. ma qualche giorno dopo mia moglie ha delle piccole perdite! ci precipitiamo dal ginecologo e ci dice che il battito non c’e’ piu’ e che a conti fatti (misurando i cm dell’embrione) forse si era fermato un paio di gg dopo la visita che ci aveva resi felici e speranzosi!!!! bella storia no?!?! e siamo a 2 . Ora signori e signore annuncio che siamo alla 3a gravidanza. La visita e’ prevista tra pochi giorni… io sono uomo ma sto vedendo attorno a me amici e cugini che alla 1a gravidanza stanno sfornando figli, secondo voi come mi devo sentire pure io?! come se loro fossero l’eccezione mentre in realta’ percorrono una via del tutto naturale!!! siamo noi gli “sfortunati”..! non parliamo di mia moglie xche’ la sua psiche potete immaginarla!. Che posso dire, e’ avvenuto tutto verso Natale, intorno a quei giorni mia moglie mi ha dato la notizia, quindi spero sia un lieto regalo stavolta. Spero fortemente….. Un saluto e un in bocca a lupo a tutte. Pensavo fosse una cosa da niente fare figli,Dio quanto ci stavo attento prima di sposarmi,invece mi rendo conto che e’ un miracolo che pure io sia nato!!

  • Lory scrive:

    Ragazze, faccio la voce fuori dal coro. Ho subito un raschiamento all’ottava settimana per aborto interno circa 10 giorni fa. Ho già un bimbo di due anni e quella gravidanza è andata liscia come l’olio.
    Contrariamennte a quanto succede a voi, io non sento di avere nessun angelo in cielo: semplicemente una gravidanza all’inizio non è andata bene, cosa che succede una volta su cinque.
    L’ho messa tra le cose che capitano, e se è così frequente da essere considerato dai medici un evento normale, dobbiamo solo rassegnarci e sperare che la sfiga la volta prossima ci volti le spalle. Questo è il mio stato d’animo, e mi sento anche in colpa per non riuscire a percepire l’accaduto come un lutto da elaborare. Sto anche sforzandomi di capire se il mio stato d’animo sia di difesa, per evitare di soffrire come un cane, ma non trovo traccia di sofferenza. Delusione sì, tanta, paura che ci sia qualcosa nel mio corpo che possa esserne stato la causa. Farò di mia iniziativa tamponi e analisi del sangue che i ginecologi non vogliono farmi fare. Chi mi vuole bene e sa che non sono un iceberg mi dice semplicemente che, essendo razionale, sono arrivata rapidamente a una conclusione che magari una persona meno forte avrebbe raggiunto nel giro di qualche mese.
    Mi rendo perfettamente conto di quanto questo mio atteggiamento possa dar fastidio e infatti ne parlo con voi in rete, sfruttando l’anonimato, e con coloro ai quali non devo dimostrare nulla: marito, genitori e amici cari. Chi non mi conosce bene non penso possa credere alle mie parole. E allora lascio stare, ascolto i loro “non ti preoccupare” “vedrai che dopo un raschiamento resti subito incinta” “sono cose che capitano” “la natura fa da sé”ecc. E sono tutte cose che condivido ma dovrò fingere di arrivare a queste ovvie conclusioni tra qualche mese.

  • simona scrive:

    ragazze è bellissimo!!!!!!spero di scrivervi presto anch io….ci stiamo riprovando da DUE MESI ma ancora nulla….ho così paura di nn vedere più quel test positivo

  • Valentina scrive:

    Ciao a tutte,
    il 19 settembre scorso ho avuto un aborto spontaneo alla 6° settimana ma per fortuna non ho avuto bisogno del raschiamento… dopo un mese di angoscia oggi ho visto il mio nuovo dono… sono alla 6° settimana di una nuova gravidanza e spero che il Signore ascolti le mie pregriere e faccia andare tutto bene. Non vi nego che ho una paura terribile ma sono contentissima!!!
    non perdete la speranza…

  • nicki scrive:

    ciao a tutte.. un mese e mezzo fa ho avuto ank’io un esperienza del genere.. ho avuto un aborto spontaneo a circa 4 sett. avendo poco tempo di gravidanza meno male nn ho dovuto passare anke x l’esperienza del raschiamento i medici mi hanno detto ke si elimina da solo tramite il ciclo ke ho avuto.. veramente è un esperienza ke fa male da morire… ho cercato sempre di trovare il motivo giusto e m’incolpavo xkè lo avevo scoperto solo da pochi giorni ed io prima facevo tanto sport correvo ogni giorno e lavoravo anke arrivavo alla sera esausta e penso ke sia x quello xkè nn stavo ferma xkè nn sapevo di essere incinta…infatti l’ho perso subito.. la ginecologa mi aveva detto x sicurezza di aspettare un altro mese prima di riprovarci o senno dopo il ciclo di fare un controllo x vedere se si era ripulito bene l’utero ..tanto nn avendo avuto il raschiamento nn dovevo x forza aspettare..infatti sn rtimasta di nuovo incinta subito dopo ora ho quasi 6 settimane.. e una paura matta ogni giorno sn stressata ma penso ke cmq nn è detto ke sempre deve finire allo stesso modo sn stata tranquilla queste 6 settimane e a riposo.. speriamo bene e speriamo ke dio mi lasci questo suo dono ke io desidero cn tutto il cuore… la speranza c’è x tutte voi nn scoraggiatevi!!!!

  • simona scrive:

    hai proprio ragione sminuire nn serve a nulla anzi fa crescere ancora di più la rabbia…senti di essere sola con il tuo dolore…nn ci sono parole che in questo momento possano colmare il vuoto che hai dentro lo capisco bene, ma leggere altre storie simili alle nostre, scrivere del mio dolore mi ha fatto sentire che nn siamo sbagliate che nn siamo diverse, mi ha dato tanta forza…un abbraccio virtuale simo

  • ygrein scrive:

    ciao sono ygrein, stamattina mi hanno dimessa dalla clinica dove ho subito un raschiamaento in seguito ad un aborto spintaneo (purtroppo il secondo quest’anno); questa volta però rispetto alla prima avevo sentito il battito e visto crescere il mio piccolo, mi ero illusa che questa volta ce l’avrei fatta e che dio non me ne avrebbe portato via un’altro non adesso non così formato….invece il’altro ieri dopo delle perdite ematiche corro in clinoca ed il battito del piccolo non si sentiva piu. E’ una delle cose piu straziente che possa capitarti…stai a chiederti se abbia sofferto o se si sia addormentato senza sentire nulla, ti rassicuri dicendoti che ora è un angelo ma nel frattempo il dolore ti sovrasta e le persone che ti chiedono ma come mai è gia il secondo perchè non ti fai guardare da un dottore,,,,,come se no ci avessi pensato già io o se non lo avessi addirittura gia fatto…..scusate lo sfogo ma trovare qualcuno che ti possa capire in questi momenti è brutto, purtroppo le persone che ti sono vicine tendono a sminuire l’accaduto credendo di apportare un beneficio psicologico……ma sminuire è impossibile era tuo figlio ed ora è morto non c’è più ed è questo che conta!!!!!!!!! tutto il resto è deontologia pura!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • simona scrive:

    il tredici ott saranno due mesi ho perso il mio angelo all ottava sett aborto ritenuto con conseguente raschiamento…. tutti continuano a ripetere tanto sei giovane, presto potrete riprovarci…ma come si fa anche a solo a pensarci ma come si fa a sorridere se ci si sente vuote dentro…..

  • federica scrive:

    Ciao a tutte, recentemente ho avuto un aborto spontaneo alla settima settimana. Inizialmente è stato difficile, ero spesso attanagliata dalla tristezza e dalla delusione, ma oggi vi scrivo dopo circa un mese e mezzo dall’accaduto per dire che ci si risolleva grazie alla forza dell’amore che vi lega al vostro compagno/ vostro marito e grazie al dialogo interiore, che mai nessuno potrà spezzare con il vostro angelo. Io sono molto credente e credo fermamente che il bambino perso è un angelo in cielo che ci protegge e ci guida per tutta la nostra vita. E’ a lui che rivolgo la mia speranza di poter presto essere madre… Bisogna solo attendere che il dono più bello scenda presto quaggiù tra noi.
    Care amiche che leggete le mie parole, forza, forza e coraggio perchè credendoci riusciamo a sconfiggere la paura e il dolore che abbiamo provato. Parlate con il vostro angelo e con Dio Padre e vi sentirete avvolte in un abbraccio speciale…
    Ciao a tutte coloro che purtroppo hanno vissuto questa esperienza. Vi sono vicina e prego per tutte noi.
    Federica

  • Elvira scrive:

    Salve!
    Proprio ieri ho ricevuto la bruttissima notizia. Ho perso mio angelo alla sesta settimana. Qualche giorno fà ho cominciato a perdere un pò di sangue, venerdì perdevo moltissimo e avevo fortissimi crampi. Sono corsa al pronto soccorso e subito mi hanno fatto l’ecografia, e per la prima volta ho visto battere il piccolo cuoricino del mio bambino, mi hanno dato le cure necessarie, però non c’è stato niente da fare. Lunedì ho ripetuto l’ecografia e il mio piccolo non c’era più. Ho sempre desiderato tanto ad avere bambini, adesso mi sento morire…

  • mary scrive:

    ankio ho sofferto l ho perso alla 13 settimana uno strazio e tanto dolore ma dovra pur passare ora avebbe 5 mesi a maggio è volato via…

  • MICHELA scrive:

    CHE BELLE LE TUE PAROLE. ANCH’IO HO APPENA AVUTO UN ABORTO INTERNO ALLA 6 SETTIMANA. ORA IL PENSIERO CHE IL MIO BIMBO E’ UN ANGIOLETTO SU NEL CIELO CHE LODA DIO E CHE UN GIORNO SPERO POTERLO ABBRACCIARE, MI CONFORTA.
    GRAZIE PER LA TUA FEDE!

  • speranza scrive:

    ho appena 20 anni…. abbiamo provato ad avere un bambino per tre mesi.. poi finalmente a gennaio la grande sorpresa… ho avuto n aborto ritenuto alla dodicesima settimana…. ho dovuto subire il raschiamento… ho vissuto molti dolori a livello fisico…. ma nulla paragonato al trauma psicologico… ero lì in ospedale.. cn altre 5 donne che avevano avuto da poco i loro bambini… erano meravigliosi… e io ero lì a soffrire perchè il mio bambino nn c’era più… sn passati quasi 3 mesi…ma la notte ancora nn riesco a dormire sognando la vita che avremmo potuto avere ma che invece (almeno per il momento) nn avremo… un abbraccio a tutte… è bello sapere che nn sn una pazza, che nn sn l’unica che soffre così…

  • terry scrive:

    ciao io il 5/05/2010 ho perso la mia bambina alla 25sett sento di impazzire e un dolore troppo grande ma dobbiamo farcela nella speranza che un giorno possiamo riprovarci e che tutto vada bene anche se la paura di una nuova grav e tanta (sono viva per miracolo) ciao ti mando un bacio

  • francesco scrive:

    a volte specialmente di notte guardando il cielo gli parlo,gli racconto quello che sento e che nn potrò mai dire a nessuno, ma sò che almeno lui mi ascolta.

  • pablita76 scrive:

    salve a tutte,anch’io ho perso il mio piccolo alla 5settimana, non è facile,ma sono certa che è un angioletto insieme ai vistri piccoli,vi sono vicina e forza dobbiamo avere fede

  • Silvia scrive:

    Eccomi di nuovo qui! Pochi giorni fa ho saputo di aver avuto un aborto spontaneo….Nella sfortuna di aver perso il mio piccolo ho la fortuna di non dover subire intervento e cura farmacologica anche se poi l’amarezza di non essere riuscita a portare a termine la gravidanza resta purtroppo! domani ho appuntamento dal mio ginecologo che mi dira’ come comportarmi…Spero che possa riprovarci subito perche’ desidero piu’ della mia vita diventare presto mamma! Il mio piccolo lo terro’ sempre nel cuore! Un abbraccio a tutte voi!

  • redazione scrive:

    Per Ilenia. Le siamo vicini, come lo siamo a ogni mamma che ha subito questo dolore.

  • ilenia zannini scrive:

    sono arrivata in ospedale e il suo cuore non batteva durante il tragitto per strada ho perso il liquido amniotico
    non rieso a capire cosa potrebbe essere successo andava tutto bene a parte le secresioni abbondanti che si hanno in gravidanza cosa puo essere successo??????

  • ilenia zannini scrive:

    ho perso la mia bima a 20 setiimane ho paura di non farcela

  • Raffaela scrive:

    ieri matina è accaduto ank a me….grande dolore,ero alla nona settimana,ma il suo cuoricino non batteva più…..e devo andare in ospedale per la profilassi anti-immunizzazione e vedere se devo fare il raschiamento…io e il mio compagno siamo a pezzi..un bacio a tutte

  • Barbara scrive:

    Mi è successo ieri mattina e sono qui a chiedermi perchè, sopratutto è difficile far capire agli altri come stai………..grazie dlle vostre parole

  • Silvia scrive:

    Ciao a tutte! Anche io purtoppo credo di aver avuto un aborto interno. ho perso molto sangue sono andata al pronto soccorso e le beta erano bassissime (69) dovrei essere alla 6+3 . Giovedi’ ho l’eco per vedere se ho ancora dei residui interni. Spero di non dover affrontare il trauma del raschiamento…Questa e’ la mia prima gravidanza ho 28 anni,ma sono distrutta dal dolore,avvolte penso perche’ sia capitato proprio a me!!! Spero di reagire! Un abbraccio a tutte voi!

  • emanuela scrive:

    Ho perso il mio fagiolino alla 7 sett. più 3….ero convinta che questa volta andasse tutto bene (ne ho perso un altro a novembre alla 5 sett). Ieri una goccia di sangue e poi…. non ho bisogno di un raschiamento per fortuna, ma sono distrutta. Sono vicina a tutte voi!!!!

  • arianna scrive:

    vi posso capire tutte anch io ho avuto un aborto spontaneo alla 7 settimana non ho avuto dolori fisici ma a livello psicologico sono distrutta erano tre anni che lo cercavamo eravamo al settimo cielo e in un istante e svanito tutto.ho 38 anni il ginecologo mi ha detto che posso riprovare non mi e servito il raschiamento,e quindi dopo un mese sto riprovando speriamo bene un abbraccio a tutte voi

  • redazione scrive:

    x Luca. Questa è una domanda alla quale può rispondere in maniera più adeguata il ginecologo di fiducia della paziente.

  • Luca scrive:

    ma dopo un aborto spontaneo quando tempo deve passare per rimanere di nuovo incinta???

  • Paola 81 scrive:

    Sono alla mia seconda interruzione di gravidanza (aborto spontaneo in tutti e due i casi), sempre tra la 6^ e la 7^ settimana….mi è arrivato il ciclo questa mattina e ho una paura enorme di riprovare gli stessi dolori della volta precedente che mi hanno portato dritta al pronto soccorso! Che dire??? Non ci sono parole…….”quello che si prova, non si può spiegare qui!!!”

  • Manuela scrive:

    Mi è successo ieri mattina…alla 7^settimana.
    Dopo più di 2 anni di ricerche ce l’avevamo fatta!!! E’ strano come da una gioia così grande, nel giro di pochi giorni si possa ad arrivare a toccare il fondo…così nero!!!! Ho ancora le fitte al basso ventre e la perdita di coaguli di sangue….
    Ci riproverò subito, ma il pensiero del mio “fagiolino” che non c’è più mi distrugge l’anima!

  • Katia scrive:

    anche io ho vissuto questa esperienza. Vorrei segnalarvi, se posso, un libro che è appena uscito in libreria e tratta questo argomento: “Quando l’attesa si interrompe” della casa editrice Il leone verde. è una lettura che mi ha aiutato. Katia

  • Jessica scrive:

    Prima Gravidanza ,eravamo tutti al settimo cielo ,tutto procedeva al meglio
    nessun Sintomo , finalmente la prima ecografia la gioia di vederlo e invece un aborto interno, sono distrutta perdere tutto alla 10 settimana. ancora mi sembra un sogno ,vorrei soltanto aprire gli occhi e sentirlo ancora dentro di me.

  • redazione scrive:

    per tutte le lettrici colpite da questa terribile esperienza. Desideriamo esprimere a tutte voi la nostra vicinanza per la triste esperienza che state vivendo. pur non potendo fare nulla per porvi rimedio, siamo certi che la condivisione e la vicinanza umana siano eccellenti medicine per l’animo. Il direttore responsabile, Giovanni Lattanzi

  • Donatella scrive:

    A me è successo tre giorni fa..e oltre al dolore fisico che continuo a provare,c’è quello psicologico che ancora è grande.Avevo fatto l’eco il giorno prima e anche se c’era un microscopico semino ero riuscita a intravedere il battito cardiaco..Perdite,forti dolori ed eccomi qua a scrutare un sito che possa tirarmi su di morale e che grazie alle altre testimonianze mi ha fatto capire che non sono sola.Per ora non ci penso nemmeno a riprovare,ma penso che presto ne troverò la forza,visto che ho iniziato da bambina ad immaginarmi mamma..

  • simonetta scrive:

    mi ha fatto bene leggere le informazioni, ho avuto l esperienza ieri mattina dopo solo 4 settimane ed e’ stato ed e’ tutt’ora dolorosissimo ci ho messo tantissimo a rimanere incinta e ora a 40 anni ho paura che non succeda mai piu’ o che io possa riperderlo, capisco stefania perche’ e’ grande come me, ma no, tu non hai sbagliato nulla, riprovaci serena, appena successo ho pensato fosse stata una passeggiata lunga che avevo fatto, credo sia un modo per trovare una spiegazione al dolore. un in bocca al lupo grandissimo a tutte!!!

  • stefania scrive:

    Purtroppo ho 45 anni ma questo figlio anche se era il terzo per me rappresentava tanto, L’ho perso quando stavo per entrare nella 12 settimana. Ora ho paura che sia troppo tardi. Ho paura di aver sbagliato qualcosa. Non so cosa fare. Grazie

  • elisa scrive:

    ho letto i vostri consigli …..ma come mai dopo un aborto spontaneo (un anno fa) da 4 mesi sto provando a rimanere incinta senza risultati?

  • redazione scrive:

    per Michaela. ha tutta la nostra solidarietà, so bene cosa significhi. Purtroppo questo tipo di rischio è sempre in agguato, nonostante tutte le precauzioni e le cure. Ma non disperi, l’amore porta sempre buoni frutti.

  • Michaela scrive:

    Grazie per i consigli. Ho da pochi giorni subito un aborto spontaneo alla 10 settimana. Sono distrutta, lo desideravo tanto dopo tanti anni di problemi e inseminazioni. Lo voglio ancora ma chissà se avverrà.

Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.