Sposiamoci Risparmiando, il migliore wedding blog d’Italia

Il 2018 sarà ricordato come l’anno di due royal wedding, quello “vero” che ha interessato la Casa Reale britannica e quello che invece ha avuto come protagonisti i re dei social d’Italia e non solo, ovvero Chiara Ferragni e Fedez. Al di là di questi due grandi eventi, però, i numeri ci dicono che gli italiani si sposano di meno e spendono di più, anche se non mancano soluzioni intelligenti e pratiche per risparmiare.

Simona Lattuga di sinergie fotografiche

Il miglior wedding blog italiano per chi vuole sposarsi risparmiando

È questa la mission che si è prefissata Rebecca Riparbelli, una delle più note wedding blogger d’Italia, che dalle pagine del suo sito sposiamocirisparmiando.it porta avanti un progetto interessante e vincente: offrire consigli alle “spose oculate” che vogliono vivere alla grande il giorno delle nozze senza rinunciare al lusso, ma allo stesso tempo senza spendere un capitale e tenendo sotto controllo il budget prefissato.

Un matrimonio economico senza rinunciare a nulla

Come ci spiega la stessa Rebecca, “non tutti gli sposi hanno il medesimo budget a disposizione e le medesime esigenze”, ma in linea di massima per tutte le spose (e i loro futuri mariti) c’è la possibilità di mirare al raggiungimento del risultato desiderato, che può essere “chic, ma non cheap“. In altre parole, “costoso non è sempre sinonimo di riuscito e affidarsi a chi è famoso non vuol sempre dire rivolgersi al miglior fornitore sulla piazza”, mentre d’altra parte non è automaticamente detto che “la scelta che costa meno ci faccia risparmiare davvero, come del resto il costa tanto non ci assicura la piena riuscita di un evento”.

Una sposa oculata come wedding blogger

Secondo la wedding blogger italiana, risparmiare significa innanzitutto comprare bene, non sprecare soldi in cose futili e poi, ancora, “ridurre il consumo di qualcosa all’indispensabile, oppure quota di reddito non spesa in consumi”; quindi, risparmiare non significa “pagare poco e niente”, ma piuttosto “spendere i propri soldi nel modo, nel posto e anche periodo giusto, per ottimizzare al meglio il proprio budget di nozze senza dover per forza abbassare la qualità del risultato”.

Il progetto di sposiamocirisparmiando

Questa è stata la traccia seguita da questo originale wedding blog italiano sin dalla sua creazione, nel 2013: all’epoca Rebecca Riparbelli aveva avviato il progetto per diffondere la sua visione personale del matrimonio attraverso il racconto dell’organizzazione delle sue stesse nozze, sfruttando anni di esperienza in ambito web marketing. In pochi anni il sito è cresciuto al punto di diventare uno dei migliori wedding blog di Italia, seguito quotidianamente da migliaia di contatti, anche attraverso le interazioni social.

Guide, consigli e strategie per chi si avvicina alle nozze

La forza di Sposiamoci risparmiando sta nella sua semplicità: gli articoli servono non tanto a organizzare un matrimonio low cost, ma a mettere in pratica strategie di risparmio applicate al matrimonio e offrire consigli e dritte su come spendere bene, prima di poco; sta poi alle coppie di futuri sposi decidere quanto e quali dei tanti consigli e metodologie condivise fanno al proprio caso. Altro elemento utile è il supporto degli addetti ai lavori, che intervengono sul sito con guide e articoli mirati a dare un contributo pratico su un argomento specifico: così facendo, i lettori – o, per la maggior parte, le lettrici – possono trovare suggerimenti e strategie testate da persone vere, “un po’ per tutte le tasche e per tutti i gusti”, che possono essere per così dire copiati e cuciti addosso “alla tipologia di matrimonio che hai sempre sognato”.

Un wedding blog originale e utile

La differenza rispetto a quello che normalmente si trova nei siti di altre wedding planner italiane o internazionali o sulle vetrine di altri operatori del settore sta proprio in questo: Rebecca Riparbelli riesce a dare alle altre spose un punto di vista personale e pragmatico, raccontando la sua esperienza di sposa oculata e, soprattutto, gli stessi dubbi, le stesse paure e soprattutto le medesime necessità che si trovano a vivere e percepire le altre donne che si avvicinano alle nozze. Un approccio più “esperienziale” che è servito al sito a imporsi tra i concorrenti come il più letto wedding blog d’Italia, diventando un riferimento per chi è alla ricerca di eleganza artigianale, raffinatezza e stile in un’ottica e un’etica “anti-consumistica”.

Come riuscire a non sperperare soldi

Per riuscire in questo intento, la wedding blogger cerca di promuovere il “less is more, l’artigianato italiano, il riciclo creativo, il consumo etico e la personalizzazione”, con articoli che indagano la reale qualità di un prodotto o servizio a sfavore di tutto ciò che è superfluo, che informano sul rapporto che esiste tra i costi e i benefici e invitano anche a un riciclo creativo e agli acquisti ponderati, per convincere le prossime spose che non solo non bisogna sperperare i soldi (soprattutto in cose non indispensabili, magari solo per dimostrare qualcosa a qualcuno), ma che è anche possibile organizzare un matrimonio di qualità e corrispondente ai propri sogni senza rinunce, solo con tante strategie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.