Come creare bigiotteria

Il mondo dei gioielli ed in particolare della bigiotteria ha sempre attratto moltissimo le donne, che non sanno resistere davanti ad un bracciale luccicante o una bella collana di perline o swarovski. Complice anche la crisi economica degli ultimi anni, pare che attualmente si stia diffondendo molto la tendenza a creare da soli, i propri accessori. Ecco allora, come creare bigiotteria, fai-da-te.

Come creare bigiotteria

Storia della bigiotteria

Per prima cosa diciamo che il termine “bigiotteria” deriva dalla parola “bijoux” che sta ad indicare un qualsiasi oggetto realizzato con differenti materiali sia di origine naturale che sintetici.  I primi bijoux, risalgono a circa 75.000 anni fa ed erano fatti da gusci di lumache e da denti di animali, che servivano per impreziosire la testa delle principesse africane, ma anche per creare dei giocattoli per bambini. In effetti, la stessa parola “gioiello” dal latino “jocale”, significa appunto giocattolo.  Quindi per tantissimo tempi, i bijoux hanno identificato un certo rango sociale di appartenenza, un vero e proprio status. Attualmente, la bigiotteria, ovvero quel ramo della gioielleria in grado di creare dei monili preziosi ma a basso costo, è molto di moda, soprattutto se i bijoux prodotti sono fatti artigianalmente. Quindi, quale migliore occasione per scoprire come creare bigiotteria da soli?

L’idea giusta ed il materiale per creare bijoux

Attraverso il fai-da-te è possibile creare dei bei gioielli a basso costo, sia per se stessi che per poterli vendere. Infatti non sono poche le persone che decidono di commercializzare la propria passione e farne quindi un’attività, alle volte anche piuttosto cospicua. La prima cosa da fare, per capire come creare bigiotteria  è quella di possedere una certa  l’ispirazione. A tale proposito è opportuno guardarsi intorno ed osservare ciò che le donne indossano: bracciali, collane, ciondoli, orecchini, fermacapelli… Ognuno di questi oggetti può essere riprodotto, con l’aggiunta del vostro tocco di personalità. A questo punto, avrete abbastanza idee per iniziare la lavorazione dei vostri gioielli; l’unica cosa che ancora vi manca è il materiale giusto. Per creare dei veri bijoux alla moda, dovrete usare il materiale di tendenza  della stagione: argento, rame, materiale bronzato, pietre colorate, perline. Insomma, ogni stagione presenta una certa richiesta e determinati modelli da seguire, per esempio collane lunghe o corte, bracciali con doppio giro, materiali pesanti o leggeri, ecc. Aiutatevi sfogliando le riviste di moda oppure i blog.

Cosa vi serve per creare bigiotteria

Ormai sapete quasi come creare bigiotteria, ma vi mancano i materiali, che dovrete acquistare. Potete girare fra i vari negozi indiani o cinesi oppure le varie mercerie (anche su internet) e comprare :

  • Le perline colorate, non sono vere e proprie perle, ma piccole perline forate, fatte di plastica, vetro, legno e di diversi colori. Sono l’ideale per braccialetti, orecchini….
  • Le paillettes e lustrini, ovvero piccoli cerchietti o quadratini di plastica colorata e luccicante che daranno luce alla vostra creazione.
  • L e pietre, sono l’accessorio che daranno valore al vostro gioiello;  possono essere vere o false, a secondo del costo e del loro utilizzo. Molto belle quelle di swarovski che danno luce e sfaccettatura al bijoux che andrete a creare.
  • Aghi, pinze, fili di nylon, caucciù, cuoio, strisce di seta e tutto ciò che ritenete opportuno per la vostra creazione.
  • Le basi per anelli, le monachelle (ganci per orecchini) e le strutture per ciondoli.

In commercio esistono delle confezioni che contengono una piccola parte di tutto ciò che abbiamo elencato, ovvero un kit per iniziare a capire come creare bigiotteria, senza dover spendere una fortuna. I primi gioielli saranno sicuramente imperfetti, ma in realtà ciò che distingue la bigiotteria fai-da-te da quella industriale è proprio il fatto che ogni pezzo creato è unico ed inimitabile e quindi le imperfezioni, sono quel valore aggiunto che distingue un bijoux dall’altro. Tutto il resto, dipenderà solo dalla vostra fantasia e creatività.

Come aprire un negozio o un laboratorio di bigiotteria

Volete diventare imprenditori nel settore della bigiotteria, aprendo un negozio o un laboratorio creativo, ma vi spaventa di non sapere come e cosa fare per partire col piede giusto? Niente paura, basta affidarsi a un kit per aprire una bigiotteria, strumento collaudato, facile e di poco costo che offre tutte le informazioni e gli strumenti per aprire questo tipo di attività senza commettere errori.

I componenti della bigiotteria

Di cosa è fatta la bigiotteria? Con quali materiali vengono realizzati i nostri meravigliosi bijoux? Non tutti lo sanno, o meglio, tutti sanno cosa indossano, ma non hanno idea di quali e quanti altri materiali si possano impiegare come componenti della bigiotteria. Essi sono tanti, tantissimi, quasi infiniti. Tanti quanti la fantasia è in grado di reperirne sul mercato e modellare a forma di gioiello, collana, spilla, anello. Vediamo quindi quali sono questi componenti della bigiotteria.

Componenti della bigiotteria

Materiali della bigiotteria

I materiali utilizzati per i componenti della bigiotteria sono fra i più svariati, ma in sostanza si dividono in tre grandi categorie: pietre, metalli e altro, tra cui i sintetici, il vetro e il legno. Esaminiamoli ora singolarmente.

Certamente tra i più significativi abbiamo le pietre, dure ma anche semipreziose, a volte. Fra esse troviamo:

  • amazzonite
    pietra dura di colore verde smeraldo o verde mela
  • diaspro
    compatta e opaca, di colore rosso, giallo e verde
  • corniola
    minerale di colore rosso
  • ematite
    si presenta sotto forma sia di cristalli distinti, di colore grigio-acciaiao, sia in aggregati granulari
  • fluorite
    minerale trasparente o variamente sfumato
  • ossidiana
    roccia eruttiva a pasta vetrosa di colore scuro
  • sodalità
    roccia eruttiva di colore azzurro o grigio
  • agata
    minerale di vario colore
  • avventurina
    varietà di quarzo che presenta un luccichio giallo, azzurro, verde o rosso
  • onice
    minerale che presenta striature o zonature a colori contrastanti
  • occhio di tigre
    varietà di quarzo che presenta un riflesso mobile di color giallo-oro molto splendente
  • paesina
    roccia di colore rosso, marrone, verde
  • rodonite
    minerale di colore rosso bruno

Abbiamo poi i metalli (ma anche le leghe metalliche), sotto svariate forme. I metalli e le leghe più adoperate sono invece:

  • ferro
  • acciaio
  • ottone
  • alluminio
  • rame
  • nichel

Tuttavia i materiali componenti della bigiotteria non si esauriscono qui, abbiamo infatti anche:

  • vetro
  • plastica
  • plexiglass
  • pelle
  • materiali naturali (legno, caucciù, ciottoli, conchiglie, sabbia etc…)
(Visited 803 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.