Lavorare da casa: guida completa

Le forme di lavoro agile o smart work sono diventate una prassi in Italia durante la pandemia causata da Covid-19. Tutti ricordiamo il lockdown compreso tra il 9 marzo 2020 e il 18 maggio 2020 che ha costretto milioni di persone a casa.

Da allora, lavorare da casa è diventata un’abitudine per molti lavoratori e si è assistito ad un rapido processo di digitalizzazione che ha portato le aziende ad utilizzare software e tools di lavoro al fine poter continuare ad erogare prodotti e servizi pur avendo buona parte dei lavoratori connessi dalle proprie case.

Lavorare da casa: guida completa

In questa guida sono affrontati vari temi collegati al lavoro da casa: vedremo quali sono gli obiettivi e le ambizioni contenute nella legge del 22 maggio n.81 (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/06/13/17G00096/sg), in particolare, ci soffermeremo sulla frase: “favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro”.

Inoltre, si vedrà come: cercare lavoro da casa online, come crearsi un nuovo lavoro da svolgere in proprio e alcuni esempi di lavori e lavoretti da fare a casa.

Indice dei contenuti

LAVORARE DA CASA: GUIDA COMPLETA. 1

LAVORARE DA CASA: cosa pensano i lavoratori 2

TELELAVORO O SMART WORK? DIFFERENZE. 2

LAVORARE CON INTERNET. 3

#1 Informarsi sulle regole aziendali 3

#2 Spazio di lavoro. 3

#3 Connessione ad Internet 3

#4 Poche distrazioni 3

#5 Relazioni sociali 4

#6 Orari definiti 4

CERCARE LAVORO DA CASA. 4

Lavori online: portali internazionali 4

#1 LinkedIn. 4

#2 Indeed. 4

#3 Monster 5

Lavori online: portali italiani 5

#1 Cercalavoro.it 5

#2 Bianco Lavoro. 5

#3 jobbydoo. 5

Crearsi un lavoro. 5

#1 Affiliate Marketing. 5

#2 Peer-to-peer Lender 6

#3 Prestare la voce. 6

#4 Assistente virtuale. 6

#5 Insegnante online. 6

#6 Home restaurant 6

CONCLUSIONI: LAVORARE DA CASA. 7

LAVORARE DA CASA: cosa pensano i lavoratori

In una ricerca condotta da CISCO (https://news-blogs.cisco.com/emear/it/2020/10/14/ricerca-cisco-il-futuro-e-flessibile-i-dipendenti-italiani-vogliono-essere-piu-autonomi-e-avere-la-possibilita-di-scegliere-nel-nuovo-mondo-del-lavoro/?dtid=osscdc000283) emerge come gli italiani abbiamo ben accolto la possibilità di lavorare da casa. In particolare:

  • Quasi 9 lavoratori su 10 vorrebbero sia la possibilità di scegliere se lavorare da casa oppure recarsi in ufficio, sia vorrebbero gestire autonomamente gli orari di lavoro;
  • Oltre la metà dei lavoratori ha il desiderio di mantenere l’autonomia ottenuta grazie al lavoro agile;
  • Il maggior equilibrio tra la vita privata e la vita lavorativa ha fatto sì che oltre la metà degli italiani abbia trovato più tempo per dedicarsi all’esercizio fisico.
  • Il 41% degli intervistati, non pensa che il proprio datore di lavoro gli permetterà in futuro di continuare a lavorare da casa.
  • Oltre 8 lavoratori su 10 sono convinti che sia compito dell’azienda fornire gli strumenti tecnologici per poter lavorare a distanza.

TELELAVORO O SMART WORK? DIFFERENZE

Lavorare da casa sebbene sia un modo di svolgere il lavoro entrato a far parte solo di recente nella vita della maggior parte dei lavoratori, in realtà, ha iniziato a svilupparsi già a partire dagli anni ’70 negli Stati Uniti per poi diffondersi anche in Europa.

A livello normativo, le suddette prime forme di lavoro da casa sono state disciplinate in Europa tramite:

L’accordo interconfederale del telelavoro (https://www.cliclavoro.gov.it/aziende/documents/accordo_interconfederale_telelavoro_9_6_2004.pdf).

Dal punto di vista formale, dunque, vi è una sostanziale differenza tra il telelavoro e lo smart work. Per semplicità possiamo dire che, mentre il telelavoro implica un semplice trasferimento delle mansioni, le quali vengono svolte da casa invece che dall’ufficio, con lo smart work il legislatore ha voluto fare un passo in più.

Nelle recenti forme di lavoro agile, infatti, il presupposto è quello di permettere al lavoratore di raggiungere un miglior equilibrio tra la vita privata e la vita lavorativa, un equilibrio spesso definito con l’espressione inglese: work-life balance.

LAVORARE CON INTERNET

Lavorare online grazie alla rete internet è ormai una consuetudine che coinvolge sia lavoratori di tipo subordinato che lavoratori autonomi.

Come lavorare con successo online e da casa?

Lavorare da casa non è come recarsi in ufficio. Le differenze sono molte a partire dal luogo fisico dove si svolgono le attività (la casa) che necessita di essere ripensata per consentire di lavorare in maniera proficua.

Vediamo ora quali accorgimenti prendere per lavorare da casa.

#1 Informarsi sulle regole aziendali

Per chi lavora in proprio il problema non sussiste ma un lavoratore subordinato ha come primo obiettivo quello di informarsi su quali strumenti tecnologici l’azienda adotta per svolgere e coordinare il lavoro.

Si potrebbe aver bisogno, ad esempio, di software per le videoconferenze come: Zoom o Microsoft Teams, o di applicazioni per organizzare il lavoro come: Asana o Trello.

#2 Spazio di lavoro

Lavorare con Internet implica che non si ha più a disposizione un comodo ufficio ma bisogna crearsi uno spazio idoneo all’interno della propria abitazione.

Il consiglio è di trovare un’area della casa ben illuminata, poco frequentata e da utilizzare solo per il lavoro.

#3 Connessione ad Internet

I lavori online hanno bisogno di una connessione Internet performante. Quando nello stesso appartamento: i bambini seguono le lezioni scolastiche online oppure sono impegnati a giocare con la Playstation e altri componenti della casa stanno guardando un film su Netflix, ecco che si potrebbero subire rallentamenti.

È bene, dunque, prendere due accorgimenti: verificare di avere una connessione internet veloce, connettere il proprio PC alla rete mediante un cavo Ethernet.

#4 Poche distrazioni

Lavorare da casa spesso comporta numerosi fattori di disturbo: il cane del vicino che abbaia, gli elettrodomestici in funzione, i bambini. Tanti fattori di disturbo che possono compromettere la produttività.

È bene, quindi, accertarsi di avere un posto tranquillo a disposizione prima di accettare un’offerta di lavoro da svolgere in remoto.

#5 Relazioni sociali

Uno degli aspetti negativi del lavoro da casa sono le relazioni sociali. Lavorando da casa, infatti, non si ha più il contatto umano con i colleghi.

Il consiglio è di ritagliarsi un po’ di tempo durante il giorno per incontrare e stare insieme ai propri cari e ai propri amici così da alleviare il senso di solitudine che potrebbe colpire durante l’arco della giornata lavorativa.

#6 Orari definiti

Il lavoro online o più precisamente lo Smart Work ha il vantaggio di poter essere organizzato autonomamente.

È il lavoratore che sceglie quante ore e in quali momenti della giornata lavorare. Sembra un sogno, tuttavia è bene non farsi coinvolgere in un vortice che implichi il solo svolgere il lavoro.

Consigliamo di definire gli orari, di non rendersi reperibile a qualsiasi ora del giorno e della notte e in definitiva di perseguire un corretto life-work balance o presto si presenterà il burnout (stress da lavoro).

CERCARE LAVORO DA CASA

Trovare lavoro è da sempre un’operazione che richiede una buona dose di impegno e volontà. Internet ha agevolato di gran lunga le possibilità di trovare un lavoro in tempi brevi.

Oggi basta collegarsi ad uno dei tanti portali online dedicati al lavoro e visionare gli annunci che più si addicono alle proprie competenze e ambizioni.

Dove cercare un lavoro da casa?

Il nostro consiglio è quello di visionare gli annunci presenti online. I portali dedicati alla ricerca del lavoro possono essere divisi in due grandi categorie.

Da un lato ci sono grandi portali per lo più americani i quali sono un vasto contenitore di annunci di lavoro provenienti da aziende private e agenzie di selezione delle risorse umane.

Dall’altro lato vi sono portali italiani, forse meno in vista, ma che spesso contengono informazioni e annunci difficili da trovare altrove.

Vediamo ora, i migliori siti per cercare lavoro da casa:

Lavori online: portali internazionali

#1 LinkedIn (https://www.linkedin.com/)

Quando si pensa al lavoro non si può non citare LinkedIn, una piattaforma che da un lato permette di cercare un lavoro da casa ma che è, altresì, un’ottima opportunità per crearsi un lavoro, poiché ha molteplici funzionalità per mettere in mostra le proprie competenze: gruppi di discussione, piani di specifici di abbonamento, migliaia di recruiters in cerca di talenti.

#2 Indeed (https://it.indeed.com/)

La piattaforma americana Indeed ha oltre 15 anni storia ed è accessibile da più di 60 paesi nel mondo.

Al suo interno sono presenti decine di migliaia di annunci, tra questi vi sono numerose possibilità per lavorare da casa.

Inoltre, da non sottovalutare la possibilità di inserire il proprio curriculum così da essere contattati, in caso di possibilità, da datori di lavoro e recruiters.

#3 Monster (https://www.monster.it/)

Monster è un altro portale storico fondato negli Stati Uniti nel 1994. Similmente al precedente anche qui è possibile visionare migliaia di annunci che permettono di inviare la propria candidatura iniziando da subito a lavorare con internet

Lavori online: portali italiani

#1 Cercalavoro.it (https://www.cercalavoro.it/)

Sul portale sono presenti: annunci di lavoro, consigli di carriera, informazioni specifiche sul mondo del lavoro e opportunità di formazione.

Per una panoramica completa sui possibili lavori online, sugli aspetti normativi, sulla presenza di lavoretti da fare a casa e su quali passi compiere per crearsi un lavoro in proprio, sul portale troverete ogni informazione a riguardo.

#2 Bianco Lavoro (https://www.biancolavoro.it/)

News, annunci, lavoro in proprio e concorsi sono solo alcuni dei principali temi trattati sul portale Bianco Lavoro.

Un altro portale assolutamente da visitare per cercare un lavoro da casa.

#3 jobbydoo (https://www.jobbydoo.it/)

Italianissimo anche jobbydoo (Pavia). Anche in questo caso una visita è d’obbligo per avere una panoramica completa sulle offerte di lavoro online divise per: professione e settore.

Crearsi un lavoro

La rete offre numerose possibilità per trovare un lavoro full time o part time da svolgere in remoto. Ed è sempre la rete ad offrire, altresì, preziose informazioni e suggerimenti per lavorare in proprio.

Le possibilità sono davvero infinite e rivolte sia per chi è alla ricerca di un lavoro vero e proprio sia per chi è alla ricerca di un secondo lavoro o lavoretto da fare a casa, magari per arrotondare lo stipendio o semplicemente per diversificare le giornate.

Vediamo ora una serie di lavori da fare a casa, tutti con una specifica caratteristica: possono essere svolti in proprio e online.

#1 Affiliate Marketing

Un’ottima opportunità di lavoro online da casa è prendere familiarità con il mondo delle affiliazioni. Sebbene siano richieste alcune competenze specifiche, dedicarsi all’affiliate marketing, con un po’ di pratica, può garantire una seconda entrata di tutto rispetto.

Per chi non fosse a conoscenza del funzionamento: l’affiliate marketing consiste nel promuovere sul proprio sito web o pagina social un prodotto o servizio di un’azienda. Quando un prodotto o servizio viene acquistato dall’utente direttamente dalla pagina realizzata dall’affiliato una percentuale sull’acquisto viene erogata in favore di quest’ultimo.

Chiaramente per svolgere con successo l’attività è necessario avere molti followers e capacità nel promuovere un prodotto.

Inoltre, è bene prima verificare quali aziende prevedono un programma di affiliazione ed inviare la richiesta per entrare nel circuito.

Le attività di affiliate marketing sono molto apprezzate perché: non richiedono un magazzino ma della spedizione si occupa direttamente l’azienda, non necessitano un grande investimento iniziale se non nel proprio tempo.

#2 Peer-to-peer Lender

Lavorare da casa prestando denaro ai privati è questa una delle ultime frontiere in tema di lavori online. Esistono numerose piattaforme italiane e straniere che consentono, in maniera sicura, di finanziare lo sviluppo di startup e idee imprenditoriali promosse da persone residenti in qualsiasi parte del mondo.

In questo caso sono richieste buone capacità nel valutare le potenzialità di un investimento.

#3 Prestare la voce

Un lavoretto da fare a casa che potrebbe garantire una seconda entrata economica di tutto rispetto consiste nel mettere a disposizione la propria voce per: leggere un libro o accompagnare un video pubblicitario.

Sono molte, infatti, piccole, medie e grandi aziende alla ricerca di persone dotate di un bel timbro di voce a cui si richiede semplicemente di leggere un testo e di registrarlo in una buona qualità audio.

Dove trovare questo lavoro? date uno sguardo su piattaforme come: Fiverr (https://www.fiverr.com/) o Upwork (https://www.upwork.com/).

#4 Assistente virtuale

Gestire le telefonate, le e-mail, gli appuntamenti, inserire dati ed essere sempre disponibili, questo si richiede all’assistente virtuale il quale può essere definito come un lavoro di segreteria da svolgere online.

Lavorare come assistente virtuale permette di entrare in contatto con numerose persone e perché no, potrebbe essere un’ottima idea per crearsi un nuovo lavoro.

#5 Insegnante online

Lavorare in proprio mettendo a disposizione le proprie conoscenze in matematica, storia, fisica o chimica. Oggi tutto ciò è possibile direttamente online.

Proporsi come insegnante in una delle tante piattaforme dedicate è un’ottima idea alla quale potrebbero pensare giovani neolaureati che in attesa di un lavoro a tempo pieno possono optare per questo tipo di lavoretto.

#6 Home restaurant

Un’ultima possibilità per lavorare da casa è riservata agli amanti della cucina.

Chi vive nelle grandi città o in località turistiche può pensare di aprire la propria casa a turisti proponendo loro un pranzo o una cena tipica.

L’home restaurant è un’attività che sempre più si sta diffondendo ed è molto apprezzata dai turisti stranieri alla costante ricerca sia di tipicità culinarie sia di provare un’esperienza all’interno di una tipica abitazione italiana.

CONCLUSIONI: LAVORARE DA CASA

Abbiamo visto che lavorare da casa è oggi una possibilità concreta sia per lavoratori dipendenti sia per lavoratori autonomi.

L’era digitale ha portato e sta portando alla nascita di nuove professioni le quali possono essere svolte sia come lavoretto sia come attività primaria.

In conclusione, sottolineiamo che: se il sogno è quello di svolgere un lavoro da casa davvero redditizio, l’aspetto fondamentale sono le competenze le quali andrebbero continuamente aggiornate e adeguate a quelle che sono le richieste del mercato.

(Visited 114 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.