Skip to main content

Quando i ragazzi manifestano il desiderio di andare in vacanza da soli, stanno in realtà comunicando alla famiglia di aver raggiunto la capacità di potersela cavare in maniera autonoma o perlomeno hanno l’intenzione di volerci provare. Stanno comunicando che si sentono pronto a staccarsi da mamma e papà, anche se per un periodo piuttosto breve come quello di un viaggio.

Solitamente i genitori accolgono questa richiesta con molta perplessità, un po’ per i pericoli a cui i figli possono andare incontro, ma anche perché sentono che si sta creando un distacco tra i figli e la famiglia.

Così molti genitori in un primo momento negano il permesso, anche se in realtà è giusto che gli adolescenti inizino a fare delle esperienze da soli. Sicuramente il viaggio estivo con gli amici è l’occasione migliore per dargli questa opportunità, anche perché solitamente il loro desiderio è partire con altri coetanei che solitamente si conoscono e spesso anche i genitori si conoscono tra di loro. In questo modo si possono avere una serie di informazioni durante l’assenza dei figli, che tiene tutti tranquilli.

Spesso il primo viaggio senza famiglia aiuta i figli a mettere a frutto gli insegnamenti dei genitori e lontani da casa i giovani tirano fuori una capacità di adattamento, organizzazione e responsabilità che non necessariamente mostrano in famiglia. Quindi sono più pronti ad affrontare difficoltà e intoppi .

Prima della partenza però i genitori si sentano liberi di fare le solite raccomandazioni e non dimentichino di essere genitori, anche a distanza.

Cardiofrequenzimetro
Sport

Scegliere il cardiofrequenzimetro

Milena Talento29 Settembre 2023
Diventare guida turistica
Professioni

Come diventare guida turistica

Milena Talento12 Ottobre 2013

5 Comments

  • staff Guidaconsumatore ha detto:

    Cara Giorgia,

    in genere sono i genitori a soffrire molto il distacco dai figli. In questo caso sei tu ad affrontare il problema dell’allontanamento. Sicuramente le prime esperienze, che siano esse di studio o di lavoro, lontane dalla famiglia, spaventano sempre. Ed è assolutamente normale che tu lo sia. Non posso dirti se tu sia pronta o meno ad affrontare questa esperienza, perchè semplicemente non ci conosciamo. Posso però rassicurarti del fatto che la tua ansia, la tua paura è sicuramente naturale; ti invito comunque a superarla perchè ogni viaggio ci consente di maturare, di crescere, e di arricchirci. E sono certa che al ritorno vedrai il mondo con occhi diversi, e magari non avrai nemmeno più tanta voglia di tornare….chissà!

    Hai dei genitori aperti che ti spronano a fare cose belle, è una fortuna! E secondo me devi approfittarne. Poi un mese passa in fretta….;) Facci sapere come va!

  • giorgia ha detto:

    ho 16 anni e devo partire per andare un mese a San Diego da sola a studiare l’inglese.La mia paura per il distacco dalla mia famiglia mi sta impedendo di fare questa esperienza e sto male perché non riesco in nessun modo a superarla sia perché un mese mi sembra infinito, sia perché San Diego è dall’altra parte del mondo rispetto a Roma sia perché non mi sento ancora pronta a lasciare il nido per così tanto tempo e così lontano.I miei genitori poi non sono d’aiuto perché ovviamente se non parto sono delusi da me e gli avrò fatto anche spendere dei soldi, non vogliono costringermi e cercano in tutti i modi a spronarmi a fare questa esperienza ma io più penso alla partenza più non voglio allontanarmi.Non sono ancora pronta?Qualche consiglio?

  • Giovanni Lattanzi ha detto:

    L’unico problema sono i genitori, ossia se vi danno il permesso di farlo o meno.

  • Luca ha detto:

    Ciao. Ho 15 anni e ho una casa al mare. Com dei miei amici 16enni volevamo fare una vacanza di 2 o 3 giorni nella mia casa senza genitori ovviamente rimanendo in Italia. Ci sono problemi legali o si può tranquillamente fare? Grazie.

  • Elisabeta ha detto:

    Due ragazzi di 17 annin possono andare in vacanza da soli? Vengono accettati negli alberghi anche se minorenni?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.