Ufficio ecologico: come rispettare l’ambiente anche in ufficio

Il rispetto per l’ambiente assume ogni giorno di più un ruolo rilevante all’interno delle nostre vite. Le condizioni del pianeta peggiorano purtroppo di anno in anno, rendendo tutti noi responsabili delle nostre azioni quotidiane. Le misure internazionali volte a limitare i danni dell’inquinamento e del cambiamento climatico sono sicuramente di fondamentale importanza, ma non sono l’unico atto che l’intera umanità può fare nei confronti della Terra. Ciascuno di noi infatti ha la sua parte di responsabilità, dunque ciascuno di noi deve impegnarsi verso questa direzione, anche e soprattutto attraverso i piccoli gesti della vita quotidiana.

Ufficio green

Molto spesso le nostre giornate si svolgono interamente all’interno dell’ufficio, luogo dunque in cui è fondamentale mettere in atto le stesse attenzioni che dedichiamo alla nostra casa, al fine di rendere la nostra vita il meno impattante possibile sull’ambiente. La vita lavorativa, come dimostra la  campagna di Shopalike, può pesare molto su quest’ultimo: ecco allora qualche consiglio per rendere l’ufficio ecologico!

Scegliere le giuste lampade

Per rendere l’ufficio ecologico, possiamo partire dalla scelta delle lampadine. Quelle tradizionalmente usate negli uffici sono in genere le lampade fluorescenti, che però risultano essere non poco dannose per l’ambiente. Contengono infatti una notevole quantità di mercurio, un metallo molto inquinante, e consumano molta elettricità. Sarebbe bene dunque passare alle moderne lampade a led che, oltre a non contenere il mercurio, riescono a sviluppare la stessa intensità luminosa, utilizzando il 75 per cento di energia in meno! Inoltre, la loro durata è estremamente più lunga rispetto alle lampade tradizionali: si riduce così anche il problema dello smaltimento finale.

Ridurre la carta

Molta strada è stata già fatta da quando gli uffici dipendevano totalmente dall’uso della carta. Per rendere il nostro ufficio ecologico però è bene cercare di ridurla sempre di più fino ad arrivare, auspicabilmente, alla sua totale eliminazione. È noto infatti quanto la produzione di carta sia impegnativa da sostenere per le foreste mondiali e, anche se essa è del tutto riciclabile, difficilmente si fa uso negli uffici di carta riciclata. Buona norma sarà dunque evitare di stampare tutto ciò che non è di assoluta necessità, affidandosi dunque ai supporti informatici.

Ridurre la plastica

Si sa, bere molto è importante per la nostra salute. Ma bere facendo attenzione all’ambiente è ancora più importante. Infatti, soprattutto quando siamo fuori casa o in ufficio, è molto comune l’utilizzo delle tradizionali bottigliette di plastica usa e getta. La plastica è uno dei materiali per imballaggi più dannosi per l’ambiente e sta distruggendo interi ecosistemi. È importante dunque ridurre al minimo il suo consumo: per rendere l’ufficio ecologico cerchiamo allora di eliminare le bottigliette dalla nostra routine! Per invogliare gli impiegati ad eliminare la plastica, una buona idea potrebbe essere quella di distribuire a tutti delle borracce riutilizzabili in alluminio o in vetro e installare dei comodi dispenser per l’acqua.

Utilizzare le piante

La temperatura all’interno dell’ufficio è importante affinché la giornata lavorativa possa trascorrere in modo ottimale. Mantenere la temperatura costantemente fresca in estate e calda in inverno può però essere un grande dispendio di energia. Per rendere l’ufficio ecologico si potrebbe pensare dunque all’utilizzo di piante, che possono aiutare a stabilizzare la temperatura. Infatti, tenere piante in ufficio può aiutare soprattutto nella stagione estiva, in quanto esse contribuiscono ad abbassare la temperatura anche di dieci gradi. Inoltre, possono mantenere un livello di umidità ottimale per l’uomo anche in un ambiente chiuso.

(Visited 51 times, 3 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.