Zaini troppo pesanti

Guida completa per i genitori alla conoscenza di questa problematica, con informazioni e consigli utili per capirne l’origine e le cause, leggerne i sintomi e le manifestazioni, individuare lo specialista più indicato e intervenire per fronteggiarla nel migliore dei modi

Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Tutti gli anni gli studenti e i loro genitori si trovano davanti allo stesso problema: lo zaino di scuola è troppo pesante a causa di tutti i libri e il materiale da portare in classe ogni giorno.

Se i medici consigliano un peso massimo intorno ai 4 kg, nella realtà il peso dello zaino scolastico va molto oltre questa indicazione, diventando veramente esagerato per la schiena di un bambino. A volte sembrano troppo pesanti anche per essere portati dai genitori!

Sicuramente i professori possono richiedere di portare troppo materiale ma dall’altro lato spesso sono i ragazzi a riempire lo zaino di molte cose inutili o a portarlo in maniera scorretta per seguire qualche moda del momento.

Con questa guida i genitori potranno conoscere meglio questa problematica, capirne le vere cause e riconoscerne i sintomi. Verranno anche suggeriti pratici consigli per scegliere lo zaino ideale e riempirlo e indossarlo in modo che risulti più leggero e salutare per la schiena dei propri ragazzi.

ZAINI TROPPO PESANTI: PROBLEMA PER TUTTE LE ETÀ

Andare a scuola con lo zaino non dovrebbe essere una fatica fisica per i bambini ma anche per gli adolescenti, eppure questo è un problema diffuso in tutta Italia e non solo, e può provocare spiacevoli conseguenze sulla postura e sulla schiena dei nostri studenti.

È facile vedere per strada bambini che trasportano uno zaino quasi più grande di loro, con posture anomale e ricurve in avanti ed è anche facile trascurare la gravità di questo problema.

Ci si dovrebbe preoccupare di trovare un modo per alleviare l’entità del peso che i giovani si addossano sulle spalle e che può provocare danni alla loro struttura corporea e muscolare, spesso, ancora in via di sviluppo.

Le indicazioni del Ministero della Salute forniscono un limite davvero preciso per il peso massimo dello zaino, ovvero non più del 10-15 per cento del peso corporeo del bambino e anche i medici fanno raccomandazioni di questo tipo ogni anno.

Eppure, ogni giorno gli studenti di tutte le età portano uno zaino che pesa tra il 20 e il 30 per cento in più rispetto al proprio peso, senza dimenticare il peso degli “strumenti” necessari per attività collaterali, come quelle sportive, musicali, ricreative o i dizionari.

Ma se la sensibilità dell’opinione pubblica al problema degli zaini troppo pesanti svanisce nel giro di qualche giorno, i genitori di questi bambini non possono rimanere indifferenti alle minacce per la salute dei loro figli.

ZAINI TROPPO PESANTI: i rischi per i bambini

Come anticipato, in Italia gli studenti portano in media un carico superiore del 20-30 per cento al loro peso corporeo.

Questi zaini pesano troppo e portano danni alla salute oltre a non incentivare bimbi e ragazzi ad andare a scuola con piacere, visto che è richiesto uno sforzo fisico non necessario.

Quali sono i pericoli che rischia lo studente che indossa uno zaino troppo pesante? Principalmente, troppo peso può portare al mal di schiena: secondo l’Associazione italiana di Fisioterapisti (Aifi), sono 5 su 10 i bambini della scuola elementare che soffrono di lombalgia, il doppio del numero dei loro genitori quando avevano la stessa età.

Si è fortunatamente scoperto che il peso dello zaino non provoca direttamente malattie croniche della colonna vertebrale, come la scoliosi, ma può portare un aggravamento di tali patologie e una postura errata che deve essere curata.

Tutti questi disturbi saranno senz’altro in netta crescita con l’aumentare del percorso scolastico se il bimbo porta zaini troppo pesanti. Inoltre, non bisogna sottovalutare i rischi che dipendono dalle caratteristiche strutturali dell’edificio scolastico: molti bambini, infatti, devono fare rampe di scale per arrivare in classe e questo, considerando il peso sulle loro schiene, potrebbe essere pericoloso e potrebbe provocare perdite di equilibrio e cadute con il rischio di traumi e fratture.

RIMEDI CONTRO GLI ZAINI TROPPO PESANTI

I rimedi per evitare di avere zaini troppo pesanti dovrebbero essere presi dalle scuole e dalla società, ma avere una consapevolezza di quali siano le possibili soluzioni può aiutare i genitori a fare proposte agli insegnanti dei figli o a provvedere loro stessi.

Una prima idea facile da realizzare è la scelta di uno zaino con un trolley a ruote invece di quello classico a spalla. Purtroppo, non sempre è possibile: se la strada per andare a scuola è dissestata o se si devono fare molte scale, per esempio, il carrellino potrebbe essere scomodo.

Tra le novità che si stanno adottando in molte scuole c’è l’inserimento della “new technology”: tablet e computer invece di libri e quaderni. Questa soluzione alleggerisce sicuramente gli zaini troppo pesanti e rappresenta anche una svolta per i problemi ecologici. Ma non sono ancora tante le scuole che hanno adottato questa modalità, soprattutto con i più piccoli che hanno bisogno di imparare a scrivere in modo tradizionale.

Un’altra proposta interessante potrebbe essere “importare” dagli USA l’utilizzo degli armadietti personali, così che gli studenti possano portare con sé solo il materiale strettamente necessario per svolgere i compiti a casa, lasciando a scuola tutto il resto.

I provvedimenti possono essere presi anche nel mondo dell’editoria, che potrebbe impegnarsi a “rateizzare” i testi scolastici con fascicoli e dispense, così che si possa portare nello zaino solo il modulo che si sta studiando, utilizzando se possibile carte più leggere.

SOLUZIONI E consigli per uno “ZAINO MODELLO”

Da parte dei genitori è importante ricordare alcune regole fondamentali per tenere sotto controllo la salute degli studenti di tutte le età ed evitare che portino zaini troppo pesanti.

Innanzitutto, è importante ricordare che, a prescindere dalle mode e dalle pubblicità, la scelta dello zaino deve rispettare parametri ergonomici.

Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere lo zaino? Ecco quale consiglio:

  • Lo zaino deve avere lo schienale rigido per evitare che i libri possano premere sulla schiena e far male con “gli angoli”;
  • Lo zaino non deve essere troppo grande, in modo da tenere il contenuto più compatto;
  • Lo si deve riempire mettendo i libri più pesanti dal lato della schiena e poi, via via, il materiale più leggero.
  • Le bretelle devono essere larghe e imbottite e vanno indossate entrambe. Usarne una sola è un trend diffuso a scuola ma fa molto male alla postura
  • Scegliere una zaini con tessuti e cuciture di buona qualità;
  • Anche lo zaino vuoto ha un peso significativo: lo zaino vuoto non dovrebbe superare il 15/20 per cento del peso corporeo;
  • Preferire zaini divisi in scompartimenti, per tenere i materiali in ordine e a distribuire il peso;
  • Lo zaino dovrebbe avere una cintura da allacciare intorno alla vita, per evitare che “balli”;

A contribuire agli effetti sulla salute è anche l’utilizzo che si fa dello zaino: si deve evitare di correre con uno zaino troppo pesante sulle spalle e non andrebbe portato per più di 15 minuti consecutivi, per cui sarebbe opportuno toglierlo appena possibile.

Adoc e Codacons invitano i genitori a controllare tali parametri e a essere attenti al peso dello zaino, segnalando le scuole che prescrivono testi piuttosto gravosi per la schiena dei loro bambini.

Tra i consigli proposti non dimentichiamo l’importanza dell’attività fisica nei bambini, come mezzo per prevenire disturbi posturali e nello specifico alla schiena, favorendo un corretto sviluppo del corpo del bambino. Avere dei muscoli forti e sviluppati aiuta a limitare i danni di qualsiasi patologia vertebrale e va a compensare comportamenti posturali sbagliati tenuti a scuola.

(Visited 9.200 times, 1 visits today)

26 Commenti

  1. Enzo
  2. JESSICA BONOLDI
  3. Giovanni Lattanzi
  4. ferdinando
  5. Edy Possamai
  6. Riccardo Zena
  7. Marco
  8. Raffaella
  9. carlo
  10. Enzio
  11. greta
  12. silvana
  13. andrea
  14. Marco
  15. Marco
  16. Marco
  17. katia
  18. Alessandro
  19. Gianna
  20. luigina
  21. marialisa
  22. marcello
  23. Natalia
  24. Roberto
  25. jacqueline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.