Skip to main content

i sistemi operativi per pc

Cosa si intende per sistema operativo. 1

Le funzioni di un sistema operativo. 2

Componenti di un sistema operativo. 2

Tipi di sistemi operativi 3

I primi sistemi operativi 4

I sistemi operativi più diffusi oggi 5

Come si installa un sistema operativo su un computer 5

Cosa considerare quando si sceglie un sistema operativo. 5

Scegliere il Sistema Operativo Perfetto per il tuo PC.. 5

Windows: Versatile e Famigliare. 5

MacOS: L’Opzione Ideale. 6

Linux: Personalizzabile e Robusto. 6

Chromium OS: Leggero e Orientato al Web. 7

Conclusione: Scegliere il Sistema Operativo Giusto per te. 7

Un sistema operativo (SO) è il cuore di qualsiasi computer. Esso gestisce l’hardware del sistema, fornisce servizi utili, e permette l’esecuzione di altri software.

È un componente fondamentale di ogni dispositivo digitale, dal computer desktop all’ultimo smartphone. Ma cosa fa esattamente un sistema operativo? E perché è così vitale per il funzionamento del nostro hardware e software?

Questo articolo risponderà a queste domande e molto altro ancora, esplorando le funzioni essenziali dei sistemi operativi e le diverse tipologie disponibili sul mercato.

Inoltre, esploreremo le opzioni più popolari dei sistemi operativi attualmente disponibili sul mercato, per aiutarti a prendere la decisione più informata.

Cosa si intende per sistema operativo

Un sistema operativo è una collezione di programmi che gestiscono le funzioni di base di un computer o di qualsiasi altro dispositivo che preveda interazioni con l’utente. Si tratta del software più importante di un dispositivo digitale, infatti, è sempre caricato dalla fase di accensione fino a quando il dispositivo non viene spento.

Il sistema operativo agisce come un intermediario tra l’hardware del dispositivo, il software di sistema e i vari programmi in esecuzione. Consente all’utente di interagire con il dispositivo, ad esempio, attraverso un mouse o una tastiera, e fornisce un ambiente in cui i programmi possono essere eseguiti.

Le funzioni di un sistema operativo

Il sistema operativo ha due funzioni principali: la gestione delle risorse hardware e la fornitura di una piattaforma operativa per il software.

La gestione delle risorse del sistema include la memoria, il processore e i dispositivi di input/output. I sistemi operativi assegnano queste risorse alle applicazioni in esecuzione, garantendo un utilizzo efficiente e ottimizzato.

Inoltre, i sistemi operativi forniscono un’interfaccia utente che consente agli utenti di interagire con il computer. Ciò può avvenire tramite una riga di comando o un’interfaccia grafica a icone. I sistemi operativi semplificano notevolmente l’interazione tra l’utente e il computer, rendendo l’utilizzo dei dispositivi informatici accessibile anche ai non esperti.

Gestione delle risorse hardware

La gestione delle risorse hardware comporta il coordinamento della CPU (Central Processing Unit), della memoria (sia RAM che hard disk), delle periferiche (come mouse, tastiera, stampante e monitor) e dell’esecuzione dei vari programmi.

Il sistema operativo si comporta come un direttore d’orchestra, assegnando e gestendo le risorse in modo che il computer possa funzionare in modo efficiente e prevedibile.

Piattaforma operativa software

Fornendo una piattaforma operativa software, il sistema operativo consente ai programmi di sfruttare le varie componenti hardware del dispositivo, indipendentemente dal produttore o dalla tecnologia utilizzata per la realizzazione di queste componenti. Questo significa che anche se due computer hanno processori di produttori diversi o diversi livelli di potenza di memoria, il programma dovrebbe comunque essere in grado di funzionare senza problemi per l’utente.

Componenti di un sistema operativo

Un sistema operativo è composto da diversi componenti chiave, ognuno dei quali svolge un ruolo specifico nel funzionamento del sistema:

  1. Kernel: Il nucleo del sistema operativo. È responsabile dell’esecuzione dei programmi e della comunicazione con l’hardware del dispositivo. Si trova in una posizione privilegiata e ha il controllo completo delle risorse del computer. Il kernel gestisce le operazioni di base, come l’allocazione della memoria, la gestione dei processi e la comunicazione tra le applicazioni e l’hardware.
  2. File system: Il file system gestisce come i dati vengono memorizzati e recuperati dalla memoria del dispositivo. È responsabili della gestione e dell’organizzazione dei file sul disco rigido. Fornisce un’organizzazione gerarchica dei file e consente l’accesso rapido e efficiente ai dati. I diversi sistemi operativi utilizzano diversi tipi di sistemi di file, come NTFS per Windows e HFS+ per macOS.
  3. Scheduler: Lo scheduler coordina l’esecuzione dei programmi, garantendo che ciascuno riceva la sua quota di tempo di elaborazione.
  4. Gestore della memoria: Il gestore della memoria controlla come la memoria viene assegnata ai vari programmi in esecuzione.
  5. Interfaccia utente: L’interfaccia utente fornisce un modo per l’utente di interagire con il sistema operativo e i programmi in esecuzione. Può essere una riga di comando testuale o un’interfaccia grafica a icone. Un’interfaccia utente ben progettata rende l’utilizzo del computer intuitivo e facile da imparare.
  6. Gestione dei processi nei sistemi operativi: La gestione dei processi è una delle funzioni chiave di un sistema operativo. Consiste nell’assegnazione delle risorse del sistema ai processi in esecuzione e nell’assicurarsi che essi vengano eseguiti in modo efficiente. Il sistema operativo controlla l’allocazione del processore, della memoria e degli altri dispositivi ai processi in base alle loro priorità e ai loro requisiti.
  7. Gestore di memoria virtuale: Il gestore di memoria virtuale mappa la memoria virtuale fornita ai programmi sulla memoria fisica del dispositivo.
    La gestione della memoria è una parte critica di un sistema operativo. Nello specifico, si occupa dell’allocazione e della de-allocazione della memoria ai processi in esecuzione, garantendo che ciascun processo abbia accesso alla quantità di memoria necessaria per funzionare correttamente. La gestione della memoria è fondamentale per garantire l’efficienza e la stabilità del sistema.
  8. Driver del dispositivo: i driver dei dispositivi sono componenti software che consentono al sistema operativo di comunicare con l’hardware del computer. Sono responsabili del riconoscimento e del controllo dei dispositivi hardware, come stampanti, schede di rete e schede grafiche. Senza i driver dei dispositivi appropriati, il sistema operativo non sarebbe in grado di utilizzare l’hardware correttamente.
  9. Spooler di stampa: Lo spooler di stampa gestisce l’invio di documenti alla stampante, mettendo in coda le richieste e assicurando che vengano eseguite in ordine.

Tipi di sistemi operativi

Esistono diversi tipi di sistemi operativi, ciascuno con le proprie caratteristiche e scopi specifici. I due tipi principali sono i sistemi operativi desktop e i sistemi operativi server.

I sistemi operativi desktop sono progettati per l’uso su computer personali e offrono un’interfaccia utente intuitiva e facile da usare. Alcuni esempi di sistemi operativi desktop popolari sono Microsoft Windows, macOS e Linux.

I sistemi operativi server, d’altra parte, sono progettati per gestire reti di computer e fornire servizi ai client. Sono ottimizzati per prestazioni elevate, affidabilità e sicurezza. Alcuni esempi di sistemi operativi server sono Linux, Windows Server e macOS Server.

Esistono comunque diverse tipologie di sistemi operativi, ciascuna progettata per soddisfare esigenze specifiche, che possiamo riassumere nel seguente modo:

  1. Sistemi operativi in tempo reale (RTOS): È un particolare tipo di sistema operativo in grado di garantire una risposta entro un dato tempo limite (millisecondi o microsecondi) a qualunque evento esterno. Questi sistemi operativi sono progettati per fornire risposte, quindi, in tempi prefissati, motivo per cui sono spesso utilizzati in ambito industriale e scientifico per il controllo di grandi macchinari o strumenti di ricerca. Non hanno memoria virtuale. Per gestire le periferiche, i sistemi real-time usano spesso, al posto degli interrupt, il cosiddetto polling (verifica ciclica di tutte le unità di input/output), meno efficiente, ma deterministico.
  2. Sistemi operativi mono-utente, mono-task: Questi sistemi operativi sono progettati per gestire un solo utente alla volta e un solo programma alla volta.
  3. Sistemi operativi mono-utente, multi-task: Questi sistemi operativi possono gestire un solo utente alla volta, ma possono eseguire più programmi contemporaneamente.
  4. Sistemi operativi multi-utente: Questi sistemi operativi consentono a più utenti di accedere e utilizzare un unico sistema informatico centralizzato.
    Quando un computer è in grado di eseguire più programmi contemporaneamente, è anche in grado di ricevere comandi da numerosi utenti simultaneamente. Per risolvere i problemi di sicurezza associati a questi sistemi, ad ogni utente viene assegnato un account specifico. Inoltre, ai file e ai programmi viene assegnato un proprietario e viene stabilito un sistema di permessi per regolare l’accesso e viene implementata una gerarchia di utenti, o account. Di conseguenza, il sistema rifiuterà qualsiasi comando potenzialmente pericoloso e accetterà solo quelli emessi dall’utente di grado più elevato della gerarchia, in genere indicato come amministratore del sistema (comunemente Administrator nei sistemi Windows).
  5. Sistemi operativi per dispositivi mobili: Questi sistemi operativi sono progettati specificamente per dispositivi mobili come smartphone e tablet.

I primi sistemi operativi

Monitor: è la forma originale di un sistema operativo utilizzato per la prima volta sui computer. È dotato di un’interfaccia di base che consente agli utenti di impartire comandi. La funzione principale del monitor è quella di eseguire e lanciare i programmi memorizzati. I comandi utilizzati nel monitor sono semplici e chiamano direttamente sottoprogrammi in linguaggio macchina. Dopo l’inizializzazione del sistema, il monitor cede il controllo ai programmi lanciati, dando loro piena autorità sulla macchina.

Interprete: funziona sia come interprete di comandi che come interfaccia utente (shell). In genere funge anche da interprete di un linguaggio di programmazione, che può essere un linguaggio complesso o più semplice, un linguaggio di scripting con cui creare comandi batch cioè interpretati ed eseguiti lasciando libero l’interprete di eseguire altri comandi (es: Commodore 64).

DOS (Disk Operating Systems): la funzionalità e l’efficienza di un computer migliorano notevolmente quando questo è dotato di una memoria di massa e di un software per organizzare e gestire efficacemente i dati. È qui che entrano in gioco i sistemi operativi su disco (DOS). Il DOS consente al computer di memorizzare e recuperare i dati dai supporti di memorizzazione in modo strutturato, rendendolo un componente essenziale per le prestazioni ottimali del computer.. I sistemi operativi su disco, comunemente noti come DOS, si riferiscono a sistemi operativi memorizzati su disco e in grado di gestire un file system. Il più famoso è il MS-DOS della Microsoft, oggi non più in uso ed evolutosi negli anni nelle varie versioni di Windows, fino alla attuale Windows 10.

I sistemi operativi più diffusi oggi

Esistono diversi sistemi operativi disponibili sul mercato. Alcuni dei più noti includono:

  1. Microsoft Windows: Questo è probabilmente il sistema operativo più conosciuto. Viene fornito preinstallato sulla maggior parte dei nuovi PC e laptop, contribuendo a renderlo il sistema operativo più popolare al mondo.
  2. macOS: Questo è il sistema operativo creato da Apple. Il software è già installato su ogni computer Macintosh.
  3. Linux: Linux è un sistema operativo open source, il che significa che può essere modificato o distribuito da chiunque abbia le competenze per farlo. Nonostante la sua quota di mercato relativamente piccola rispetto a Windows e macOS, Linux è popolare tra gli sviluppatori e gli amministratori di sistema.
  4. Android e iOS: Android e iOS sono i due sistemi operativi più popolari per dispositivi mobili. Android è un prodotto di Google, mentre iOS è il sistema operativo per iPhone e iPad di Apple.

Come si installa un sistema operativo su un computer

L’installazione di un sistema operativo su un computer è un processo relativamente semplice. Di solito, è sufficiente creare una chiavetta USB avviabile contenente il sistema operativo, avviare il computer da essa e seguire le indicazioni visualizzate sullo schermo. Tuttavia, è importante notare che potrebbe essere necessario acquistare una licenza per utilizzare alcuni sistemi operativi, come Windows o macOS.

Cosa considerare quando si sceglie un sistema operativo

Quando si sceglie un sistema operativo, è importante considerare vari fattori. Ad esempio, si dovrebbe considerare se si preferisce un sistema operativo open source come Linux, che offre più flessibilità e controllo, o se si preferisce un sistema operativo più user-friendly come Windows o macOS.

Inoltre, è importante considerare le proprie esigenze specifiche. Ad esempio, se si utilizza il computer principalmente per il gaming, potrebbe essere preferibile optare per Windows, che ha un ampio supporto per i giochi. D’altra parte, se si utilizza il computer principalmente per il lavoro o la produzione di contenuti, macOS potrebbe essere la scelta migliore.

In conclusione, un sistema operativo è un componente fondamentale di ogni dispositivo digitale. Gestisce le risorse hardware e fornisce una piattaforma per l’esecuzione di software, rendendo possibile l’interazione dell’utente con il dispositivo. Quindi, quando si sceglie un sistema operativo, è importante considerare attentamente le proprie esigenze e preferenze.

Ora vediamo più nel dettaglio il sistema operativo perfetto per te.

Scegliere il Sistema Operativo Perfetto per il tuo PC

Windows: Versatile e Famigliare

Inizia la nostra esplorazione con Windows, senza dubbio il sistema operativo più diffuso e versatile. Esso offre un’eccellente compatibilità con un ampio spettro di hardware e software.

Windows è noto per la sua vasta gamma di programmi disponibili, molti dei quali completamente gratuiti. Questo lo rende una piattaforma ideale per molteplici applicazioni. Per esempio, se sei un appassionato di videogiochi, Windows è la scelta giusta per te. Molti giochi vengono sviluppati principalmente per questo sistema operativo, garantendo ottime prestazioni e compatibilità.

Un altro punto di forza di Windows è la sua estesa compatibilità con le periferiche. Stampanti, scanner ed altri dispositivi vengono riconosciuti facilmente quando collegati alle porte USB del PC. Questo è un aspetto che spesso diamo per scontato, ma non lo è con tutti i sistemi operativi.

Tuttavia, Windows ha anche alcuni svantaggi da considerare. Essendo il sistema operativo più utilizzato, è anche il più attaccato da software maligni come virus e malware. E’ quindi importante mantenere il sistema aggiornato e utilizzare un buon antivirus per proteggere il tuo computer.

MacOS: L’Opzione Ideale

Passiamo poi a MacOS, il sistema operativo preinstallato sui dispositivi Apple. Questo sistema operativo è molto apprezzato dai creatori di contenuti, come coloro che lavorano con video, foto e audio.

MacOS offre un’interfaccia grafica pulita e facile da comprendere, che è molto amata dagli utenti. Inoltre, MacOS è meno soggetto agli attacchi virus rispetto a Windows e viene regolarmente aggiornato per migliorare la sicurezza e le funzionalità.

Tuttavia, per utilizzare MacOS, è necessario acquistare un prodotto Apple, che può rappresentare un notevole investimento finanziario. Inoltre, esistono alcuni programmi che funzionano esclusivamente su Windows, che potrebbero non essere disponibili su MacOS.

Linux: Personalizzabile e Robusto

Linux è spesso il sistema operativo di scelta per gli utenti esperti che desiderano avere il massimo controllo sul loro software.

Esso offre un ampio supporto per molti linguaggi di programmazione, e il suo terminale è considerato superiore a quello di Windows. Linux è anche noto per la sua alta velocità di compilazione, che è particolarmente utile per i programmatori.

Uno dei principali vantaggi di Linux è la sua personalizzazione. Esistono molte versioni diverse di Linux, tutte gratuite, chiamate distribuzioni o “distro”. Ogni distro ha le sue caratteristiche uniche, permettendo agli utenti di scegliere quella che meglio si adatta alle loro esigenze.

Un’altra caratteristica importante di Linux è la sua resistenza ai virus. Essendo meno diffuso rispetto a Windows, Linux è meno soggetto agli attacchi da parte di software maligni.

Tuttavia, Linux può presentare problemi di compatibilità con alcune periferiche. Questo è un aspetto da considerare se si prevede di utilizzare dispositivi esterni specifici.

Chromium OS: Leggero e Orientato al Web

Infine, esploriamo Chromium OS, un sistema operativo open source basato su Linux e sviluppato da Google. Questo sistema operativo è ideale per coloro che lavorano principalmente online.

Chromium OS è molto leggero e si avvia rapidamente, anche su hardware meno potente. Offre una facile configurazione e utilizzo, ed è ben integrato con i servizi di Google.

Tuttavia, Chromium OS non supporta l’installazione di software tradizionali come AutoCAD o Matlab. Se si hanno bisogno di tali programmi, Chromium OS potrebbe non essere la scelta giusta.

Conclusione: Scegliere il Sistema Operativo Giusto per te

Come abbiamo osservato, non esiste un “sistema operativo migliore” universalmente riconosciuto. La scelta dipende prettamente dalle tue esigenze specifiche.

Se sei un giocatore o hai bisogno di un ampio supporto per software e hardware, Windows potrebbe essere la scelta giusta per te. Se lavori con contenuti multimediali o hai un ecosistema di dispositivi Apple, MacOS potrebbe essere l’opzione ideale. Se sei un programmatore o desideri un sistema operativo altamente personalizzabile, Linux potrebbe essere la scelta migliore. Infine, se lavori principalmente online e non hai bisogno di software specifici, Chromium OS potrebbe essere l’opzione perfetta per te.

Ricorda, la scelta del sistema operativo è un aspetto fondamentale nella configurazione del tuo computer. Prenditi il tempo necessario per considerare attentamente le tue esigenze e fare la scelta giusta.

Le cucine multimediali
Casa

Cucine multimediali

Milena Talento4 Maggio 2015

2 Comments

  • antonio la barbera ha detto:

    sono stato con windows xp ed ora che mi hanno convinto ad usare windows 7 ho troppe difficoltà. come posso tornare all’xp?

  • alberto thei ha detto:

    eistono articoli su internet o riviste che permettano di scegliere tra i tre principali sistemi operativi in modo approfondito? Produco programmi applicativi *.exe turistici e didattici che distribuisco -Uso windows dal 1985 , avrò dei problemi a passare a OS o Linux?
    Grazie dell’aiuto
    Alberto

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.