Come aprire un negozio Ebay

Come aprire un negozio eBay? Quanto costa? È conveniente? A queste e altre domande rispondiamo in questo articolo dedicato ad uno dei marketplace online più famosi al mondo.

eBay è un’azienda multinazionale americana fondata nel 1995 e operante nell’industria dell’e-commerce.

Come aprire un negozio Ebay: guida completa

L’azienda non ha bisogno di presentazioni, è famosa in tutto il mondo e coloro che navigano sul web da almeno 15 anni riconoscono in eBay il primo vero e-commerce utilizzato per i primi acquisti online (https://www.guidaconsumatore.com/internet/comprare-su-internet.html).

Oggi la leadership di eBay è messa in discussione da Amazon, ma la piattaforma rimane molto utilizzata. Storicamente l’azienda nasce come un portale dove gli utenti possono aggiudicarsi un prodotto attraverso il meccanismo delle aste. Con il tempo tale funzione è stata integrata con la possibilità di acquistare anche ad un prezzo predeterminato.

Un privato o un commerciante può pensare di aprire il proprio negozio su eBay, beneficiando del traffico che il marketplace genera in tutto il mondo, ma come fare?

Indice dei contenuti

Come aprire un negozio eBay. 1

Come aprire un negozio online eBay. 1

Aprire un negozio eBay: costi 2

Venditore privato. 2

  1. Vendere singolarmente i prodotti senza aprire un negozio. 2
  2. Aprire un negozio eBay. 2

Venditore professionista. 2

Negozio base. 3

Negozio Premium.. 3

Negozio Premium Plus. 3

Vendere un prodotto su eBay. 3

Aprire un negozio eBay: ulteriori informazioni 3

 

 

Come aprire un negozio online eBay

Creare un proprio negozio eBay è estremamente semplice. Il primo passaggio da compiere consiste nel registrarsi come venditore eBay.

L’account venditore viene incontro principalmente a due esigenze:

  • vendere oggetti inutilizzati che si hanno in casa, in soffitta o in garage;
  • avviare una vera e propria attività di e-commerce.

La prima necessità è propria dei privati, la seconda invece è scelta principalmente da venditori professionisti. In molti casi la scelta di aprire un negozio eBay deriva dall’esigenza di aprire un e-commerce utilizzando una piattaforma già affermata.

Torniamo a noi, l’account venditore eBay, anche conosciuto come account professionale, si divide in: account personale o account business. Il primo è indicato per i privati, il secondo per i venditori.

Per impostare un negozio online, eBay richiede un abbonamento: Base, Premium o Premium Plus, successivamente è possibile creare il negozio eBay.

Viene richiesto di scegliere il nome da dare al negozio. La scelta del nome è molto importante in quanto la propria pagina personale avrà un URL contenente il nome scelto.

eBay oltre a tutta una serie di condizioni da tener presenti nella scelta del nome, consiglia di sceglierne uno che possa immediatamente far comprendere ai visitatori quali sono la tipologia dei prodotti venduti.

A questo punto, formalmente il negozio eBay risulta aperto.

Prima di iniziare a vendere però, si consiglia di personalizzare la vetrina. È possibile scegliere un design tra quelli proposti e aggiungere il proprio logo. Così come possono essere inserite varie categorie di prodotti.

Aprire un negozio eBay: costi

Aprire un negozio eBay è gratis? Anche in questo caso bisogna fare una distinzione tra: i venditori privati e occasionali e i venditori professionisti.

Venditore privato

Il privato ha due opzioni.

1.   Vendere singolarmente i prodotti senza aprire un negozio.

Quando un privato conclude la vendita di un prodotto, eBay trattiene una commissione del 10% sul prezzo totale del bene. Risulta escluso dal conteggio il costo di spedizione e di imballaggio.

Tecnicamente si tratta di una: Commissione sul valore finale.

La commissione applicata ha un tetto massimo di 200 euro. Tuttavia, per alcuni beni (auto e moto) le tariffe applicate sono differenti.

Non sono richiesti ulteriori costi al venditore privato. Nel caso in cui il compratore volesse esercitare il diritto al rimborso, eBay a sua volta rimborserà la commissione al venditore.

Un privato può creare fino a 150 inserzioni gratuite, oltre le quali è richiesto il pagamento di 0,35 centesimi di euro per ogni nuova inserzione.

Bisogna considerare che aggiungere alcune opzioni può aumentare i costi. Ad esempio, un sottotitolo ha un costo di 0,50 centesimi di euro, l’aggiunta dell’opzione “Compralo subito” di 0,35.

2.   Aprire un negozio eBay

In questo caso, l’apertura di un negozio eBay comporta un costo mensile di 19,95 euro. La commissione del 10% per ogni vendita conclusa rimane.

In questo caso è possibile pubblicare fino a 250 annunci ogni mese.

Venditore professionista

Il venditore professionista può aprire un negozio eBay e al pari del venditore privato si vedrà trattenute delle commissioni per ogni vendita realizzata.

In questo caso però le commissioni non sono più fisse ma differiscono a seconda del bene venduto.

Per riportare alcuni esempi, si noti che: la vendita di dispositivi elettronici comporta il pagamento di una commissione del 4,5%, auto e moto del 9,6%, oggetti per la casa e altre categorie (abbigliamento, orologi, collezionismo) 8,7%.

Inoltre, vi sono numerosi vantaggi riservati per coloro che aprono un negozio eBay come venditori professionisti.

In particolare, la commissione risulta scontata del 10% qualora il venditore raggiunga il livello: Affidabilità Top.

eBay offre tre diverse modalità di negozio eBay pensate per i venditori professionisti.

Negozio base

Il negozio base ha un costo di 19,50 euro mensili. Nel pacchetto sono comprese fino a 400 inserzioni al mese superate le quali si applica una tariffa di 0.10 per ciascun nuovo annuncio.

È possibile, inoltre pubblicare fino a 40 aste gratuite per il mese. Dopo le 40 è richiesto il pagamento di 0,50 centesimi per ogni nuova asta.

Negozio Premium

Aprire un negozio Premium eBay comporta una spesa di 39,50 euro mensili. L’abbonamento permette di pubblicare fino a 10.000 annunci al mese. Incluso nel prezzo vi è la possibilità di pubblicare fino a 50 inserzioni in formato “asta”.

Negozio Premium Plus

Il profilo Premium Plus ha un costo di 149.50 euro mensili. Le inserzioni in questo caso sono illimitate in formato “compralo subito” e fino a 250 in formato “asta”.

Vendere un prodotto su eBay

Per mettere in vendita un prodotto su eBay viene richiesto di:

  • scattare una foto all’oggetto;
  • inserire una descrizione che invogli all’acquisto;
  • stabilire un prezzo.

Una volta che un acquirente acquista l’oggetto non resto che imballarlo, stampare l’etichetta e spedirlo.

La procedura non è molto diversa quando i prodotti sono venduti da un’attività commerciale.

eBay prevede alcuni strumenti che possono essere utilizzati dai venditori professionisti volti a facilitare e tenere traccia delle vendite.

Lo strumento principale è la: Console venditori eBay.

Grazie al suddetto strumento tutte le vendite sono presenti in un’unica schermata e vi è una sezione “analisi” utile per tenere traccia dell’andamento delle prestazioni commerciali.

Sempre dalla piattaforma è possibile pubblicizzare i prodotti, proporre sconti e offerte. In altre parole, si possono utilizzare alcuni strumenti di marketing per aumentare il volume delle vendite.

L’aspetto interessante è che la console eBay è gratuita almeno nelle funzioni base.

Aprire un negozio eBay: ulteriori informazioni

Infine, vediamo alcune ulteriori informazioni riguardo come creare un negozio eBay, riepilogando: non è gratuito. Tuttavia, si può iniziare gradualmente tale attività senza aprire un negozio, scegliendo di creare un account professionale solo quando l’attività inizierà a generare i primi utili.

Oltre le condizioni finora riportate, si evidenziano altri aspetti che potrebbero essere utili a chiunque sia intenzionato ad aprire il proprio store online su eBay:

  • Le tariffe sono inerenti ad eBay.it. Il portale eBay.com o eBay.fr può avere tariffe differenti;
  • È bene seguire attentamente tutte le procedure volte a regolarizzare il proprio account, in caso contrario l’eBay potrebbe limitarne l’utilizzo;
  • Un annuncio in genere impiega fino a 24 ore prima di essere visibile;
  • Un privato può vendere su eBay senza disporre di una Partita Iva. Ciò nel caso in cui la vendita sia di tipo occasionale. Se al contrario le vendite dovessero risultare continuate nel tempo, il reddito qualora generi una plusvalenza andrebbe dichiarato.
  • Quando l’attività è svolta in maniera professionale, chiaramente è necessaria la partita Iva.
(Visited 9 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.