Come aprire un negozio on line su Amazon

Vendere su Amazon vuol dire affidarsi al più grande marketplace e fornitore di servizi digitali al mondo. Una multinazionale appartenente al celebre gruppo delle Big Five assieme a: Google, Microsoft, Apple e Facebook.

Come aprire un negozio su Amazon

Amazon nasce nel 1994 per opera del suo fondatore Jeff Bezos. In principio era una piccola realtà nel settore della vendita di libri online, oggi è un gigante conosciuto da chiunque abbia una connessione ad Internet.

Tra i molteplici servizi: marketplace, Prime Video, Amazon Music, Amazon Prime (https://www.guidaconsumatore.com/guida-al-bambino/amazon-prime-now-che-cose-e-come-funziona.html),  giusto per citarne alcuni, aprire un proprio negozio online dall’elettronica all’abbigliamento, significa avere a disposizione una visibilità che, probabilmente, nessun altro portale è oggi in grado di garantire.

Indice dei contenuti

Come aprire un negozio online su Amazon. 1

Come fare per aprire un negozio su Amazon. 1

Account base. 1

Account Pro. 1

Commissioni di vendita. 2

Negozio online Amazon: prodotti nuovi o usati?. 2

Affidarsi alla logistica di Amazon (Amazon FBA) 2

Il logo prime. 2

Rete europea. 2

Altri vantaggi 2

Costi del servizio logistica. 3

Apertura e gestione negozio Amazon: come funziona. 3

  1. Decidere quali prodotti vendere. 3
  2. Scegliere il piano di abbonamento. 3
  3. Registrarsi 3
  4. Inventario. 3
  5. Vendere. 3
  6. Spedire. 4
  7. Pagamento. 4

Come fare per aprire un negozio su Amazon

Aprire un negozio su Amazon è tutto sommato semplice. Il portale prevede due account dedicati ai venditori:

Account base

L’account base è l’ideale per iniziare a misurarsi sul mercato digitale. È riservato a coloro vendono un massimo di 40 articoli al mese.

L’account base non prevede il pagamento del canone mensile. Amazon, infatti, trattiene una commissione fissa di 0.99 euro per ogni articolo venduto più le commissioni di vendita.

Aprire un punto vendita Amazon scegliendo l’account base comporta i seguenti vantaggi:

  • le commissioni sono addebitate solo quando si concretizza una vendita;
  • vi è la possibilità di utilizzare tutti gli strumenti avanzati proposti dal portale e volti a massimizzare le vendite;
  • i propri prodotti sono potenzialmente visibili a milioni di utenti;
  • i pagamenti sono gestiti in totale sicurezza.

Account Pro

L’account Pro ha un costo superiore e si rivolge a coloro che vendono oltre 40 prodotti ogni mese. L’abbonamento ha un costo di 39 euro al mese Iva esclusa e non vi è un prezzo fisso da pagare per ogni articolo venduto, ma sono presenti delle commissioni sulla vendita.

L’account ha i medesimi vantaggi del precedente e in più:

  • I prodotti (se idonei) possono essere acquistati con 1 click;
  • Accesso ai report sulle vendite;
  • Strumenti avanzati per caricare rapidamente grandi quantità di articoli;
  • Accesso ai servizi Seller Centra API e Web Services Amazon.

Commissioni di vendita

Le commissioni di vendita si applicano ad entrambi gli account. La commissione viene calcolata sulla base del prezzo del prodotto venduto, a cui vanno aggiunte le spese di spedizione e i costi per la confezione regalo (quando richiesta dal compratore).

Le commissioni applicabili sono variabili e dipende dalla categoria del prodotto.

Ad esempio articoli quali:

  • abbigliamento, scarpe e borse 15,45% fino a 45 euro, e 7,21% per prodotti dal prezzo superiore.
  • Informatica ed elettronica 7.21% (fisso)
  • Gioielli 20,60% fino a 250 euro e 5.15% per importi superiori;
  • grandi elettrodomestici 7.21%
  • handmade 15,45%

Negozio online Amazon: prodotti nuovi o usati?

È possibile vendere su Amazon una lunga serie di prodotti: abbigliamento, alimentari, elettronica, elettrodomestici, cosmetici. Tuttavia, non tutti i prodotti possono essere usati.

Ad esempio, per quanto concerne l’abbigliamento, le scarpe e le borse i prodotti devono essere nuovi, così come per i prodotti alimentari e gli orologi.

Mentre per altre tipologie di prodotti è consentita la vendita dell’usato. Ciò vale per le auto, per alcuni accessori per la prima infanzia (passeggini, seggiolini) o per i videogiochi. Possono essere altresì usati o ricondizionati i computer, i software, gli strumenti musicali.

Affidarsi alla logistica di Amazon (Amazon FBA)

Aprire un negozio su Amazon, comporta un’importante decisione da prendere. Decidere se occuparsi personalmente della spedizione o lasciare che sia Amazon stessa ad occuparsi del servizio. Tecnicamente, in questo secondo caso, si tratta di affidarsi alla logistica di Amazon. Il venditore non deve fare altro che spedire i propri articoli al centro Amazon.

Il servizio non è gratuito, ma oltre a sollevare il venditore dal problema di inviare la merce offre alcuni vantaggi:

Il logo prime

Ogni prodotto viene spedito secondo le tempistiche rapide di Amazon. Disporre del logo permette di avere maggiori possibilità di vendita poiché i venditori tendono a fidarsi maggiormente quando un prodotto è gestito internamente dal centro Amazon.

Rete europea

Affidando la logistica ad Amazon il venditore ha la possibilità di allargare la platea dei potenziali acquirenti. I propri prodotti infatti possono essere gestiti in più marketplace sparsi in Europe.

Altri vantaggi

Inoltre, il venditore ha la facoltà di usufruire di altri servizi aggiuntivi: l’etichettatura, la preparazione e l’imballaggio, il servizio di confezionamento nel caso il prodotto sia un regalo.

Costi del servizio logistica

Qualora si dovesse decidere di affidare la logistica ad Amazon, oltre ai costi fin ora riportati, bisogna considerare le spese richieste dal servizio.

I costi sono variabili e dipendono da aspetti quali: dimensione, peso e tipologia del prodotto. Ad esempio, la vendita di un prodotto molto piccolo come una scheda SD richiede un costo di gestione di 2,59 euro ad articolo, mentre un tostapane di 6,27 euro.

Apertura e gestione negozio Amazon: come funziona

Come riportato sul sito ufficiale Amazon, l’apertura di un negozio comporta per il venditore tutta una serie di vantaggi dati principalmente da aspetti quali: semplicità e visibilità.

Prima ancora di registrarsi è Amazon stessa a consigliare:

1.   Decidere quali prodotti vendere

Proprio come se si dovesse aprire un negozio fisico, il primo passaggio sul quale soffermarsi a riflettere consiste nella scelta dei prodotti. Chiaramente alcuni prodotti risultano più richiesti rispetto ad altri. Alcuni articoli hanno un’elevata concorrenza altri meno.

Inoltre, a seconda del tipo di abbonamento sottoscritto vi sono delle limitazioni. L’account base permette di scegliere tra 20 categorie. L’account Pro, al contrario, permette di vendere qualsiasi tipologia di prodotto.

Si consiglia inoltre di verificare attentamente la tabella riportata sul sito ufficiale (https://services.amazon.it/servizi/vendita-su-amazon/categorie.html). Alcuni prodotti richiedono l’approvazione da parte di Amazon, altri no.

2.   Scegliere il piano di abbonamento

Come abbiamo visto, è possibile scegliere tra due diversi piani di abbonamento a seconda della quantità di articoli che si intende vendere mensilmente.

3.   Registrarsi

A questo punto non resta che registrarsi. L’utente diventa un venditore aprendo un account sul Seller Central.

Durante la fase di registrazione viene richiesto di fornire i dati della propria carta di credito, la verifica del numero telefonico e altre informazioni riguardo la propria persona.

4.   Inventario

Completata la fase di registrazione, viene richiesto di aggiungere i prodotti. Tale operazione consiste nel creare un primo inventario.

5.   Vendere

Una volta caricati i prodotti sul marketplace non resta che attendere l’arrivo dei primi ordini. La gestione degli ordini è un processo che può essere ottemperato utilizzando gli appositi strumenti presenti nel Seller Central.

Ogni ordine viene salvato in un apposito report.

6.   Spedire

Per quanto riguarda le spedizioni si aprono due strade per il venditore. Come abbiamo visto, quest’ultimo può spedire personalmente il prodotto, oppure, può decidere che sia Amazon ad occuparsi della spedizione. (servizio Amazon FBA).

7.   Pagamento

E infine, a cadenza regolare Amazon si occupa di corrispondere al venditore i pagamenti direttamente sul conto bancario.

In conclusione, aprire un negozio su Amazon è una scelta vincente, adottata da numerosi venditori dai privati alle PMI.

La possibilità di personalizzare il servizio, di affidare la logistica ad Amazon e di utilizzare strumenti per l’analisi delle vendite, rendono la gestione dello store semplice e consentono a chiunque di poter gradualmente far crescere la propria attività.

 

(Visited 18 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.