Miglior alimentazione per lo step

Una volta che ci si iscrive in palestra si può essere indecisi su quale attività iniziare a svolgere. Lo step è sicuramente una delle più facili e divertenti, e permette anche di dimagrire.

la miglior alimentazione per lo  step

Miglior alimentazione per lo step, panoramica

Alzi la mano chi non sa, anche solo vagamente, cosa sia uno step. Entrando in qualsiasi palestra al giusto orario è possibile vedere decine di persone – solitamente donne ma ultimamente è una moda che sta conquistando anche il sesso maschile – saltellare su e giù da una specie di piccola piattaforma, sbuffando e sudando si a ritmo di musica, ma con un’espressione allegra e divertita. Si tratta in effetti di uno sport che può dare molte soddisfazioni, sia a carattere personale che di silhouette: vediamo dunque insieme qual’è la miglior alimentazione per lo step. Se infatti è verissimo che è possibile perdere i kg in eccesso con questa simpatica attività, è anche vero che se non correggiamo a monte i nostri errori riguardanti la dieta non otterremo mai dei risultati degni di nota. Innanzitutto, per cercare di capire quanto possa essere il giusto numero di calorie nella nostra alimentazione per lo step dobbiamo farci qualche domanda: quante sessioni di step eseguiamo alla settimana? A che intensità? E’ l’unica attività che svolgiamo in palestra? Abbiamo modo di bruciare calorie in altro modo, ad esempio andando al lavoro in bicicletta o portando a spasso il cane? Una volta quantificato il tipo di sforzo allora potremo iniziare ad imbastire la miglior alimentazione per lo step, anche se ci sono altri passi da fare.

Diversi tipi di step, un unico imperativo

Non è infatti solo una mera questione di calorie: è importantissimo bilanciare i macronutrienti e distribuirli sia a seconda del momento della giornata sia dello sforzo in vista. Ad esempio, un piano classico di alimentazione per lo step comprenderebbe si di limitare i carboidrati – specialmente quelli semplici, che sarebbero fortemente da ridurre – alla prima parte della giornata, cioè pranzo e colazione, ma potrebbe essere ragionevole far rientrare uno spuntino, ad esempio una fettina di pane integrale con un po’ di miele, un paio di orette prima della sessione di step. E le proteine? In una alimentazione per lo step non possono mancare: si comincia una tazza di latte scremato a colazione, che dà la carica e ferma la fame, per poi riprendere a cena. Che si tratti di carne, latticini – magri! – pesce, uova o legumi, le proteine non devono mancare. Anche perchè, se è vero che lo step è un’attività che tonifica e rafforza la muscolatura, è il caso dunque che si fornisca al nostro corpo i “mattoni” necessari per costruire questi muscoli. Questo non solo vi aiuterà a scolpirvi, ma vi consentirà anche di aumentare il vostro metabolismo basale, facendovi bruciare più calorie a riposo, innescando una sorta di circolo virtuoso del fitness. Vi domanderete, ma la frutta? Ecco, noi dalla redazione consigliamo o di mangiarla a colazione oppure di tenerla per gli spuntini di metà mattina o metà pomeriggio, quellii che facciamo sul luogo di lavoro e devono servire solo a “tenerci buoni” fino a cena: un frutto fibroso come una mela o una pera ci sazierà senza appesantirci affatto, e non avremo neanche problemi a digerirlo.

(Visited 1 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.