Zanzariera

Le zanzariere sono elementi indispensabili in casa quando porte e finestre vengono lasciate aperte per far entrare l’aria dall’esterno; insieme ad essa però, arrivano in casa anche le odiate zanzare e altri tipi di insetti. Le zanzariere servono proprio a fare da scudo a questi piccoli animali, in modo che la casa non ne venga infestata. In questo articolo scopriamo come sono fatte le zanzariere e come sceglierle.

Zanzariera

Secondo una antica leggenda vietnamita, la nascita delle zanzare è da attribuire alla storia di un amore tradito. Molti anni ora sono, due giovani sposi abitavano in un villaggio costruito sulle palafitte: erano innamorati e felici, ma lei un giorno si ammalò e rapidamente morì. Il tormento dello sposo fu tale che il genio della palude, intenerito, decise di intervenire e donò di nuovo la vita alla fanciulla prendendola da una goccia di sangue estratta dal dito del marito. La magia fu compiuta, perchè la sposa immediatamente ricominciò a vivere e il matrimonio dei due riprese più sereno e felice di prima.

Dopo molti anni lei prese la decisione di fuggire e di restiuire l’immenso dono ricevuto, per cui si punse il dito, donò la goccia al consorte…e in un attimo divenne polvere. Nulla più del suo corpo, solo la polvere che, caduta nell’acqua della palude, si trasformò in larva: larva di zanzara. La zanzare incarnerebbe quindi la sposa infelice, che si accanisce a pungere gli umani perchè spera di trovare la goccia di sangue che di nuovo le doni la vita.

La storia è romantica quanto basta per tingere di rosa anche uno degli insetti più odiati da tutti, ma è innegabile che la zanzara rappresenta un vero flagello delle serate estive. Non è come gli altri insetti: mosche, moscerini e farfalle notturne si limitano a girarci intorno, a volteggiare per la stanza….mentre lei no. Lei viene da noi con intenzione, lei
ci cerca per regalarci una bella punturina, per appropriarsi del nostro sangue e lasciare in cambio brutte bolle pruriginose. Come la mettiamo?

Se fosse una ogni tanto, magari glielo lasceremmo fare, non ci accaniremmo nella ricerca del colpevole e nella somministrazione della punizione…ma è lei ad accanirsi contro di noi e allora non possiamo non reagire. Come si dice, la guerra è guerra.
Magari si può iniziare in maniera soft, evitando di mettere profumi dolci e colori chiari, e utilizzando sostanze naturali dall’odore repellente per le zanzare: primi fra tutti gerani e citronella, ma anche il basilico, la menta e la lavanda.

Se siamo fortunati, il problema si risolve: le zanzare sono di quelle miti, si fanno spaventare facilmente, magari sono poche e preferiscono cercare prede più facili.
Se invece siamo sfortunati, ed è il destino della maggior parte della gente, le ‘nostre’ zanzare sono di quelle tenaci, agguerrite, che non si lasciano intimidire da fiori ed essenze delicate, magari sono ‘vaccinate’ rispetto alle sostanze sopraelencate e resistono nonostante quell’odore fastidioso nell’aria.

In questo caso, non rimane che procedere alle soluzioni estreme e, accantonata l’idea delle racchette che le ‘friggono’ all’istante, munirsi di zanzariere.

La zanzariera a tenda

La zanzariera è uno strumento di protezione contro le zanzare, ma anche contro altri tipi di insetto, perché comunque rappresenta una barriera per ‘chiunque’ cerchi di entrare.
Altro non è che una rete dalle maglie strettissime, tanto fitte e sottili che ad uno sguardo superficiale può anche passare inosservata, ma garantisce comunque il passaggio dell’aria; certo, è innegabile che un pochino lo inibisce, ma non si tratta di una riduzione sensibile.

Si colloca la zanzariera sulla finestra e via, il problema è risolto.

Impossibile che qualcosa passi se il prodotto è di buona qualità ed è collocato nel modo giusto, a coprire ogni spazio, ogni possibilità di contatto con il mondo esterno. Si installa nei serramenti attraverso una sorta di scheletro realizzato su misura in cui per l’appunto si va ad inserire la zanzariera, che poi sarà aperta e chiuda mediante un semplice binario. La chiusura è in linea verticale per le finestre, mentre nel caso di porte finestre si sviluppa in orizzontale.

E questo è il modello a tenda, ma esiste anche quello integrato con gli infissi e in questo caso si passa dalla versione per così dire base ad altre più creative che ricalcano la struttura dell’infisso sul quale vengono collocate. Ecco allora la zanzariera a soffietto, la zanzariera scorrevole, la zanzariera a cerniera, la zanzariera in rete metallica o in plastica.

La zanzariera elettrica

Poi c’è la zanzariera elettrica, concepiti come una sorta di piccolo forno o di gabbia per animali, corredati di una luce interna di colore blu, che attira gli insetti grazie a delle particolari emissioni UV-A pensate proprio ad hoc, per farli cadere nella rete senza rappresentare un danno o un pericolo per gli esseri umani. Neutralizzano le zanzare senza intossicare noi, per intenderci.

Ma come fanno? Una volta vicine alla lampada che emette le ‘lucine magiche’, le zanzare vengono catturate da un ventilatore che le risucchia e le deposita sulla base della gabbietta, non morte, perché le pale del ventilatore sono inclinate e non le uccidono; le tramortiscono, questo è vero, è come se dessero loro uno spintone, ma è poi la disidratazione a farle morire lì, sul fondo del fornetto.

A fine serata, o il giorno dopo, si estrae il cassetto, che presenta in genere una semplice chiusura automatica, e gli insetti vengono buttati via o lasciati liberi, nel caso in cui ci sia qualche superstite vivo, ad esempio una farfalla notturna.

I vantaggi della zanzariera elettrica sono evidenti: non veicola odori invasivi come gli zampironi, senz’altro efficaci ma anche nocivi per la salute e impossibili da utilizzare in presenza di bambini. Inoltre, consumano poco, perché in genere contengono un motore elettrico di tipo avanzato dal punto di vista tecnologico e di conseguenza non incidono in maniera sensibile sul consumo energetico. E’ lavabile, è provvista di filtro che fa uscire solo aria sana e risponde alla normativa della Comunità Europea sulla sicurezza.

La zanzariera fai da te

E poi c’è la zanzariera fai da te. Anche in questo campo la manualità e l’inventiva non conoscono confini, ma circola comunque un metodo piuttosto collaudato, adatto per chi non può permettersi di acquistare la zanzariera già pronta o è solo di passaggio nell’ambiente che vuole attrezzare, come una casa di villeggiatura, ad esempio.
Basta poco: alcune assi di legno di piccole dimensioni e delle puntine per attaccarle nella parte esterna della porta finestra e in generale dei serramenti e poi attaccarvi una tela dalla maglia strettissima, il più stretta possibile, altrimenti è tutto inutile.

Dalla maglia della tela e dalla perfetta aderenza con le assicelle deriva l’efficacia dello strumento, che naturalmente è meno affidabile della zanzariera realizzata con materiali ad hoc e studiata nel dettaglio per assolvere alla sua funzione. Non si vuol dire che la versione ‘casalinga’ non sia utile, ma è il caso di precisare che la sua riuscita dipende dall’abilità con cui viene installata e dal tipo di afflusso di zanzare; se il numero non è eccessivo, dovremmo essere a posto, ma se ci troviamo in uno di quei contesti in cui assedio è il termine corretto per definire la situazione…allora potrebbe essere meglio rivolgere la propria attenzione ad un prodotto specializzato.

Link a siti web utili per scegliere e acquistare la zanzariera ideale per voi

BAZAR -La Zanzariera Rapida
http://www.zanzarierabazar.com
Fai da te della zanzariera on line. Grazie a specifici brevetti di fissaggio ed espansione, i prodotti si rinnovano continuamente dal punto di vista dell’innovazione tecnologica e della qualità. In ogni caso, basta una chiave a brugola e senza fori nel muro nè abilità tecniche la zanzariera è fissata al muro.

Quattro i modelli proposti:

  • Bazar. La prima con il montaggio e l’espansione di cui sopra
  • Derby. Si monta sulle guide delle tapparelle ed è estensibile
  • Quella’ facile. La più semplice, adatta ad ogni ambiente ed vantaggiosa a livello economico
  • Fantasy. Per le porte e le finestre. Indicata in particolare nei contesti di villeggiatura

SUNCOVER

http://www.suncover.com

Importante produttore nel settore delle zanzariere, attivo da 40 anni nella realizzazione di zanzariere di qualità, sempre complete di certificato di garanzia e di marcatura CE. Le zanzariere Suncover sono dotate si un sistema pre-assemblato avvolgibile adattabile sia alle finestre che alle portefinestre e comunque progettato per essere eventualmente ridotto se necessario. In questo caso, la perfezione dell’applicazione non viene meno, in quanto tutte le zanzariere sono provviste di una sistema di tolleranza che le rende idonee ad ogni adattamento. Completa il quadro una garanzia di cinque anni. Entrambe le versioni – Zanzakit per finestra e Zanzakit per porta-finestra, sono disponibili in versione Fai da te con comando a molla che consente l’apertura laterale scorrevole.

AMB Zanzariere
http://www.ambzanzariere.com
Ce ne sono davvero di tutti i colori, per ogni esigenza ed ogni zanzara.

  • Zanzariera avvolgibile verticale per grandi luci, movimento motorizzato o con monocomando
  • Zanzariera avvolgibile verticale per grandi luci, movimento motorizzato o con monocomando
  • Zanzariera avvolgibile verticale per finestra e porta, movimento motorizzato o con monocomando, con stecche di rinforzo
  • Piega zanzariera plissettata senza guida a pavimento (l’ultima arrivata)

Tutti i modelli sono disponibili in diversi colori e misure, e presentano per ogni telo dei rinforzi orizzontali, più o meno ogni 60 centimetri. Inoltre, a seconda del modello è disponibile una gamma di accessori, come il freno per la versione con il bottone a molla, l’accesso magnetico per le laterali ad un battente, la fettuccia con bottone per tutte le versioni che presentano dei bottoni, il paracolpi e il monocomando a incasso per tutte.

ZANZARIERA PLISSE’
www.zanzarieraplisse.it
La zanzariera plissé è un sistema a scorrimento orizzontale che si caratterizza per la presenza di una rete plissettata al posto del rullo di raccolta e di una guida a pavimento di soli 3 mm di spessore. Le novità sono appunto la rete plissettata, l’impacchettamento della zanzariera che non necessita di una molla, l’assenza della guida a terra che la rende maneggevole anche da parte degli anziani e dei disabili. Esistono poi delle specifiche legate ai singoli modelli, come il freno viscodinamico, da applicare sui sistemi a molla, non importa se scorrono in orizzontale o in verticale; il sistema verticale con lo spazzolino antivento, adatto solo alle zanzariere verticali sia a molla che a catenella; il soft system, pensato per i modelli orizzontali per dare equilibrio e stabilità; il sistema ad incasso, indicato per i serramenti in legno.

ZANZARIERE SOLIDALI – 6° Continente Onlus

http://www.sesto-continente.org

Per noi la zanzariera è un mezzo per liberarci di un fastidio. In altre zone del mondo, è invece un mezzo di sopravvivenza. Una sola zanzariera potrebbe salvare la vita di un bambino e moltiplicate per 10, 100…. il conto è facile. Bastano 10 euro e la malaria avrà le ore contate…mentre centinaia di bambini avranno una vita.



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.