Olio di mandorla: proprietà e benefici

Avrete sicuramente sentito parlare almeno una volta dell’olio di mandorla, ma siete sicuri di conoscere davvero questo olio vegetale e tutti i suoi benefici? Ecco allora tutto quello che c’è da sapere, dalle sue proprietà che lo rendono così pregiato alle tecniche di spremitura, dalle sue provenienza ai diversi impieghi che lo contraddistinguono in cosmetica.

le proprietà e i benefici dell'olio di mandorla

L’olio di mandorla è un olio vegetale ricavato dalla spremitura, rigorosamente a freddo, della mandorla, il famoso frutto del mandorlo, albero diffuso in tutto il Mediterraneo e originario dell’Asia. Quando parliamo di olio di mandorla, però, è bene precisare subito una distinzione; esiste l’olio di mandorle dolci e l’olio di mandorla amaro. Si tratta di due tipologie di olio diverse che derivano da differenti processi di spremitura e che non hanno caratteristiche uguali.

La mandorla amara, per esempio, può avere serie controindicazioni. Contiene infatti una sostanza chiamata amigdalina che, una volta trasformatasi in acido cianidrico, diventa molto velenosa. L’olio di mandorle amare è sì utilizzato in cosmetica, ma molto di meno rispetto all’olio di mandorle dolce e solo dopo essere stato privato dell’acido cianidrico. Quando si parla di olio di mandorle, quindi, la maggior parte delle volte e a meno che non venga fatta una precisazione, ci si riferisce all’olio di mandorle dolci, molto utilizzato in cosmetica per via delle sue proprietà.

Ma vediamo più da vicino qual è la storia di questo olio, da dove proviene e perché è considerata una sostanza vegetale ricca di proprietà benefiche soprattutto in cosmetica. L’olio di mandorla si ottiene, come abbiamo detto, dalla spremitura a freddo delle mandorle dolci e il metodo, considerato eccellente perché mantiene intatte tutte le proprietà della mandorla, deve essere rigorosamente indicato nell’etichetta del prodotto che state comprando; solo così potrete essere sicuri di acquistare un prodotto di qualità.

L’olio di mandorla viene estratto dai semi prodotti dalla pianta Prunus dulcis. Il mandorlo fa parte della famiglia delle Rosacee e affonda le sue antiche origini in Asia meridionale e centrale, in particolare in Iran. La sua importazione in Europa è altrettanto antico e risale a 2500 anni fa tanto che oggi il mandorlo cresce liberamente e in modo naturale anche in Occidente.

L’olio di mandorla estratto è ricco di acidi grassi, trigliceridi e fitosteroli. Ha inoltre un’azione emolliente ed è considerato da sempre un potente anti-rughe naturale, oltre che un rimedio semplice per i capelli secchi e sfibrati. L’olio di mandorla contiene acidi grassi, vitamine del gruppo B e vitamine del gruppo E, proteine, sali minerali, come zinco, magnesio e ferro e grazie a questi importanti componenti è considerato uno degli alleati più preziosi per la pelle del viso e del corpo di adulti, neonati e anziani. Ma non solo; l’olio di mandorle è indicato anche per il trattamento di labbra e capelli.

Le proprietà dell’olio di mandorla

L’olio di mandorla ha diverse proprietà benefiche. Per prima cosa ha un forte potere antiossidante, antirughe e antismagliature ed è ricco di acido oleico e linoleico, acido folico e potassio. L’olio di mandorle dolci viene utilizzato anche per scopi alimentari e il suo consumo aiuta in particolare le funzioni dell’intestino, grazie alle proprietà lassative ed emollienti dell’olio, e la digestione. Per questo motivo l’olio di mandorle si può utilizzare per condire verdure, insalate e altre pietanza, oppure si può assaporare aggiungendo qualche goccia nel latte o nel tè.

In cosmetica l’olio di mandorla può avere diversi impieghi e, anche in versione cosmesi fai da te, può essere aggiunto all’interno di una crema per il corpo, per le mani o per il viso in piccole quantità, per aumentare l’effetto addolcente e idratante del prodotto che avete deciso di usare. Un’altra caratteristica benefica dell’olio di mandorle è quella di aiutare la zona del contorno occhi a liberarsi delle fastidiose occhiaie; la zona intorno all’occhio è molto delicata e soggetta, con il passare del tempo, alla formazione di segni scuri e piccole rughe.

Basta quindi applicare ogni giorno, la mattina e prima di andare a dormire, un po’ di olio di mandorle nella zona del contorno ogni. Nell’arco di due settimane i primi miglioramenti dovrebbero già essere visibili e grazie a questo prezioso alleato potrete beneficiare di una pelle più sana e bella da vedere.

Ma l’olio di mandorla può essere utilizzato in mille altri modi; potete sceglierlo per levigare la zona di pelle intorno al gomito, che se non idratata sufficientemente può diventare secca e screpolata, per fare un bel massaggio rilassante, oppure per rendere la pelle del corpo più elastica e idratata come rito quotidiano dopo la doccia. In gravidanza, invece, l’olio di mandorla è un rimedio molto valido per contrastare la formazione delle smagliature. Vediamo adesso nel dettaglio quando e come dovrebbe essere utilizzato l’olio di mandorla.

Come utilizzare l’olio di mandorla

L’olio di mandorla può essere applicato in tutte le zone del corpo per ottenere grandi benefici a livello di elasticità della pelle, idratazione e azione emolliente e lenitiva.

  • Pelle secca o irritata

Chi soffre di pelle secca, o ha una pelle particolarmente delicata che tende a irritarsi molto spesso, può utilizzare l’olio di mandorla in sostituzione della crema per il corpo dopo la doccia, possibilmente quando la pelle è ancora umida per agevolare l’assorbimento dell’olio. La pelle risulterà visibilmente più morbida e idrata e pruriti e bruciori saranno attenuati.

  • Gravidanza

L’olio di mandorla in gravidanza è un vero toccasana. Innanzitutto si tratta di un vero e proprio rimedio naturale contro le spiacevoli smagliature; in particolare si consiglia di applicare l’olio di mandorla tutti i giorni e con costanza dal terzo mese in poi, insistendo su seno, fianchi e cosce. Grazie alle sue proprietà elasticizzanti, l’olio di mandorla aiuta la pelle a non lacerarsi.

  • Cura dei capelli

Se siete alle prese con capelli secchi e sfibrati, l’olio di mandorla può diventare un vostro grande alleato. Grazie alle sue ricche proprietà questo olio nutre i capelli e li protegge anche dall’effetto crespo causato dal sole e dalla salsedine. Per beneficiare di tutti i suoi effetti basta preparare un impacco di di 20-30 minuti sui capelli rigorosamente asciutti e prima di procedere con lo shampoo. La chioma apparirà subito più nutrita e più morbida.

  • Massaggi per il corpo

Mescolato insieme ad alcune gocce di olio essenziale profumato, l’olio di mandorla si trasforma in un vero e proprio tripudio di profumo e diventa l’unguento perfetto per un massaggio rilassante per il corpo, anche dopo lo sport, quando tutta la muscolatura è dolorante.

  • Cura del viso

L’olio di mandorla può tranquillamente sostituire il latte detergente per la pulizia del viso; rimuove delicatamente le impurità che ogni giorno colpiscono la pelle del viso ed è perfetto anche come struccante naturale, anche sul trucco più pesante.

L’olio di mandorla nell’alimentazione

Abbiamo detto che non tutte le varietà dell’olio di mandorla sono commestibili. È molto importante ricordare questo particolare e fare sempre presente al vostro erborista di fiducia che avete intenzione di acquistare dell’olio di mandorla per uso alimentare; in questo modo sarà lui a consigliarvi il prodotto migliore che è possibile ingerire.

In generale è molto importante che l’olio di mandorla sia puro al 100%, con un prezzo che sarà più a alto, per ovvi motivi, non raffinato e che non contenga conservanti. Quando fa caldo è bene poi conservare l’olio di mandorla in frigorifero.

Assumere uno o due cucchiai di olio di mandorla al giorno ha un effetto benefico sulla vescica, oltre che un’azione rinfrescante. Migliora inoltre le funzioni dell’intestino e aiuta chi soffre di problemi con l’apparato digerente e ha funzioni intestinali poco regolari. Grazie alla presenza di acidi grassi buoni, inoltre, l’olio di mandorla aiuta a eliminare quelli cattivi dal corpo.

Come acquistare l’olio di mandorla

Quando si parla di olii vegetali, la soluzione migliore è quella di acquistare un olio puro al 100%, che non contenga conservanti e solventi chimici. Questo significa, ovviamente, che per acquistare un prodotto di qualità dovrete essere disposti a spendere di più, ma in cambio potrete beneficiare a pieno di tutte le proprietà benefiche del prodotto.

Un olio di mandorla naturale e puro si riconosce dal suo colore giallo leggero, quasi trasparente. L’olio appare limpido e con un odore leggero. All’apparenza questo olio delicato può sembrare poco consistente, ma è in realtà ricco di acidi grassi, proteine, sali minerali e vitamine. La buona qualità dell’olio di mandorla dipende molto dalla sua spremitura; il metodo più costoso e artigianale, ma anche quello che permette di ottenere un olio più pregiato, è la spremitura a freddo.

Esiste poi un’altra tipologia di spremitura, più economica e che in qualche modo inficia la buona qualità dell’olio di mandorla che si ottiene. Si tratta della spremitura con solventi chimici, una tecnica più economica che produce un olio che non può essere utilizzato subito, ma che ha bisogno di ulteriore lavorazione. Per questo motivo è molto importante imparare a leggere bene l’etichetta; se è indicato che l’olio di mandorle che state acquistando è stato ottenuto da una spremitura a freddo, potete stare tranquilli; si tratta di un prodotto puro e di buona qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.