Rivestire con i tessili

I tessuti sono il materiale più usato per i rivestimenti. Rispetto alla pelle naturale e sintetica, sono caratterizzati da proprietà fondamentalmente diverse con una variabilità molto maggiore, poiché esiste un numero quasi illimitato di tipi di tessuto a seconda del materiale scelto e del metodo di tessitura. Ecco come scegliere i rivestimenti in tessuto più adatti.

Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Rivestire i complementi d'arredo con i mobili

Tessuti naturali

I tessuti più comunemente usati come tessuti di copertura sono quelli con una grammatura maggiore. La loro divisione di base è naturale e sintetico. La qualità del tessuto è determinata dalla sua grammatura, dalla solidità del colore e dalla resistenza all’abrasione.

La resistenza all’abrasione è data in termini di numero di cicli Martindale. Il valore è più spesso compreso tra 20.000 e 150.000 cicli per i tessuti più resistenti. Quindi, più alto è il valore, più durevole è il materiale. Quindi, prima di scegliere la tappezzeria vera e propria, dobbiamo prima considerare la posizione e il carico della tappezzeria in questione. Per gli uffici, scegliete una copertura più resistente, in una casa senza animali domestici una meno resistente sarà sufficiente. D’altra parte, vivendo con gli animali domestici, scegliete tessuti molto resistenti.

Un altro indicatore della qualità del tessuto è la solidità del colore, cioè la capacità del tessuto di mantenere il suo colore. Se avete intenzione di posizionare i mobili vicino a una finestra alla luce diretta del sole, chiedete al produttore anche questo valore.

I tessuti naturali per tappezzeria sono molto popolari nonostante le loro proprietà meccaniche meno favorevoli. I più usati sono, senza sorpresa, il cotone, il lino e la lana. Anche se il cotone è piacevole al tatto, è anche fluido nei colori (sbiadisce rapidamente) e non è molto resistente all’abrasione e alle macchie. Se compri un divano con un rivestimento in cotone, scegline uno sfoderabile per il lavaggio. Inoltre, il prezzo del cotone è relativamente basso.

La lana è usata per produrre un materiale che è diventato molto popolare negli ultimi tempi e cioè il feltro. Sul mercato si possono trovare anche feltri fatti con il pelo di altri animali o con fibre artificiali (poliestere). I mobili in feltro hanno un aspetto insolito, sono molto resistenti e caldi, ma per alcuni possono essere spiacevoli al tatto.

Il lino è uno dei materiali naturali più piacevoli e traspiranti, ma come il cotone non è molto resistente alle macchie. L’aspetto estetico e la durata meccanica sono poi determinati dalla grossolanità del particolare tessuto di lino.

CONSIGLIO: Se avete bambini piccoli o animali domestici e ancora non volete rinunciare a una copertura in materiale naturale, cercate prodotti con un’opzione di copertura rimovibile e lavabile.

Tessuti sintetici

Per ottenere requisiti speciali – soprattutto una maggiore resistenza meccanica, resistenza all’abrasione e resistenza alla luce – le fibre sintetiche (poliestere, polipropilene, viscosa…) vengono aggiunte ai tessuti. Tra questi, gli elastan, che assicurano una maggiore elasticità del tessuto, o i trattamenti speciali antisporco, graditi alle famiglie con bambini piccoli.

Il micropile ha un supporto tessuto (misto cotone/poliestere) e un pelo superiore in poliestere. È resistente allo sporco e facile da pulire. Tuttavia, ha peli sottili che possono “sparire” nel tempo.

La ciniglia ha anche un supporto strettamente intrecciato (di nuovo una miscela di cotone/poliestere) e un vello di cotone intrecciato in esso. Non è molto resistente allo sporco ed è difficile da pulire. La ciniglia ha un motivo più grossolano.

La microfibra (sotto il nome di Alcantara) è un sostituto artificiale della pelle scamosciata fatto da fibre molto sottili di poliestere (fino a 200 volte più sottili della lana), poliuretano e cotone. È morbido e ha un aspetto vellutato. È anche forte e durevole. Con un valore di 150.000 cicli Martindale, è uno dei materiali di rivestimento più durevoli. È facile da pulire e non assorbe i liquidi grazie alla densità delle fibre. L’Alcantara è anche usata nell’industria automobilistica come rivestimento dei sedili di lusso.

Carabu è il nome commerciale di un tessuto con una finitura non macchiante. È fatto di fibre (acrilico, poliestere, poliammide, cotone) la cui densità e il trattamento superficiale impediscono ai liquidi e allo sporco di penetrare nel materiale. È molto forte e durevole, allo stesso tempo morbido e caldo al tatto. È anche resistente alla luce ed è disponibile in molte tonalità. Per pulirlo, tutto ciò di cui avete bisogno è acqua e un normale panno.

CONSIGLIO: Usare solo acqua o i prodotti raccomandati dal produttore sui rivestimenti speciali, altrimenti si rovina la finitura e si annulla la garanzia sul materiale e sulla funzionalità.

Tessuti speciali

Materiali non infiammabili come il kevlar, l’aramide o la lana minerale sono utilizzati per le esigenze delle aree pubbliche. D’altra parte, per giardini d’inverno o piscine umide, usiamo materiali resistenti all’acqua, cioè a base di poliestere. Anche se questi materiali non sono così comodi sulla pelle come il cotone, sono resistenti all’abrasione e allo sporco. Le coperture per l’esterno devono essere soprattutto resistenti alla luce.

Mobili e decorazioni per la casa in un unico sito? Favi è proprio questo e molto di più! FAVI, il motore di ricerca online internazionale per il tuo arredamento d’interni e da giardino. FAVI raccoglie più di 2.000 negozi non solo nella Repubblica Ceca, ma anche in Slovacchia, Ungheria, Croazia e Regno Unito. La sua missione è quella di farvi risparmiare tempo e lasciarvi ispirare per una casa dolce casa.

(Visited 75 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.