Triac: cosa sono e quali sono i loro campi di applicazione

I Triac (Triode for Alternating Current) sono dispositivi a semiconduttore, comunemente utilizzati nelle applicazioni di controllo nei circuiti a corrente alternata (CA). Il loro vantaggio è che possono invertire entrambe le metà del ciclo alternato.
Questi componenti elettrici possono gestire un’ampia gamma di correnti e tensioni in modo birazionale: quindi sono in grado di condurre in diversi modi.
Per questo motivo i Triac sono ideali per l’uso in molte applicazioni in cui è necessaria la commutazione dell’alimentazione. Come risultato delle loro prestazioni, questi tendono ad essere utilizzati per la messa in atto di commutazione elettronica di potenza da bassa a media, come spiegato successivamente.

Triak: cosa sono e come funzionano

Come funzionano i Triac

I Triac sono componenti elettrici molti versatili, grazie alla loro capacità di funzionare sia con tensioni positive sia negative ai loro terminali. Nello specifico, sono tre i terminali dei Triac:

  • Gate (G)
  • Anodo1 (A1 o MT1)
  • Anodo2 (A2 o MT2)

Per attivare il flusso di corrente elettrica, i Triac funzionano utilizzando il terminale Gate (G), attraverso gli altri due terminali, gli anodi. Come affermato precedentemente, a differenza dei SCR (Silicon Controlled Rectifiers) i Triac sono bidirezionali a tre elettrodi, permettendo agli elettroni di fluire in entrambe le direzioni.

Come altri componenti elettronici, il Triac ha il proprio simbolo di circuito da utilizzare negli schemi circuitali e questo indica le sue proprietà bidirezionali. Il simbolo del Triac quindi, può essere visto come una coppia di simboli di tiristori in sensi opposti uniti insieme.

Campi di applicazione dei D

Grazie alla loro versatilità e alla loro caratteristica di essere bidirezionali, i Triac trovano spesso applicazione come interruttori in un’ampia gamma di apparecchiature elettriche, come lampade, ventilatori e motori. Questi componenti elettronici sono spesso utilizzati in requisiti di commutazione CA di potenza medio-bassa.

In generale, i Triac sono classificati in due categorie in base al loro utilizzo:

  • per circuiti di commutazione
  • per circuiti di potenza variabile (dimmer)

Ecco i campi di applicazione dei Triac:

  • controllo dell’illuminazione, in particolare dimmer domestici
  • controllo di ventilatori e piccoli motori
  • interruttori elettronici per la commutazione ed il controllo generale della corrente alternata

Cerchi altri componenti elettrici di alta qualità? Visita tme.eu dove puoi scegliere tra oltre 500.000 prodotti disponibili.

(Visited 2 times, 2 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.