Arredare in stile contemporaneo

In questo articolo parleremo dello stile d’arredo contemporaneo: si tratta di cercare di raccogliere in un testo relativamente breve, tutti i dettami del gusto ispirato alla contemporaneità per quanto riguarda l’arredo di interni, per dare un’idea e uno spunto a tutti colore che vorrebbero capire come arredare la propria casa in stile contemporaneo.

arredamento stile contemporaneo

Arredare la casa con un determinato stile, significa imprimerla di un particolare carattere, che possa includere un pezzo della nostra intima personalità e possa rendere estremamente piacevole la permanenza negli ambienti a noi e ai nostri ospiti. Uno stile d’arredo è un insieme di caratteristiche fortemente riconoscibili che comprendono una serie di elementi riconducibili agli interni di una casa. Ogni stile può essere contaminato da un altro, e può anche non essere così rigido nelle sue regole: lo si può infatti anche modificare piegandolo alle proprie esigenze e ai propri gusti, lo si può utilizzare solo come spunto oppure lo si può imitare in tutto e per tutto.

Indice dei contenuti

Arredare in stile contemporaneo. 1

COS’È LO STILE D’ARREDO CONTEMPORANEO. 1

ELEMENTI PER ARREDARE IN STILE CONTEMPORANEO. 2

MATERIALI DEI RIVESTIMENTI NELLO CONTEMPORANEO.. 2

MATERIALI DEGLI ARREDI NELLO STILE CONTEMPORANEO.. 3

COLORI DELLO STILE CONTEMPORANEO.. 3

FORME NELLO STILE CONTEMPORANEO. 3

DECORI NELLO STILE CONTEMPORANEO. 4

POSIZIONE E FUNZIONALITÀ DEGLI ARREDI 4

LA CASA ADATTA ALLO STILE CONTEMPORANEO. 4

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: LA CUCINA. 5

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: IL SOGGIORNO. 5

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: IL BAGNO. 6

L’ARREDAMENTO CONTEMPORANEO MODERNO. 6

ARREDAMENTO CLASSICO CONTEMPORANEO. 6

COS’È LO STILE D’ARREDO CONTEMPORANEO

Lo stile d’arredo contemporaneo denota un insieme variopinto e generico di modi di intendere l’arredamento, ispirati al vivere di oggi, all’innovazione, al cambiamento dei tempi e dell’organizzazione delle famiglie e della giornata, alla tecnologia, al cambiamento delle abitudini, in una parola al gusto contemporaneo.

Gli obiettivi sono la semplicità d’uso, la comodità, la bellezza estetica.

Fanno parte dello stile d’arredo contemporaneo anche altre “sottocategorie” di stili, come lo stile minimal o lo stile hi-tech o lo stile “loft”. In particolare nello stile d’arredo contemporaneo si presta molta attenzione ai materiali e agli elettrodomestici, in linea con l’innovazione e il progresso tecnico e tecnologico. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche dello stile d’arredo contemporaneo.

ELEMENTI PER ARREDARE IN STILE CONTEMPORANEO

Un determinato stile d’arredo si riconosce guardando ad alcuni elementi, visibili solitamente a un unico colpo d’occhio, ma che possono riguardare anche particolari più nascosti. Gli elementi che determinano uno stile sono:

  • materiali dei rivestimenti
  • materiali degli arredi
  • colori di pareti e arredi
  • forme degli arredi
  • posizione degli arredi
  • presenza e la sistemazione degli accessori
  • presenza e la sistemazione dei decori
  • funzionalità di arredi e accessori
  • presenza o meno di elettrodomestici e dispositivi elettronici avanzati
  • impianti utilizzati in un’abitazione.

MATERIALI DEI RIVESTIMENTI NELLO CONTEMPORANEO

Per quanto riguarda i materiali dei rivestimenti che possono essere ritenuti tipici dello stile d’arredo contemporaneo, possiamo trovare:

  • cemento a pavimento
  • resina a pavimento
  • intonaco alle pareti interne
  • piastrelle in gres e in gres porcellanato in bagno
  • piastrelle in monocottura
  • materiali innovativi, realizzati per risultare pratici, facili da pulire resistenti a tutte le sollecitazioni.

MATERIALI DEGLI ARREDI NELLO STILE CONTEMPORANEO

Per quanto riguarda i materiali degli arredi, nello stile d’arredo contemporaneo troviamo:

  • superfici laccati lucidi e opachi
  • superfici serigrafate
  • superfici in acciaio, soprattutto in cucina
  • materiali innovativi, come il corian o il silestone soprattutto in cucina

COLORI DELLO STILE CONTEMPORANEO

Nello stile d’arredo contemporaneo, i colori possono ricoprire un ruolo fondamentale: accanto ai “classici” bianco e nero, che anche nella contemporaneità non perdono mai il loro fascino (e fanno soprattutto parte di quella branca dello stile contemporaneo che è lo stile minimal), possono esserci colori molto decisi, anche abbinati in contrasti netti e forti. Di sicuro non fanno parte di questo stile i colori pastello, appannaggio di altri stili come il rustico.

Spesso si cerca di seguire le regole delle sensazioni cromatiche: colori caldi ed energizzanti per la zona giorno, colori freddi e rilassanti nella zona notte. Ma le regole nello stile contemporaneo possono anche essere sovvertite, ed è proprio una delle caratteristiche che lo distingue da altri stili più “rigidi” come lo stile classico.

Così possiamo trovare contrasti oggettivamente piacevoli, come bianco e rosso, bianco e arancione, bianco e viola, oppure abbinamenti anche insoliti, come viola e verde acido, viola e rosso, e via discorrendo. In generale, comunque, nello stile contemporaneo con i colori si può osare, ma senza sfociare in un ventaglio cromatico troppo ampio in uno stesso ambiente, come invece potrebbe accadere con lo stile pop.

FORME NELLO STILE CONTEMPORANEO

Lo stile d’arredo contemporaneo è riconoscibile perché fa della geometria la sua elezione: linee pulite, dove le decorazioni (come intarsi, altorilievi, bassorilievi, etc, tipiche di uno stile invece classico) sono bandite, che si ispirano a tutte le forme della geometria, in tutte le loro declinazioni. Dalle forme squadrate, tipiche dello stile minimal, come rettangoli, cubi, quadrati e angoli retti, alle forme arrotondate, con curve, cerchi, linee semicircolari, ellittiche, ovali.

L’incrocio di tutte queste forme può dar vita a linee assolutamente insolite, in cui la decantata geometria a cui accennavo è veramente poco riconoscibile: forme che spesso si ispirano anche allo stile pop, ma che in generale sono innovative, propositive, spesso prepotenti e che insieme ai colori possono dar vita ad arredi assolutamente protagonisti di un ambiente.

DECORI NELLO STILE CONTEMPORANEO

Le decorazioni nello stile d’arredo contemporaneo si ispirano a un design semplice ma di grande effetto visivo: eleganza o allegria possono essere espresse dalle decorazioni contemporanee. Alle pareti wallpaper, colori forti e wall stiker sono le decorazioni più utilizzate. Anche gli arredi possono essere decorati con disegni aerografati o serigrafati, oppure con wall stiker.

Le piastrelle decorative per bagno e cucina possono raffigurare qualunque tipo di decoro. I soggetti vanno dall’astrattismo, alle figure stilizzate, ai disegni tribali, agli oggetti d’uso quotidiano. Poi, a farla da padrona, nello stile contemporaneo sono quadri e sculture d’autore: al posto di cornici antiche o di soprammobili e suppellettili, si utilizzano appunto quadri contemporanei, sculture che a volte possono anche essere dei veri e propri arredi, vasi di design. In generale comunque nello stile contemporaneo, le decorazioni sono solitamente poche, ma scelte accuratamente e intonate con colori e materiali scelti per l’arredo.

POSIZIONE E FUNZIONALITÀ DEGLI ARREDI

Lo stile contemporaneo tende a sfruttare lo spazio in due modi, fra loro completamente opposti: da una parte, predilige i grandi spazi aperti, dove gli ambienti si compenetrano in unicum diviso soltanto visivamente e non fisicamente (come negli open space o nei loft), quindi senza pareti. Dall’altra, riesce ad organizzare gli spazi piccoli con tutta una serie di arredi salvaspazio, multifunzione e trasformabili.

In generale comunque la sistemazione degli arredi tende a fare economia di spazio in entrambi i casi: nell’uno per lasciare libero lo sguardo di correre negli ambienti ampi, nel secondo per combinare tutti gli elementi utili al vivere quotidiano in pochi metri quadri.

Gli arredi sono quindi sempre funzionali e pratici e anche facili da pulire. I sistemi trasformabili sono sempre facili appunto da “trasformare”. Inoltre, arredi e impiantistica casalinga tendono sempre più nello stile contemporaneo a integrarsi con l’alta tecnologia e la domotica, con elettrodomestici e dispositivi all’avanguardia, che rendano la vita in casa sempre più facile e soprattutto comoda.

LA CASA ADATTA ALLO STILE CONTEMPORANEO

Lo stile contemporaneo si sposa bene con le tipologie d’abitazione tipiche del presente: appartamenti cittadini, che devono essere funzionali e pratici, loft, open space, con grandi spazi a disposizione. Lo stile contemporaneo può anche caratterizzare alcune zone delle case fuori città, ma non si adatta alle case di campagna o di montagna.

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: LA CUCINA

Arredare la cucina in stile contemporaneo risponde ad un’esigenza ben precisa: unire in chiave moderna stile e materiali. In alternativa, è possibile anche dare un tocco classico-contemporaneo alla propria cucina, unendo alcuni decori e forme che richiamano alle forme classiche, senza tralasciare l’utilizzo di materiali come il marmo o il legno.

L’arredamento della cucina in stile contemporaneo, ad ogni modo, lascia molto spazio alla vostra fantasia. Gli interior designer possono proporre diverse soluzioni, da uno stile minimalista volto a dare un’idea di ordine e pulizia fino a un fornire soluzioni che prevedono alcuni decori presi a prestito dall’arredamento classico.

L’arredamento della cucina in stile contemporaneo è una scelta per lo più compiuta da coloro che hanno optato per un open space, in questo modo, dati gli spazi ridotti, l’arredamento minimal ottimizza al meglio gli spazi.

Per quanto riguardi i colori, tonalità chiare dal total white, al grigio ben si sposano con lo stile. Inoltre, materiali quali l’acciaio, il Corian (https://www.guidaconsumatore.com/arredamento/corian.html) e i metalli in genere proprio non possono mancare. Anche per quanto riguarda i materiali, non è raro trovare cucine arredate inserendo alcuni elementi classici, in particolare, questi vengono esaltati mediante l’uso del legno: ciliegio o faggio.

E infine, un aspetto rilevante delle cucine in stile contemporaneo è dato dalla scelta dell’illuminazione, questa dev’essere posta in maniera tale da esaltare gli spazi, illuminando propriamente le zone più utilizzate della cucina.

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: IL SOGGIORNO

Arredare il soggiorno in stile contemporaneo permette di ottenere una zona della casa confortevole per adulti e bambini. Lo stile contemporaneo in soggiorno si concretizza quando tutti gli arredi, il design e i colori si uniscono creando un’atmosfera accogliente e curata in ogni dettaglio.

Potete scegliere tra diverse soluzioni a partire dalla scelta del tavolo e delle sedie. In pieno stile contemporaneo potreste optare per materiali naturali uniti ad elementi in metallo e vetro. Libera fantasia anche per le sedie, le quali, secondo lo stile, ben si prestano a forme meno convenzionali. L’importante è che le sedie siano comode, dato che in soggiorno si è soliti trascorrere molte ore.

L’illuminazione è un altro aspetto da non trascurare. I lampadari contemporanei oggi sono disponibili in varie cromature e dalle forme più diverse. Un interior designer può essere la figura ideale da contattare che vi permetterà di creare giochi di luci e punti luce fondamentali per esaltare le zone più caratteristiche del soggiorno.

Talvolta può essere una buona idea anche completare l’arredamento con alcuni tappeti, l’importante è che siano coerenti con lo stile scelto.

Per quanto riguarda i mobili del soggiorno lo stile contemporaneo richiede forme lineari, esaltazione degli spazi e ovviamente la presenza di elementi che ben si sposano con la tecnologia. Pertanto, è bene pensare a tavoli e mensole adatte per accogliere TV di ultima generazione e impianto audio. Da non sottovalutare la scelta dei colori che dovrebbero mantenersi sempre sulle tonalità fredde.

In generale, infatti, in cucina come in soggiorno lo stile contemporaneo ben si presta alle tonalità fredde che possano allo stesso tempo creare un contrasto tra loro. Ancora una volta il consiglio di un interior designer può essere estremamente utile nella scelta dei migliori accostamenti cromatici.

ARREDAMENTO CONTEMPORANEO: IL BAGNO

Lo stile contemporaneo, ovviamente, è bene sia applicato in ogni zona della casa, tra cui il bagno. Anche in questo caso sono le linee essenziali e gli arredamenti ricercati ma funzionali.

Per quanto riguarda i sanitari è la ceramica (https://www.guidaconsumatore.com/arredamento/ceramica.html) il materiale più utilizzato, tuttavia si tende a cercare soluzioni innovative quali ad esempio: i sanitari sospesi.

Passando ai mobili, è ben accetto il legno, senza cadere in uno stile rustico, è importante quindi scegliere un mobilio laccato e dalle tonalità pastello.

Mentre i pavimenti è bene richiamino nei colori e nello stile le pareti. In linea generale l’arredamento contemporaneo per il bagno è bene venga realizzato con dei rivestimenti applicati alle pareti di tonalità più chiare rispetto al pavimento. Si può pensare di giocare con materiali quali: il grès porcellanato che darà un piacevole effetto pietra, ma è ben accetto anche proseguire con lo stesso pavimento scelto per le altre zone della casa.

L’ARREDAMENTO CONTEMPORANEO MODERNO

Gli amanti dello stile contemporaneo hanno diverse soluzioni tra le quali scegliere. Le ultime tendenze in termini di arredamento spesso fondono stili creandone di nuovi. Ad esempio, l’arredamento in stile contemporaneo moderno, una tipologia di arredo che unisce due tratti distintivi dei due stili: l’esaltazione della semplicità.

L’arredamento contemporaneo moderno rinuncia a tutti gli effetti ad ogni richiamo alla classicità, le forme minimal esaltano gli ambienti e spazi.

Abbinare i due stili, vuol dire unire alla perfezione i progressi fatti in termini di modernità, scegliendo arredamenti moderni appunto, caratterizzati da nuove forme ma sempre in un’ottica di sobrietà e semplicità. Questi arredi moderni uniti alla tecnologia, l’innovazione e la sostenibilità, creano un mix perfetto definito come contemporaneo moderno.

La semplicità, ma anche l’impatto visivo, si uniscono a soluzione d’arredo funzionali, pratici, che esaltano gli spazi.

L’arredamento contemporaneo moderno è tutto ciò, oggetti di design, lavorati con tecniche moderne, ispirati ad opere di affermati designer e architetti. Ad esempio, i pavimenti in resina, il Corian, o il laminam sono la base perfetta dalla quale partire.

Determinante è la tecnologia, un’illuminazione intelligente, elettrodomestici e impianti video all’avanguardia, completano la definizione di arredamento contemporaneo moderno.

ARREDAMENTO CLASSICO CONTEMPORANEO

Infine, un’ulteriore variante dall’arredamento in stile contemporaneo consiste nell’abbinare elementi di stile classico.

Si tratta di una scelta per chi non vuole rinunciare all’eleganza e alle tipiche forme dello stile classico.

Sebbene possano sembrare due stili molto distanti tra loro, ultimamente vi sono numerose proposte classico-contemporaneo.

L’obiettivo è unire l’essenzialità e la semplicità delle forme odierne con l’eleganza presente delle abitazioni in stile classico. Chiaramente il mix è da affidare ad una figura esperta che sappia unire con sapienza i due stili.

Le forme classiche unite ad arredamenti senza tempo si uniscono quindi agli arredi pratici e funzionali. Lo stile classico contemporaneo è l’ideale per chi ha vecchi mobili da restaurare così da inserire in contesti attuali.

Bilanciare con attenzione i due stili non è semplice, in particolare, se piccoli elementi possono essere facilmente collocati, quando gli arredi sono grandi allora può diventare difficile non farli stonare con il contesto.

Ad ogni modo, considerato il crescente interesse per questo stile, probabilmente portato dalla nuova tendenza di valorizzare vecchi mobili è bene tener presente i seguenti aspetti:

  • il pavimento in genere è bene sia in marmo o in legno;
  • sono accette tonalità calde ma non troppo ad esempio: il beige o i colori pastelli;
  • lo stile ben si sposa in presenza di camini, archi o muri in pietra o quadri importanti.

Qualora vi siano uno o più dei suddetti elementi, allora si può optare per lo stile classico contemporaneo.

Tra gli aspetti più particolare dello stile classico contemporaneo vi sono i giochi di luce e di prospettiva che si possono creare. L’obiettivo, può considerarsi raggiunto quando entrando in una stanza si avverte un senso di profondità, quando tutti gli arredi sono propriamente illuminatati.

In conclusione, lo stile classico contemporaneo, iniziato a diffondersi dapprima in Francia e in Russia, oggi sta pian piano diffondendosi anche in Italia. è uno stile dove l’architettura viene esaltata al meglio, le grandi finestre restaurate assumono un ruolo centrale così come gli antichi camini e le boiserie.

Sicuramente non è uno stile per tutti e l’immobile deve prestarsi a tale tipologia.

(Visited 3.091 times, 2 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.