Hotel: quali sono gli accessori gratuiti per i clienti

In inglese si chiamano “amenities”, un termine che può significare sia “servizio” che “piacevolezze” e che racchiude alla perfezione il senso di questo prodotti.

accessori di cortesia per hotel

Parliamo delle linee di cortesia degli alberghi oggi distribuite anche negli eCommerce come linea-cortesia.it, ovvero di quella serie di prodotti, oggetti e accessori pensati per semplificare e migliorare la permanenza degli ospiti, come bagno schiuma, cremine, ma anche salviettine lucidascarpe, accappatoi e ciabatte per la stanza.

I servizi gratuiti negli hotel

Come dicevamo, questi prodotti offrono allo stesso tempo un servizio e un “piacere” all’ospite, che può usufruire di piccole attenzioni che spesso si rivelano quasi “salvavita”: eppure, a chi non è capitato di non sapere bene cosa poter prendere gratuitamente e cosa invece fa parte degli optional a pagamento? Quell’accessorio è un omaggio (gradito) o merce che, una volta consumata, sarà inserita nel conto finale della camera? Insomma, ecco un elenco rapido di alcuni dei principali servizi gratuiti che si trovano negli hotel di tutto il mondo, con qualche “chicca” proveniente dal Giappone.

Cosa poter utilizzare gratis

In linea di massima, tutto quello che viene proposto “apertamente” nella stanza dovrebbe rientrare in questa linea di amenities gratuite, compresa quindi la bottiglia d’acqua che si può trovare all’arrivo negli hotel di categoria superiore; di sicuro sono esclusi, invece, i prodotti del frigobar, che saranno appunto da pagare al momento del saldo del conto. La diffusione degli accessori gratuiti deriva anche da un nuovo modo di intendere gli omaggi, ritenuti oggi un vero e proprio biglietto da visita della propria struttura, utili anche a “guadagnare” consensi e punti nella valutazione da parte del cliente.

Le amenities in sala da bagno

Una delle aree in cui si concentra la maggior attenzione in questo ambito è certamente la sala da bagno: in gran parte delle principali catene alberghiere, ad esempio, gli asciugacapelli sono un accessorio gratuito standard a disposizione dei clienti, che possono anche evitare il pensiero di dover portare con sé tale dispositivo, evitando anche un ingombro ulteriore in valigia. Similarmente, avere una dotazione di saponi, creme e dentifrici formato pocket per i viaggiatori è un fatto assodato, che fa parte dell’accoglienza di base.

Strumenti per la cura dei capelli

Negli hotel di livello superiore ci sono amenities di elevata qualità: sul fronte capelli, ad esempio, ci sono strutture che offrono altri strumenti per l’hair styling, come arricciacapelli o piastre, per consentire ai “maniaci” di avere sempre un look ordinato e a puntino senza problemi. Negli alberghi di lusso, poi, non è raro trovare un cestino di prodotti per il bagno molto più fornito, contenente anche creme per il corpo, schiuma da barba, sali per il bagno, mini deodoranti, burro di cacao per le labbra e gel per capelli.

La linea di cortesia per gli abiti

Molto apprezzati sono anche altri tipi di facilities messi a disposizione gratis negli alberghi, specialmente per la cura dei vestiti: non parliamo semplicemente di armadi e grucce per disporre in maniera ottimale i capi che abbiamo stimato nei bagagli, ma anche di piccoli ferri da stiro da camera e asse estraibile per poter dare una ripassata agli abiti più malridotti e non uscire in condizioni di evidente “stropicciamento“. Un altro classico è la spazzola che serve a eliminare pelucchi o polvere dalla giacca e dai pantaloni, mentre più raro (ma ben gradito) è l’inserimento di un kit di “pronto soccorso”, con il set da cucito per rimediare a eventuali buchi o strappi e le salviette antimacchia che possono salvare una serata.

Soluzioni per smartphone e tablet

Anche la tecnologia non è esclusa da questa lista di accessori gratuiti: al giorno d’oggi può capitare di dimenticare a casa il carica batterie e di essere quindi esposti a un “grave pericolo”, ovvero restare senza carica allo smartphone o al tablet, oppure ci si può imbattere in prese elettriche diverse da quelle utilizzate nel proprio Paese. Per fortuna, non c’è bisogno di allarmarsi: in sempre più strutture è possibile utilizzare gratis i cavi di alimentazione per i vari device che sono direttamente collegati alla linea elettrica (in genere si trovano gli attacchi mini usb), mentre altri hotel offrono adattatori da corrente elettrica per la commutazione.

L’invenzione giapponese

A proposito di tecnologia e amenities, poi, c’è una notizia curiosa che arriva dal Giappone che merita di essere raccontata: l’hotel ProPILOT Park Ryokan di Hakone, una cittadina di montagna (a una novantina chilometri da Tokyo) situata nel Parco Nazionale di Fuji-Hakone-Izu, ha infatti sviluppato e messo in funzione un nuovo tipo di “linea cortesia” caratterizzato proprio dai tratti high-tech. Per la precisione, le pantofole, i tavolini e i cuscini da pavimento che sono presenti nelle stanze degli ospiti si muovono e riordinano in maniera autonoma, grazie a un sistema di guida autonoma inventato dalla Nissan che consente ai vari oggetti di tornano automaticamente nelle rispettive posizioni dopo l’utilizzo, rispettando il tradizionale ordine e rigore nipponico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.