Gonfiaggio pneumatici con azoto

Il gonfiaggio degli pneumatici con miscele di gas inerti, come l’azoto è una prestazione che viene fornita dal gommista da una decina di anni a questa parte, in quanto prima l’azoto (simbolo chimico N) era piuttosto segreto per la normale commercializzazione perché era adottato soltanto in gare di formula uno e per le ruote di aerei. È stato introdotto nelle officine comuni più o meno intorno al 2001.

L’azoto per gonfiare i pneumatici

Il gonfiaggio pneumatici con azoto sulle comuni vetture non è difficile, basta seguire alcuni piccoli accorgimenti che sono ovviamente perfettamente noti ai gommisti.

Per il gonfiaggio pneumatici con azoto bisogna sollevare l’auto da terra, utilizzando un sollevatore meccanico, sgonfiare i 4 pneumatici completamente, rimettere il meccanismo interno della valvola e procedere con il gonfiaggio fino a raggiungere la pressione raccomandata dal costruttore del veicolo (identificabile sul libretto di uso e manutenzione).

Cos’è l’azoto

L’azoto è un gas inerte, più leggero dell’aria, privo di ossigeno, impurità ed umidità, ecco il motivo per cui viene consigliato per gli pneumatici da strada, ma non per tutti e dopo spiegheremo il perché. Nei periodi estivi molto caldi, quando la temperatura dell’asfalto è di parecchi gradi centigradi, gli pneumatici subiscono uno stress termico enorme, dovuto allo sforzo meccanico di attrito sulla superficie stradale e quindi avrebbero bisogno di un minimo di raffreddamento.

L’azoto serve proprio a questo, a raffreddare la gomma internamente, in maniera tale che non raggiunga una temperatura assai elevata da comportare rotture o scoppi in utilizzazione.

Perchè è utile il gonfiaggio pneumatici con azoto

Il gonfiaggio pneumatici con azoto non è raccomandabile per tutti gli pneumatici e per tutti i veicoli. Ad esempio piccole auto utilitarie di piccola e media cilindrata, viaggianti spesso solo in città, ma soprattutto molto leggere di peso, non hanno bisogno di questo gas.

Il motivo è che già sono molto leggere, un ulteriore alleggerimento con l’azoto, andrebbe ad agire sulle manovre di sterzo, che risulterebbero così molto sensibili, tanto da rendere instabile l’auto. Per quanto detto, quindi l’azoto è raccomandabile su vettura di grande peso, grande cilindrata, ma soprattutto molto veloci su strada.

Può essere il caso di ricorrerer al gonfiaggio pneumatici con azoto di quei mezzi pesanti che lavorano in cave di pietra e cantieri edilizi e che evidentemente subiscono un notevole stress meccanico da fatica.


Generatore di azoto (Mondolfo Ferro spa)

Gonfiaggio pneumatici con azoto anche in inverno ?

Purtroppo l’azoto è raccomandabile soltanto nei caldi periodi estivi e non certamente in inverno.

Durante tale stagione le strade sono già di per sé fredde, spesso bagnate da acqua piovana e ghiacciate dalla neve, per cui l’azoto nelle gomme andrebbe a diminuire ulteriormente la temperatura interna degli pneumatici, causando non pochi problemi tecnici, tra cui scarsa tenuta di strada, per insufficiente riscaldamento della mescola del battistrada (scarso grip) e sbandamenti, soprattutto ad elevate velocità.

Cappucci colorati per l’azoto

Il gonfiaggio pneumatici con azoto viene identificato dal gommista avvitando sulle valvole dei cappuccetti colorati (verdi, rossi, gialli oppure blu) e installando un piccolo adesivo all’interno della portiera dell’auto, recante i seguenti dati: la data di gonfiaggio, la temperatura esterna.

Per piccoli rabocchi di azoto, si può utilizzare anche la normale aria compressa.

Quando è da evitare l’azoto

L’azoto è controproducente certamente in pneumatici con eccessiva vecchiaia e porosità della carcassa, battistrada con grosse lesioni, tagli profondi, su cerchi molto arrugginiti aventi valvole deteriorate e screpolate.

Come già detto in precedenza, essendo un gas più leggero dell’aria, con tali inconvenienti farebbe sgonfiare le gomme ancora più in fretta.

Come regola generale comunque è sempre opportuno controllare la pressione degli pneumatici almeno 1 volta al mese, a prescindere se effettuata con azoto o con aria normale.

Quanto costa il gonfiaggio pneumatici con azoto

Generalmente il gonfiaggio con l’azoto per 4 pneumatici di media grandezza per autovetture (con cerchio 15-16 pollici) viene a costare 5 euro a gomma, quindi con un totale di 20 euro. Se le gomme sono molto più grandi, con diametro di calettamento del cerchio di 20-21 pollici si potrà arrivare ad un massimo di 30 euro.

Per le ruote di veicoli pesanti l’azoto costa 10 euro a gomma. Per le motociclette, aventi solo 2 ruote, si verrà a spendere intorno ai 15 euro.

(Visited 335 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

5 Commenti

  1. PierAngelo Paroni
  2. Ruggero
  3. Juan Carlos
  4. dam2k
  5. Michele Nistrio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.