Bornite

La bornite è un minerale che viene utilizzato soprattutto per l’estrazione del rame. Spesso, viene associata all’argento insieme al quale può essere in grado di creare soluzioni solide. L’origine del termine non è da ricercare in alcuna parola di provenienza araba o greca. Questo minerale è stato chiamato bornite per via del mineralogista austriaco Von Born. Fu riconosciuto come minerale per la prima volta nel 1845, grazie ad Heidinger.

Caratteristiche fisiche della bornite

La bornite appartiene alla classe mineralogica dei solfuri e cristallizza nel gruppo trimetrico. Il sistema è quello rombico, con gruppo spaziale Pbca. L’abito cristallino della bornite può essere cubico, ottaedrico o dodecaedrico e mostrare facce curve.
In natura la bornite viene trovata nella maggior parte dei casi in forma massiva oppure in quella reniforme o, infine, in granuli che si dispargono in matrice. Sotto il profilo cromatico la bornite mostra un colorito nero. Se guardiamo alla sua superficie possiamo notare che essa può toccare diversi colori, in particolare blu, viola e rosso in quanto è soggetta ad un fenomeno conosciuto come iridescenza che prevede la formazione di ossidi ed idrossidi di rame i quali si originano a causa del contatto con l’aria.
La lucentezza della bornite è metallica mentre la trasparenza è opaca. E’ difficile che avvenga la sfaldatura. Sotto il profilo della trasparenza, la bornite è opaca mentre lo striscio mostra una polvere nero-grigiastra. La frattura è concoide, la durezza è situata tra valori 3 e 3,3 sulla scala Mohs mentre il peso specifico è compreso tra i 4,9 ed i 5,3 g/cm3. Non sono presenti fenomeni di pleocroismo.

Genesi e giacimenti di bornite

Per quanto concerne l’origine della bornite essa si forma in rocce ignee intrusive nonché come minerale primario e secondario nelle rocce eruttive e nei filoni pegmatitici. Anche per questo motivo i principali giacimenti di bornite si trovano più o meno in corrispondenza delle località che ospitano il rame, ovvero negli Stati Uniti, in particolare in Montana, Colorado ed Arizona, ma anche in Perù, in Messico, in Cile, in Bolivia, in Namibia, in Germania, in Inghilterra, nel Congo ed in Marocco.
Giacimenti di bornite sono presenti anche in Italia, in particolare presso la Val di Cecina e a Montecatini, in Toscana, a Libiola e a Chiavari in Liguria, in Valle d’Aosta ed in Sardegna, presso Funtana Raminosa, in provincia di Roma.

Uso della bornite

Come anticipato anche in precedenza, la bornite viene impiegata soprattutto nell’ambito dell’estrazione del rame. E’, però, importante sottolineare il fatto che la bornite sia ampiamente utilizzata anche nella cristalloterapia. Sotto questo punto di vista, infatti, è opinione abbastanza diffusa quella che assegna a questo minerale proprietà importanti sia sotto il profilo terapeutico che fisico.

Curiosità sulla bornite

La bornite in passato veniva soprannominata la pietra del pavone, per via del fatto che era in grado di mostrare diverse colorazioni. C’è anche chi la definisce pietra del dolore. In tal senso, sembra che la bornite possa aiutare ad essere maggiormente innovativi in merito alla giustizia e ai problemi che affliggono la società. Si dice sia capace di fornire un supporto a chi ha il morale a pezzi, aiutando queste persone a trovare la forza per controllare e prendere possesso della propria vita, mettendo da parte tutto quello che rende infelici. Se si parla di pietra del dolore, in definitiva, è perché la bornite aiuterebbe a sopportare con maggiore animo le sofferenze della vita, sia le proprie che quelle degli altri.
Viene considerata una pietra con un alto potere di guarigione. La bornite, infatti, eliminerebbe le forze distruttive che influenzano in maniera negativa il nostro corpo. Se, invece, vogliamo guardare a ciò che di concreto può fare la bornite sul nostro corpo allora dobbiamo dire che essa mostra un’attività antisettica nonché antiparetica. Se ci sono da combattere problemi fisici come la cistite acuta o la cistite recidivante allora è consigliato l’utilizzo di questo minerale.
Tornando al discorso legato ai poteri spirituali della bornite essa aiuterebbe a vivere in maniera gioiosa e propositiva. E’ l’ideale per trovare la giusta differenza tra le cose negative e quelle positive. Consente di comprendere a pieno il miracolo della creazione. Può servire a raggiungere la giusta unità tra due sfere da sempre ritenute difficilmente conciliabili, ovvero la razionalità e l’emotività.

(Visited 237 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento

Una risposta

  1. maria angela perelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.