Google Immagini: guida completa

Google è molto più che un semplice motore di ricerca per siti web. Dispone di numerosi strumenti, applicazioni e funzionalità, molte delle quali sconosciute anche agli utenti medio esperti.

Oggi approfondiamo il servizio: Google Immagini, vedremo cos’è come fare una ricerca avanzata e come poter utilizzare le immagini scaricate.

Google immagini: guida completa

Inoltre, approfondiremo come ottenere migliori risultati nella ricerca e la funzione: ricerca inversa tramite immagini.

Indice dei contenuti

GOOGLE IMMAGINI: GUIDA COMPLETA. 1

COS’È GOOGLE IMMAGINI?. 1

RICERCA DELLE IMMAGINI TRAMITE GOOGLE. 1

GOOGLE IMMAGINI: RICERCA AVANZATA. 2

DIMENSIONE. 2

COLORE. 2

TIPO. 2

DIRITTI DI UTILIZZO. 2

TEMPO. 2

LA RICERCA INVERSA DI IMMAGINI CON GOOGLE IMMAGINI 2

COME ESEGUIRE LA RICERCA INVERSA. 3

COME AGGIUNGERE UN IMMAGINE SU GOOGLE. 3

GOOGLE IMMAGINI: CONTENUTI INAPPROPRIATI 3

COS’È GOOGLE IMMAGINI?

Google Immagini lo trovate direttamente collegandovi al motore di ricerca Google.

Basta cliccare su: Immagini, in genere in alto a destra, in automatico si viene reindirizzati su un’altra pagina, grazie alle quale è possibile cercare qualsiasi tipo di immagine semplicemente inserendo le parole chiave o una frase.

In alternativa, Google Immagini è raggiungibile alla pagina Images Google images.google.com

Pertanto, mentre la classica ricerca Google permette di trovare siti web, Google immagini, come risultato della ricerca mostra delle immagini in base alle parole inserite.

Gli strumenti di ricerca avanzata presenti su Google Immagini permettono di trovare immagini quanto più vicine a quelle desiderate.

Per una ricerca avanzata e veloce è sufficiente cliccare su “strumenti” e scremare la ricerca sulla base di:

  • grandezza dell’immagine;
  • predominanza di colori;
  • formato della foto;
  • data di caricamento;
  • licenza d’utilizzo.

RICERCA DELLE IMMAGINI TRAMITE GOOGLE

Così come per la ricerca di siti web, Google Immagini funziona allo stesso modo. Inserendo alcune parole chiave, il motore di ricerca riporterà le immagini a queste collegate. A tutti gli effetti si tratta del modo più semplice per cercare le immagini sul web (https://www.guidaconsumatore.com/internet/come-cercare-per-immagini-sul-web.html)

I risultati ottenuti sono sottoforma di immagini in miniatura disposte secondo l’attinenza con la parola o frase inserita.

Una volta ottenute le immagini è possibile:

  • cliccare sull’immagine per vederla in grande, condividerla, salvarla o collegarsi al sito web corrispondente;
  • dalla schermata in grande ottenuta, scorrendo in basso vengono proposte ulteriori immagini più affini alla selezionata;
  • salvare l’immagine con nome, semplicemente cliccando con il tasto destro “salva con nome”;
  • copiare l’immagine e incollarla su un documento o negli appunti.

GOOGLE IMMAGINI: RICERCA AVANZATA

Vediamo ora come la funzione: Google ricerca immagini avanzata la quale permette di trovare l’immagine desiderata tra le oltre 10 miliardi di immagini indicizzate su Google.

Cliccando su “strumenti” si hanno una serie di filtri aggiuntivi:

DIMENSIONE

Permette di selezionare l’immagine sulla base del numero di pixel, scegliendo tra immagini a icona, medie o grandi.

COLORE

L’opzione è molto utile perché permette di decidere la tonalità principale dell’immagine. L’opzione posta di fianco alle dimensioni consente di filtrare le immagini. Queste possono essere visualizzate sono in bianco e nero, oppure è possibile scegliere uno tra i colori proposti o trasparenti.

TIPO

La terza funzione permette di cercare immagini Google per tipologia. È possibile selezionare: ogni tipologia, Clip Art, immagini disegnate o in formato GIF.

DIRITTI DI UTILIZZO

L’opzione è molto utile in quanto mostra quali diritti di utilizzo vi sono su un’immagine. Google divide i contenuti in due tipologie. Le prime: Licenze Creative Commons sono in genere immagini da poter utilizzare gratuitamente ma richiedono che l’autore sia menzionato. Inoltre, è bene leggere le condizioni poiché in alcune immagini potrebbe essere vietata la modifica o l’utilizzo per scopi commerciali.

La seconda: Licenze commerciali e altre licenze riguarda tutte le immagini che hanno licenze dette “Non creative Commons”.

Possono essere presenti sia in siti web che permettono di utilizzarle gratuitamente sia in siti web (https://www.guidaconsumatore.com/internet/quali-sono-i-migliori-siti-per-scaricare-immagini.html) che invece richiedono un pagamento per l’utilizzo.

TEMPO

È possibile anche trovare immagini pubblicate in un dato periodo di tempo. Ciò permette di visualizzare delle immagini messe online nelle ultime 24 ore, nell’ultima settimana, mese o anno.

LA RICERCA INVERSA DI IMMAGINI CON GOOGLE IMMAGINI

Tra le funzionalità più interessanti di Google immagini vi è la possibilità di trovare un’immagine, utilizzando un’altra immagine come parametro di riferimento.

In altre parole, invece di inserire una parola chiave o una frase, l’algoritmo di Google consente di fare una ricerca immagini partendo da un’altra immagine e fornendo risultati di ricerca simili.

La funzione si chiama ricerca inversa delle immagini. Può essere utile, ad esempio, se dopo aver scattato una foto si volesse trovare sul web immagini simili.

La funzione può essere altresì utile per trovare siti web che utilizzano una determinata immagine come anche trovare immagini molto simili.

COME ESEGUIRE LA RICERCA INVERSA

La ricerca inversa su Google è molto semplice. È sufficiente collegarsi su Google Immagini, dopo di che cliccare sull’icona della fotocamera.

A questo punto si aprono due strade. Si può incollare l’URL dell’immagine (nel caso questa fosse online) oppure caricare l’immagine.

È sufficiente cliccare su “scegli file” e selezionare l’immagine o la foto desiderata tra la propria galleria dello smartphone o del PC.

Anche in questo caso puoi utilizzare tutti i filtri e tutte le funzionalità finora elencate per filtrare i risultati ottenuti. Potrai quindi selezionare i colori predominanti, verificare in quale sito web sono presenti, filtrare le immagini per data di caricamento e per dimensione.

COME AGGIUNGERE UN’IMMAGINE SU GOOGLE

I proprietari di siti web, blog, eCommerce potrebbero avere l’esigenza di far visualizzare le proprie immagini tra i risultati di ricerca di Google Immagini.

In generale, i creatori di contenuti e proprietari di siti web non devono far altro che pubblicare l’immagine sul proprio sito web e Google in automatico indicizzerà l’immagine rendendola disponibile sul motore di ricerca. L’importante è dunque che l’immagine sia presente su un indirizzo web pubblico e raggiungibile.

Se l’immagine non si indicizza allora si può agevolare l’indicizzazione inserendo un testo descrittivo o una didascalia che aiuta il motore di ricerca a comprendere cos’è raffigurato. Inoltre, caricare foto originali e di qualità attira nuovi visitatori e di conseguenza anche le immagini compariranno più rapidamente tra i risultati di ricerca.

 

GOOGLE IMMAGINI: CONTENUTI INAPPROPRIATI

Qualora in casa ci fossero dei bambini abbastanza grandi da navigare su Google, potrebbe essere una buona idea attivare Google SafeSearch, una funzionalità che permette di eliminare la possibilità che i minori possano trovare, via Google immagini, contenuti sessualmente espliciti.

La funzione Safety attivabile all’indirizzo https://safety.google/ blocca tutti i risultati di ricerca indesiderati sui motori di ricerca Google, ma non blocca i contenuti provenienti da altri motori di ricerca o se si inserisce direttamente l’indirizzo del sito web.

 

(Visited 7 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.