Skip to main content

arredare il bagno in stile giapponese

Siete appena rientrati da un meraviglioso viaggio in Giappone e vi siete innamorati del loro stile di vita e della loro cultura tanto da desiderare, anche nella vostra abitazione, un rifugio rigenerante e rilassante dove trascorrere dei momenti magici. Ma, purtroppo, vi siete resi conto che creare un vero e proprio bagno giapponese non è molto facile. La cultura giapponese concepisce la stanza da bagno in modo completamente differente rispetto a quella occidentale quindi, al momento della progettazione, dovete riconsiderare gli spazi e lo stile di tutta la casa.

bagno giappo

Ma non demoralizzatevi! Leggendo l’articolo potete scoprire che, con semplici e facili accorgimenti, è possibile arredare il vostro bagno in stile giapponese.

La storia del rito del bagno

bagno giapponese antico

In Giappone il bagno termale è uno dei momenti migliori e attesi di tutta la giornata. Si fonda su antichi rituali che ne fanno una pratica sacra di purificazione sia del corpo che dell’anima. Un rito per scacciare tutto lo stress quotidiano accumulato durante una lunga giornata di lavoro..

Conosciuto come ofuro, l’antico rituale del bagno giapponese, svolto in antichità in vasche di legno honoki ( tipico cipresso giapponese), è un rito che permettere la purificazione ed è praticato dalla maggior parte dei giapponesi. Viene svolta sia nei bagni di case private sia in stabilimenti termali ed hotel.

Il rituale non è un semplice bagno di pulizia ma ha qualcosa di più intimo e profondo, strettamente legato alla radici e alla cultura nipponica. E’ un modo per purificare, ringiovanire e guarire la mente, il corpo e lo spirito. Scopo cardine di questo rito, infatti, è la purificazione dell’anima e il rilassamento attraverso la liberazione dallo stress quotidiano.

L’ofuro, principalmente eseguito a fine giornata, si compone di 2 fasi:

  • purificazione del corpo attraverso una doccia iniziale;
  • purificazione dell’anima con il rilassamento in acqua bollente.

Quest’ultima fase ha influenze cinesi in quanto, originalmente, gli antichi giapponesi erano solito lavarsi versando semplicemente l’acqua direttamente sul corpo con una ciotola. Solo dopo alcuni secoli è stata introdotta la pratica del bagno ad immersione. Questo, infatti, avviene all’interno di grandi vasche di legno di cipresso colme d’acqua rigorosamente calda fino a 42°.

I benefici per la salute, insieme alla capacità di aumentare la qualità della vita e del benessere, hanno portato, negli ultimi vent’anni, all’aumento di questa pratica anche nelle culture occidentali.

Oggi, infatti, l’ofuro è proposto in molte spa come metodo di rilassamento corporeo, di purificazione della mente e della pelle. Aiuta ad eliminare le tossine e a ritrovare l’energia.

Le caratteristiche di un bagno in stile giapponese

Lo stile delle case del Sol Levante ha una sua ben definita espressione che si caratterizza per le linee essenziali e semplici in combinazione con la massima funzionalità senza mai tralasciare il rispetto della natura. Linea pulite senza fronzoli rendono questo stile super ricercato e raffinato.

Per creare all’interno della propria casa un vero e proprio bagno giapponese occorre tenere a mente due aspetti fondamentali:

  • ampia metratura. In Giappone la stanza da bagno, infatti, ha una connotazione completamente diversa dalla nostra per ragioni culturali. Quindi non è solo una stanza di servizio ma è una delle protagoniste di tutta la casa. Ha bisogno di un grande spazio, ricco di luminosità e aperto verso la natura.
  • minimalismo e semplicità attraverso linee chiare, decorazioni essenziali, schemi di colore tenui ed elementi naturali come piante e pietre.

bagno giapponese minimal

Tenendo in considerazione questi due aspetti, è possibile creare un bagno dal tipico stile orientale all’interno delle vostre abitazioni e poter godere, così, di un sano e meritato relax come in una vera SPA e ritrovare la propria pace interiore dopo una giornata intensa di lavoro.

I materiali naturali non devono assolutamente mancare in un bagno in stile giapponese. Danno un senso di relax e conciliano la vita quotidiana con la pace della vita all’aperto.

Optate per:

  • il legno e la pietra, per i rivestimenti e per gli arredi;
  • le piante per l’arredamento, da scegliere in base alle dimensioni della stanza.

I 5 elementi essenziali

Per arredare un bagno in stile giapponese dobbiamo inserire alcuni oggetti essenziali che possano definire con precisione questo stile. Oggetti minimal dal design pulito e semplice ma di un’eleganza raffinata.

Scopriamo insieme quali sono gli elementi che non devono assolutamente mancare.

1 Disegni dal sapore orientale

Che siano immagini o preziosi mosaici, le pareti devono essere arricchite da illustrazioni che richiamano il tipico paesaggio del Giappone e le sue usanze.

Ideogrammi, boccioli di ciliegio, pesci, piante o semplicemente vecchie raffigurazioni di vita giornaliera non possono mancare;

Potete scegliere anche una carta da parati con il tipico ramo di ciliegio e come tipologia di pesci preferite le carpe. Sono considerate di buon auspicio e il loro tipico colore rosso da un tocco di colore alla stanza.

carta parati stile giapponese

disegni giapponesi

2 Colori rilassanti

Prediligete i colori chiari e neutri se volete richiamare la purezza della natura. Donano allo spazio quella sensazione di pace e tranquillità. Oltre che aumentare il campo visivo. Se non disponete di una grande finestra potete utilizzare un sistema di illuminazione capace di ricreare le tipiche atmosfere nipponiche.

Se, invece, amate le atmosfere caratterizzate dalle tonalità un po’ più scure, scegliete colori che virano sull’antracite e grigio, tipico colore delle pietre, in combinazione al legno.

Aspetto importante è seguire una linea comune con tutti gli accessori presenti all’interno del bagno per dare alla stanza uniformità e coerenza.

vasca bagno stile giapponese

3 La vasca

E’ sicuramente la protagonista indiscussa del bagno in stile giapponese. La regina della stanza dove avviene l’importante rituale del bagno. Grande e imponente sarà impossibile non notarla.

Essa può essere:

  • in ceramica, in pietra o in legno;
  • dalle forme essenziali e minimal;
  • incastonata nel muro o freestanding in base allo spazio che abbiamo a disposizione;
  • di colore scuro o chiara;
  • tonda o rettangolare.

4 La doccia

Se non amate la vasca, optate per una bellissima doccia aperta, delimitata da una grande vetrata trasparente.

Il piatto doccia deve essere incassato a filo nel pavimento e piastrellato, con canalina di scarico per lo scolo dell’acqua.

E’ talmente grande e imponente che occupa tutta la stanza, diventando parte integrante di tutti gli altri elementi. Scegliete un soffione a tutta altezza per avere un effetto a cascata.

doccia stile giapponese

5 Il legno

Il legno non deve assolutamente mancare all’interno di un bagno in stile nipponico. E’ uno degli elementi essenziali di questo stile. Nelle sue forme più curate e minimal.

Di solito è utilizzato negli arredi del lavabo, nel rivestimento della stanza. Ma anche per la vasca e come vasi per le piante.

arredo bagno in legno - stile giapponese

E il Feng Shui?

Se volete considerare anche questa disciplina taoista, che ha come principio cardine quello di una vita in armonia con gli ambienti che ci circondano, ecco cosa dovete fare:

  • tenere sempre chiusa la porta del bagno e il coperchio del water;
  • avere un bagno aperto, luminoso e arioso;
  • avere sempre nel bagno un buon profumo con candele, fiori e oli aromatici;
  • aggiungere delle piante alla stanza;
  • inserite elementi in legno per bilanciare l’acqua presente nella stanza.
Come dimagrire velocemente
Diete

Come dimagrire velocemente

Milena Talento14 Marzo 2016
open space moderno
Arredamento

Arredare casa in stile moderno

Milena Talento14 Ottobre 2019

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.