Come scegliere la taglia giusta dei vestiti

Scegliere la giusta taglia quando si compra un vestito è l’aspetto forse più complicato dello shopping. Pantaloni troppo aderenti e maglie troppo larghe, in effetti, possono compromettere di molto gli acquisti, soprattutto se si investe molto denaro e, aspetto non trascurabile, se si acquista on line. Ecco allora qualche linea guida, e qualche trucco, per scegliere la taglia giusta dei vestiti.

Come scegliere la taglia dei vestiti

Quando si va a fare shopping i vestiti bisogna provarli, anche se il camerino è sovraffollato e anche se le code per provare anche solo un capo sono chilometriche. Questo perché solo avendolo addosso riusciamo a capire se un vestito calza alla perfezione, se non fa difetto e se risponde alle aspettative che avevamo quando lo abbiamo notato in negozio o sul manichino.

L’affare, però, si complica quando, a volte, in preda alla fretta o in preda a una buona dose di ottimismo decidiamo di acquistare un capo senza provarlo. E allora come scegliere la taglia giusta? Oppure, se decidiamo di affidarci allo shopping on line, come capire se un vestito potrebbe andare bene oppure no? Per questo ci sono alcuni metodi che, anche se non infallibili come l’atto di provare un vestito in camerino, possono aiutare e di molto il nostro shopping. Vediamo come.

Guida alle taglie per lo shopping on line

È bene specificare subito che comprare on line è sempre un po’ rischioso. Vediamo un capo e decidiamo di comprarlo ma non saremo mai sicuri che una volta che l’avremo tra le mani ci piaccia così come l’abbiamo visto a video. Questo perché il tessuto può essere diverso, il colore potrebbe avere dal vivo una tonalità che, a guardare bene, non ci piace più un granché e così via.

La prima norma, quindi, è fare shopping su siti che permettano il reso gratuito e, eventualmente, offrano la possibilità si sostituire un capo laddove si voglia cambiarlo con qualcos’altro. Per il resto, tutto quello che possiamo fare per identificare la taglia giusta è quello di affidarsi alle tabelle che il sito mette a disposizione per scegliere la taglia giusta.

Le taglie non sempre corrispondono e, quindi, anche se siete convinti di portare sempre la stessa taglia per qualunque capo, sappiate che queste possono cambiare di molto, soprattutto se i sistemi di riferimenti sono anglosassoni. Prima di acquistare quindi, non dimenticate di prendere visione di quella particolare sezione del sito che in genere è denominata “guida alle taglie” e di identificare, nella tabella, quale potrebbe essere la taglia più giusta per voi.

Come capire se la taglia è giusta

La prima cosa da fare per capire se una taglia è più o meno adatta a voi è quella di prendere le misure, anche se tutti sanno, a grandi linee, a quale taglia corrispondono le misure e quali sono le dimensioni del proprio corpo. Con un metro bisogna misurare fianchi, vita e petto e misurare esattamente il punto dove queste misure risultano più larghe.

Prendere le misure è un’operazione delicata che va fatta con attenzione e in una posizione ben precisa. Mettetevi in piedi, allungate le braccia e iniziate a passare il metro in tutte le zone del corpo indicate. Le misure vanno sempre prese in centimetri perché in questo modo è più facile mettere in pratica la conversione delle taglie.

Una volta che avrete annotato le misure è necessario convertirle in taglia. Per farlo ci vuole una tabella, nella quale in genere sono indicate anche le taglie standard europee oltre alle misure in uso in Italia. Le tabelle sono sempre esposte all’interno dei negozi e anche on line, se optate per lo shopping virtuale.

Per non sbagliare, ecco qualche come prendere le misure in modo pratico.

Come prendere le misure per una donna

  • Vestiti, maglioni, camicie e giacche

Le misure si prendono sempre a partire dalla parte più larga del busto e indossando il reggiseno.

  • Gonne e pantaloncini corti

Bisogna misurare i fianchi partendo dal contorno nel punto più largo

  • Pantaloni

È necessario misurare la gamba partendo dall’inguine fino alla caviglia.

  • Biancheria intima

Le misure del reggiseno si prendono misurando la circonferenza sotto al seno, mentre le mutande seguono la taglia dei pantaloni. 

Come prendere le misure per un uomo

  • Giacche, maglioni, camicie e giubbotti

Si misura il collo e poi si prende la distanza dalla metà del bottone fino all’asola

  • Pantaloni e intimo

Per i pantaloni si misura la gamba partendo dall’inguine e arrivando fino a terra, mentre l’intimo segue la taglia dei pantaloni.

Come prendere le misure per un bambino

Anche i bambini hanno le loro taglie e, anche se è più difficile per loro dal momento che la crescita è veloce e spesso imprevedibile, ecco come prendere le misure per i vestiti dei più piccoli:

  • Pantaloni

Si misura la parte interna della gamba, quella che va dal collo del piede all’inguine.

  • Vestiti, giacche e giubbotti

La misura giusta si ottiene misurando direttamente l’altezza del bambino in centimetri, dalla testa al piede. 

Come scegliere i jeans senza provarli

Questo è un piccolo trucco che non vi è di nessuno aiuto se decidete di comprare on line, ma che potrebbe salvarvi dalla fine chilometrica che vi separa dal camerino se dovete comprare un jeans in negozio. Esiste infatti un metodo, quasi infallibile, che vi permette di scegliere la taglia giusta dei jeans senza provarli e consiste nel prendere la misura facendo riferimento alla misura della vita dei jeans e della distanza che intercorre tra il gomito e il pugno chiuso del vostro braccio.

Quindi, se volete scegliere la giusta taglia per un jeans comprato di fretta in pausa pranzo fate così; prendete come riferimento l’apertura nella parte superiore e infilate al suo interno il vostro braccio. Lo spazio all’interno dei pantaloni deve coprire l’esatta distanza tra il vostro gomito e il vostro pugno chiuso. Se così non fosse, o i jeans sono troppo piccoli oppure vi andranno larghi.

Come scegliere la taglia giusta delle magliette

Lo stesso discorso si può fare per le magliette. È sempre bene provarle per vedere l’effetto che il capo fa indossato sul corpo, ma se vi trovate ad acquistare una maglietta, non avete il tempo necessario per provarla e per di più l’indumento costa poco, potete anche rischiare acquistandola direttamente senza provarla. Ma non prima di aver fatto una verifica fondamentale; con l’aiuto di qualcuno, sovrapponete la maglietta sulla schiena e controllate che i bordi delle spalle cadano a pennello su quella che avete indosso. In pochi minuti scoprirete se la maglia è troppo stretta o se è della taglia giusta.

Le taglie nel mondo

E se in vacanza, all’estero, ci dedichiamo a un po’ di shopping come fare per trovare la taglia giusta? Le misure e gli standard variano da paese in paese, ma basta solo un po’ di occhio unito alla conoscenza dei sistemi all’estero e trovare la taglia giusta non è poi così difficile.

In Italia le taglie per i vestiti e per i top oscillano tra la taglia 36, la più piccola, alla taglia 52, quella più grande. Ma basta già spostarsi di poco, in Francia per esempio, ed ecco che le taglie cambiano di molto. In terra francese calcolano le taglie con un sistema che va dal 4 al 20, in un modo molto simile agli Stati Uniti che conta le taglie in una scala compresa da 0 a 10. Un discorso a parte andrebbe fatto per i giapponesi, che hanno un sistema per noi decisamente complicato che mescola numeri e lettere; in Giappone non è raro quindi trovare taglie che si identificano come 5a e 7ma.

Per i jeans, invece, che un po’ in tutto il mondo rimangono un vero e proprio must dello shopping, ci sarebbe da fare un discorso a parte. In Francia per scegliere un paio di jeans si inizia a contare dalla taglia 34, in Inghilterra dalla 6, mentre negli Stati Uniti dalla 2. E anche per le scarpe il discorso si fa più complesso all’estero, a meno che non facciate shopping all’interno dei confini dell’Unione Europa. In tutta Europa, infatti, si misurano le scarpe a partire dal numero 34, ma già in America i numeri partono dal 34, dal 21 in Giappone e dell’1 in Inghilterra.

Come funzionano le taglie premaman

Anche per le future mamme la taglia giusta è importante, per sentirsi comode e non limitate nei movimenti. Ma come si scelgono i vestiti in gravidanza? Per prima cosa bisogna sapere che il punto di partenza rimarrà sempre la propria taglia e che ci si adegua in base a come il corpo decide di cambiare con il passare del tempo.

Se, per esempio, la forma del corpo aumenta solo a livello della pancia e sui fianchi, molto probabilmente non ci saranno differenze di taglia, ma si tratterà solo di acquistare vestiti in versione premaman per fare in modo che le nuove forma possano adeguarsi al meglio.

In ogni caso, gli aspetti da tenere in considerazione sono:

  • Il seno

Bisogna misurare la circonferenza da sotto le braccia e con il reggiseno indosso.

  • Interno gamba

Misurate con il centimetro dal cavallo fino a terra, in piedi e senza scarpe.

  • Fianchi

Prendete la misura dei vostri fianchi nella parte più abbondante.

(Visited 44 times, 3 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.