Comodino

Il comodino è un complemento d’arredo utilissimo in camera da letto: sono tante le funzioni che può assolvere un comodino e sono tante anche le forme e le tipologie esistenti. Costituiti da materiali differenti, i comodini possono anche essere spaiati, se in coppia, o sostituiti da altri complementi d’arredo che per dimensioni possono svolgere le stesse funzioni. In questo articolo tutto per conoscere meglio il comodino.

Comodino

Il comodino è il mobile più intimo e personale della casa

Dentro riponiamo i nostri segreti e gli oggetti che utilizziamo quando siamo nel posto più protetto dell’abitazione, il letto, dove siamo più indifesi perché dormiamo, più riparati dalle nostre coperte, più tranquilli perché ci riposiamo o più solitari perché piangiamo. Sembra difficile da comprendere e forse anche stupido da dire, ma il comodino è il nostro compagno fedele in tutti questi momenti: qui teniamo il libro per rilassarci e divagare, qui teniamo la luce soffusa per sentirci meno indifesi, qui teniamo i fazzoletti per asciugare le nostre lacrime, o le medicine per quando siamo malati. E’ importante quindi scegliere il comodino non solo in base allo stile estetico e allo spazio a nostra disposizione, ma anche secondo la nostra personalità e le nostre esigenze assolutamente individuali e singole.

Funzioni

Il comodino può assumere varie funzioni, a seconda di quali sono le nostre esigenze:

  • sostenere la luce da notte
  • contenere l’occorrente per la notte (come tappi per le orecchie, sveglie, cuffie, etc)
  • essere il piano d’appoggio per gli oggetti che posiamo immediatamente prima di dormire: occhiali, nastri e pinze per i capelli, etc
  • contenere oggetti più intimi
  • contenere medicine, che potrebbero servirci anche all’improvviso durante la notte
  • contenere creme e occorrente per la toeletta da fare prima del sonno e al mattino appena svegliati

Elementi costruttivi

Ciò che rende funzionale ed essenziale un comodino sono semplici elementi, ma utili e pratici, che proprio non possono mancare. Essi sono:

  • il ripiano principale
  • un cassetto
  • un ripiano ulteriore seminascosto
  • un’anta piccola ma capiente al suo interno

Il comodino fornito di tutti e tre questi elementi è il più completo. Ma il comodino può essere composto soltanto da un ripiano, da due ripiani senza cassetto, da un ripiano con cassetto, da un ripiano e un’anta. Le diverse combinazioni dipendono dalle nostre esigenze di spazio, dalla roba che dobbiamo riporre nel comodino e dal tipo di letto che possediamo.

Forme

Anche nel caso del comodino, i designer si sono sbizzarriti nel creare forme ed effetti tra i più stravaganti. Ma esistono anche comodini tradizionali, con forme lineari. Vediamo quali possono essere le principali forme assunte da un comodino:

  • parallelepipedo, quando ha il ripiano rettangolare
  • cubico, quando ha il ripiano quadrato
  • cilindrico, quando ha il ripiano circolare o semi-circolare
  • irregolare: comprende tutti gli altri casi. Dalle forme sinuose e non lineari, alle squadrate ma non classiche, i comodini possono assumere qualunque bizzarro aspetto

Dimensioni

Le dimensioni standard di un comodino si aggirano intorno ai 45-50 cm di larghezza, 30-40 cm di lunghezza e 40-50 cm di altezza. Parliamo naturalmente del comodino più classico, il tradizionale parallelepipedo, con ripiano rettangolare, munito di due ripiani più un cassetto, per un letto ad altezza classica. Esistono poi tante varianti delle misure di un comodino, anche a seconda degli elementi che lo compongono: comodini di 30-35 cm di larghezza per chi ha poco spazio ai lati del letto, comodini fatti solo da un ripiano di legno, rettangolare o quadrato, da poggiare direttamente a terra per circondare un letto basso (come potrebbe essere un letto zen su un tatami) o da fissare al muro o sorretti da due appoggi essenziali, oppure esistono comodini ancora più grandi (anche 70-80-100 cm di larghezza) per le grandi camere da letto e tutte le comodità da tenere a portata di mano.

Materiali

Solitamente i comodini sono pensati e prodotti da abbinare con le strutture dei letti a cui sono messi vicino, in accordo con l’arredamento di un’intera camera da letto. Possiamo quindi trovare comodini in:

  • legno, rovere, betulla, noce, wengè, etc, allo stato grezzo da cerare come più ci piace, oppure già incerati
  • ferro battuto
  • laccati e laminati in vari colori e sfumature

Ma seguendo le tendenze, che non sempre vogliono il comodino abbinato al letto e alla camera, e che contemplano sempre nuovi materiali e design all’avanguardia, possiamo trovare comodini:

  • con ripiani in vetro
  • con rivestimenti in stoffa
  • in acciaio o metallo
  • con rivestimenti in plastica o acrilico

Tipologie particolari

La classificazione di un comodino secondo la tipologia, tiene conto degli optional aggiuntivi che il comodino stesso possiede, e di come questi possano facilitarne l’utilizzo.

  • a scomparsa
    Il comodino può scomparire in molti modi: dentro o dietro la testata del letto, sotto alla librerie del mobile in cui è contenuto il letto, se si tratta di un solo ripiano al muro può sparire attaccato al muro stesso tramite un’apposita cerniera. E’ la soluzione ideale per chi ha poco spazio a disposizione o per chi vuole tenere perfettamente in ordine la camera da letto, semplicemente perché odia il disordine o perché la camera stessa fa parte di un ambiente più ampio (open space, monolocale, soggiorno) dove si possono accogliere gli ospiti in qualunque momento.
  • su ruote
    E’ il comodino appunto dotato di ruote, facilissimo da spostare, che durante il giorno può essere messo in un angolo più comodo e fungere da piano d’appoggio, magari perché vicino al letto ostruisce un passaggio o una porta. In alternativa può essere pensato come un piano da appoggio o un contenitore nel soggiorno, da spostare all’occorrenza vicino al divano letto aperto, per fungere da comodino per gli ospiti.
  • a scorrimento
    E’ sempre un comodino su ruote, ma ha un incavo nel quale rientra la struttura laterale del letto: in questo modo il comodino scorre a lato del letto, fermandosi quando incontra l’ostacolo delle gambe della struttura. Il comodino può essere così spostato al fondo del letto durante la notte, perché vicino rischiamo di urtarci contro (siamo molto agitati durante il sonno!), oppure durante il giorno si può spostare perché vicino alla testata del letto ostruirebbe un passaggio o una porta; oppure ancora siamo di indole pigra e molte attività le svolgiamo a letto: mangiare, bere, guardare la tv, magari anche lavorare al pc e magari per farlo ci spostiamo sul bordo al fondo del letto, per raggiungere la scrivania o la consolle mobile: in questo caso ci portiamo dietro il nostro fido comodino, che contiene tutto ciò di cui abbiamo bisogno in ogni momento.

Abbinamento dei comodini

La tradizione vuole i comodini abbinati innanzitutto fra loro e poi al letto e infine al resto della camera. In questo caso il comodino si trova già inserito nelle varie proposte di camere da letto che troviamo nei negozi di arredamento. Se il comodino lo dovete cambiare o acquistare successivamente, per ottenere un effetto classico, in accordo con la migliore tradizione di cui siete fedeli paladini, acquistatelo dello stesso materiale della struttura letto, dello stesso colore dei mobili della stanza e del tipo più classico che c’è e che potete permettervi in accordo con lo spazio a vostra disposizione, quindi possibilmente: parallelepipedo con ripiano rettangolare, un cassetto, un altro ripiano e un’anta richiudibile, con dimensioni standard. Per il letto singolo ovviamente acquistatene uno; per un matrimoniale, rigorosamente due.

Le ultime tendenze invece, non necessitano di un abbinamento preciso del comodino: esso può staccarsi dal materiale, dal colore e anche dallo stile della camera, dalla struttura del letto e infine anche dall’altro comodino della coppia, nel caso di un letto matrimoniale. Anzi: a volte in questo ultimo caso, un comodino può esserci e l’altro invece mancare.

Una moda molto comoda, pratica e anche divertente, quest’ultima, che permette di cavarsela egregiamente anche quando i comodini non si trovano abbinati (fra loro e con il resto della camera) e che ci concede il lusso di sbizzarrirci con le idee. Qualche consiglio. Quando scegliete una coppia di comodini diversi, cambiate completamente forma e materiale: uno sarà in legno con cassetto e anta, l’altro sarà in ferro battuto a mò di tavolino; uno sarà in legno alto e stretto, l’altro sarà in laccato colorato, basso e largo; uno sarà in ferro battuto con due ripiani, l’altro sarà rivestito in stoffa con un solo ripiano, e via discorrendo.

Ovviamente scegliete materiali e colori che si adattino fra loro e alle caratteristiche predominanti della camera da letto, anche per netto contrasto e non solo per somiglianza.

Alternative al comodino

Le idee per supplire alla mancanza di un comodino, che possono anche rimanere permanenti se alla fine ci piacciono, sono tante. Al posto di un comodino vero e proprio possiamo utilizzare:

  • una cassettiera, che non sappiamo proprio dove altro collocare nell’economia degli spazi della stanza
  • un tavolino, che avete magari tolto dal vecchio arredamento del soggiorno
  • una sedia in più dalla cucina o dal soggiorno
  • uno sgabello in più dalla cucina
  • un pouff, di piccole dimensioni, morbido o rigido, che risulta in più nel soggiorno
  • una scatola in plastica o comunque resistente
  • un secchio (colorato o neutro e non rovinato) messo al contrario
  • la console abbinata al letto, su ruote, che usiamo per fare colazione, studiare, leggere o lavorare seduti comodamente nel letto (come MALM console di Ikea)

Nel caso della cassettiera o della scatola, il comodino alternativo non avrà solo il piano d’appoggio, ma potrà contenere tante cose. In tutti gli altri casi, si usufruirà soltanto di un piano d’appoggio, comunque utile per avere a portata di mano l’essenziale, come lampada, libro, occhiali e sveglia.

A ogni personalità il suo stile

Essendo il comodino un pezzo d’arredo che prima di essere funzionale e necessario, è il nostro amico più intimo in casa, esso deve rappresentarci il più possibile. Se siete dei tipi classici e tradizionali, si è già detto che la soluzione migliore per voi è l’abbinamento di due comodini classici con il resto della camera da letto. Ma se non siete dei tipi troppo convenzionali e volete imprimere la vostra personalità soprattutto in camera da letto, ecco qualche soluzione.

Siete romantici? La scelta migliore è il ferro battuto, che solitamente si presenta come un tavolino con uno o due ripiani, sorretto da qualche disegno arrotondato, di cui Noresund di Ikea è un esempio calzante (che per esempio con un letto a baldacchino oppure anch’esso in ferro battuto, sarebbe l’ideale). In alternativa scegliete forme arrotondate e laccati con sfumature pastello, dal rosa al lilla all’azzurro, oppure con sfumature dorate o argentate. Ovviamente in questo caso abbinate sapientemente i colori dei tessuti della camera: le tende, i cuscini, copriletto e copripiumini dovranno essere nelle stesse tonalità e sempre molto tenui.

Se siete spirituali, se vi sentite vicini alla natura e in accordo con l’armonia orientale, la soluzione zen è la più indicata: dopo aver scelto un tatami come letto oppure una struttura in legno scuro direttamente appoggiata a terra, e un materasso futon, il comodino sarà una scelta naturale: un ripiano quadrato o rettangolare, essenziale e funzionale soltanto agli elementi di primaria importanza, come una luce, una sveglia e un buon libro da leggere prima di dormire o magari un portaincenso per diffondere essenze aromatiche e rilassanti, sempre in accordo con il vostro spirito zen. Kendo di Moeco è l’ideale per questa soluzione.

Se siete ordinati, pratici e precisi, scegliete linee marcate ma essenziali, con spigoli e niente curve. Solo un ripiano o al massimo un cassetto, in legno scuro, in vetro o in metallo. Abbinatelo a un letto sempre di ispirazione giapponese: atterrete un effetto minimal, in perfetto accordo con il vostro carattere. Ecko di Ovvio Arredamenti potrebbe essere la soluzione ideale per voi.

Se siete invece un po’ caotici, ma eclettici e pieni di vita e di oggetti da avere sempre a portata di mano, nonché magari anche un po’ pigri, scegliete un comodino su ruote, magari a scorrimento, dalle forme arrotondate e dai colori sgargianti, da abbinare a tende e tessuti del resto della camera. Il letto in questo caso avrà una testata alternativa e di carattere e linee preferibilmente morbide. Il comodino su ruote di Arreda in Kit.it potrebbe essere una buona soluzione per voi: un ripiano, due vani a giorno e un cassetto con una maniglia leggermente arrotondata, che sembrano comporre una simpatica faccia sorridente.

Se infine siete dei tipi alternativi, che non amano mode e tendenze dettate dagli altri, ma volete creare il vostro stile, scegliete comodini che non sono comodini: pouff a cui cambiare la fodera ogni giorno (come Password di Linea Italia), tavolini, secchi, scatole, magari fatti e rivestiti da voi con stoffe o carta dai disegni o dai colori più improbabili: in questo caso letti zen, tradizionali, moderni oppure nessuna struttura letto, ma solo rete e materasso, possono andar bene in ogni caso: la vostra prerogativa è star bene con quello che inventate, quindi bando alle convenzioni!

Link utili

Arreda-in-kit
www.arreda-in-kit.it
Nella sezione “Linea casa”, scegliendo tra Camere e Camerette, si possono vedere caratteristiche, immagini e prezzi di diversi tipi di comodini, da ordinare direttamente sul sito.

Ikea
www.ikea.it
Nella sezione “Camera da letto”, sotto “Tutto per il letto”, trovate tanti tipi di comodino, completi di prezzi, misure e materiali.

Ovvio Arredamenti
www.ovvio.com
Il sito è in costruzione. Già disponibili i punti vendita, presto saranno visibili anche i cataloghi dei prodotti. Scegliete il punto vendita più vicino a voi e andate a scegliere comodini eleganti e di gusto contemporaneo.

Vivere zen
www.viverezen.it
Su questo sito tutte le informazioni e i prodotti per scegliere di vivere alla moda orientale, in accordo con spirito e natura. Nella sezione “camere da letto”, clickando su “comodini”, è possibile vedere caratteristiche, immagini e prezzi di comodini in stile orientale, da acquistare direttamente online.

Linea Italia
www.lineaitalia.it
Nella sezione “Prodotti” è possibile osservare una vasta gamma di soluzioni alternative per avere un comodino insolito, basta guardare e scegliere l’idea più adatta a noi.

Creativando
http://www.creativando.nu/
Anche qui, clickando sui singoli prodotti, si possono scegliere soluzioni alternative da utilizzare al posto del comodino: forme e colori assolutamente insoliti e all’avanguardia, sono gli imperativi di questa azienda. I prodotti sono acquistabili anche online.



Potreste trovare interessanti anche questi articoli:





Lascia una risposta

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.