Funko Harry Potter : personaggi secondari e antagonisti

Dopo lo spazio dedicato a Harry Potter, Hermione e Ron, concludiamo il nostro viaggio all’interno di Hogwarts soffermandoci sulla descrizione dei personaggi secondari, sebbene alcuni di loro potrebbero essere considerati altrettanto protagonisti per il ruolo e l’impatto avuto all’interno della saga, e degli antagonisti con delle curiosità che riguardano le loro originalissime e collezionatissime riproduzioni bobbleheads. Tutti i personaggi della prima edizione di funko pop Insieme ai tre amici maghi Grifondoro, nella prima messa in commercio di pupazzetti pop abbiamo avuto: Albus Silente, Severus Piton, Rubeus Hagrid e Lord Voldemort. Albus Silente è il preside di Hogwarts, una guida e

Dopo lo spazio dedicato a Harry Potter, Hermione e Ron, concludiamo il nostro viaggio all’interno di Hogwarts soffermandoci sulla descrizione dei personaggi secondari, sebbene alcuni di loro potrebbero essere considerati altrettanto protagonisti per il ruolo e l’impatto avuto all’interno della saga, e degli antagonisti con delle curiosità che riguardano le loro originalissime e collezionatissime riproduzioni bobbleheads.

Tutti i personaggi della prima edizione di funko pop

Insieme ai tre amici maghi Grifondoro, nella prima messa in commercio di pupazzetti pop abbiamo avuto: Albus Silente, Severus Piton, Rubeus Hagrid e Lord Voldemort. Albus Silente è il preside di Hogwarts, una guida e un protettore per Harry, e il solo mago temuto dal signore oscuro. Silente ha fondato l’Ordine della Fenice e ha combattuto i Mangiamorte di Voldemort per impedire che realizzassero i loro malvagi piani di conquista e  soprattutto l’eliminazione dei mezzosangue.  Il funko di Silente lo rappresenta con il suo abito da mago, il lungo cappello che nel fantasy connota i grandi stregoni, e gli occhiali, che al tempo stesso gli conferiscono un aspetto più umano, intellettuale e saggio.

Silente viene spesso paragonato allo stregone buono Gandalf, della trilogia de “Il signore degli anelli”, perché hanno effettivamente in comune alcuni tratti fisici, come la lunga barba, e alcune caratteristiche estetiche, appunto abito e cappello, e caratteriali, quali la propensione a fare del bene, l’essere una guida, aiutare il protagonista anche a costo di sacrificare se stessi. Silente nel sesto episodio della saga muore, ucciso da Severus Piton, che in realtà non ne è carnefice, come lo stesso Harry pensa.

E veniamo proprio a Severus Piton, il maestro di pozioni e successivamente di difesa contro le arti oscure di Hogwarts. Piton è stato studente della scuola, nella casa dei Serpeverde. Era innamorato di Lily, la mamma di Harry, con la quale era cresciuto, ma lei sposò James Potter. Lily era sempre stata un’amica fidata e leale con Severus, ma la sua gelosia e l’antipatia per James e Sirius, che spesso lo prendevano in giro, lo avevano portato a trattarla male e così lei lo aveva allontanato. Piton allora si avvicinò a Voldemort e fu proprio lui a spifferare la profezia fatta da Sibilla Cooman a Silente, circa il bambino che avrebbe potuto distruggere il Signore Oscuro “Ecco giungere il solo col potere di sconfiggere l’Oscuro Signore, nato da chi lo ha tre volte sfidato, nato sull’estinguersi del settimo mese. L’Oscuro Signore lo designerà come suo eguale, ma egli avrà un potere a lui sconosciuto e l’uno dovrà morire per mano dell’altro, perché nessuno dei due può vivere se l’altro sopravvive”.

Quando Voldemort si convinse che il bambino della profezia fosse il figlio di Lily e James, Piton temendo per la vita di Lily si recò da Silente a confessare tutto, perché la proteggesse. Questo non bastò a salvare la vita dei Potter, poiché Peter Minus li tradì e rivelò al Signore Oscuro dove fossero nascosti. Harry, però, come già sappiamo, sopravvive all’Avada Kedrava, ossia la maledizione senza perdono lanciata da Voldemort.

Il funko pop di Severus Piton lo rappresenta fedelmente alla tradizione cinematografica, con la sua toga da insegnante scura, i capelli piuttosto lunghi e di un nero corvino. Nella mano destra stringe la sua bacchetta, con la quale scaglia l’Avada Kedrava che uccide Albus Silente, ma lo fa per mettere fine alla sue sofferenze cominciate con la maledizione di uno degli Horcrux. Silente sapeva che il Signore Oscuro aveva incaricato il giovane Draco Malfoy di ucciderlo e così chiese a Severus Piton di liberarlo da quel destino.

A seguire Rubeus Hagrid, è il simpatico e amatissimo gigante mago della saga. Riddle (Voldemort) cercò di far ricadere su di lui la colpa della morte di Mirtilla, dopo l’apertura della Camera dei Segreti, ma Silente credette sempre alla sua innocenza. Hagrid divenne poi membro dell’Ordine della Fenice e uno dei protettori di Harry Potter. E’ proprio lui che nel giorno dell’undicesimo compleanno di Harry va a prenderlo per consegnarli la lettera di ammissione a Hogwarts.

Nella prima edizione del funko Hagrid ha nella mano sinistra un ombrello rosa, che è l’ombrello con cui prova a trasformare Dudley Dursley, il cugino bullo di Harry, in un maiale. Rubeus ha i capelli lunghi e una barba foltissima, che non gli danno un aspetto inquietante, nonostante la sua statura, ma anzi quasi ne accentuano il suo profilo di gigante buono. E’ robusto e indossa alla vita un grande cinturone, che è stato riprodotto anche nella sua unica versione di pupazzetto pop.

Infine in questa ondata troviamo il bobblehead di Voldemort, con il suo aspetto macabro e malvagio. Voldemort, non è altri che Tom Riddle, un orfano discendente di Serpeverde che Silente cercò di aiutare portandolo con sé ad Hogwarts. Tuttavia una volta lì Tom si avvicinò alle Arti Oscure e Silente gli impedì di divenirne maestro temendone la pericolosità. Riddle a quel punto andò a lavorare a Notturn Alley, facendosi vendere oggetti preziosi dalla gente per farne degli Horcrux. Guidò una guerra tra maghi per affermare la causa dei purosangue e solo la profezia si metteva tra lui e il suo piano di conquista.

Quando il Signore Oscuro andò a casa dei Potter per uccidere Harry, il sacrificio d’amore di Lily protesse Harry dalla maledizione di Voldemort, creando un ulteriore Horcrux contro la sua volontà e riducendo Riddle a uno spettro. E’ il potere degli altri Horcrux, infatti, a tenere in vita l’anima di Voldemort, che Harry scopre essere Tom Riddle ne “La Camera dei Segreti” attraverso l’anagramma di Tom Marvolo Riddle che è appunto “I’m Lord Voldemort”. La bacchetta del Signore Oscuro, come anticipato nel primo articolo del blog, è la gemella della bacchetta di Harry e la vediamo in questa riproduzione miniata nella mano destra del mago.

Seconda commercializzazione di bobbleheads

Di questa seconda edizione fa parte il funko pop di Draco Malfoy, personaggio inviso a molti, ma allo stesso tempo amatissimo per il suo interprete cinematografico, Tom Felton. Draco è un mago di famiglia “purosangue”, il cui padre Lucius, è fedele alla causa di Lord Voldemort.

Per tutto il tempo perseguita soprattutto Hermione, chiamandola “mezzosangue”, e tratta con disprezzo tutti quelli che non sono Serpeverde come lui. Anche Draco indossa il grembiule con lo stemma della sua casa e impugna la bacchetta.

Poi abbiamo Luna Lovegood, della casa Corvonero, che compare solo con “L’Ordine della Fenice”, ma è un personaggio che attira l’attenzione del pubblico per la sua stravaganza. Luna è infatti una ragazza molto strana, dall’intelligenza vivace, ma che sembra vivere in un mondo tutto suo. Si rivela un’amica preziosa per Harry e combatte insieme a lui l’esercito di Voldemort e dei Mangiamorte.

Il suo funko in questa edizione la vede indossare oltre la divisa Corvonero, i suoi orecchini a forma di ravanello, che ne suggeriscono il carattere piuttosto eccentrico, e un anello vistoso e colorato. Ha i capelli biondi e disordinati e nella mano destra tiene la sua bacchetta magica.

Ancora troviamo un’altra versione di Silente, con gli abiti del Ballo del Ceppo. Anche il bobblehead riproduce il suo abito fine impreziosito dai ricami e dal dettaglio argento del cappello. Anche la barba viene raccolta in un cordoncino argentato.

Veniamo a Sirius Black, uno dei migliori amici di James e Lily, incastrato ad Azkaban e ritenuto ingiustamente colpevole di efferati omicidi, nonché del tradimento della famiglia di Harry, mentre Sirius era rimasto sempre fedele a Silente. Quando Harry scopre la verità su di lui, Sirius ne diventa il padrino e lo aiuta nella lotta contro Voldemort, morendo successivamente in uno scontro con Bellatrix Lestrange.

Per Harry quella di Sirius sarà una perdita dolorosissima, ma la Rowling riesce nel libro riesce a renderla tragica quanto altrettanto necessaria a definire l’epicità di una grande battaglia che giunge alle battute finali. Harry chiamerà il suo primo figlio James Sirius Potter. Il funko di Black è un fedele calco della sua rappresentazione cinematografica.

Dobby, l’elfo domestico dei Malfoy, è un altro personaggio amatissimo dal pubblico ed è tra i funko più acquistati della collezione. Dobby è trattato in maniera disumana da Lucius, di cui è effettivamente uno schiavo, infatti solo un oggetto regalatogli dal suo padrone può restituirgli la libertà. Harry con l’inganno fa in modo che il padre di Malfoy gli regali un calzino e così l’elfo viene affrancato.

Dobby, come ogni elfo, ha le orecchie a punta e nel suo caso una veste stracciata, che ne definisce la sua condizione di servo. Anche il funko ne ripropone l’espressione triste e paurosa, anche se è una creatura piuttosto scaltra, capace di tessere imbrogli. Dobby, a villa Malfoy, salva la vita di Harry e dei suoi amici, ma purtroppo muore poco dopo a causa delle ferite inferte da Bellatrix. Sulla sua lapide appare l’incisione “Qui giace lobby, un elfo libero”. Anche la sua dipartita è un momento drammatico, che ha coinvolto con commozione l’universo Potterheads.

Infine, anche se non ultimo di questa collezione, Neville Paciock, studenti Grifondoro e amico di Harry, che sarebbe potuto essere il bambino della profezia della Cooman, essendo nato a Luglio come Potter, e perché anche la sua famiglia si era scontrata con il Signore Oscuro. Neville, inizialmente, è impacciato, timido e piuttosto maldestro nel mettere in pratica le magie. Ha un cuore generoso e una forte passione per la conoscenza, infatti, è preparatissimo in Erbologia, materia di cui poi diviene insegnante.

Negli ultimi capitoli della saga il suo aiuto è fondamentale per sconfiggere l’esercito dei Mangiamorte, anche lui usa la spada di Godric Grifondoro. Il bobblehead di questa ondata lo rappresenta con la sua rana domestica, Oscar, e anche piuttosto paffutello come appare nei primi film, mentre crescendo apparirà molto diverso sia fisicamente, dimagrito, sia caratterialmente, più impavido e abile.

Terza ondata di produzione

La terza edizione di funko di Harry Potter è una delle più ricche della collezione. A seguire il novero dei protagonisti troviamo subito Bellatrix Lestrange, nella sua versione di prigioniera di Azkaban. La maga serpeverde, divenuta una dei Mangiamorte, infatti, dopo la scomparsa del Signore Oscuro fu rinchiusa insieme a suo marito Rabastan Lestrange. Bellatrix, prima di sposarsi e prendere il cognome del marito, era una Black, cugina di Sirius, che come anticipato è lei a uccidere. Il bobblehead la rappresenta incatenata, con un contorno occhi, messo a punto con un make-up particolare che richiama l’aspetto datole al cinema e i capelli mossi, che ricordano tanti serpenti.

Poi Lucius Malfoy, padre di Draco, fedelissimo di Voldemort, con la maschera del mangiamorte. Purosangue e marito della sorella di Bellatrix, Narcissa. Lucius esercita una cattiva influenza su Draco, che è un bullo, ma non davvero malvagio. Nel momento in cui suo padre viene incarcerato ad Azkaban, dopo la battaglia dell’Ufficio dei Misteri, Draco è costretto a diventare un Mangiamorte con la missione di uccidere Silente. Il ragazzo non ce la fa ed è appunto Piton a compiere la sua missione, anche per istinto di protezione verso Draco, per il quale auspica redenzione.

Sia di Bellatrix che di Lucius, ci sono in questa ondata anche i bobbleheads basici, che li rappresentano così come appaiono per la maggior parte del tempo durante la saga. Bellatrix, sostanzialmente, tutta in nero appare in tutta la sua oscurità e anche eccentrincità. Lucius è elegante, sfoggia un look da nobile, ma solo in quanto purosangue e ricco, perché come sappiamo è viscido e meschino.

Ancora George e Fred Weasley, i gemelli fratelli di Ron, di cui ho scritto a proposito della Mappa del Malandrino. Come per tutti i Weasley li distingue la chioma rossa, il vestire abiti di seconda mano. Personaggi secondari, ma amatissimi per la loro indiscussa simpatia e per la bontà che caratterizza tutta la loro famiglia.

Minerva McGonagall, anche conosciuta come McGrannitt, è una delle insegnanti di Hogwarts. La sua specializzazione è la trasfigurazione, infatti ella stessa è un Animagus, riesce cioè a prendere forme animali (diventa un gatto). Grifondoro, membro dell’Ordine della Fenice, amica fidata di Albus Silente e protettrice di Harry, Minerva è un personaggio ricco di sfumature. Il suo funko la ritrae con il cappello da “strega” e con l’abito che ha praticamente per tutta la saga cinematografica. Ricordiamo che da allieva di Hogwarts era stata anche giocatrice di Quidditch ed è lei a sostenere Harry Potter in questo sport.

 

(Visited 19 times, 1 visits today)

2 Commenti

  1. Mg
  2. Nikky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.