Come scegliere il portafoglio da donna

Il portafoglio è uno degli accessori più indispensabili per ogni donna, di fatti non manca mani nella borsa. Ce ne sono di tantissimi modelli, colori, e tessuti, dalla tela alla pelle, dai modelli più semplici a quelli più complessi con una grande varietà di tasche e di scompartimenti per le monete, le banconote, i documenti, le carte di credito… e qualsiasi altra cosa vi possa venire in mente di metterci!

Scegliere il portafoglio da donna

I primi modelli di portafoglio da donna vennero commercializzati solo verso la fine della Seconda guerra mondiale, e avevano delle dimensioni di tutto rispetto che li facevano assomigliare più a delle borsette che ai portafogli che siamo abituati a vedere oggi. Perché il portafoglio iniziasse ad avvicinarsi all’idea che ne abbiamo oggi, in quanto a dimensioni e utilizzo, bisognerà aspettare almeno gli anni Sessanta, dove due erano i modelli più di moda: uno piccolo per le monete, chiamato portamonete appunto, e uno più grande per riporvi anche le banconote, che ai tempi erano molto più grandi in quanto a dimensioni di quelle di adesso e di sicuro non ci sarebbero state in un portafoglio piccolo.

Inizialmente, inoltre, i portafogli venivano realizzati principalmente con pelle e cuoio, successivamente vennero introdotti anche il tessuto e la tela per la creazione di modelli economicamente più accessibili. Con il primo, grande boom delle carte di credito e dei bancomat verificatosi nei primi anni Ottanta i portafogli ebbero un’ulteriore mutazione e iniziarono a prevedere tasche e scompartimenti per potervi riporre al sicuro queste piccole tessere di plastica.

scegliere il portafoglio da donna

Portafoglio da donna: com’è fatto?

Il portafoglio è forse il più utile tra gli accessori dedicati all’universo femminile, e negli ultimi anni sta rivivendo un altro grande boom che spinge gli stilisti e le case produttrici a immettere sul mercato centinaia di modelli, forme e colori. Non c’è donna, o comunque sono molto poche, che non ne abbia almeno uni in borsetta, e diciamo almeno uno perché ci sono anche donne che ne utilizzano uno per il denaro contante e un altro solo per le carte di credito.

Oppure donne che riuniscono tutto in un unico portafoglio molto grande per portarsi dietro solo quello invece della borsa quando vanno a fare shopping. Ce ne sono che si aprono con la zip o con un bottone a clip, con tasche per le monete all’interno o all’esterno, insomma non c’è limite alle possibilità che si hanno a disposizione quando si vuole acquistare un portafoglio da donna.

Solitamente i modelli più completi presentano apposite fessure dove è possibile inserire le carte di credito, i documenti personali e la patente di guida. Ovviamente le misure e i modelli a disposizione sono tanti, e includono anche portafogli di dimensioni più ridotte, quasi delle pochette, realizzati in questo modo per poter contenere comodamente anche le chiavi.

La dimensione è un fattore fondamentale per un portafoglio e va scelta attentamente in base alle nostre attitudini personali, dalla quantità di tessere e bancomat che vogliamo o non vogliamo metterci, e soprattutto dalla dimensione delle borse che abbiamo a disposizione e che dovranno accoglierlo. Alcuni modelli, i più vezzosi, contengono nella falda interna anche uno specchietto, molto utile per tante donne che amano dare una controllatina al proprio aspetto o ritoccarsi il trucco in qualsiasi momento per assicurarsi di essere sempre a posto.

La scelta del portafoglio ideale ovviamente è molto soggettiva, anche se nella maggior parte dei casi quelli maggiormente consigliati sono quelli di dimensioni medie che vengono venduti magari con un portamonete in abbinamento o addirittura una borsa. Ci sono poi i portafogli da tutti i giorni e i portafogli da occasione speciale; per quest’ultimo è si può anche esagerare in quanto a fantasia e tessuto mentre per quello di tutti i giorni è consigliabile mantenere una certa sobrietà e neutralità, in modo da poterlo abbinare con tutte le borse a disposizione.

Scegliere il portafoglio da donna in pelle

Uno dei materiali d’elezione tra i tanti disponibili per la realizzazione dei portafogli da donna p la pelle. Un portafoglio in pelle infatti è un accessorio molto elegante e di grande tendenza, che difficilmente uscirà di moda. Nonostante tutto è bene sottolineare che la pelle è un materiale piuttosto costoso se paragonato alla tela o agli altri tessuti, ma sicuramente ha una durata e una resistenza molto maggiori, considerando anche il fatto che le pelli di ultima generazione vengono anche trattate con specifici prodotti che le rendono impermeabili.

In ogni modo è bene accertarsi che si tratti di vera pelle e non di similpelle, soprattutto per quel che riguarda il prezzo a cui viene messo in vendita. Nel caso in cui sia stata utilizzata la vera pelle il portafoglio sarà molto morbido e lucido e avrà una grandissima resistenza al logorio dell’utilizzo quotidiano.

Tanti sono i colori disponibili anche nel caso della pelle e il prezzo ovviamente varierà anche in base alle dimensioni del portafoglio e alla quantità di tasche e scomparti che presenterà al suo interno.

Chi fosse indeciso sul colore da scegliere può tranquillamente ripiegare sul nero, che sta bene praticamente con qualsiasi altro accessorio, ma esistono anche portafogli in pelle sia rossi che marrone chiaro, due delle tonalità preferite dalle signore di una certa età. Ma il mercato ha anche pensato alle esigenze delle ragazze più giovani che amano i colori accesi e brillanti, e l’offerta in questo senso offre moltissime possibilità, come il rosa, il celeste e il verde.

Spesso il portafoglio in pelle può essere abbinato anche a una borsa della stessa linea, creando un pendant che può essere il vero punto forte di una mise. Indipendentemente dal colore, dall’abbinamento e dalle dimensioni, consigliamo in ogni caso di ponderare bene la scelta nel caso in cui desideriate un portafoglio in pelle, in quanto considerato il suo costo piuttosto elevato dovrebbe quanto meno durare molto a lungo.

Se già siamo coscienti del fatto che non ci accontenteremo mai di un solo portafoglio ma ne vorremmo avere diversi, forse è il caso di far ricadere la scelta sulla similpelle o sui modelli in tessuto, decisamente più accessibili in quanto a prezzi.

Per concludere, il portafoglio da donna in pelle per il suo costo e per il suo pregio può essere considerato un’ottima idea regalo per un’occasione speciale, che durerà nel tempo al di sopra e al di fuori della moda e che non ha bisogno di cure eccessive per mantenerlo in buono stato, se non magari qualche passaggio con un prodotto per la pelle per evitare che si opacizzi eccessivamente.

Scegliere il portafoglio da donna in tessuto

Il tessuto è un materiale che rende il portafoglio un accessorio comodo e molto duraturo, con il vantaggio di un prezzo molto inferiore rispetto al costo dei portafogli in pelle. In più, il tessuto permette una scelta molto più ampia e varia in quanto a colori, trame e fantasie: c’è la stoffa, i tessuti plastificati, il velluto, la seta e diversi tipi di materiali plastici.

Infine, hanno il grande vantaggio di essere lavabili senza tanti problemi, infatti basta svuotarli e lasciarli a bagno per un po’ con acqua e detersivo, e popi asciugarli al sole come fareste con qualsiasi capo di biancheria. Anche di formati ne esistono parecchi, dai più piccoli a quelli medi, leggermente più faticosi da trovare forse sono quelli grandi a libro ma cercando bene si trovano anche quelli.

Nella maggior parte dei casi, il tessuto utilizzato per la realizzazione di portafogli subisce dei trattamenti con particolari sostanze che lo rendono impermeabile e quindi meno soggetto a sporcarsi, a deteriorarsi e a macchiarsi. Uno dei principali vantaggi del tessuto è proprio la varietà di colori, da quelli pastello a quelli accesi e brillanti, e di fantasie stampate.

Il loro costo molto accessibile rispetto ai portafogli in pelle permette magari di acquistarne più di uno in modo da poterli abbinare all’abbigliamento o agli altri accessori come ad esempio la borsa. In più, rispetto ai portafogli in pelle, quelli in tessuto offrono al loro interno, anche più tasche, cerniere e scompartimenti.

Gli unici tessuti che potrebbero causare qualche problema a livello di durabilità e di delicatezza sono quelli pregiati come la seta, che non è affatto semplice da lavare e da smacchiare, anzi rischia di macchiarsi anche solo a contatto con la semplice acqua. per lavare un portafoglio in seta è quindi consigliabile utilizzare uno smacchiatore in grado di eliminare eventuali macchie.

La vera novità in questo settore, invece, sono i portafogli realizzati con materiali plastificati spesso coloratissimi e poco costosi, ideali per un pubblico più giovane e scanzonato; ce ne sono di tantissimi modelli, accomunati dall’avere, solitamente la chiusura a bottoncino. La plastificazione rende anche il portafoglio più resistente al logorio e agli strappi, rendendoli una delle scelte migliori per chi desidera un prodotto duraturo a un costo accessibile disponibile in una grandissima quantità di colori e modelli.

Dove si acquista il portafoglio da donna

Le pelletterie, le valigerie e i negozi di borse e accessori in generale offrono quasi sempre un’ottima possibilità per scegliere il portafoglio da donna, poichè li se ne trovano una infinità di modelli, realizzati sia in tessuto che in pelle. Per quel che riguarda il prezzo è difficile dare un’idea di costo abbastanza precisa in quanto sono molti i fattori che determinano il costo, ad esempio la qualità della pelle, la lavorazione e la marca; per avere un’idea, possiamo parlare di una cinquantina di euro come prezzo di partenza per un portafoglio in pelle di dimensioni medie, fino a qualcosa come 200 euro e anche di più per quelli più grandi, magari griffati o particolarmente elaborati.

Al momento di scegliere il portafoglio da donna potete anche pensare di orientarvi sui prodotti in similpelle, invece, dove i costi sono molto inferiori, più o meno tra i venti e i settanta euro ovviamente in base al tipo scelto. Se invece si preferisce orientare la propria scelta su un portafoglio in tessuto, un modello di formato medio di qualità anch’essa media può avere un prezzo medio di circa una ventina di euro, anche se può arrivare a costare anche un centinaio di euro nel caso dei portafogli griffati.

Spesso i portafogli sono venduti in abbinamento con la borsa o la borsetta, per permettere a chi piace abbinare gli accessori di avere tutto in perfetto pendant, con le stesse fantasie e le stesse trame. In questo caso, se si acquistano i due accessori insieme, il costo è inferiore rispetto all’acquisto separato.

Ci si può anche recare nei reparti accessori dei grandi magazzini e dei centri commerciali per scegliere il portafoglio da donna, ovviamente di qualità inferiore rispetto a quelli che potremmo trovare in pelletteria, in valigeria o nei negozi specializzati in questo tipo di accessorio. Solitamente i modelli che si trovano nei centri commerciali, in quanto prodotti in serie, hanno prezzi molto più accessibili.

Nel caso in cui si stia cercando un portafoglio da donna da presentare come regalo, il consiglio migliore se non si conoscono molto bene i gusti della persona a cui destinato è quello di orientarsi verso un modello preferibilmente in pelle e piuttosto classico, evitando le fantasie troppo accentuate e i colori troppo accesi. Un portafoglio in pelle di qualità o in tessuto ma di buona fattura infatti è un regalo molto apprezzato in quanto durerà nel tempo.

Chi invece non ha interesse alla durevolezza ma vuole un portafoglio da battaglia, da utilizzare tutti i giorni o anche una sola volta per un’occasione particolare, ne troverà in grandissime quantità anche sulle bancarelle, ai banchi del mercato o alle fiere etniche e dell’artigianato.

Siti internet per scegliere il portafoglio da donna

  • Mandarina Duck
  • Lemie
  • Ladybag – http://www.pelletterialadybag.com
  • Furla – http://www.furla.com/it/


Tags:

Una risposta

  1. amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *