Come ottenere il visto per la Russia

Avete in programma un viaggio nella sterminata nazione Russa, magari per vedere Mosca e la bellissima San Pietroburgo? Idea interessante, ma andare in quel Paese non è lo stesso che viaggiare in Francia, in Germania o in Spagna, perché serve il Visto. Ecco quindi tutte le procedure necessarie per godervi la vacanza senza alcun problema.

Come ottenere il visto per la russia

La Russa è sicuramente una meta molto affascinante, una Nazione sterminata e la più estesa al mondo che parte in Europa e finisce nella punta più orientale dell’Asia, quasi confinando con l’Alaska – che, del resto, una volta era un suo possedimento. Chi sceglie di visitarla lo fa per diversi motivi: Mosca e San Pietroburgo, le due città maggiori e centri culturali del Paese; la Siberia; la regione della Kamčatka.

Un viaggio che agli appassionati non lascerà sicuramente delusioni. Ma per ottenere il fantomatico visto bisogna passare attraverso lunghe attese al Consolato e l’assicurazione medica, che lì come in molti altri Paesi del mondo è obbligatoria. Questo articolo proporrà due modi per ottenerlo: il primo più economico, ma molto lungo; il secondo più dispendioso, ma adatto a chi ha meno tempo per organizzarsi.

OTTENERE IL VISTO PASSANDO PER IL CONSOLATO

La via sicuramente più economica, ma anche la più lenta, per ottenere il Visto russo è andare al Consolato Russo per richiederlo, senza rivolgersi alle agencies o ai tour operator. È importante sapere che la Russia è un paese estremamente burocratico, per cui i tempi sono molto più lunghi di quanto possiate immaginare ed è facile rimanere scoraggiati. Ma nulla di cui preoccuparsi!

 

 

L’appuntamento al consolato va prenotato (anche online, con il sistema Rusturn). In Italia ci sono quattro consolati russi, distribuiti nelle seguenti città: Roma, Milano, Genova e Palermo. In particolare, se non parlate né capite il russo, allora passare per il sistema internet diventa praticamente obbligatorio, perché il Call Center – disponibile al numero 895 898 95 61 dalle 9.00 alle 19.00 di ogni giorno – parla solo in lingua russa. Per cui sarebbe molto difficile una minima collaborazione se i due capi del telefono non si capiscono!

Prenotare significa anche iniziare a spendere: infatti l’appuntamento ha un costo di 2,70 euro. Prima di accendere il Computer – o mentre lo accendete – ricordatevi di tenere con voi tutti i documenti più importanti, e soprattutto il passaporto perché vi verrà chiesto il numero di tale documento. Il sito del consolato, al momento della richiesta dell’appuntamento, chiede anche di specificare la ragione per cui state prenotando. Leggete molto attentamente come si prenota l’appuntamento sulle regole che trovate sul sito.

Ricordate, inoltre, che se non viaggiate da soli, ma in compagnia, non basta un solo appuntamento per ottenere i visti di tutti! Dovrete quindi prenotare tanti appuntamenti quanti siete, e quindi per quanti visti vi servono – e tenere a portata di mano i documenti di tutti. Inoltre, badate di muovervi con largo anticipo, specialmente se avete intenzione di spostarvi in estate o durante il periodo natalizio: questi, infatti, sono i periodi in cui le date per gli appuntamenti vengono prese d’assalto, e ne rimangono poche disponibili. Cercate quindi, per sicurezza, di prenotare un appuntamento almeno 40 giorni prima della partenza.

Un altro passo fondamentale per poter trascorrere tranquillamente delle vacanze in Russia è l’assicurazione medica. Essa deve essere rilasciata da compagnie assicurative russe o anche straniere che però stipulino contratti con quelle russe (come Klass Assist o Ingosstrah). Non servono iter specifici, l’assicurazione può essere comprata anche al Consolato nel giorno prenotato, ma sappiate che costa 5 euro in più di quanto paghereste a comprarla autonomamente (da sola costa 16 euro, al Consolato 21).

 

 

 

Terzo step è il voucher turistico o lettera d’invito. Dovete compilare delle lettere che comprendano tutti i vostri dati personali, compresi la data di arrivo in Russia e quella di ritorno a casa, e anche il percorso che avete intenzione di percorrere (ciò significa che se vi viene in mente di andare in un luogo non segnalato nel voucher, molto probabilmente non vi lasceranno passare). In caso di viaggio senza agenzie turistiche – come in questo caso – la lettera potete prenderla sul sito www.travelrussia.su e ha un costo di 15 euro. Dovrete scegliere un albergo di quelli presenti sulla lista della città in cui arriverete e, una volta pagato (sono accettate sia le carte di credito sia il metodo PayPal), la lettera sarà spedita al vostro indirizzo e-mail con il timbro dell’hotel e altri dati che vi serviranno, in non più di tre giorni lavorativi

 

 

L’ultimo passo è presentarsi al consolato. Ricordatevi di recarvi sul luogo portando con voi una fototessera, il passaporto (che deve scadere dopo almeno sei mesi), il voucher d’invito e l’assicurazione medica se ve la siete procurata per conto vostro (altrimenti, come detto, potete comprarla direttamente in Consolato). L’attesa dopo le varie procedure non supererà i dieci giorni, per una spesa di 35 euro. Se avete fretta e volete ottenere il visto in tre giorni o anche meno, il costo sale a 70 euro.

 

OTTENERE IL VISTO SENZA PASSARE PER IL CONSOLATO

Abbiamo visto, quindi, che ottenere il documento fondamentale per ottenere l’accesso alla vasta nazione russa è abbastanza economico, ma presenta dei tempi d’attesa infiniti. Il fatto che i documenti necessari sono di una quantità elevata contribuisce a rendere l’operazione tutt’altro che agevole.

Ecco perché se avete fretta e poco tempo a disposizione – magari per lavoro, studi o quant’altro – è utile organizzare l’esperienza a delle agenzia accreditate al Consolato Russo, che si occupano proprio di essere delle sorte di intermediari per ottenere il documento.

Sappiate, però, che accorciare i tempi significa anche aumentare i costi, che arrivano ad essere circa il doppio rispetto ad andare da soli al Consolato facendo tutta la trafila sopra descritta. Tuttavia ne vale la pena se non avete molto tempo da dedicare a una Burocrazia direttamente proporzionale alla Nazione di cui fa parte. Abbiamo visto che per ottenere il visto tramite Consolato richiede per forza un appuntamento, i cui tempi d’attesa superano tranquillamente anche i trenta giorni.

Rivolgendovi alle agenzie significa per voi poter consegnare direttamente a loro tutto il necessario e avere la garanzia di far accedere immediatamente (o comunque, in tempi molto più celeri) il vostro passaporto al Consolato.

Ricordate, comunque, che non importa attraverso quale procedura passerete per ottenere questo importante documento: il tempo di soggiorno massimo in Russia permesso con un normale visto turistico è 30 giorni, né più né meno.

Ecco, quindi, come procedere “senza passare dal via” (cioè dal Consolato):

  • Prima di consegnare tutto all’agenzia cui ci si rivolge bisogna prima compilare una versione elettronica del modulo di richiesta del Visto ottenibile sul sito ufficiale del Dipartimento consolare afferente al Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, indicando il “centro visti” dove si procederà a presentare i documenti.
  • L’agenzia o tour operator russi cui vi rivolgerete dovranno rilasciarvi il voucher turistico.
  • Controllate che il vostro passaporto abbia almeno due pagine libere e che non scada prima di sei mesi.
  • L’agenzia vi richiederà una fototessera a colori, delle dimensioni di 3,5X4,5 e vi richiederà l’assicurazione sanitaria, che dovrete procurarvi da soli al costo di 16 euro. È importante che questa polizza copra tutto il periodo di soggiorno in Russia e che contenga tutti i servizi medici e di trasporto medico disponibili, compreso – chiaramente nei casi più gravi – il rimpatrio del defunto. Le polizze valide sono quelle emesse da agenzie russe o che comunque abbiano contratti di partnership con esse.

Ricordatevi di controllare che l’agenzia cui vi state rivolgendo sia accreditata al Consolato della città in cui sono situate (quindi se state procedendo a Milano, tale agenzia deve essere accreditata al Consolato russo della città meneghina). Ci sono diverse agencies, normalmente tutte professionali e precise. Le più quotate sono VHS Italy – presente a Roma, Milano, Genova e Palermo; e Italconcept, che invece è presente a Milano, Genova e Roma, mentre non c’è a Palermo.

Come detto, rivolgersi a delle agenzie per ottenere il visto comporta prezzi più elevati del doppio rispetto a passare per il Consolato: se infatti la procedura self-service ha un costo di 35 euro, passare per un agenzia costa minimo 70, ma questo varia a seconda di chi scegliete.

Per esempio, Italconcept ha un prezzo ancora più alto ma è tra le più affidabili. Per rivolgervi a loro, prendete appuntamento sul sito oppure telefonando a uno dei seguenti numeri in base a dove abitate:

  • Milano: 0289695862.
  • Roma: 0645446950.
  • Genova: 0108601331.

In genere ricevono subito o comunque in tempi molto veloci.

Seguendo queste procedure – sia che scegliate di passare per il Consolato, sia che scegliate di rivolgervi a un’agenzia o tour operator – potrete godervi l’esperienza russa in tutta tranquillità. La Terza Roma (così veniva chiamata Mosca dopo la caduta di dell’Impero Romano d’Oriente) sarà pronta a sorprendervi con le sue particolari architetture e più in generale la sua immensità, che fa sì che rientri tra le città più estese del mondo. San Pietroburgo, invece, vi coccolerà con le sue architetture realizzate da tutti i migliori artisti italiani, francesi e fiamminghi, che lo zar Pietro Il Grande (che diede il nome, appunto, alla città) attirò nel vasto Impero Russo con lo scopo di eguagliare la città a Parigi, Milano, Roma e Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.