tartufo - articoli in archivio

  • Tartufo

  • Il tartufo, alimento estremamente pregiato e ricercato, è un fungo ipogeo costituito da una massa carnosa detta “gleba” che è la vera prelibatezza del tubero, e una sorta di rivestimento esterno (simile a una scorza) che lo protegge detto “peridio”, coperto da spore brune di diversa natura a seconda delle specie.

    Il tartufo si sviluppa in determinate condizioni nei pressi delle radici di alcuni alberi quali salici, faggi, querce, pioppi, conifere e noccioli con i quali vive in simbiosi. Esso è conosciuto fin da tempi antichissimi e aleggiano intorno alle sue misteriose origini numerose credenze e leggende. Scopritelo con la nostra guida gratuita, soprattutto dove trovarlo e come mangiarlo!

  • Produttori di tartufo

  • A meno che non siamo tra i fortunati che abitano nei luoghi di produzione o che hanno qualche amico cercatore, quando ci viene voglia di tartufo la cosa più immediata che ci viene in mente è quella di andare in un ristorante specializzato oppure tentare di trovarlo al supermercato o al centro commerciale. Ma dimentichiamo spesso che vi sono altre fonti assai più idonee dove acquistarlo: i produttori.

  • Mostra mercato del Tartufo bianco di Rivalba

  • A due passi da Torino, nel cuore dell’incantevole cornice delle Colline torinesi, il secondo weekend di novembre si celebra il tartufo bianco: indiscusso re delle tavole autunnali! E quest’anno a Rivalba c’è più di un motivo per ben festeggiare questa occasione, iniziando dall’occasione della “Prima Nazionale!!”.

  • Mappatura del genoma del tartufo nero

  • Le truffe che riguardano il tartufo sembrano essere dunque all’ordine del giorno, e per il consumatore può essere davvero difficile accorgersi delle fregature in agguato. Per fortuna, dalla ricerca arrivano interessanti novità: si sta infatti lavorando per mettere a punto un sistema scientificamente valido per smascherare le truffe riguardanti i preziosi funghi sotterranei. In questo senso l’analisi e la mappatura del DNA possono essere di grande aiuto.

  • Legislazione italiana sui tartufi

  • In Italia il punto di riferimento legislativo per tutto ciò che concerne i tartufi immessi al consumo è rappresentato dalla Legge 16 dicembre 1985, n. 752 “Normativa quadro in materia di raccolta, coltivazione e commercio dei tartufi freschi o conservati destinati al consumo”.

  • Aroma artificiale di tartufo

  • Probabilmente tutti abbiamo avuto occasione di assaggiare un prodotto insaporito al tartufo, come ad esempio un olio aromatico, una salsa o un formaggio. Proprio in questo settore si concentrano molte delle truffe che riguardano i tartufi: rimarrete probabilmente stupiti nell’apprendere che, nei prodotti che avete consumato, probabilmente di tartufo non c’era nemmeno l’ombra: si tratta di un additivo chimico detto bismetiltiometano.

  • Terfezia, finto tartufo

  • Un’altra truffa molto comune che riguarda i tartufi prevede l’utilizzo di funghi molto meno pregiati che vengono spacciati per tartufi “veri”. Per questa attività illecita si utilizzano le terfezie, funghi sotterranei di aspetto simile a quello dei tartufi, ma che ad un esame organolettico si rivelano di mediocre qualità.

  • Falso tartufo cinese

  • Dalla Cina, si sa, arrivano prodotti taroccati di ogni tipo, come ad esempio quelli tecnologici o di capi di abbigliamento, ma anche i prodotti alimentari che subiscono contraffazioni da parte delle aziende cinesi sono numerosissimi. E non si tratta solo di pessime imitazioni di mozzarelle, parmigiano reggiano o prosciutti: anche i tartufi sono oggetto di queste lucrose truffe.

  • Truffe e falsi tartufi

  • Tra le tante tipologie di fungo che si possono trovare in commercio, il tartufo è quella di gran lunga più ricercata e quotata sul mercato. I prezzi di vendita delle varietà più pregiate sono talvolta esorbitanti (nell’ordine di diverse decine di migliaia di euro al chilogrammo), e per questo motivo il business delle contraffazioni è sempre in agguato. Frodi, truffe, falsi (spesso pericolosi per la salute) sono ormai notizia quotidiana, per cui diventa fondamentale essere informati per potersi difendere.

  • Associazione Nazionale Città del Tartufo

  • A Valtopina, in provincia di Perugia, ha sede l’Associazione Nazionale Città del Tartufo (ANCT) che riunisce comuni di tutta Italia accomunati dalla produzione di tartufo. L’Associazione si è dotata di un suo Disciplinare di qualità “Amici del Tartufo” a garanzia dell’origine e della qualità del prodotto proposto ai consumatori.

  • Museo del tartufo in Italia

  • Tutti conoscono il gusto inimitabile del tartufo, nelle sue numerose varianti gastronomiche, sparso a profusione sui piatti o “diffuso” in formaggi e olii; altrettanti sanno che a questo saporito prodotto delal natura sono dedicate fiere e mostre mercato in tutt’Italia, ma pochi sanno che esistono addirittura dei “Musei del tartufo“. Scopriamoli insieme con questo articolo.

  • Fiera del tartufo in Italia

  • Un momento davvero interessante per gli appassionati di buona tavola, ma anche di tradizioni enogastronomiche locali, sono le Fiere dedicate al tartufo che si svolgono numerose in tutta la penisola, ovviamente nelle aree a forte vocazione tartuficola o caratterizzate da una produzione di alta qualità e grande tradizione. Ce ne sono molte in Italia, grandi e piccine, storiche e recenti, tutte a cadenza annuale, e alcune si ripetono ormai da moltissimo tempo. Sono appuntamenti straordinari per conoscere il territorio e le sue peculiarità, ma anche per fare ottimi acquisti e degustazioni.

  • Strada del Tartufo

  • Il tartufo è un pregiatissimo fungo che cresce da nord a sud in molte zone d’Italia, e che è il protagonista di “Strade del Tartufo” che si snodano lungo i relativi territori d’origine. Percorrendo queste Strade il visitatore può coniugare all’interno dello stesso itinerario la buona tavola e l’arricchimento personale, scoprendo il territorio e i suoi elementi di pregio gastronomico, storico e culturale.

  • Tartufo nero di Norcia

  • Tra i più rinomati tartufi italiani, il Tartufo Nero di Norcia occupa senza dubbio uno dei primi posti in testa alla classifica. Questo fungo infatti è caratterizzato da sapori e profumi eccellenti, e rappresenta uno dei fiori all’occhiello delle tipicità umbre.

  • Tartufo bianco d’Alba

  • Fra le molte specie di tartufo che crescono spontaneamente in Italia, il tartufo bianco d’Alba è senza dubbio la più ricercata ed apprezzata. Proveniente da alcune zone del Piemonte, con il sopraggiungere dell’autunno questo tartufo è oggetto di una vera e propria “caccia” che lo porterà sulle tavole dei buongustai di tutto il mondo.

  • Tartuficoltura

  • Per lungo tempo è stata ritenuta impossibile la coltivazione dei tartufi, anche se nei secoli passati molti studiosi non si sono rassegnati, cercando una soluzione a questo problema. Dopo sforzi, tentativi e molti insuccessi, all’inizio del 1800 iniziarono ad arrivare i primi risultati, e la tartuficoltura è al giorno d’oggi una realtà in continua espansione.

  • Cercare tartufi

  • Oltre che per i loro sapori e profumi eccellenti, i tartufi sono tanto costosi anche per via delle difficoltà legate alla loro raccolta. Per ottenere un tartufo bisogna individuarlo al di sotto di uno spesso strato di suolo, cosa che all’uomo sarebbe praticamente impossibile senza l’ausilio di animali dal fiuto particolarmente sviluppato. La ricerca del prezioso fungo è un’arte complessa e ricca di piccoli “segreti del mestiere”, ma anche una tecnica raffinata che si serve di animali da cerca, strumenti di lavoro e tanta tanta esperienza.

  • Raccolta tartufi: norme e leggi

  • Nel nostro Paese la raccolta dei tartufi è regolamentata da una specifica normativa risalente al 1985, successivamente modificata e che ammette diverse deroghe a livello locale. In questa guida potrete trovare informazioni relative alla raccolta di questi funghi ipogei secondo quanto previsto dalla legge italiana.

  • Varietà di tartufo

  • Si fa presto, a dire “tartufo”: di questo fungo ipogeo in natura esistono molte specie diverse, ciascuna delle quali presenta diverse esigenze in termini di habitat e, naturalmente, profumi e sapori caratteristici. Ecco quindi una guida che spiega tutto quello che c’è da sapere sulle principali varietà di tartufo di interesse commerciale che si possono reperire nel nostro paese, e quindi sulle tavole dei ristoranti o quelle delle nostre case.

  • Storia del tartufo

  • Il tartufo attraversa ormai la storia dell’uomo da alcune migliaia di anni, e si tratta di un prodotto costoso e molto ambito che da sempre rappresenta una sorta di status symbol. Ecco una guida, semplice e completa, che ripercorre la storia del tartufo, dall’antichità sino ai giorni nostri.