dermatologo - articoli in archivio

  • Come cancellare le voglie sulla pelle dei bambini

  • Dopo un paio di giorni dalla nascita, la cute del neonato può arricchirsi della presenza di voglie. Spesso diventano un fastidio o un semplice inestetismo; tuttavia, è bene sapere che con l’aiuto di pochi e semplici cure queste voglie possono scomparire.

  • L’impetigine

  • Torniamo a parlare di impetigine, l’infezione superficiale della pelle provocata da particolari
    batteri, in particolare da:

    • Staffilococco aureus (85% dei casi)

    • Streptococco pyogens (30%). Come si manifesta? Quali sono le caratteristiche principali? Quante forme di impetigine esistono? Quali complicazione può comportare e qual’è la terapia migliore. In un’intervista abbiamo parlato di impetigine con il Professor Giampiero Girolomoni, direttore della Clinica Dermatologica, Ospedale Civile Maggiore di Verona.

  • Eritema da pannolino

  • L’eritema da pannolino è un disturbo che si presenta di frequente nei neonati. Ma cosa si intende esattamente per eritema da pannolino? Come si presenta e cosa bisogna fare, lo abbiamo al Dottor Antonio Del Sorbo, medico chirurgo, specialista in dermatologia e venerologia.

    Dott. Del Sorbo, cos’è l’eritema da pannolino?

    Con il termine generico di eritema da pannolino si indicano tutta una serie di dermatiti localizzate all’area del pannolino e che possono riconoscere diverse cause. La terapia della dermatite da pannolino, potrà pertanto variare a seconda che ci troviamo davanti ad una candidosi anogenitale (infezione da candida albicans), un eczema da contatto (reazione infiammatoria o di ipersensibilità al materiale del pannolino), una psoriasi inversa (napkin psoriasis), una dermatite atopica, una dermatite seborroica o una micosi.

  • Il controllo dei nevi nei bambini: intervista al dermatologo il Dott. Antonio Del Sorbo

  • Il controllo periodico dei nevi andrebbe effettuato già in età pediatrica, proprio per la somiglianza di alcuni di essi (es. nevi blu, nevi di Spitz, nevi di Reed, nevi atipici, etc) con il melanoma, tumore maligno della pelle, che nei bambini è fortunatamente meno frequente rispetto all’età adulta. Come comportarsi con i nei? Lo abbiamo chiesto al dermatologo salernitano, Dottor Antonio Del Sorbo.

  • L’impetigine (la molecola)

  • L’impetigine è un argomento di cui più volte ci siamo occupati. Vista la grande richiesta di persone che ci richiedono informazioni sempre più approfondite, torniamo a parlarne, grazie alla collaborazione con www.fli.com , con il Prof. Carlo Gelmetti, responsabile servizio di Dermatologia Pediatrica, Fondazione IRCCS “Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena”, Direttore dell’Istituto di Scienze Dermatologiche, Università di Milano.

  • L’impetigine (seconda parte)

  • Parliamo ancora di impetigine, l’infezione di origine batterica che può colpire soprattutto bambini tra i 2 e i 6 anni. Ma cosa dobbiamo fare non appena ci accorgiamo che il bimbo potrebbe essere stato colpito da queste vescicolette? Lo abbiamo chiesto al Professor Giampiero Girolomoni, direttore della Clinica Dermatologica, Ospedale Civile Maggiore di Verona. L’intervista è stata realizzata grazie alla collaborazione con la Federazione Logopedisti Italiana.

  • L’impetigine (prima parte)

  • In estate può capitare che i bambini si riempiano di piccole vescicolette rosse e crosticine gialle. Si tratta di impetigine, una contagiosa infezione di origine batterica che colpisce soprattutto i bambini dai 2 ai 6 anni. Ne abbiamo parlato con il Professor Giampiero Girolomoni, direttore della Clinica Dermatologica, Ospedale Civile Maggiore di Verona. L’intervista è stata realizzata grazie alla collaborazione con la Federazione Logopedisti Italiana.