alimentazione - articoli in archivio

  • Migliore dieta per la pelle

  • Migliorare la propria pelle spesso non è solo una questione di creme, cremine, impacchi e lozioni: la parte più importante la fa ciò che si trova nel nostro piatto!

  • Nuotare a digiuno fa male

  • Svegliarsi la mattina ed allenarsi senza fare colazione: siete terrorizzati al solo pensiero? Eppure in realtà potrebbe essere davvero un’ottima idea.

  • Quali sono gli alimenti snellenti

  • Mangiare è bello, si, ma spesso il nostro girovita ne paga caramente il prezzo. Esisteranno dei cibi in grado di far dimagrire?

  • Rischi degli integratori

  • Qualsiasi sostanza presente al mondo può avere degli effetti collaterali se assunta in modo eccessivo od inadeguato, perfino le vitamine. Lo sapevate, vero?

  • Rischi e pericoli della dieta detox

  • Una dieta creata apposta per cercare di migliorare il nostro stato di salute eliminando gli eccessi non dovrebbe avere controindicazioni, giusto? Invece le cose non stanno esattamente così…

  • Rischi e pericoli della dieta iperproteica

  • Una particolare tipologia di alimentazione ultimamente sta spopolando: spingere sulle proteine in effetti aiuta a dimagrire, ma che conseguenze può avere tutto questo sulla salute?

  • Allergia alle arachidi

  • Le arachidi, o noccioline americane, sono i semi dell’Arachis hypogaea, una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Leguininose, originaria del continente americano e importata in Europa dai portoghesi nel XVI secolo. Oggi anche in Italia l’allergia alle arachidi è molto diffusa. Scopriamo perché

  • Allergia al frumento: sintomi e cose da sapere

  • Con il termine “frumento”, o grano, si indicano circa 15 specie di piante della famiglia delle Graminacee appartenenti al genere Trillami; il frumento duro , il frumento tenero e il farro sono le specie più diffuse in Italia. Il grano duro è coltivato principalmente nell’Italia meridionale e nelle isole, ha un contenuto in proteine leggermente maggiore rispetto alle altre specie ed è utilizzato in prevalenza per la produzione di pasta, grano tenero, coltivato soprattutto nell’Italia centrale e settentrionale, trova largo impiego nella produzione di pane e prodotti da forno. Scopriamo insieme l’allergia al frumento.

  • Allergia a pesci, crostacei e molluschi

  • La maggior parte del pescato consumata come alimento fresco o conservato, circa un terzo invece per la produzione di farine e oli di pesce. Le farine trovano largo impiego nell’alimentazione di animali domestici e in zootecnia; gli oli sono ricchi di acidi grassi polinsaturi della serie omega-3 (EPA e DHA) e di vitamine A e D. Tuttavia, il pesce produce spesso allergie, alcune delle quali anche molto fastidiose.

  • Allergia alle uova: sintomi e cose da sapere

  • Tra le varie allergie alimentari esistenti, l’allergia alle uova è quella che probabilmente limita di più la scelta e il conseguente consumo di alcuni alimenti comuni. Scopriamo insieme le caratteristiche delle allergie alle uova e come si possono sostituire a tavola.

  • Allergia al latte: sintomi e cose da sapere

  • L’allergia al latte vaccino è più frequente nella primissima infanzia (0,5-4%), ma può insorgere a qualsiasi età. I dati ricavati da numerosi studi mirati evidenziano che, nel primo anno di vita, una percentuale di bambini variabile dal 2,2 a circa l’8% presenta allergia al latte vaccino. Una piccola quota, pari allo 0,5%, manifesta sintomi allergici anche se è allattata esclusivamente al seno.

  • Come curare le allergie alimentari

  • Le allergie alimentari non possono essere guarite mediante terapia farmacologica. L’individuazione e la conseguente esclusione dell’alimento o degli alimenti responsabili dal vitto quotidiano rappresenta l’unico trattamento efficace – e obbligato – per la prevenzione e la cura delle allergie alimentari. Scopriamo insieme come curare le allergie alimentari.

  • Diagnosi allergie alimentari: tutti i test

  • La diagnosi di allergia o di intolleranza alimentare deve essere effettuata dal medico specialista secondo un protocollo diagnostico standardizzato, basato su principi documentati e riproducibili, che contempla un’accurata anamnesi, l’esecuzione di test cutanei e di laboratorio, diete di eliminazione e diete di provocazione. Scopriamo insieme come si effettuano le diagnosi delle allergie alimentari.

  • Sintomi allergie alimentari

  • I meccanismi biologici responsabili delle allergie alimentari sono molto o complessi e articolati. I sintomi clinici sono la conseguenza dell’interazione tra il patrimonio genetico, che può essere predisponente, e i fattori ambientali, che possono agire come fattori scatenanti. Scopriamo insieme quali sono i sintomi delle allergie alimentari.

  • Come nasce un’allergia alimentare

  • Per soddisfare i fabbisogni energetici e strutturali dell’organismo è necessario assumere ogni giorno del cibo: la nutrizione rende possibile il movimento, il funzionamento di organi e apparati, l’attività celebrale (funzione energetica), e garantisce anche la disponibilità di materiali necessari per e restituire nuove cellule deputate all’accrescimento dell’intero organismo o alla sostituzione di strutture organiche usurate (Funzione strutturale). Scopriamo insieme come nasce un’allergia alimentare.

  • Che cos’è l’allergia alimentare?

  • Cosa vuol dire essere allergici ad un alimento? In questa guida approfondiremo che cos’è e come nasce un’allergia alimentare.

  • Miglior alimentazione per sgonfiarsi

  • A volte capita di sentirsi molto simile a dei… dirigibili, vero? Si tratta di una fastidiosa sensazione che possiamo spesso risolvere semplicemente grazie al cibo.

  • Come dimagrire senza sforzo

  • Probabilmente chi inventerà la pillola che permetterà di tornare in forma senza dover fare nulla diventerà l’uomo più ricco del mondo: nel frattempo, esistono modi per perdere peso facendo meno fatica possibile?

  • Come dimagrire in una settimana

  • Un matrimonio (magari il proprio) una festa, un evento particolare, l’inizio delle vacanze: qualsiasi sia la motivazione, magari avete bisogno di perdere peso in un lasso di tempo brevissimo, diciamo sette giorni. È possibile o no?

  • Miglior dieta per intolleranza al glutine

  • Miglior dieta per intolleranza al glutine, panoramica Cominciamo con una doverosa precisazione: c’è una grossa confusione tra la celiachia vera e propria ed invece una sorta di sensibilità (od intolleranza appunto) al glutine, un’ entità patologica non ancora chiara dal punto di vista medico. Comunque se vi è stata riscontrata questa condizione sicuramente vorrete sapere qual’è la miglior dieta per intolleranza al glutine, e noi siamo qui per questo. Il glutine è una sostanza lipoproteica presente all’interno di alcuni cereali: orzo, frumento, segale, farro. L’assunzione di glutine può causare in soggetti celiachi o sensibili alcuni disturbi di carattere digestivo, ma

  • Dimagrire nuotando

  • Soprattutto quando arriva la stagione invernale, riuscire a fare attività fisica all’aria aperta diventa sempre più difficile. L’alternativa? Buttarsi in vasca!

  • Miglior alimentazione contro il gonfiore

  • Ahi che dolore! Spesso la pancia gonfia non è solo un fastidioso inestetismo, ma è anche accompagnata da crampi ed altri sintomi sgradevoli: vediamo insieme come combatterla a tavola.

  • Miglior alimentazione per il nuoto

  • E’ noto da tempo ormai che per ottenere i massimi risultati dallo svolgimento di un particolare tipo di attività fisica è giocoforza necessario curare moltissimo anche gli aspetti…gastronomici. E voi, lo sapevate?

  • Miglior alimentazione per sedentari

  • Per svariati motivi, esistono persone che non possono – o non vogliono – effettuare attività fisica specifica in palestra, piscina, pista da ballo, ecc. Questo tipo di persone dovrebbe seguire un particolare tipo di dieta, oppure no?

  • Ricerca sugli ogm

  • Sono 28 i Paesi nel mondo che coltivano Ogm su una superficie totale di circa 170,3 milioni di ettari. La ricerca sugli Ogm ha quindi fatto grandi passi in avanti e se ancora molti consumatori sono contrari agli Ogm, i dati rivelano un costante incremento della produzione degli organismi geneticamente modificati.

  • Prodotti ogm

  • Per il consumatore non è facile fare la scelta giusta in fatto di generi alimentari e valutare cosa mettere nel carrello o nel piatto. Le ricerche dell’ingegneria genetica hanno apportato grandi cambiamenti in tutta la filiera produttiva: sugli scaffali accanto ai prodotti biologici si trovano così anche tanti prodotti Ogm.

  • Soia ogm

  • La soia e i suoi derivati, come la lecitina, sono presenti in centinaia di alimenti di uso comune e che spesso il consumatore acquista e utilizza senza sapere che questo ingrediente è presente. La soia ha tantissime proprietà benefiche, ma oggi si sta sempre più diffondendo anche la soia Ogm.

  • Tè e tisane: come prepararle

  • Quando arriva la sera, magari poco prima di andare a letto, oppure il pomeriggio durante una pausa di relax non c’è niente di meglio che bere una calda tazza di tè o una tisana. Oggi queste bevande sono sempre più consumate nell’arco della giornata e sono di vario tipo: dal classico tè con il limone oppure il tè verde, alla grande offerta di tisane per rilassarsi, per tonificarsi, per depurarsi, per favorire la digestione. Scopriamo allora qual è il tè o la tisana più adatta ad ogni gusto personale o a un particolare momento della giornata e come si preparano.

  • Dieta depurativa: come si fa?

  • Sono molti anzi troppi i motivi per cui al giorno d’oggi la maggior parte delle persone conduce un’esistenza non propriamente sana ed equilibrata. Ma se forse del traffico e dello stress lavorativo non si può proprio fare a meno, l’alimentazione può essere curata.

  • Dieta dello sportivo: in cosa consiste?

  • Da sempre è noto: chi fa sport non può alimentarsi allo stesso modo di chi vive una vita sedentaria, pena una considerevole peggioramento delle prestazioni e dei risultati altrimenti raggiungibili in palestra!

  • Dieta chetogenica: come si fa?

  • Molte sono le diete che hanno riscosso e riscuotono parecchio successo, ma la chetogenica in particolare è una delle più inossidabili e, a quanto sembra, delle più efficaci: sarà davvero così?

  • Disturbi del comportamento alimentare

  • Quando parliamo di disturbi del comportamento alimentare ci riferiamo ad una patologia mentale che riguarda tutta una serie di problemi legati all’alimentazione e, alle situazioni di disagio che si vengono a creare nel rapporto fra l’individuo e il cibo. Un rapporto basato soprattutto sull’ossessione del peso e della propria immagine corporea.

  • Alimentazione degli anziani

  • L’alimentazione degli anziani è un fattore importante per il mantenimento delle funzioni vitali e per conservare un buono stato di salute generale. Infatti, passata una certa soglia di età, il corpo della persona anziana subisce delle modificazioni (rallenta il metabolismo basale e diminuisce la corporatura scheletrica), pertanto non necessità più di grosse fonti di energia, quanto piuttosto di equilibrare gli alimenti, per affrontare al meglio i cambiamenti fisici e dello stile di vita.

  • Uscire dall’anoressia

  • Un argomento sempre molto attuale, quello legato all’anoressia, alle conseguenze di questo terribile disturbo, alle cause e ai possibili interventi. Da sempre, considerato un problema non solo medico ma soprattutto sociale e psicologico, quello che ci interessa sapere, è se davvero si uscire dall’anoressia ed in che modo.

  • Ragazzo anoressico

  • Ci sembra strano parlare di ragazzo anoressico, visto che quando pensiamo all’anoressia, erroneamente ci riferiamo sempre al genere femminile, come se a soffrire di tale disturbo fossero solo le donne. In realtà, seppur esse rappresentano una buona percentuale, negli ultimi anni si sta registrando una tendenza ad ammalarsi di anoressia anche da parte dell’universo maschile.

  • Combattere l’obesità infantile

  • L’obesità è purtroppo un fenomeno in grande crescita non solo nel nostro paese, ma a livello mondiale. E’ una piaga della società moderna difficile da combattere, soprattutto per quanto riguarda in mondo dell’infanzia. A tale proposito, sappiamo che l’opinione pubblica è concorde nel ritenere che questa piaga va affrontata e con interventi tempestivi. Ma come fare per combattere l’obesità infantile?

  • Caffè equo e solidale

  • Il caffè è una delle bevande calde più consumate in Italia e la sua filiera produttiva coinvolge numerosi protagonisti come produttori, intermediari, esportatori, importatori, torrefattori e rivenditori. Oltre al caffè tradizionale c’è anche il caffè equo e solidale, la cui diffusione è ancora però marginale nel panorama del mercato mondiale.

  • Carne biologica

  • Le aziende zootecniche biologiche garantiscono la qualità della loro carne biologica e la trasparenza di tutte le fasi dell’intera filiera produttiva: dall’alimentazione degli animali allevati alla qualità dei fabbricati dove essi vivono, dalle cure veterinarie alla possibilità di far pascolare gli animali all’aria aperta, fino alla lavorazione finale della carne.

  • Alimenti OGM

  • Patate, pomodori, fragole, mais, soia, riso, fagioli che nascono nei laboratori ancor prima che negli orti… Si tratta del boom degli alimenti Ogm, ai primi posti nella produzione alimentare di Paesi come gli Stati Uniti, ma che in Italia hanno ancora pochi sostenitori tra produttori, consumatori e associazioni di categoria.

  • Biodiversità alimentare

  • Sono circa 300.000 le specie vegetali riconosciute dall’uomo e presenti sulla Terra di cui circa 30.000 sono considerate potenzialmente commestibili. Queste cifre già fanno capire di per sé la complessa varietà dell’intero ecosistema: la biodiversità alimentare va pertanto tutelata e considerata come un vero e proprio patrimonio di tutta l’umanità.

  • Mancanza ferro in gravidanza

  • La gravidanza è un momento particolare per la vita di una donna, spesso, molto desiderato. Tuttavia è necessario che la futura madre si sottoponga a tutta una serie di controlli ed esami, per evitare che la gravidanza posso essere compromessa da spiacevoli problemi. Ma cosa accade se vi è mancanza di ferro in gravidanza?

  • Cibi ricchi di ferro in gravidanza

  • In gravidanza, è molto importante per la salute della neo mamma e del bambino che l’alimentazione sia bilanciata e nutrizionalmente corretta; a tale proposito vediamo quali sono i cibi ricchi di ferro in gravidanza di cui non è possibile fare a meno.

  • Calcio in gravidanza

  • La gravidanza è un evento speciale nella vita di ogni donna; non deve essere considerata una malattia, ma nemmeno sottovalutata. Uno degli elementi più importanti che la futura mamma non deve mai dimenticare di assumere o integrare è il calcio. Ma quanto è importante il calcio in gravidanza?

  • Allattamento al seno: tutti i vantaggi

  • Quanto è importante che il neonato sia allattato al seno? Perché alcune mamme non riescono a fornire i giusti nutrienti al proprio bambino attraverso il latte materno? Vediamo cosa comporta e quanto è importante l’allattamento al seno.

  • La dieta in gravidanza

  • Tutte le donne in età fertile dovrebbero assumere un supplemento giornaliero di acido folico e mangiare cibi ricchi di acido folico, dal momento che questa sostanza è importante per prevenire i difetti di nascita del cervello e del midollo spinale. Scopriamo insieme la dieta in gravidanza.

  • Dieta verde in gravidanza: perché fa bene

  • Assumere più verdure in gravidanza influenza le scelte alimentari del nascituro. E’ quanto sostiene uno studio condotto su 46 bambini tra i 6 mesi e un anno di età dai ricercatori del Monell Chemical Senses Centre di Philadelphia e presentato durante l’American Association for the Advancement of Science meeting. Ecco perché una dieta verde in gravidanza può contribuire ad affrontare meglio i nove mesi.

  • Bambini sani: prevenire allergie e obesità

  • Bambini sani e belli. Questo è il sogno di tutti coloro che mettono al mondo una nuova vita. Le predisposizioni naturali sono fondamentali e imprescindibili ma sicuramente una buona dose di conoscenze può contribuire ad aiutare i piccoli a crescere sani e forti. Scopriamo, ad esempio, come combattere le allergie con lo yogurt e come aiutare i piccoli a mantenersi in forma.

  • La prima pappa del bebè

  • Tra i quattro e i sei mesi, secondo le indicazioni del pediatra, il bambino passa gradualmente da un’alimentazione a base di latte a una che comprende anche cibi solidi. Questa fase si chiama svezzamento, una delle tappe più importanti dello sviluppo. E non mancano gli incidenti di percorso. Non tutti i bambini, per esempio, gradiscono il passaggio al cucchiaino o non amano i sapori diversi dal latte e possono volerci anche alcune settimane prima che il bambino impari a deglutire correttamente e arrivi a mangiare la sua prima pappa.

  • Perchè no agli Ogm

  • Quando si pensa a un piatto gustoso viene in mente una cucina in cui una cuoca è indaffarata alle pentole. Ma oggi alcuni ingredienti si preparano in asettici laboratori chimici, dove si seleziona il Dna: si tratta dei cosiddetti cibi transgenici. Ecco allora come sostenere e scegliere alimenti no Ogm.

  • Situazione degli Ogm in Italia

  • Ben 8 italiani su 10 sono contrari alla coltivazione Ogm in Italia. Questo è quanto sottolinea anche la Coldiretti e le principali motivazioni apportate da consumatori e associazioni di categoria sono quelle di tutelare l’ambiente, salvaguardare la biodiversità e scegliere prodotti e alimenti sani e naturali per la salute dell’uomo.

  • Centrifughe per vegetariani e vegani

  • Tra gli elettrodomestici che non dovrebbero mai mancare nelle cucine di vegetariani e vegani troviamo la centrifuga, un prezioso alleato della sana alimentazione che permette di sbizzarrirsi nella creazione di succhi, passati e tante altre gustose preparazioni.

  • Estrattore di succo a freddo

  • Un tempo le passate e i frullati si preparavano con attrezzi ad azionamento manuale, poi arrivarono i frullatori elettrici, e ora al top della gamma disponibile in commercio troviamo gli estrattori di succo. Vediamo quali sono le loro caratteristiche e i numerosi vantaggi legati al loro impiego.

  • Centrifuga ed estrattore di succo a confronto

  • Tra gli elettrodomestici considerati come veri e propri “must” nelle cucine di vegani e vegetariani troviamo le centrifughe e gli estrattori, che pur essendo a prima vista somiglianti nell’aspetto nascondono in realtà profonde differenze dal punto di vista tecnico. Quale scegliere? Ecco tutto quel che c’è da sapere per avere la certezza di acquistare il prodotto giusto.

  • Apericena, l’aperitivo cenato

  • Anche il cibo e le bevande seguono le mode ecco allora che oggi è di gran tendenza l’apericena, un appuntamento serale nei locali che permette di gustare stuzzichini di vario tipo accompagnati da analcolici, succhi o altre bevande, tutto rigorosamente in compagnia di amici, colleghi o di nuove conoscenze.

  • Come conservare alimenti e cibi

  • La conservazione degli alimenti è un aspetto fondamentale per garantire il mantenimento delle proprietà nutritive, l’igiene, la sicurezza alimentare e la salute del consumatore. Anche nelle case, nelle dispense, nei frigoriferi o nel trasporto dei cibi è pertanto bene seguire alcuni accorgimenti utili. Vediamo quali.

  • Alimentazione e bambini: l’importanza delle verdure

  • Nell’alimentazione dei piccoli non devono mai mancare le verdure che sono ricche di vitamine, sali minerali e fibre. Nel loro complesso, infatti, le verdure svolgono un ruolo importante per la salute e la crescita dei piccoli.

  • Come far mangiare la verdura ai bambini

  • I bambini non amano mangiare le verdure eppure fanno bene alla salute a tutte le età. Di seguito vi proponiamo qualche ricetta per cucinare le verdure ai vostri piccoli e renderle più appetibili agli occhi dei bambini.

  • Come ritrovare il peso forma dopo la gravidanza: la dieta allo yogurt

  • Lo yogurt è un alimento leggero e dietetico ed è l’ideale per tutte le donne che desiderano perdere gli ultimi chili in eccesso accumulati in seguito alla gravidanza. Vediamo quali sono le proprietà dello Yogurt e come può essere d’aiuto alle neo-mamme che desiderano tornare presto in forma.

  • La montata lattea: una produzione mamma-bambino

  • Non tutti sanno che, appena nato, il bambino non succhia direttamente il latte materno bensì il colostro. Ci vorrà qualche giorno, infatti, prima che arrivi il latte vero e proprio. La montata lattea, così come viene definita dagli specialisti, è appunto la produzione del latte che avviene ad opera della ghiandola mammaria nei giorni successivi al parto.

  • I bambini e la dieta vegetariana

  • I bambini di oggi mangiano troppe proteine e spesso questo genere di abusi produce effetti negativi sul peso e sulla salute dei piccoli. Per far fronte a questi rischi, negli ultimi anni è diventato molto diffuso la dieta vegetariana e il cosiddetto svezzamento green. Ma questa scelta è opportuna e sicura? Vediamo insieme di cosa si tratta.

  • L’alimentazione dei bambini nei paesi industrializzati

  • Secondo gli esperti, il regime alimentare dei paesi industrializzati è alla pase di molte patologie croniche che vengono proiettate direttamente sui bambini, qualora ad essi non venga somministrata per tempo una dieta sana e corretta.

  • Come alimentarsi durante la gravidanza

  • Ogni donna in dolce attesa ha sempre creduto di dover mangiare per due e che lasciarsi andare a delle porzioni più abbondanti a tavola non significasse nient’altro se non alimentare anche il feto. Mai come oggi questa antica credenza viene sfatata, anzi è stata definita dai medici nutrizionisti del tutto scorretta in quanto la prima regola che di solito si raccomanda di seguire è proprio quella di non abbondare. Vediamo quindi come dovrebbe gestire la propria alimentazione una donna durante la delicata fase della gestazione.

  • Alimentazione in gravidanza: cosa bisogna sapere

  • Durante i nove mesi di gravidanza ciò a cui la mamma deve prestare maggiore attenzione è la propria alimentazione: un sano e corretto regime alimentare rappresenta infatti una fase importante della gestazione. Ciò non riguarda solo l’organismo materno ma soprattutto il feto, dato che i principi nutritivi che ingerisce la mamma influiscono direttamente sullo sviluppo del bambino. Cosa mangiare e cosa evitare allora durante quei fatidici nove mesi?

  • Bambini e verdure: come superare il problema

  • Che ai bambini non piacciano le verdure è un luogo comune di cui si è sempre avuta conferma. Forse perché amare o forse perché dall’aspetto e dal colore poco gradevole, le verdure proprio non vanno giù ai più piccoli, e questo determina anche la disperazione e l’ansia nei rispettivi genitori. Vediamo qui come si potrebbe far fronte a un problema comune a molte famiglie.

  • Allattamento al seno

  • È noto come il latte materno sia da sempre il miglior nutrimento per il bambino. Sostanze nutrienti, anticorpi e acqua arrivano al bambino attraverso l’allattamento, che rappresenta anche il contatto più profondo e più importante che il piccolo instaura con la madre. Di solito sono sei i mesi che la donna può e deve dedicare all’allattamento prima di iniziare lo svezzamento. Vediamone le regole e come e perché avviene questo cambiamento.

  • Additivi alimentari minori: gas, esaltatori, agenti

  • Nella vasta gamma degli additivi alimentari, oltre alle categorie principali alle quali il nostro sito dedica intere guide specialistiche, esistono anche numerose tipologie che potremo definire “minori”, ma non certo per importanza o diffusione, bensì perchè ciascuna di esse contiene solo poche sostanze. Parliamo, ad esempio, dei vari tipi di “agenti”, dagli antischiumogenia quelli di rivestimento, così come degli antiagglomeranti o degli esaltatori di sapidità, fino a gas e propellenti. Vediamoli insieme e scopriamo quali di essi possono essere pericolosi per la nostra salute.

  • Additivi alimentari da evitare

  • Nella vasta gamma di sostenza chimiche che vengono mescolate agli alimenti che finiscono sulla nostra tavola, dette additivi alimentari, ci sono le quattro categorie specifiche degli emulsionanti, stabilizzanti, addensanti e gelificanti. Ciascuno, come spiega il termine stesso, ha un ben determinato compito, che generalmente è riferito al mantenimento di un preciso stato fisico e solido. Vediamo a cosa servono, quali sono e soprattutto quali rischi comporta la loro assunzione per la nostra salute.

  • Edulcoranti / dolcificanti da evitare

  • Gli edulcoranti sono additivi alimentari che vengono aggiunti al prodotto allo scopo di renderne più dolce ed appetibile il sapore e possono, allo stesso tempo, svolgere anche un’azione conservante. Come tutti i prodotti della chimica i sintesi offrono indubbi vantaggi sul momento, ma presentano anche rischi e possono provocare danni alla salute, sia sul breve che sul lungo periodo. Vediamo assieme quali sono e cosa possono causare.

  • Red Bull: effetti e rischi

  • Red Bull ha scritto la storia degli energy drink e attualmente è la bevanda più popolare e venduta sul mercato, del quale detiene una percentuale pari a circa il 70%. Oltre ad essere una bevanda stimolante, è entrata nell’immaginario collettivo come un vero e proprio “stile di vita” e, grazie al marketing ed alla pubblicità, il suo successo non sembra doversi arrestare. Scopriamo in questa guida come è nata la Red Bull, quali sono i suoi ingredienti e cosa la rende tanto speciale, ma anche quali sono gli effetti sulla salute e i potenziali rischi.

  • Snack al cioccolato: confronto tra sei barrette

  • Chi non conosce le barrette snack al cioccolato che rispondono a nomi ormai entrati nella quotidianità collettiva come Lion, Kit Kat, Twix, Bounty, Mars, Snickers? Praticamente tutti noi, grandi e piccoli, abbiamo assaggiato almeno una volta una di loro. Ma non tutti sappiamo bene cosa contengono, quali sono gli ingredienti e soprattutto quali gli effetti che possono avere sulla nostra salute, soprattutto se mangiati spesso e in quantità. Abbiamo messi a confronto per voi i sei snack più celebri e diffusi in Italia.

  • Barrette al cioccolato: calorie e valori nutrizionali

  • Gli snack a base di cioccolato sono una tentazione a cui pochi riescono a resistere. Si possono acquistare ovunque, dal bar alla tabaccheria, dall’autogrill al supermercato. Spesso li vediamo come un piccolo ‘premio’ da concederci ogni tanto, o come spezzafame fra un pasto e l’altro; più frequentemente, tuttavia, sono i bambini ed i ragazzi ad esserne i consumatori più incalliti. Ma quali sono ingredienti e gli effetti sulla salute derivanti dal consumo frequente di queste deliziose barrette? Scopriamolo assieme.

  • Pane o crackers: quale scegliere?

  • Alimentarsi in modo corretto è una tematica sempre più sentita nel campo dell’alimentazione, e conoscere le caratteristiche dei cibi che tutti i giorni portiamo in tavola è fondamentale per la nostra salute. Pane e crackers sono cibi comuni sulla tavola di tutti i giorni, e per questo è bene conoscere le loro caratteristiche: un confronto che non è affatto scontato, ma che mette in evidenza importanti differenze e fornisce indicazioni utili a chi vuole seguire una dieta sana ed equilibrata.

  • Zucchero: bianco raffinato o di canna

  • La parola “zucchero” deriva dal termine arabo zukkar, e identifica un prodotto indispensabile nella nostra vita di tutti i giorni. In commercio si trova sotto forma di due principali tipologie di prodotto: lo zucchero bianco e lo zucchero di canna. Sono moltissime le teorie che mistificano un particolare tipo di zucchero per esaltarne un altro, ma quanto sono veritiere e scientificamente basate queste informazioni? Scopriamo in questa guida le caratteristiche di entrambi i tipi di zucchero, e le loro implicazioni a livello nutrizionale e della nostra salute.

  • Olio d’oliva o di burro?

  • Prodotti profondamente diversi ma con scopi analoghi: preparare, condire ed insaporire i cibi. Ecco un confronto fra olio di oliva e burro, condimenti popolarissimi nella nostra cucina: quale fra i due condimenti è da preferire? Vediamo questa sfida a colpi di caratteristiche nutrizionali e…vinca il migliore!

  • Cibi integrali o raffinati: quali preferire

  • I cibi integrali rappresentano una porzione sempre più ampia nel panorama di scelta del consumatore, affiancandosi e fornendo alternative “salutari” ai cibi prodotti con cereali raffinati. Negli ultimi anni è stata soprattutto la grande attenzione rivolta verso le tematiche del benessere e della salute che ha determinato la riscoperta di questi cibi, caduti nell’oblio durante il boom economico. Integrale o raffinato, dunque? Scopriamo in questo confronto luci ed ombre di entrambe le tipologie di prodotto.

  • Come fare il pane in casa

  • Una utile guida alla scoperta del cibo più importante della nostra cucina: il pane. Ma anche un articolo di approfondimento per imparare a conoscerlo, ad apprezzarlo, e soprattutto a farlo in casa, riscoprendo vecchie tradizioni – o nuove tecnologie – e risparmiando anche parecchi euro. E non bisogna dimenticare che fare da soli in casa il pane permette di sapere bene cosa si mangia, perchè non sempre i prodotti commerciali ci danno garanzie su ingredienti, composizione, additivi e lavorazione!

  • Additivi alimentari: antiossidanti e regolatori di acidità

  • Gli antiossidanti sono additivi alimentari che, aggiunti al prodotto, impediscono l’ossidazione di diverse molecole contenute nel cibo, ossidandosi essi stessi oppure inibendo le stesse reazioni chimiche di ossidazione. I regolatori di acidità sono invece sostanze il cui scopo è mantenere l’alimento entro certi limiti di pH, ottimali per la sua conservazione: si può dunque trattare di molecole che rendono più acido o più basico l’alimento cui vengono aggiunte.

  • Coloranti alimentari da evitare

  • I coloranti alimentari sono sostanze utilizzate per conferire una particolare tonalità di colore al prodotto, rendendolo perciò più attraente e appetibile per il consumatore. Sfortunatamente, come per i conservanti non si tratta di sostanze del tutto innocue, soprattutto perchè la maggior parte di esse proviene dalla chimica di sintesi e non dalla natura. Se è impossibile evitare di assumerle, dato che sono praticamente ovunque nei cibi confezionati, è almeno possibile sapere cosa sono, a dispetto del fatto che sulle confezioni vengono indicati solo con delle sigle.

  • Conservanti alimentari da evitare e rischi per la salute

  • I conservanti sono additivi alimentari che, aggiunti al prodotto, ne permettono una migliore conservazione nel tempo, mantenendone le caratteristiche inalterate ed impedendo lo sviluppo di microorganismi e muffe. Naturalmente, come tutti i prodotti della chimica hanno benefici e ma anche effetti collaterali sulla salute dell’uomo.

  • Come far mangiare ai bambini i cibi che non piacciono

  • E’ risaputo che i bambini non sono particolarmente attratti da alcuni alimenti, ma cedere ai loro capricci e lasciarli mangiare solo cio’ che considerano appetibile ai loro occhi non è certo l’ideale.
    Per far mangiare loro alcuni cibi particolarmente ‘ostici’ quali la verdura, la frutta o la carne, basta avere un po’ di pazienza e un pizzico di fantasia.

  • Merendine ai bambini :Si o no? (seconda parte)

  • Le merendine di oggi sono alimenti migliori e più adatti alla merenda dei bambini sia come composizione nutrizionale sia come porzione.

    “L’industria italiana mette a disposizione del consumatore una produzione molto diversificata, non solo per tipologia ma anche per dimensione. – commenta Andrea Ghiselli, medico e ricercatore INRAN – Il fatto, poi, che le merendine siano confezionate e porzionate singolarmente e che abbiano un’etichetta nutrizionale, ha due grandi vantaggi: si possono comodamente (e nel rispetto delle norme igieniche) portare con se ovunque ed è possibile scegliere il prodotto più adatto non solo in funzione dei propri gusti e delle esigenze energetiche, ma anche di eventuali allergie o intolleranze

  • Merendine per bambini: Si o no? (prima parte)

  • E’ giusto dare le merendine ai nostri bambini? Sicuramente, distribuire l’energia e i nutrienti durante la giornata è essenziale per mantenersi in forma e stare bene. Questa è una regola per tutti, grandi e piccini. La merenda si inserisce tra i 5 pasti principali che i nutrizionisti consigliano. Oltre alla colazione, al pranzo e alla cena, è bene fare anche due spuntini per arrivare al pasto meno affamati. Ma vediamo cosa ne pensano gli esperti.

    Ma c’è molto di più. “

  • La scelta del biberon

  • Se un neonato viene allattato al seno, non ha bisogno del biberon. Tuttavia, serve nei casi in cui il bimbo si nutre con latte materno precedentemente “tirato” con il tiralatte o nel caso si renda necessario l’allattamento artificiale. In ogni caso, il biberon serve per le prime pappe o semplicemente per bere acqua o tisane. Come scegliere il biberon giusto per vostro figlio? In commercio ce ne sono diversi tipo, ognuno per le diverse tappe del neonato.

  • Come si prepara il latte artificiale

  • Per svariate ragioni, dovrete passare presto al latte artificiale. I primi mesi è meglio utilizzare il famoso latte in polvere, della marca consigliata dal vostro pediatra. Il latte in polvere lo trovate in vendita in farmacia e/o nei supermercati. Una confezione di latte in polvere pesa 500 grammi, ma trovate anche il formato convenienza da 1000 grammi. Ma come si prepara? Vediamolo insieme.

  • I succhi di frutta e i nettari di frutta

  • La frutta è molto importante nell’alimentazione del bambino. In questa guida ci occupiamo della frutta, non da mangiare, bensì quella da bere. Pensate che sin dalla nascita il fabbisogno idrico di un neonato è maggiore rispetto quello di un adulto.

    L’organismo del bebè infatti è formato dall’80% di acqua mentre quello dell’adulto del 60%. I primi mesi di vita il neonato non ha bisogno di altre integrazioni di liquidi che non siano latte.

  • Svezzamento: dalla M alla Z

  • M come MANZO
    Il manzo è una fonte molto importante di proteine. Dopo l’introduzione delle carni bianche dal gusto delicato si passerà alla carne di manzo. La carne si introduce nella dieta a partire dal 7° mese sotto forma di omogeneizzato oppure liofilizzato perchè risultano più digeribili.

    N come NUTRIMENTO
    Si tratta di un bisogno vitale ma deve essere fatto in modo giusto. Purtroppo, i bambini oggi non seguono un’alimentazione corretta e danno la loro preferenza ai cibi grassi come le patatine e i frutti che accanto alla vita sedentaria non danno risultati sicuramente positivi.

    O come OMOGENEIZZATO
    Gli omogeneizzati sono i primi alimenti che vengono introdotti nello svezzamento del bambino. Sono studiati proprio per le esigenze nutritive dei piccoli, rendendoli quindi più digeribili.

  • Svezzamento: dalla A dalla L

  • Svezzamento: prima pappa dalla A alla Z

    Lo svezzamento è una tappa molto importante per il bimbo ma anche per la mamma che vedrà il suo piccolo fare progressi. Ma come affrontare questo momento? Per prima cosa è importante non demoralizzarsi se il bimbo non gradisce. Lo svezzamento è un’esperienza da vivere in completa armonia. Evitate di insistere di fronte ai “no” dei bambini. Ecco quindi una serie di piccoli e utili consigli, 21 per la precisione, uno per ogni lettera dell’alfabeto.

  • Il ruttino dopo la pappa

  • Sembra quasi una regola fissa: dopo la poppata il ruttino. Ma non sempre è così. A volte infatti, non è necessario o il bimbo lo fa senza che la mamma se ne accorga. Il bebè durante la poppata deglutisce molta aria, soprattutto se mangia in fretta. Capita spesso nei primi mesi quando nel seno vi è parecchio latte. Il fatto di ingoiare di fretta, può recare fastidio al piccolo perchè l’apparato digerente non è ancora completamente sviluppato. Proprio per questa ragione si rende indispensabile il ruttino per liberare il pancino dall’aria accumulata.

  • Il calo ponderale

  • Il calo ponderale è una perdita di peso fisiologico nei primi giorni di vita del neonato. Solitamente interessa il 5-10% del peso e verrà recuperato in circa 7-10 giorni. La perdita di peso è una conseguenza di alcuni fenomeni che si verificano appena dopo la nascita. Si comincia dall’emissione di urina e dalla perdita dei primi liquidi che non si reintegrano subito come invece accade dentro al pancione (tramite la placenta e il liquido amniotico) e dall’emissione del meconio (prime feci del bebè).

  • Pranzo e cena di Natale

  • In Italia il Natale è la festa per eccellenza, un momento straordinario che si trascorre in casa, assieme alla famiglia e ai propri cari; la consuetudine, generalmente rispettata, vuole che ci si riunisca attorno a una bella tavola imbandita per l’occasione con piatti e dolci della tradizione natalizia, che oltre ad avere elementi comuni a tutto il paese, offre una miriade di specialità e varianti regionali e locali. In ogni regione italiana ci sono piatti tradizionali per la cena della Vigilia, o per il pranzo e la cena del 25 dicembre, ma soprattutto dolci.

    Vediamo quali sono le tradizioni culinarie più diffuse e come le famiglie italiane fanno spesa e cosa portano in tavola.

  • Proprietà e valori nutrizionali dell’anguria

  • Il gusto fresco ed il profumo gradevolissimo dell’anguria sono uno dei veri e propri simboli dell’estate. Quando fa caldo non c’è niente di più dissetante e rinfrescante di una bella fetta di anguria, dolce e succosa, che oltre a reidratare l’organismo apporta anche sostanze utili come sali minerali, antiossidanti e vitamine. In questa guida interamente dedicata alle caratteristiche nutrizionali dell’anguria scopriremo tutto quello che questo colorato frutto dona al nostro organismo.

  • Latte: di mucca o di soia?

  • Meglio il latte di mucca o quello di soia? La domanda rimbalza da un capo all’altro della rete, dividendo letteralmente il pubblico fra i cultori della tradizione del latte vaccino e i sostenitori del latte di soia. Ma chi ha ragione, ammesso che una ragione esista? Attraverso questo confronto – realizzato su rigorose basi scientifiche – cerchiamo di comparare le caratteristiche del latte vaccino e di quello di soia, e tutte le loro implicazioni nei confronti della nostra salute e dell’ambiente.

  • Come leggere le tabelle nutrizionali

  • Quasi tutti i prodotti alimentari che acquistiamo recano, in etichetta, una tabella nutrizionale che informa del valore energetico del prodotto e della sua composizione in nutrienti. Ecco una guida alla lettura di queste tabelle: impariamo a consultare le tabelle nutrizionali per seguire una corretta e bilanciata alimentazione. E, perché no, a difenderci dalle etichette poco chiare. Scopriamo insieme come leggere le tabelle nutrizionali.

  • Sughi pronti: effetti sulla salute

  • Alzi la mano chi non ha mai fatto ricorso ad un sugo pronto, per le motivazioni più svariate: mancanza di tempo, semplice “pigrizia” o, piuttosto, vero e proprio apprezzamento nei confronti di un particolare prodotto. Così come molti altri alimenti pronti per essere consumati, i sughi in barattolo rappresentano un’alternativa ai sughi cucinati in modo tradizionale, ma quanto questa scelta rispetta la salute del consumatore?

  • Etichette degli alimenti: come leggerle

  • Prima di acquistare un prodotto, ci viene sempre consigliato di leggerne accuratamente l’etichetta. Ma come si fa, che voci dobbiamo controllare e a cosa dobbiamo fare attenzione? Ecco una guida alle informazioni contenute nelle etichette dei prodotti alimentari.

  • Nutella e salute

  • Chi non conosce la Nutella? Fiore all’occhiello del made in Italy che, da decenni, riscuote un successo sempre crescente, la Nutella è uno di quei pochi prodotti ad essere universalmente amati ed apprezzati. Piace a tutti: grandi e piccini, uomini e donne, buongustai e persone di poche pretese culinarie, italiani e stranieri. Come ben si sa, purtroppo, si tratta di un alimento ben lontano da un’idea di salubrità, se consumato frequentemente ed in quantità non moderate: troppi grassi e troppi zuccheri. Ecco un’inchiesta, fra luci ed ombre, sulla crema spalmabile forse più famosa del mondo.

  • Erbe aromatiche

  • Le erbe aromatiche sono un prezioso alleato in cucina: ne bastano piccole quantità per rivoluzionare sapori e profumi di qualsiasi piatto, rendendolo invitante e gustoso. Queste erbe sono da sempre utilizzate non solo per le loro proprietà aromatizzanti, ma anche a scopo terapeutico: buone, dunque, sia per le nostre papille gustative che per la salute. In questa guida apriremo una finestra sulle principali varietà di erbe aromatiche coltivate ed utilizzate, scoprendo le loro caratteristiche distintive, il loro utilizzo in cucina e le loro peculiari proprietà terapeutiche.

  • Frutta esotica “minore”

  • Ananas, noce di cocco, banana sono frutti di origine tropicale che, pur arrivando da terre lontane, sono diventate ormai parte integrante delle nostre abitudini di consumo. Lo stesso non si può dire di altre varietà di frutta esotica che sono rimaste decisamente più marginali: carambola, durian, kumquat, rambutan sono nomi che poco si sentono in giro, ma sotto ai quali si nascondono frutti straordinari dai profumi e dai sapori. Ecco una guida sulla cosiddetta frutta esotica “minore”, veri e propri capolavori della natura da scoprire e valorizzare.

  • Frutta esotica

  • Sino a qualche anno fa la frutta esotica che si poteva trovare in commercio era rappresentata da un gruppo di prodotti non troppo numeroso: ananas, banane, noci di cocco e pochi altri. Oggigiorno, grazie alle sempre più moderne tecniche di conservazione ed alle modalità di trasporto veloci ed efficienti, sono decine le tipologie di frutti di origine esotica disponibili per il consumo. Frutti ricchi di profumi e sapori insoliti, con nomi talvolta bizzarri e decisamente esotici. Vediamo in questa guida quali sono e che caratteristiche presentano questi frutti che arrivano da lontano.

  • Pera: le varietà

  • La pera è uno dei frutti più apprezzati dal consumatore, che si può gustare a partire dai mesi più caldi dell’anno (grazie alla presenza delle varietà cosiddette “estive”) sino al pieno inverno, quando invece si trovano i frutti delle varietà “invernali”. Le pere non sono solo ottime alleate della salute grazie a vitamine, fibre e sali minerali in esse contenuti, ma rappresentano anche un ingrediente di base per la preparazione di succhi, marmellate e numerose ricette sia dolci che salate. Ecco una guida sulle principali varietà commerciali di pera presenti sul mercato italiano.

  • More

  • Le more sono frutti prodotti dal rovo, pianta probabilmente più conosciuta in qualità di infestante piuttosto che nelle sue varietà commerciali. Eppure, nonostante si tratti di un frutto marginale e tendenzialmente sottovalutato, la mora è uno squisito prodotto del sottobosco ricco non solo di sapore e profumo, ma anche di sostanze utili per il benessere e i cui usi terapeutici sono noti sin dall’antichità. In questa guida scopriremo le caratteristiche delle more e delle piante dalle quali si ottengono, nonché i loro usi plurimi in cucina ed in erboristeria.

  • Mirtilli

  • Piccole bacche di colore violaceo o blu scuro, ma esistenti anche in una varietà rossa, i mirtilli sono un frutto del sottobosco la cui importanza è certamente marginale rispetto ad altri tipi di frutta. Eppure i mirtilli sono una vera e propria miniera di sostanze utili per il benessere e la salute, nonché ottimi ingredienti per numerose ricette sia dolci che salata. Ecco una guida sul mirtillo, sulle sue caratteristiche e sui suoi utilizzi sia in cucina che in erboristeria.

  • Frutti di bosco

  • Profumatissimi, saporiti, ricchi di vitamine, antiossidanti e minerali: i frutti di bosco, oltre ad essere graditi praticamente a tutti, sono anche un toccasana per la salute. Mirtilli, ribes, sambuco, fragoline di bosco, uva spina, more, lamponi: ecco una guida sui frutti del sottobosco, veri e propri doni della natura che crescono spontaneamente nelle zone naturali del nostro Paese. Ma che vengono anche coltivati, e che grazie alle moderne metodologie di conservazione possono arrivare sulle nostre tavole in qualunque periodo dell’anno.

  • Frutta secca

  • Mandorle, noci, arachidi, nocciole, ma anche fichi, uvetta, mele. Stiamo parlando di tutte quelle varietà alimentati conosciute con il nome di “frutta secca”. Ma quali sono le caratteristiche e le proprietà di questi prodotti, che effetti hanno sulla salute? E sulla linea faticosamente conquistata in palestra? Scopriamoli insieme!

  • Dieta vegana

  • Il rispetto per la vita animale in tutti gli ambiti, inclusa la cucina e l’alimentazione: questa in sostanza la filosofia vegan. Quando si parla di dieta vegana, quindi non si tratta solo di un tipo specifico di alimentazione, ma anche e soprattutto di una filosofia e uno stile di vita ben precisi, improntati al massimo rispetto etico verso il mondo animale e verso il proprio corpo. Vediamo quindi insieme quali sono i principi e cosa prevede di portare a tavla l’alimentazione vegana.

  • Carne: consigli per sceglierla

  • La carne è uno degli alimenti alla base della nostra dieta, nonché uno dei più diversificati presenti sul mercato. Vediamo quali sono e come si impara a scegliere correttamente i diversi tipi di carne, selezionandoli tra quelli presenti nei negozi e nelle macellerie, e distinguendo i vari tagli per qualità e freschezza.

  • Dieta macrobiotica

  • Il termine “macrobiotico” è di etimologia greca, e deriva precisamente dall’unione di due vocaboli, ‘makros‘ (grande) e ‘bios‘ (vita): il significato letterale del termine è “tecnica per una lunga vita”. La dieta macrobiotica ricalca l’equilibrio esistente fra Yin e Yang, ovvero le due forze antagoniste ma complementari che secondo la filosofia cinese regolano l’universo: un’alimentazione che segue le regole universali non può quindi che avere effetti benefici sull’organismo di chi la pratica garantendo, appunto, una “lunga vita”.

  • Recioto di Soave

  • Nella zona delle colline veronesi si produce un vino depositario di una sapienza più che millenaria: il Recioto. Prodotto dalla pigiatura di grappoli selezionati e fatti appassire naturalmente fino ad inverno inoltrato, il Recioto è un vino che conquista grazie al suo sapore fruttato, intenso ed aromatico, che soddisfa i palati più raffinati così come quelli meno esperti. Ecco dunque una guida sul Recioto di Soave, che si colloca fra le migliori produzioni di Recioto.

  • Uova: scelta e conservazione

  • In Italia ne consumiamo ben dodici miliardi all’anno: sono uno dei cibi più semplici ed economici, ma si prestano ad un’enorme varietà di preparazioni. Possono essere consumate sia da sole che essere utilizzate per la preparazione di qualsiasi genere di piatto, dall’antipasto al dolce. Stiamo parlando delle uova, che una volta erano la fonte principale di proteine per le persone più povere, ma che non hanno mai visto un calo nei consumi proprio per la loro insostituibile versatilità. Come scegliere dunque le uova di miglior qualità? E come interpretare i ‘misteriosi’ codici stampigliati sul loro guscio?

  • Pane

  • Il termine pane deriva dal latino panis e non è una sorpresa che gli antichi romani lo conoscessero e producessero secoli fa, da buongustai quali erano. E non sono neanche stati i primi, in quanto sembra che questo impasto di acqua e farina abbia sempre esercitato una forte attrattiva sull’uomo, fin dai primi passi dell’umanità, probabilmente perché semplice da preparare.

  • Barrette dietetiche

  • Un tempo le barrette dietetiche venivano guardate con sospetto, come potenziali fonti di malessere fisico, deperimento organico e, sostanzialmente, ‘robaccia’ non meglio identificata che andava a sostituire il pasto della gente fissata con la linea. Poi i tempi sono cambiati.

    Se questo accadeva infatti all’inizio, quando le barrette fecero la loro comparsa sulla scena del mercato, oggi la situazione è ben diversa, perché ‘loro’ trionfano ormai dappertutto, ma in particolare nei banchi dei supermercati.

  • Cibi congelati: precauzioni e consigli

  • Fino a pochi decenni fa il problema della conservazione dei cibi affliggeva ancora la società esattamente come nei tempi storici più remoti. La diffusione dell’energia elettrica e l’invenzione dei congelatori consentirono di conservare le derrate alimentari su larga scala, secondo il metodo conosciuto più semplice ed antico: il freddo. Surgelati e prodotti congelati rientrano ormai nella nostra routine quotidiana; esistono tuttavia tanti piccoli accorgimenti, di cui spesso non siamo al corrente, che consentono di conservare correttamente gli alimenti.

  • Come riconoscere il pesce fresco

  • Il pesce è un alimento di fondamentale importanza per la nostra alimentazione, ed è possibile acquistarlo in innumerevoli luoghi: pescherie, supermercati, negozi specializzati, mercati di rione. Occorre però prestare attenzione a cosa acquistiamo, per assicurarci di consumare un prodotto di qualità: ecco alcuni suggerimenti per imparare a riconoscere il pesce di miglior freschezza e qualità. (N.B. per semplicità, con il termine “pesce” si intendono sia le specie ittiche che i molluschi ed i crostacei).

  • Pesce fresco: stagionalità

  • Così come i prodotti legati alla terra, come frutta e verdura, anche il pesce ha i suoi ritmi stagionali. Per via delle fasi del ciclo vitale o delle migrazioni, infatti, la disponibilità di pesce varia a seconda del periodo dell’anno, e le nostre scelte alimentari dovrebbero tener conto di queste variazioni cicliche. Per alcune specie ittiche la pesca è addirittura vietata per consentirne la riproduzione, e in molti casi nei quali il pesce “selvatico” non è disponibile, l’acquacoltura entra in gioco approvvigionando il mercato di prodotti di allevamento.

  • Cosa si mangia da McDonald’s

  • Tutti conoscono Mc Donald’s. Poi si può amare oppure odiare, ma si tratta di un marchio che non conosce barriere linguistiche, si pronuncia nello stesso modo in tutto il mondo e in tutto il mondo vanta un numero imprecisato di estimatori e detrattori. Si tratta comunque di cifre elevatissime e di una presenza a livello planetario che ha reso Mc Donald’s un successo ‘a prescindere da’, perché non esiste nient’altro di simile, almeno nel settore alimentare. Ma, esattamente, cosa si mangia da McDonald’s? Scopriamolo con questa nostra guida.

  • Frutta e verdura: consigli per una scelta di qualità

  • Secondo i nutrizionisti, la salute passa anche attraverso il consumo giornaliero di almeno cinque porzioni fra frutta e verdura. Ricchi in fibre, vitamine e sali minerali, dall’elevato potere saziante e dissetante ma poveri di calorie e grassi, gli alimenti di origine vegetale possono essere un prezioso alleato per la nostra salute. E, come per qualsiasi altro prodotto, si possono prestare piccoli accorgimenti per scegliere frutta e verdura di qualità.

  • Kebab: calorie, rischi alimentari e dieta

  • Il kebab, piatto a base di carne, rapido e facile da mangiare in strada, proviene dal Medio Oriente e sta conquistando le nostre abitudini alimentari, soprattutto nelle grandi città. Ma quali sono i rischi per la salute e per la dieta che questo cibo, non italiano, provoca? Alcuni rischi ci sono, magari non del tutto rilevanti, ad ogni modo, proprio per questo motivo, è bene essere informati e attenti. La nostra guida vi fornisce alcuni dati e informazioni che possono derivare dal consumo di kebab.

  • Cos’è il Kebab

  • Compagno delle pause pranzo o di cene veloci, il kebab, piatto di origine mediorientale, si è da tempo radicato saldamente nelle preferenze alimentari del nostro Paese. Ormai rivale indiscusso dei pranzi economici e fuori casa per antonomasia, come la pizza al taglio o il panino imbottito, il kebab offre la possibilità di saziarsi con pochi euro. Una pietanza gustosa ed economica, alla cui tentazione però è meglio non cedere troppo spesso.

  • Sushi: rischi alimentari e pericoli

  • La diffusione del sushi ha avuto una grande accelerazione negli ultimi anni anche nel nostro Paese. Qualsiasi cittadina, anche di piccola grandezza, può ormai vantare la presenza di almeno un ristorante giapponese o sushi bar, e il numero di appassionati della cucina del Sol Levante è ormai una piccola moltitudine. Ma quali ombre nasconde il fenomeno ormai diventato “di culto” del sushi? Quali sono i rischi e i pericoli legati al suo consumo? Quali le precauzioni da adottare nella scelta del cibo e del locale dove mangiarlo?

  • Mangiare il sushi

  • Ha avuto un enorme successo nel mondo occidentale, ma le sue origini vanno ricercate nell’estremo oriente. Il Giappone si è conquistato un posto di rilievo sulle nostre tavole grazie ad una creazione che, pur nella semplicità dei suoi ingredienti, ha avuto modo di conquistare i palati di milioni di persone: stiamo parlando del sushi. Ma cos’è in effetti questo piatto ormai divenuto celebre in Italia come la pizza? Di cosa è composto? Come si cucina e come si mangia, ma soprattutto, quali e quante varietà ne esistono?

  • Agricoltura: la filiera corta

  • Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede un nuovo approccio al consumo, il cosiddetto “km zero”, la cui attenzione primaria è focalizzata sulla filiera di provenienza dei prodotti. Non solo, quindi, si fa la spesa con un occhio al portafoglio, ma si tende a scegliere in modo consapevole, orientando le proprie preferenze su prodotti di provenienza locale.

  • Quando il bambino fa i capricci per la pappa

  • Il vostro bambino rifiuta il cibo? O fa diventare la cucina o il soggiorno un campo di battaglia sporcando e gettando a terra ciò che gli capita a tiro? Se fate parte della categorie delle mamme che impazziscono nel dare la pappa al proprio bambino allora questo articolo fa sicuramente per voi.

  • Se il bimbo è allergico alle uova

  • E’ possibile che durante l’infanzia in un bambino si presenti un’allergia alle uova. I sintomi come eczema, orticaria più o meno diffusa sul corpo ( pancia, viso, braccia e collo sono generalmente le zone in cui compaiono più spesso), ma anche problemi a livello intestinale possono nascondere l’intolleranza alimentare tra le più comuni.

  • Data di scadenza degli alimenti

  • Non prestate troppa attenzione alle date di scadenza che trovate sulle confezioni di alimenti e prodotti. Le diciture “Consumare preferibilmente entro il…” o “Da vendersi entro il…” hanno davvero poco significato. Non stanno affatto a aisgnificare che fino a quel giorno il prodotto è commestibile e il successivo diventa velenoso. Oppure che nell’arco delle 24 ore le sue qualità precipitano sino a renderlo immangiabile. Scopriamo dunque insieme la verità sulla data di scadenza dei prodotti, che si trova impressa sulla confezione e sull’etichetta.

  • Cosa sono gli OGM

  • Il termine OGM è entrato oramai nel nostro vocabolario comune. Se ne sente spesso parlare a proposito di cibi ed alimenti, spesso spaventano ma raramente si sa veramente di cosa si tratta. Gli Organismi Geneticamente Modificati sono promossi e prodotti con grande entusiasmo dalle multinazionali del settore, ma sono trattati “con le pinze” dalle autorità pubbliche statunitensi ed europee, e oggetto di grande diffidenza da parte dei consumatori. Vediamo di addentrarci in questo mondo misterioso per capire di cosa si tratta.

    OGM sigla misteriosa?

    Iniziamo col dire che il termine è l’acronimo di Organismo Geneticamente Modificato e indica un organismo vivente che è stato sottoposto ad una modificazione genetica tramite delle tecniche di ingegneria genetica, note agli esperti del settore come tecniche di dna ricombinante. Si tratta di un sistema con il quale alcune molecole di DNA vengono ricombinate in vitro per dare origine ad un nuovo gene, il quale, in un secondo momento, viene inserito in un altro organismo vivente o meno.

  • L’importanza della carne nell’alimentazione

  • L’alimentazione è molto importante e lo svezzamento deve essere seguito secondo le prescrizioni del pediatra. Essenziale è la carne, in quanto ricca di sostanze preziose.

  • Un latte speciale contro l’obesità

  • Gli scienziati britannici stanno lavorando a una grossa novità nel campo dell’alimentazione nei neonati. si tratta di un latte in grado di agire sul metabolismo del neonato in modo da prevenire l’obesità nell’infanzia.

  • L’estate e lo svezzamento

  • E se lo svezzamento coincide proprio con l’inizio della stagione estiva e quindi con il caldo, che fare? Ecco alcuni semplici consigli, anche se in ogni caso, lo sottolineiamo sempre, è bene consultare il proprio pediatra, che conosce il vostro bambino molto bene e saprà dirvi come muovervi al riguardo.

  • Tè verde

  • Il tè verde spesso viene identificato come una bevanda in grado di ‘far dimagrire’, e in un certo senso può essere di aiuto in una dieta ipocalorica, ma sono tante e diverse le sue proprietà che per elencarle tutte ci vorrebbe… una delle nostre guide! Scopri tutto quello che c’è da sapere su the verde, il principe dell’Asia, semplicemente continuando a leggere!

  • Acqua minerale

  • L’acqua non è tutta uguale! L’acqua minerale non è solamente ‘acqua’, ma una preziosa fonte di salute per il nostro corpo. Bere acqua è importante così come è importante saper scegliere l’acqua minerale giusta tra la moltitudine di marche e di categorie presenti sul mercato. Continua a leggere per imparare a distinguere i diversi tipi di acqua minerale, per trovare quella giusta per te!

  • Allattamento artificiale

  • Il latte materno è il miglior alimento nel neonato e fino all’età di sei mesi, può bastare l’allattamento al seno. Tuttavia vi sono svariati motivi per cui si dovrà ricorrere al latte artificiale: il latte materno può non essere sufficiente, la mamma soffre di determinate patologie per cui l’allattamento al seno non può nemmeno cominciare o ancora il latte materno ha bisogno di essere integrato con il latte artificiale. Vediamo come.

  • Prodotti del commercio equo solidale

  • Per parlare dei prodotti del commercio equo solidale, ma anche sapere da dove vengono e cosa sono, bisogna obbligatoriamente fare una premessa generale e illustrare per sommi capi cos’è questo tipo di commercio “etico”. La premessa generale è dettata dal fatto che ogni giorno ognuno di noi nell’andare presso il supermercato o presso i vari negozi alimentari compie un gesto che oramai possiamo quasi affermare è prassi comune, nella storia dell’uomo, questo gesto quotidiano è recarsi al supermercato o presso i vari negozi è fare la spesa.

  • Fast food

  • Fast food: pronti? Si mangia! La tradizione del fast food affonda le sue radici nel continente nordamericano ma si è diffusa tanto rapidamente da essere diventata una moda praticamente in ogni angolo del mondo, nonostante il fatto che tutti ormai sappiano che è un tipo di alimentazione abbastanza dannosa a livello nutrizionale e di salute in generale. Approfondisci l’argomento continuando a leggere!

  • Guida alle spezie

  • Solo a nominarle, le spezie ci portano alla mente aromi intensi ed evocative visioni di un ricco, opulento e misterioso oriente, ricco di leggende, religioni e antichissimi miti ormai sepolti dalla sabbia del tempo. Un Oriente che affonda le sue radici lontano nel tempo, secoli prima di Cristo, quando il mondo era illuminato dalla cultura e dalla sapienza della civiltà babilonese e l’Egitto retto dai Faraoni.

  • Come cercare tartufi

  • Colui che, munito di cane da ricerca, va alla scoperta dei tartufi è comunemente denominato “tartufaio”. Le legislazione degli ultimi anni per tutelare l’ambiente ha reso obbligatorio un tesserino abilitante alla ricerca dei tartufi in quasi tutte le zone d’Italia. Leggete la nostra guida gratuita e scoprite quali sono le regole e i metodi migliori per cercare tartufi.

  • Peperoncino piccante

  • Usato in cucina per insaporire una vastità di piatti diversi tra loro insieme anche ad altre spezie, il peperoncino piccante non serve solamente a dare un sapore più forte e deciso alle pietanze, ma possiede anche ottime proprietà benefiche per l’organismo. Vediamo di conoscere più da vicino questo alimento entrato presto a far parte anche della superstizione popolare.

    Questo articolo vi permette di conoscere le principali qualità, le diverse zone di produzione e le sorprendenti qualità benefiche per la salute di questo piccolo “diavoletto” tanto tanto forte!

  • Cibi precotti

  • Cibi precotti: che prezzo ha la comodità? I precotti sono una comodità introdotta nell’ambito della cucina negli ultimi tempi ma non sempre sono salutari: è il prezzo da pagare per la loro praticità.

    Per non avere brutte sorprese, prima di dirigerti sull’acquisto di un cibo precotto informati sui rischi per la tua salute: è semplice, basta continuare a leggere questa guida!

  • Miele

  • Il miele è un alimento unico e perfetto, dalle proprietà nutritive sorprendenti e dal sapore dolce e avvolgente: quasi una manna dal cielo. Anzi, dalle api. Scoprite come viene raccolto e trattato, in che casi è consigliato e dove potete trovare il miele di qualità migliore.

    Continuate a leggere questa nostra guida per dare un tocco di dolcezza in più alla vostra vita!

  • Autoprodurre gli alimenti in casa

  • La cucina di una volta? Anche oggi si possono produrre alimenti in casa. Auto produrre in casa gli alimenti base della nostra alimentazione è un modo per risparmiare denaro, guadagnare in salute e impiegare al meglio la nostra creatività. Continua a leggere per scoprire come produrre in ‘casa’ (così come nell’orto o nel giardino) una grandissima quantità di alimenti.

  • Obesità negli adulti

  • L’obesità negli adulti, oltre a causare problemi di carattere estetico e sociale può portare a danni non indifferenti per la salute, con conseguenza sul sistema cardiocircolatorio, sulla pressione sul diabete e su altre gravi malattie degenerative. Per conoscere tutte le problematiche relative all’obesità, alle sue cause, e a cosa fare per prevenirla, combatterla e curarla continua a leggere questa guida.

  • Caviale

  • Caviale: l’oro nero in tavola. Il caviale nell’ambiente culinario viene spesso definito oro nero, sia per la sua preziosità che per il suo costo. Scegliere un buon caviale non è facile e prima dell’acquisto è necessario informarsi bene su quali sono i tipi di caviale più ricercati e quelli più accessibili, e su come va degustato per un’esperienza sensoriale davvero unica.

    Prelibato, prestigioso e costosissimo. Oltre ad essere un alimento gustoso, un vero e proprio status symbol. Irrinunciabile per chi vuole ostentare il proprio portafogli, perfetto se accompagnato ad una bottiglia Magnum di champagne. Ecco alcune informazioni che nell’aprire lo scrigno del tesoro del gusto potrebbero esservi sfuggite e che potrebbero risultare un efficace e superbo argomento di conversazione per colpire gli ospiti della vostra cena high profile.

  • Alimenti e prodotti biologici

  • Prodotti biologici: a tu per tu con la natura. L’agricoltura e i terreni biologici cercano di regalarci prodotti il più possibile sani e naturali, limitando al minimo l’impiego, in ogni fase della produzione di un prodotto, di sostanze dannose per la salute. Scegliere un prodotto biologico vuol dire offrire al proprio corpo il meglio. Continua a leggere per conoscere tutto e ancora di più sui prodotti biologici.

  • Aceto balsamico

  • Aceto balsamico, antico sapore per tutti i gusti. L’aceto balsamico: un prodotto squisito con una storia alle spalle tutta da raccontare ed il frutto di un rigoroso ed attentissimo processo di lavorazione tutto teso ad elevarne sapore e profumo. Ecco l’identikit di uno dei compagni più fedeli delle nostre tavole e cucine, uno che di gusto se ne intende.

  • Integratori alimentari

  • Gli integratori alimentari nascono per aiutare l’organismo, come supporto aggiuntivo ai bisogni del corpo umano; purtroppo non tutti si rendono conto del fatto che queste sostanze, vendute e prescritte spesso con grande leggerezza, diventano a volte dei nemici del nostro copro, perché siamo vittime di una “disinformazione” diffusa che tende a deformarne le finalità originarie. Ma cosa sono e a cosa servono in realtà gli integratori alimentari? Si usano solo nelle palestre per aumentare la massa muscolare, come pensano i profani, oppure nascono per essere funzionali al benessere del metabolismo umano e soccorrerci in caso di particolari carenze?

  • Che cos’è la celiachia

  • La celiachia è un disturbo alimentare autoimmune di cui ancora non si conoscono le cause, che provoca una reazione molto negativa all’ingerimento di glutine. Per scoprire di più sulla celiachia, imparare a riconoscerne e sintomi e curarla nel modo corretto continua a leggere questa guida. A volte chi ne è colpito, soprattutto in forma lieve, non si accorge di essere affetto da celiachia perchè non ne riconosce i sintomi.

  • Omega 3

  • Omega 3: Chi era costui? Sembra un gioco di parole ma svela invece il fatto che di questa sigla molti parlano ma pochi sanno. Dal punto di vista chimico sono una particolare categoria di acidi grassi polinsaturi di provenienza marina e vegetale che fanno particolarmente bene alla salute e aiutano a vivere meglio sotto moltissimi aspetti. Per migliorare la qualità della vita continuate a leggere e scoprite i benefici degli Omega 3 per tuo corpo… e la mente!

  • Cosa sono le vitamine

  • Le vitamine sono tra gli elementi essenziali per la vita umana, e sono contenute negli alimenti di cui ci cibiamo quotidianamente; purtroppo non sempre quello che abbiamo nel piatto riesce a soddisfare il nostro bisogno giornaliero di una determinata vitamina. Non rimanere a corto di ‘linfa vitale’… continua a leggere per saperne sempre di più sul mondo delle vitamine e come assumerle in maniera naturale!

  • Probiotici: guida alla scelta a all’acquisto

  • Guida alla conoscenza e all’acquisto dei probiotici, preziosi integratori biologici, con molte informazioni e consigli utili per utilizzare al meglio i probiotici, senza incorrere in problemi o peggio arrecare danni alla propria salute. I probiotici sono un importante aiuto in caso di carenze o bisogni speciali del vostro corpo, ma potrebbe essere dannoso abusarne o farne uso sbagliato.

  • Tisane

  • La tisana è il classico esempio dei rimedi naturali che utilizzavano gli antichi, ma non solo! La tisana infatti è ampiamente utilizzata anche oggi per le sue qualità, che sono tante e diverse quanto sono tante e diverse le erbe e i fiori che vengono utilizzate per realizzarle. Se vuoi saperne di più su tutte le buonissime e salutari tisane che puoi regalare al tuo corpo, continua a leggere!

  • Torte fatta in casa

  • Torte fatte in casa: tutto quello che c’è da sapere. Le belle torte della nonna, prodotte nell’accogliente cucina di casa vostra sono forse una delle ultime preziose testimonianze di un’antica tradizione culinaria che purtroppo si sta perdendo a favore dei cibi preconfezionati. Se anche tu vuoi fare qualcosa di concreto per mantenere viva la tradizione delle belle e buone torte fatte in casa, continua a leggere… e inizia a scaldare il forno!

  • Biscotti

  • Biscotti per tutti i gusti: novità, suggerimenti, idee e ricette su uno degli alimenti più amati. Fanno parte della nostra alimentazione quotidiana e non sempre vengono relegati solo al momento della colazione. Ne esistono di diversi tipi e più o meno per tutti i gusti&hellip.

    Se volete saperne di più continuate a leggere questo nostro articolo di approfondimento: scoprirete come vengono realizzati i biscotti, quali sono i tipi più apprezzati e le marche più comprate.

  • Disturbi alimentari

  • I disturbi alimentari, come l’anoressia, la bulimia e l’obesità (da cui vengono colpite principalmente le donne ma in misura minore anche gli uomini) possono compromettere gravemente la salute e in alcuni casi portare addirittura alla morte. Per saperne di più su come prevenire e curare i disturbi alimentari continua a leggere.