abbigliamento - articoli in archivio

  • Modelli di cappotti da donna

  • Il cappotto è un capo d’abbigliamento che non può mancare nel guardaroba invernale di ogni donna. A tale proposito diciamo che i modelli di cappotti da donna, non sono tutti uguali e pertanto nell’acquisto sicuramente saremo influenzati da una serie di variabili e condizioni; ma vediamo come scegliere il cappotto che maggiormente si adatta d ognuno di noi.

  • Come scegliere i guanti da uomo

  • L’uso dei guanti risale a tempi antichissimi; infatti vi sono dei reperti egizi ritrovati nelle piramidi che lo testimoniano.Essi erano usati soprattutto per proteggere le mani in attività belliche, per la caccia o per i lavori manuali, ma in seguito divennero un vero e proprio “status simbol” per i detentori del potere economico, politico e religioso.

  • Come scegliere le calze da uomo

  • Le calze sono usate dall’uomo sin dai tempi antichi e sicuramente non servivano solo per proteggere il piede o tenerlo più comodo ma, assieme ad altri accessori per l’abbigliamento, rappresentavano anche un elemento di attrazione e distinzione sociale. E tali sono rimaste ancora oggi.

  • Storia del corsetto

  • Il corsetto è un particolare capo di abbigliamento di lontane origini, che nella sua lunga storia ha subito numerose modifiche. Effettivamente, quello che oggi chiamiamo corsetto all’inizio del XVI secolo veniva invece chiamato sostegno ed era costituito da un corpetto piuttosto semplice con alcune fasce rinforzate realizzate in tela rigida, corno o osso di balena mentre le parti centrali dei corsetti vengono adeguatamente rinforzate con materiali come il legno, il metallo o l’avorio.

  • Migliori produttori di collant

  • Il mercato offre una miriade di prodotti, e per ciascuno di essi una quantità incredibile di marchi. I collant non fanno eccezione e sono centinaia i produttori e i loghi reperibili. Ma essendo un capo intimo, che entra a contatto diretto per lunghe ore con la nostra pelle. è bene fare molta attenzione alla sua qualità, per la tutela della nostra salute. Ecco quindi l’importanza di acquistare quelli messi sul mercato dai migliori produttori di collant italiani, che ne garantiscono qualità e sicurezza.

  • Storia del costume da bagno da donna

  • E’ estate, fa caldissimo, siete in spiaggia sotto un rigenerante ombrellone, magari in prima fila. Di fronte a voi, il solito via vai di gente che passeggia sul lungomare. Osservate attentamente i loro costumi da mare: gli uomini si presentano nella solita variante (boxer o slip), qualcuno azzarda anche un seminudo, ma le donne…le donne brillano per varietà di forme, modelli e colori.

  • Abito da uomo: scelta per statura e corporatura

  • Nel vestire, una questione di rilevante importanza per l’abito da uomo è rappresentata dalla lunghezza della giacca in rapporto all’altezza. L’armonia che deriva dalle giuste proporzioni è facilmente rilevabile da un semplice colpo d’occhio, ma spesso, mancando il giusto senso delle proporzioni, è facile cadere in “asimmetrie” che fanno apparire le gambe troppo lunghe o troppo corte rispetto al resto del corpo. Ecco perchè la scelta dell’abito va fatta innanzitutto in base a statura e corporatura, prima che per gusto personale.

  • Costruire il guardaroba: abito da uomo

  • Vi sono delle regole fondamentali che un uomo deve rispettare nel vestire classico se non vuole cadere nel cattivo gusto; tra queste, senz’altro, quelle di base richiedono di scegliere l’abito secondo il proprio stato sociale e le proprie esigenze pratiche, ma soprattutto in maniera armonica con il nostro modo di essere e la nostra personalità. Nella costruzione del nostro guardaroba è quindi fondamentale che la scelta degli abiti sia sempre funzionale a queste linee guida. Nella scelta del capo da indossare quotidianamente bisogna poi essere pratici, realisti e scegliere sempre quello che è adeguato alle circostanze da vivere.

  • Come scegliere lo slip da donna

  • Acquistare della buona biancheria intima da donna, lo slip in particolare, non è così facile come sembra. Ad esclusione dei capi di uso quotidiano che si indossano per andare a lavoro, per fare la spesa o per lo sport, l’acquisto del capo di moda, fashion, glamour, che deve gratificare colei che lo indossa o magari essere il colpo di teatro per una serata galante, può essere una vera e propria impresa, soprattutto per chi non è abituato a questo tipo di acquisto.

  • Come scegliere il reggiseno

  • Sembra facile a dirsi: “vado a comprare un reggiseno“. Ma non è affatto semplice. Trovare la taglia giusta è il primo passo da compiere, perchè ogni modello veste in maniera diversa e bisogna sapere bene quali cose verificare quando lo provate. Anche il dove acquistarlo è un bel dilemma: meglio nel negozio di lingerie o in quello low cost, o addiritura dai cinesi? E poi, azzardare l’acquisto on line? Come si fa e dove conviene, quali differenze di prezzo tra uno l’altro? Ecco il motivo di una specifica guida interamente dedicata a questo argomento.

  • Modelli di reggiseno

  • Il reggiseno è un indumento di biancheria intima che, oltre a essere funzionale, può diventare anche estremamente sexy. E per quel che riguarda la varietà dei modelli, dei materiali, dei colori e delle fantasie c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Può infatti essere elegante, sportivo o sbarazzino, in coordinato con le mutandine o anche solo. Ma può anche essere specifico per determinate funzioni, ossia assistere la mamma nell’allattamento, la sportiva nella sua attività o addirittura valorizzare le curve naturali del corpo.

  • Storia del reggiseno

  • In questa guida avremo modo di osservare da vicino il reggiseno, la sua storia e la struttura. Vi daremo anche qualche utile consiglio per la scelta del modello migliore: ideale per chi vuole utilizzarlo come idea regalo per un compleanno o per una festa comandata. Sicuramente chi la leggerà troverà particolarmente interessante la sezione dedicata alla storia del reggiseno e ai primi, antichi modelli di reggiseno indossati dalla nostre trisavole.

  • Come scegliere i collant

  • I collant sono un capo di abbigliamento di cui le donne non possono proprio fare a meno, dalla businesswoman tutto ufficio e carriera che li indossa sotto a un elegante e formale tailleur, alla ragazzina adolescente che ne indossa un paio dai colori accesissimi e brillanti, alla fashion victim che non può rinunciare a seguire i dettami della moda e li indossa, in inverno, sotto ai pantaloncini corti, come possiamo vedere con i nostri occhi in qualsiasi locale alla moda.

    Una settantina di anni fa le donne (e gli uomini) avevano a disposizione sono semplici, normalissime calze. Che potevano essere realizzate in lana, in cotone o in seta. E questo avveniva dall’alba dei tempi: abbiamo infatti notizia del ritrovamento di calze anche nelle tombe dei faraoni di epoca egiziana. Le calze e soprattutto le calzamaglie come le conosciamo oggi, però, nascono più o meno nel corso del periodo medievale.

  • Come scegliere la sciarpa

  • Protagonista dell’abbigliamento invernale, la sciarpa è un indumento di cui non si può proprio fare a meno nei mesi più freddi dell’anno. Da semplice indumento che veniva utilizzato per riparare il collo e a volte anche la testa dagli attacchi del freddo, del vento e delle intemperie, nel corso dei secoli la sciarpa è evoluta fino a diventare, nei nostri giorni, un indumento che può servirci per rendere il nostro look unico e appariscente. Un abbigliamento casual, informale o eccessivamente sobrio, infatti, può essere ‘illuminato’ da una sciarpa brillante o glamour, modificando così con pochi soldi e poca fatica il nostro aspetto. Ecco quindi una comoda guida che vi accompagna nella scelta della sciarpa più adatta alle vostre esigenze, analizzando i materiali, gli stili e le sciarpe più particolari, per concludere con una sezione dedicata ai principali produttori di sciarpe e ai marchi di sciarpa che abbiamo selezionato per voi!

  • Come fare il cambio di stagione nell’armadio

  • Per chi non possiede una cabina armadio da sogno o un guardaroba davvero enorme, l’unica soluzione per tenere tutti i capi d’abbigliamento in ordine e a portata di mano è il cambio di stagione. Odiato e temuto momento, il cambio di stagione si rende tuttavia indispensabile nel nostro Paese, dove il clima ci mette di fronte a 4 stagioni diverse, con 4 climi differenti e quindi con tanti tipi di tessuti e di capi, ancora più numerosi per tipologia per quanto riguarda le donne.

    Come fare dunque il cambio di stagione? Come cercare di non farlo diventare un’attività enormemente noiosa e faticosa?

    Basta seguire delle regole che ci aiutino a rendere tutto più fattibile e a snellire anche il contenuto del nostro armadio, perché ricordiamoci che il cambio di stagione è anche un’ottima occasione per disfarci di cose vecchie e che non ci interessano più, oltre a darci l’opportunità di comprarne poi di nuove.

  • Scegliere jeans da uomo

  • I jeans sono nati come pantaloni da uomo realizzati in un tessuto particolarmente resistente, chiamato denim. Dato che il loro colore storico era il blu, vennero chiamati “blue jeans”. Sono pantaloni da sempre molto diffusi nel guardaroba maschile, sia per la loro comodità che per la loro resistenza all’usura… oltre che per il fatto di essere indumenti talmente al di fuori delle mode che stanno bene praticamente con tutto! Ecco quindi una guida facile e utile per capire come scegliere jeans da uomo.

  • Jeans da donna: scelta e acquisto

  • Il jeans, capo must per la donna, sia essa classica o moderna nello stile del vestire. Ma come si scelgono e dove si acquistano? Quali sono i parametri per individuare il jeans da donna giusto per la propria figura e per lo stile personale? Ecco quindi una guida facile e completa che vi spiega come scegliere il capo giusto e dove comprarlo.

    Possiamo tranquillamente affermare che chi desidera acquistare un paio di jeans non avrà la minima difficoltà a trovare punti vendita o reparti ben forniti. Ci sono moltissime marche di jeans e anche tantissimi modelli di jeans senza marca, altrettanto validi per quel che riguarda la qualità ma decisamente meno costosi. L’unico imbarazzo…. è quello della scelta! La prima cosa da fare, infatti, è cercare di individuare il modello capace di valorizzare al massimo il nostro fisico. E per fare questo bisogna osservarsi con occhio critico e individuare il tipo di corporatura di cui siamo dotate.

  • Modelli di jeans da donna

  • I jeans sono un capo di abbigliamento utilizzato indifferentemente da uomini e da donne, tanto da ottenere il primato di autentico capo unisex. Ne esistono davvero di tanti modelli, da quelli più sportivi a quelli più eleganti. In questa guida approfondiremo l’argomento, partendo dalla storia di questo fortunatissimo capo, per arrivare fino alle principali aziende che li producono, a livello nazionale e internazionale.

    Forse non tutti sanno che i jeans sono indumenti molto antichi, che affondano le proprie radici fin dai tempi del Medioevo, dove si ha notizia della prima tela tipo jeans, un cotone molto grezzo e particolarmente resistente che veniva utilizzato per coprire le chiglie delle navi quando erano in porto. Questo tessuto proveniva da Nimes ed era del caratteristico colore blu scuro.

    Il jeans come indumento nasce come un pantalone per operai: i primi ad utilizzarlo sul lavoro furono gli scaricatori di porto nell’Ottocento, a Genova. Per iniziare a vivere il jeans come un indumento da lavoro “normale” e non vederli relegati esclusivamente alle situazioni lavorative particolarmente pesanti si dovette aspettare fino al 1850, quando iniziarono ad essere prodotti in massa a San Francisco, destinati ai cercatori d’oro, agli allevatori e ai contadini. Intorno ai l1920, invece, i jeans iniziarono a diventare capi di abbigliamento che potevano essere tranquillamente utilizzati al di fuori delle situazioni lavorative, esclusivamente per gli uomini.

  • Come scegliere il reggicalze

  • Come si può dedurre solo analizzandone il nome, il reggicalze è un capo di abbigliamento femminile che viene impiegato dalle donne per reggere o fissare le calze, di modo che non scendano lungo la gamba. Oltre alla ovvia funzione pratica, questo indumento squisitamente femminile rappresenta uno dei massimi simboli della sensualità e del glamour, immortalato in una miriade di film e racconti di ogni epoca. Vediamo quindi una guida specifica che aiuta a capire come scegliere il reggicalze.

  • Impermeabile: scelta e acquisto

  • L’impermeabile è un capo di abbigliamento che nasce per offrire riparo alle intemperie, e in particolar modo al vento e alla pioggia. Esistono modelli con cappuccio e anche senza, sicuramente comodi e utili. Alcune versioni, e le moderne varianti di quelli tradizionali in plastica, riescono comunque a costituire anche ottimi capi alla moda.

    I tentativi da parte dell’uomo di rendere i tessuti impermeabili dall’acqua è antico quanto è antica l’umanità stessa. Dall’alba dei tempi, infatti, gli uomini si sono ingegnati con gelatine animali, oli vegetali, resine e cere per rendere più resistenti all’acqua i propri indumenti.

    Il primo mantello realizzato in tela cerata di cui si abbia notizia certa risale al XVII secolo, un mantello (chiamato appunto sanrocchino) che prendeva ispirazione dalla celebre raffigurazione di San Rocco. Nel 1700, ancora, il principe di San Severo Raimondo di Sangro fece dono a Carlo II di Borbone, re di Napoli, di una mantella da lui stesso inventata che doveva offrirgli protezione durante le sue frequenti battute di caccia. Ai tempi i materiali per impermeabilizzare i tessuti erano molti, tra cui il caucciù, la paraffina, la polvere di sughero, la guttaperca e diversi tipi di vernice per barche.

  • Come scegliere il giubbotto

  • All’interno della categoria dei “giubbotti” si possono annoverare tanti indumenti di tipo diverso, anche se ci sono alcuni elementi che rimangono invariati: ad esempio, tutti i giubbotti presentano, al loro interno, imbottiture di lana o di cotone e all’esterno sono foderati con poliestere. Se è però vero che hanno certamente alcune caratteristiche comuni, poi si differenziano notevolmente nelle loro varianti per dimensioni, lunghezza, tessuto, presenza di elementi specifi come il cappuccio, tipologie di chiusure.

    Alcuni di questi elementi diventano degli standard che arrivano a caratterizzare il capo fino a farne un fashion symbol, come avvenuto ad esempio per il Barbour, il Fay o altri prodotti di moda degli anni scorsi.

    In termini di utilizzo, i giubotti vanno indossati sopra le giacche o i maglioni e, in alcuni casi, sotto al k-way o ad altri indumenti impermeabili qualora il loro tessuto non fosse in grado di proteggere dalla pioggia.

    Tra le caratteristiche ve ne sono alcune che possono variare di molto da modello a modello.

    Alcuni di questi elementi diventano degli standard che arrivano a caratterizzare il capo fino a farne un fashion symbol, come avvenuto ad esempio per il Barbour, il Fay o altri prodotti di moda degli anni scorsi. Naturalmente ci sono

  • Felpa: scelta e acquisto

  • Non c’è alcun dubbio che la felpa sia uno degli indumenti preferiti e maggiormente utilizzati dagli strati più giovani della popolazione, e questo nonostante sia stata esclusa dalle mode e dalle tendenze per un lunghissimo periodo di tempo, rimanendo relegata esclusivamente nell’ambito dell’attività fisica e dello sport in generale. Le ultime collezioni di moda però vedono comparire anche la felpa tra i vari capi di abbigliamento quotidiano, proponendo soluzioni inedite e originalissime per poter utilizzare la felpa, unita alla tuta, praticamente in qualsiasi occasione.

    La felpa è un capo di abbigliamento che ci ha accompagnato per tutta la nostra infanzia, e questo per la sua grande comodità e versatilità, che lo rende uno dei capi ideali per essere indossati in ogni momento. Solitamente le felpe presentano anche un cappuccio, anche se ne esistono anche modelli senza, ed è proprio la felpa col cappuccio ad essere la prima in classifica di gradimento tra le generazioni più giovani, in particolar modo tra coloro che amano un abbigliamento casual e sportivo senza rinunciare a sentirsi di tendenza e dentro alle mode del momento.

  • Scegliere il pigiama

  • Come si può tranquillamente dedurre dal suo stesso nome, il pigiama come lo conosciamo proviene dal lontano oriente, e più precisamente dalle regioni asiatiche. Il termine, infatti, veniva utilizzato per identificare un particolare modello di pantalone, con la gamba larga e realizzato in tessuto molto leggero, che veniva indossato indifferentemente dagli uomini e dalle donne. Al giorno d’oggi invece per pigiama si intende un particolare capo si abbigliamento che viene indossato per dormire o comunque per stare in casa. Utilizzato da uomini e donne di tutte le età, oggi il pigiama nella maggior parte dei casi, oltre ai classici pantaloni, prevede anche una parte superiore, solitamente in coordinato con il pantalone.

  • Cappotto da donna: scelta e acquisto

  • Il cappotto è un capo molto importante in qualsiasi guardaroba che si rispetti. Oltre che ad essere un capo indispensabile nella stagione invernale per coprirci e ripararci dal freddo e dalle intemperie, deve anche assecondare il nostro gusto, il nostro modo di vivere e di interpretare le continue evoluzioni della moda. Se è vero che l’abito non sempre fa il monaco, non è del tutto vero che l’apparenza inganna: chi sa ben guardare, infatti, saprà riconoscere subito un abbigliamento di qualità e scelto con gusto: due caratteristiche che diventano un importante biglietto da visita nelle molteplici occasioni che la vita sociale ci propone (e ci impone). Vestirsi bene infatti è anche un modo per comunicare dettagli importantissimi sulla nostra personalità e sul nostro stile di vita.

  • Calze da donna

  • Se nei tempi andati le calze venivano utilizzate principalmente per la loro funzione, ossia quella di proteggere le gambe dalle intemperie e dal freddo, oggi sono invece trattate alla stregua di un autentico accessorio che deve seguire le tendenze e le evoluzioni della moda: forse è per questo che se ne trovano di tantissimi modelli. Questa guida vi sarà senz’altro utile per individuare il tipo di calza da donna che fa per voi, districandovi tra gli innumerevoli prodotti offerti dal mercato.

    Le calze da donna affondano le radici nell’antichità, più o meno ai tempi dei greci, che erano soliti indossare, sotto le loro calzature e i loro coturni, dei calzari per proteggere il piede dai cambiamenti di stagione e per isolarlo dal materiale della calzatura. Fu in epoca medievale che la tecnica delle calzature permise di creare modelli di calzatura che coprivano tutto il piede per intero, estendendo anche in molti casi la copertura a tutte le gambe grazie alla creazione di calze realizzate in pellame molto sottile e perfettamente aderente alla gamba.

  • Come scegliere boxer da uomo

  • I boxer sono uno degli indumenti intimi più apprezzati e indossati dalla maggior parte degli uomini, e si contendono il primato dell’intimo più utilizzato con i classicissimi slip, ancora ampiamente utilizzati da uomini di tutte le taglie, di tutte le classi e di tutte le età. Vediamo ora con questa nostra guida come scegliere i boxer da uomo.

    Riguardo all’età, è importante sottolineare che il boxer batte gli slip in particolar modo per quel che riguarda gli uomini dai diciotto ai quarant’anni circa, diventando uno degli indumenti intimi preferiti dai giovani delle ultime generazioni, che si sono scrollati di dosso un po’ di tradizione per affrontare le novità del mercato… e soprattutto i gusti del gentil sesso, che pare apprezzi particolarmente i boxer, preferendoli ad altri tipi di biancheria intima maschile in quanto sarebbero, secondo loro (e secondo tutti) infinitamente più sexy e accattivanti dei classici slip.

    Il nome di questo indumento intimo maschile di grandissimo successo deriva, lo dice il suo stesso nome, dai pantaloncini che venivano utilizzati dai pugili per gli allenamenti e per il combattimento. Ovviamente dalla loro nascita sono tante le evoluzioni che hanno subito, per mantenersi al passo con gli stili e le tendenze della moda e soprattutto per cercare di spiazzare dal piedistallo gli slip.

  • Cinta per pantaloni: scelta e acquisto

  • La cintura, detta anche cinta, è un accessorio dell’abbigliamento molto importante, che veniva utilizzata principalmente dagli uomini in quanto a loro soli era concesso di indossare i pantaloni. Oggi che sia uomini che donne li indossano liberamente e la cintura è diventata un accessorio unisex che si trova indifferentemente nei punti vendita di moda maschile e femminile.

    La funzione pratica di una cintura è, ovviamente, quella di dare il giusto sostegno a un paio di pantaloni che potrebbero essere un po’ larghi, anche se al giorno d’oggi la cintura è prima di tutto un accessorio decorativo che si indossa per moda e per esibire il proprio stile, arrivando anche ad essere, nel caso delle cintura più giovani e moderne, un vero e proprio modo di comunicare.

    La cintura “classica” è realizzata da una striscia di pelle o di stoffa che si inserisce tra i passanti dei pantaloni (o di una gonna) che viene poi fermata in posizione, una volta raggiunta la misura desiderata, da una fibbia che può essere realizzata sia in metallo che in plastica che in altri materiali.

  • Abbigliamento stile militare: scelta e acquisto

  • L’abbigliamento stile militare è una particolare categoria di abiti particolarmente apprezzata dagli appassionati del mondo militare: i capi più richiesti e apprezzati sono quelli che si rifanno a quelli indossati dai militari statunitensi. Si tratta di indumenti veri, che provegono davvero dall’uso delle forze armate e possono essere comprati sia nuovi che usati. Poi vi sono i capi in stile militare, ma realizzati solo per il mercato civile, quindi a imitazione di quelli indossati dai soldati. Il look è simile, ma forme e tessuti sono ovviamente diversi, più fashion.

  • Scegliere l’abbigliamento per sport e palestra

  • Sono sempre più numerose le persone di ogni età che dedicano qualche ora del loro tempo allo sport e l’affollamento sempre maggiore delle palestre ne è la dimostrazione. Anche le palestre si sono adeguate a questo nuovo boom, ampliando i propri servizi, incrementando gli spazi e offrendo possibilità sempre nuove, come i diversi corsi di aerobica, lo spinning, lo step, il fitboxe e tanti altri ancora. Del resto, difficilmente l’uomo può rimanere senza esercizio fisico e le palestre sono dei luoghi frequentati fin dai tempi degli antichi greci e romani dove i militari, gli efebi e le persone comuni si dedicavano al culto del corpo.

  • Scegliere tra corsetto e bustino

  • Il “corsetto” è un particolare tipo di indumento che serve a rimodellare nel modo desiderato la forma naturale del corpo sia per finalità estetiche sia per finalità mediche: in entrambe le situazioni casi la sua efficacia è direttamente proporzionale al tempo per cui viene indossato. Ovviamente sono le donne ad essere le maggiori utilizzatrici di corsetti e bustini, prevalentemente con fini estetici, anche se vengono utilizzati talvolta anche da alcuni uomini. Negli ultimi tempi il termine “corsetto” è stato utilizzato diffusamente nel mondo della moda per indicare determinati tipi di top realizzati a imitazione degli antichi corsetti, anche se ovviamente non hanno la stessa funzionalità anche se spesso sono dotati dei laccetti e delle stecche dei corsetti della tradizione, anche se dal punto di vista estetico non si avvicinano minimamente agli effetti dei corsetti di una volta.

  • Come scegliere la cravatta

  • La cravatta è un tipo di accessorio in grado di conferire immediatamente un’aura di innata eleganza in chi la indossa. Si utilizza nelle occasioni più svariate, dal posto di lavoro alle feste in cui è richiesto un abbigliamento particolare alle cene formali. La usano sia gli uomini che le donne, anche se nella vita quotidiana è considerato un accessorio prevalentemente maschile, ed è sempre più apprezzato soprattutto tra i giovani per la sua capacità di dare ‘tono’ a un look.

    In passato indossare una cravatta era sicuramente più incomodo di quanto non lo sia oggi, in quando i modelli erano scomodi, stringevano al collo ed era difficile fare il nodo. In più soprattutto nei mesi estivi diventava insopportabile e tutti quelli che erano costretti a utilizzarla magari per lavoro se ne lamentavano continuamente.

    Oggi invece la cravatta sta ritornando di moda come accessorio per tutte le età, e se ne vedono di tutti i modelli e di tutti coloro, grazie anche a qualche innovazione che rende il suo utilizzo più sopportabile magari per chi la deve (o la vuole) indossare tutti i giorni. In più stanno nascendo anche modelli di cravatta creati appositamente per le donne, che sta diventando in breve tempo un accessorio molto gettonato a cominciare dalle dive televisive che amano indossarla anche in trasmissione. Del resto, una cravatta colorata sopra a una camicia bianca conferisce quel tocco di spensierata serietà che dà carattere a una mise.

  • Come scegliere l’ombrello migliore

  • L’ombrello è uno degli accessori che non è mai caduto in disuso dal giorno in cui è stato inventato; si trova praticamente in tutte le case, spesso anche in più unità per ogni membro della famiglia, e viene commercializzato in più modelli e tipologie in base a come è strutturato e al marchio. Data la sua importanza nella nostra vita quotidiana vogliamo approfondire la sua storia per permettervi di conoscerlo meglio e offrirvi qualche curiosità che riguarda questo oggetto, ad esempio l’esistenza nel nostro paese di un museo a lui dedicato, il Museo degli Ombrelli.

  • Cachemire: scelta e acquisto

  • Che il Cachemire sia la lana perfetta per confezionare i maglioni più morbidi, caldi e confortevoli non è un mistero. Ma non tutti forse sono in grado di distinguerlo dalle tante altre lane pregiate che esistono in circolazione. E soprattutto, forse non tutti sono in grado di distinguere quando un capo realizzato in 100% cachemire da un capo che ne contiene solo una minima parte, oppure che non ne contiene affatto. Con questa guida vogliamo cercare di approfondire la conoscenza di questa pregiatissima lana, per evitare spiacevoli sorprese all’acquisto, per insegnarvi a riconoscere la qualità e evitare i falsi cinesi.

  • Come scegliere l’accappatoio

  • L’accappatoio, generalmente realizzato in spugna, è una via di mezzo tra un capo di abbigliamento e un asciugamano, che viene utilizzato dopo il bagno o dopo la doccia per asciugarsi. Si tratta di un capo comodo e utile, che dona alla doccia e al bagno quel tocco di sfizio e di benessere in più. Un conto è asciugarsi rapidamente con l’asciugamano, altra cosa è coccolarsi lentamente nel soffice di un accappatoio.

    Per quel che riguarda i modelli, c’è davvero l‘imbarazzo della scelta. Ci sono modelli con il cappuccio e modelli senza cappuccio, che vengono solitamente preferiti dalle donne con capelli molto lunghi, e che quindi preferiscono avvolgerli in un asciugamano indossato a turbante per asciugarli meglio. Gli uomini con i capelli corti invece preferiscono l’accappatoio con il cappuccio in quanto permette di asciugare rapidamente i capelli.

    Ancora, esistono modelli di accappatoio lungo e corto; quello lungo a mo’ di vestaglia è solitamente considerato più classico mentre pare che le donne lo preferiscano più corto in quanto lo indossano per più tempo dopo il bagno, mentre gli uomini tendono invece a rivestirsi più rapidamente. Infine esistono modelli con la cintura e modelli senza cintura, oltre ovviamente a una grande quantità di tessuti, di colori e di trame tra cui scegliere.

    L’accappatoio, generalmente realizzato in spugna, è una via di mezzo tra un capo di abbigliamento e un asciugamano, che viene utilizzato dopo il bagno o dopo la doccia per asciugarsi. Per la sua grande comodità viene utilizzato anche nell’ambito sportivo, dove spesso bisogna condividere il bagno di una palestra con alter persone, bagni dove solitamente le temperature soprattutto in inverno non sono molto elevate, ma sono tantissime le persone che non ne potrebbero fare a meno neanche in casa, in quanto per la sua particolare conformazione (praticamente si tratta di un cappotto di spugna) permette di asciugare immediatamente tutto il corpo, evitando gli sbalzi di temperatura che potrebbero essere provocati dall’uscita da un bagno caldo.

  • Come scegliere il tubino

  • Il “tubino”, l’abito nero inventato da Coco Chanel è l’abito femminile per eccellenza; simbolo di eleganza e raffinatezza, esso può essere indossato in ogni occasione e proprio per questo prende il soprannome di “passepartout”. Un abito sempre alla moda che dovebbe essere presente nel guardaroba di ogni donna. Ecco quindi una bella guida completa che spiega come scegliere il tubino, ma anche come indossarlo, a chi sta bene e come abbinarlo.

  • Scarpe da donna: scelta e acquisto

  • Sembra impossibile pensare che una donna, in qualsiasi epoca, non si sia concessa il piacere di indossare una calzatura…donne e scarpe rappresentano un binomio assoluto e in effetti le prime tracce di un amore destinato a non infrangersi si trovano addirittura nella preistoria. Senz’altro la motivazione di base dell’epoca era la finalità pratica di proteggere il piede dagli agenti esterni, ma non ci vuole molto perché le rudimentali calzature di foglie intrecciate e pelli animali evolvano verso forme più elaborate attente anche a criteri estetici.

    Le scarpe rappresentano per le donne delle vere e proprie compagne di vita. Il piacere di aprire un armadio colmo di scarpe è difficilmente comprensibile per un uomo e accomuna le donne di ogni luogo ed estrazione geografica, sociale e culturale. Il mondo della scarpa femminile è una dimensione a sé in continua evoluzione, in cui l’interferenza del tempo porta aggiornamenti e migliorie, ma poggia sulla solida base dell’imperituro amore di ogni donna che si rispetti per l’oggetto del suo desiderio.

    Per non arrivare impreparata al momento dell’acquisto, scopri tutto quello che devi sapere sulle scarpe continuando a leggere la nostra guida alle calzature femminili.

  • Abbigliamento usato: scelta e acquisto

  • Una guida con tutti i consigli utili per risparmiare nell’acquisto di capi d’abbigliamento senza rinunciare a fare shopping. In un periodo di crisi, quando i soldi scarseggiano, gli stipendi si assottigliano, le spese vanno ridotte ecco che si è costretti a rinunciare a quelle cose che ci fanno stare bene, come l’acquisto di capi di abbigliamento in grado di valorizzare la nostra figura e gratificarci. Ma non è detto che la crisi ci impedisca di fare spese. Scoprite come fare shopping risparmiando con l’abbigliamento usato!

    In quest’epoca consumistica, in cui tutti vogliono apparire….. Apparire belli, giusti, adeguati alle situazioni, alla moda, griffati dalla testa ai piedi…non basterebbe una vincita al Lotto per potersi permettere un tenore di vita così alto. Oggi soprattutto i giovani, quelli delle ultime 2-3 generazioni, tendono sempre più spesso a identificarsi con ciò che posseggono. La parola d’ordine è mettersi in mostra, esibire gli oggetti e gli abiti più in voga del momento.

  • Come scegliere la gonna giusta

  • Gonna, il capo di abbigliamento femminile per eccellenza. Ecco quindi una guida che vi aiuta scoprirne la storia e tutti i modelli disponibili, per imparare come scegliere la gonna giusta per il vostro fisico e il vostro stile, in maniera da acquistare il modello che meglio si adatta alle vostre caratteristiche fisiche. Informarsi prima dell’acquisto è il modo migliore per ottenere il meglio dai propri soldi ed essere sicure di aver acquistato il capo giusto.

    E’ inutile negarlo: i tempi cambiano, le mode non frenano la loro inarrestabile corsa verso il futuro, ma la gonna resta l’arma di distruzione di massa più potente. Quanti uomini ne sono rimasti vittime? E quanti ancora periranno, schiacciati dal fascino e dalla seduzione sprigionata da questo scampolo di tessuto che la donna, come la più abile tra le fattucchiere, sa indossare con sapienza e portamento regale?

  • Svendite: regole e cose da sapere

  • Il fatidico attimo in cui vengono annunciate le date delle svendite, che siano estive o invernali, è un gran momento per tutte le fashion addicts e non solo: anche chi non ha potuto comprare durante l’anno i must della stagione o anche solo quei capi di prima necessità, approfitterà della ghiotta occasione per cercare di acquistare prodotti di qualità e ben realizzati a un prezzo più accessibile.

  • Come scegliere fazzoletto, bretelle o cintura, gemelli, fermacravatta

  • Molti sostengono che “l’abito non fa il monaco”, ma se è certo che il vestito non certifica le doti specifiche di un individuo è anche vero che l’aspetto ha un ruolo importante nel determinare l’idea che gli altri si fanno di noi a primo impatto. Ovviamente questa impressione iniziale positiva deve essere poi suffragata da contenuti, ma è certo che una buona riuscita a prima vista è molto importante per le nostre relazioni sociali e di lavoro. Ecco quindi il ruolo, crescente nella attuale società dove l’immagine conta sempre di più, dell’abbigliamento e in particolare degli accessori, che più dell’abito stesso fanno la differenza.

    Ad ogni uomo quindi il suo accessorio moda: dalle calze al fazzoletto, dalla cintura alle bretelle ai guanti alla cravatta, sono tanti gli accessori dedicati alla moda maschile e come tutti gli accessori vanno scelti con cura e abbinati con gusto a quello che si sta indossando. Ecco quindi una guida facile e completa per scoprire come creare il abbigliamento in maniera che sia perfetto fin nel minimo dettaglio.

  • Come scegliere intimo donna e lingerie

  • Dire donne è dire abbigliamento intimo. Non perchè esso si debba vedere, ma perchè deve far sentire a proprio agio chi lo indossa, deve rispecchiare in pieno la sua personalità i suoi gusti, il suo modo di essere femminile. Ecco quindi che il come scegliere intimo donna e lingerie diventa un punto nodale nel mondo femminile. Vediamo quindi con questa guida come agire in pratica per operare questa scelta nella maniera migliore.

  • Taglie forti: scelta e acquisto

  • Le cosiddette taglie forti, croce di tante donne, ma in realtà delizia per tanti uomini, spesso diventano un vero tormento, dato che le cause di un sovrappeso possono non essere controllabili e i vestiti da comprare non sempre si trovano, provocando difficoltà sia pratiche, sia economiche, sia soprattutto psicologiche e di disagio. Questa guida è una piccola, modesta rassegna di consigli per cercare soluzioni pratiche alla penuria di taglie forti da donna e per affrontarle con spirito più sereno.

  • Come scegliere la bigiotteria

  • Bigiotteria: gioielli finti… piacere vero! La bigiotteria, spesso considerata di scarso valore, ci offre tantissime possibilità di accessoriarci nel migliore dei modi senza dover affrontare spese ingenti per l’acquisto di veri gioielli preziosi. Scopri materiali e tipologie dei numerosi tipi di bijoux in circolazione: orientarsi alla guida prima dell’acquisto è l’azione più preziosa da compiere!

    Gli oggetti di bigiotteria hanno infatti ormai scalzato il predominio secolare dei gioielli quali unici ornamenti personali. Oggi i bijoux, in quanto a particolarità e ricercatezza, non hanno più nulla da invidiare ai loro rivali più preziosi.

  • Giacca da uomo

  • L’eleganza è una questione di giacca (da uomo). Nel mondo dell’abbigliamento maschile, la giacca è un argomento decisamente delicato che può facilmente compromettere l’immagine nel caso non sia scelta nel modo corretto. Sono tanti gli elementi da considerare al momento della scelta ed è meglio conoscerli prima per evitare inutili sprechi di tempo e di denaro.

    Forse non tutti sanno che la giacca è tra gli indumenti più antichi. Naturalmente non stiamo parlando della giacca com’è conosciuta oggi, ma di una sua “antenata”; questa sembra sia stata usata indifferentemente sia da uomini che da donne.Sembra che siano state ritrovate dei “resti” di giacche in sarcofagi femminili risalenti addirittura all’età del bronzo.

    Facendo un balzo nel tempo, gli antenati più diretti dell’odierno abbigliamento maschile sono sicuramente nati nella Francia della seconda metà del Seicento, ai tempi del re Luigi XVI. Il nome giacca è sicuramente un derivato di Jaquette (giacchetto poi divenuto giacchetta), termine col quale si indicava un abito corto da uomo, con maniche e tasche.

  • Storia del jeans

  • Meno male che esistono i jeans! Stanno bene con tutti, stanno bene a tutti e sono il capo di abbigliamento preferito dei giovani così come dei più ‘grandi’. Scoprite la origini e storia del jeans, il capo di abbigliamento che più di ogni altro ha rivoluzionato il modo di vestire moderno e contemporaneo.

    Pantaloni per uomo e per donna, ma anche accessori e gonne, borse e….Un mito indossato: il Jeans Tutti, indipendentemente dall’età, abbiamo sicuramente nel nostro armadio almeno un paio di jeans e per chi vuole seguire la moda sono ormai un accessorio indispensabile. Con il tessuto denim, che con il passare degli anni diventa quasi immortale, non vengono più realizzati soltanto i pantaloni ma anche altri elementi che costituiscono il nostro abbigliamento: scarpe, borse, portafogli, bracciali…

  • Come scegliere i pantaloni giusti

  • Chi porta i pantaloni? Tutti ormai! Il pantalone, indumento d’elezione della moda maschile, ha ormai soppiantato la popolarità della gonna anche nella moda femminile, conquistando il primato del capo di abbigliamento unisex più indossato. Lasciati guidare nella scelta dei tuoi pantaloni, scopri la sua storia e i tessuti in cui vengono realizzati: ecco una guida alla conoscenza di questo un capo d’abbigliamento che nasce maschile per diventare unisex, indumento entrato ormai nelle grazie (e nel guardaroba) di tutti. Il pantalone nasce e sviluppa la sua storia intorno alle gambe maschili, ad esaltarne virilità e la necessaria comodità per affrontare le dure e lunghe ore di lavoro; in fabbrica come in miniera, in ufficio come in giro per il creato.

  • Valigie: scelta e acquisto

  • Valigie: le migliori compagne per ogni viaggio. In principio erano i bauli: sicuramente capienti, ma ingombranti e non facili da trasportare. In pochi se li potevano permettere, anche perché in pochi viaggiavano, soprattutto per piacere o per lavoro. Con l’evolversi dei materiali e dell’economia, è nata la valigia. La valigia è la nostra inseparabile compagna nei piccoli e grandi viaggi.

    Indispensabile per portare sempre con noi l’occorrente per essere puliti, impeccabili e ben vestiti, in qualunque occasione, la valigia può essere diversa a seconda della funzione principale che deve svolgere, a seconda della dimensione e secondo la comodità di cui è dotata per il trasporto.

    Ce ne sono moltissimi modelli in commercio, di varia forma e stile, fatte con materiali diversi e quindi di differente robustezza: le valigie realizzate ad arte possono durare una vita, quelle di bassa qualità magari solo un viaggio. Quindi, prima dell’acquisto è indispensabile informarsi bene su quali sono i materiali d’elezione per la loro realizzazione, così come le misure più frequenti. Che tu debba partire per una lunga vacanza o per un viaggetto di lavoro, leggi questa guida e trova la valigia giusta!

  • Giacca da donna

  • La giacca da donna: la nostra seconda pelle, il riparo che la natura ci ha tolto di dosso, ma che noi creiamo sulle nostre esigenze di gusto e di protezione. Da quando l’uomo confeziona tessuti, crea giacche: dai mantelli delle epoche antiche, fino ai giustacuore degli ultimi secoli. La giacca è l’indumento che ci presenta e ci rappresenta per almeno 9 mesi l’anno, diversa per ogni stagione.

  • Come scegliere l’abbigliamento sportivo da uomo

  • Se diciamo abbigliamento sportivo la prima cosa che ci viene in mente sono la tuta e le scarpe da ginnastica; ma per ‘abbigliamento’ sportivo ormai si intende un abbigliamento informale e casual, comodo e funzionale, non necessariamente orientato allo sport. Scegliere il giusto abbigliamento ‘sportivo’ senza spendere troppo è facile!

    L’abbigliamento sportivo da uomo contraddice quasi tutte le regole del vestire classico, rispetto al quale appare come una “zona franca” libera da schemi.Eppure, in realtà, la moda sportiva “appare” libera da schemi solo perché adotta criteri diversi da quelli classici; invece anche nell’anticonformismo vi sono “regole” da rispettare, regole che col tempo, diventano anch’esse delle norme codificate.Ecco quindi che l’abbigliamento sportivo, sia da uomo che da donna, pur adottando criteri spesso opposti a quelli della moda classica (come indossare colori eccessivamente vivaci o la camicia fuori dal pantalone), proprio per questo ne conferma la validità e non intacca minimamente la stabilità di quest’ultima nell’immaginario dell’uomo.

  • Come scegliere la giacca da donna

  • In inverno, il capo d’abbigliamento più indossato è la giacca, che ripara dal freddo, ma dimostrare anche uno stile estetico piuttosto che un altro. La giacca non è soltanto un capo funzionale, ma è anche il nostro biglietto da visita nella stagione fredda: la giacca è un indumento che non si cambia tutti i giorni (infatti, non si possiedono tante giacche quante sono le maglie nel guardaroba) ed è per questo che va acquistata con cura e riflettendo bene sul come scegliere la giacca da donna più adeguata al nostro fisico, al nostro stile e alla nostra personalità.

  • Cappotto da uomo classico, chesterfield e ulster

  • L’esigenza dell’uomo di usare dei mantelli di pelli o di lana per coprirsi ha dato vita alla moda postuma di portare sopra gli abiti il cappotto o il soprabito. È infatti dall’ ‘800 che gli uomini iniziano davvero a usare i primi cappotti, un’abitudine che resterà in voga fino agli anni della Prima Guerra, tanto che subito dopo indossare il cappotto o il soprabito diventerà una vera moda che apporterà le dovute modifiche ai modelli usati all’epoca.

  • Come scegliere le scarpe da uomo

  • Scarpe da uomo: la moda ai tuoi piedi! Nell’abbigliamento maschile la scarpa ricopre un ruolo particolarmente importante in quanto denota il gusto e l’eleganza di chi la indossa. Ormai è ufficiale, lo sanno tutti. Non sono soltanto le donne ad appassionarsi per un paio di scarpe. Anche l’uomo s’innamora di una suola di gomma o di un tacchetto, di un laccio o di un morsetto…insomma, le scarpe ormai sono il terreno comune sul quale scontrarsi (ed incontrarsi) vicendevolmente. Dimenticatevi la Carrie Bradshaw che, nello strepitoso e seguitissimo serial tv Sex & The City, faceva letteralmente follie per un paio di Manolo Blanhik…e dimenticatevi le pazzie della vostra migliore amica (o più semplicemente le vostre…ma non volevo mettervi in imbarazzo) di fronte alla vetrina di Jimmy Choo, Giuseppe Zanotti Design o Vicini. Adesso anche gli uomini rimangono incantati di fronte alle innumerevoli calzature esposte nei negozi, luminosissimi e sfavillanti più che a Natale. Siete gelose di una passione che è tradizionalmente ed originariamente femminile? Lasciate andare e siatene orgogliose. Oltre che complici. Scoprite i materiali con cui vengono realizzate, i modelli esistenti in commercio, come abbinarli all’abito che indossate.

  • Come scegliere la borsa da donna

  • Una borsetta è per sempre. Una delle massime icone della femminilità di una donna e`senza dubbio la borsetta, di cui esistono un’infinità di modelli e di materiali di realizzazione, ovviamente per tutte le fasce di prezzo. E se scelta bene, una bella borsa è per sempre. Continua a leggere se vuoi sapere tutto quello che c’è da sapere sull’accessorio per eccellenza della moda al femminile.

    Le borse e le borsette da donna sono una vera icona di femminilità e di glamour. Contenitore di oggetti, accessorio di uso femminile, oggetto del desiderio delle donne di ogni età, feticcio tra i più amati… Identikit della borsetta, nata in sordina e approdata alle luci della ribalta, da oggetto sussidiario a simbolo di status per l’immagine di una persona.

  • Come scegliere gli occhiali da sole

  • Occhiali da sole: la che moda si porta sul naso. Indispensabili per proteggere la nostra retina dai raggi del sole, gli occhiali da sole sono diventati anche un accessorio di moda che può sfiorare prezzi esorbitanti. I modelli, i colori e i materiali con cui son realizzati sono pressoché infiniti e orientarsi nella scelta giusta non è sempre facile.

    Gli occhiali da sole, un accessorio molto utile a tutelare i nostri occhi, ma che fa anche tanta tendenza: must di ogni stagione e di ogni passerella, gli occhiali da sole sono l’accessorio a cui nessuno sa e può resistere. Né uomini, né donne.

    Infatti, oltre a proteggere i nostri delicatissimi occhietti dai pericolosi raggi solari ultravioletti, le loro lenti conferiscono a chi le indossa un’allure di sex appeal e di fascino carismatico. Di mistero. Ecco una guida per conoscere a fondo questo vero e proprio pezzo di guardaroba: perché ormai ogni paio di occhiali è entrato a pieno titolo nella nostra definizione di look ed il nostro particolare stile dipende anche e soprattutto da loro.

  • Abito da donna: scelta e acquisto

  • L’abito da donna è un indumento appositamente pensato per indossatrici femminili, in un unico pezzo dalle spalle alle gambe. Può essere costituito in diversi tessuti, avere lunghezze differenti, coprire più o meno anche braccia e schiena e può presentare colori e fantasie tra le più disparate. Spesso sceglierlo è un’impresa ardua, perché a noi donne piacciono tutti: ma per ognuno esiste l’occasione giusta.

    In questo articolo una panoramica delle tipologie, dei tessuti, degli abbinamenti e delle occasioni in cui sfoggiare i vestitini che compriamo. Perché amiamo così tanto gli abiti? Semplicemente perché fanno parte del nostro immaginario collettivo e del nostro patrimonio genetico. L’abito di oggi, nelle sue tantissime forme, non è altro che la trasposizione moderna degli indumenti che le donne hanno sempre indossato dall’antichità: dai pepli greci, passando per le tuniche medievali, fino alle crinoline, ai sellini, alle maniche a prosciutto e ai corpetti del ‘700-‘800, l’abito (sempre lungo in questi casi) ha dettato la moda femminile, anche prima della comparsa dei poupet francesi con Luigi XIV e con essi della moda in senso stretto.

  • Cappello da uomo: scelta e acquisto

  • Tanto di cappello… da uomo! Chi crede che il cappello da moda sia definitivamente estinto e passato di moda si sbaglia. Il cappello da uomo, seppur non frequente come una volta, gode ancora di ottima salute e non sono solo gli uomini di una certa età a indossarli. Scopri di più su questo accessorio in grado di conferire eleganza e carattere a ogni tipo di abbigliamento!

    Il cappello copre le teste degli uomini sin da tempi antichissimi. La sua funzione, pur essendo strettamente collegata all’aspetto “protettivo” della testa, ha comunque assunto in tutte le epoche anche un ruolo di prestigio, di autorità, di posizione sociale. Ne sono un classico esempio i favolosi copricapo dei Faraoni, dei Maharajà, dei re Maya, degli imperatori romani, dei papi, dei re di tutte le nazioni e tutte le epoche, fino a finire ai nobili e agli esponenti dell’alta società.

  • Come scegliere gli orecchini

  • Orecchini per tutte le orecchie. Secondo Freud gli orecchini rappresentavano delle metafore della sessualità: la penetrazione del gioiello nel foro sul lobo, la stessa foratura come simbolo della perdita dell’innocenza e, in senso traslato, della verginità.Per tutti gli altri, gli orecchini sono gioielli per le orecchie. Nati per adornarle, per impreziosirle, per regalare loro eleganza e raffinatezza in principio, allegria e originalità in seguito.

  • Scegliere il costume da bagno

  • Tutti al mare? Si, ma con il costume giusto! Essere raffinati in spiaggia e poter sfoggiare un costume che si adatta al nostro corpo e alla nostra personalità dovrebbe essere un diritto (e un dovere) di tutti: purtroppo non è sempre così e non mancano esempi di cattivo gusto e scarso rispetto della propria immagine. Siete in procinto di partire per la vacanza del secolo e avete il terrore di pensare alle valigie da preparare? Tranquilli, basta cominciare a mettere dentro il necessario, ovvero il costume da mare . Indispensabile per qualsiasi tipo di viaggio, sia che siate diretti ad una località marina (e in questo caso si rivelerà più fondamentale dell’aria che respirate), sia che vi stiate dirigendo alle terme o in montagna. Già perché il costume da mare è sì sinonimo di salsedine ed estate, ma anche di crociera, di lago, di piscina, sauna e bagno turco. Insomma, è fondamentale sempre e poi che vi costa metterne uno in valigia? Non occupa mica poi così tanto spazio!

  • Come scegliere la camicia

  • Sei nato con la camicia? Un bel modo di dire che esprime il concetto di eleganza legato ad essa. La camicia è un capo di abbigliamento che spesso denota il gusto e lo stile di chi la indossa. Evidente quindi l’importanza di sapere tutto sui modelli di camicia da uomo o da donna, che siano eleganti o casual: essere ordinati e alla moda non è obbligatorio,ma spesso aiuta ad essere più apprezzati, soprattutto nell’ambiente lavorativo.

    Ecco dunque una guida ragionata alla scelta e all’acquisto della camicia, “primo cittadino” del vostro guardaroba. Indumento essenziale, intramontabile e al tempo stesso esclusivo. Tutto questo e molto di più è la camicia, un capo che conferisce a chi lo indossa un’indiscutibile allure professionale ed elegante. Feticcio per gli amanti dello stile classico e punto di forza delle collezioni che osano di più senza scendere nel banale e nel già visto, la camicia seduce e si fa sedurre da chi la indossa, incantando tutti coloro che ne apprezzano il taglio e la qualità a bocca aperta e col naso all’insù.

  • Scegliere l’orologio da polso sportivo

  • Il tempo corre… nell’orologio al tuo polso! L’orologio serve per indicare l’ora, lo dice il nome stesso: dall’unione tra ‘hora’, ora, e ‘legein’, leggere. E’ un apparecchio pensato per misurare il tempo, o meglio il passare del tempo. L’esigenza è del resto comprensibile, perché il trascorrere delle ore scandisce le giornate, consente di organizzare la vita: è questa la motivazione alla base dell’invenzione dell’orologio, che non è peraltro moderna come sembra.

  • Tessuti per l’abbigliamento

  • Per chi ha fibra da vendere: ecco svelate le fibre e i tessuti per l’abbigliamento. Conoscere la storia dei tessuti che vengono utilizzati per realizzare i capi di abbigliamento, la provenienza e le caratteristiche tecniche, oltre a essere interessante può essere utile anche a guidare le nostre scelte.

    L’uomo ha imparato in tempi molto antichi a lavorare le fibre di cotone, lino, lana, potendo così passare dal vestire di cortecce, foglie d’albero o pelli di animali, ad indossare fibre naturali. Assistere alla lavorazione e alla trasformazione della fibra in tessuto, è come essere testimoni di un atto di “magia”; la conoscenza e l’esperienza millenaria che sottostà all’antica arte della tessitura merita uno sguardo “più attento” al mondo dei tessuti, dal quale siamo continuamente circondati se non addirittura “a stretto contatto di pelle”. In tutti questi millenni il procedimento di base per la tessitura di una stoffa è rimasto sostanzialmente invariato: ritorcere e filare le fibre vegetali.