I consigli per migliorare il vostro streaming

Lo streaming è un servizio di condivisione di video o audio che parte da un punto chiamato sorgente, ovvero il server dov’è contenuto il file originale che viene trasmesso in una o più direzioni. E questa è la definizione del servizio, ma in realtà lo streaming è diventato molto più di questo, e con milioni di utenti nel mondo, è uno dei motivi, insieme ai social network, per cui ogni giorno centinaia di persone si collegano ad internet. 

Come scegliere la vpn per guardare netflix in streamingAlcuni consigli pratici per migliorare il vostro streaming e non perdere nemmeno un minuto del vostro programma preferito

Anche qui in Italia questo tipo di servizio è in aumento. E non pensate a ciò che normalmente viene in mente con la parola streaming, ovvero tutti quei siti di film piratati e che non rispettano il diritto d’autore. Oramai tutti le reti di telecomunicazioni italiane hanno anche il servizio streaming all’interno del proprio sito web, come ad esempio la Rai o La7. E poi ci sono ovviamente le piattaforme dedicate a partire dai colossi americani Netflix e Amazon, fino ai nostri PopCornTV o Infinity.

Se anche voi fate parte delle centinaia di utenti dei servizi di streaming saprete bene che molto spesso si va incontro ad alcune difficoltà nella riproduzione dei video.  Connessioni instabili, servizi non efficienti, e file video non supportati o di pessima qualità: a chi non è mai successo?

Proprio per aiutarvi a superare queste problematiche abbiamo stillato una piccola guida per aiutarvi a migliorare il vostro streaming.

Come vi abbiamo già accennato, di siti che offrono il servizio di streaming ne esistono moltissimi, di cui non tutti legali. Dunque, anche se molto spesso sono a pagamento, meglio scegliere un servizio di streaming legale, come le già citate piattaforme di Amazon e Netflix. Ma esiste anche Hulu, HBO, DAZN. E qui in Italia appunto possiamo contare anche su servizi gratuiti come PopCornTV e VVVVD o come i siti delle reti televisive. Utilizzando questi servizi avrete garantita la qualità e la sicurezza durante la visione del vostro programma, senza incorrere in video tagliati, con scritte in sovrimpressione o che contengono file dannosi. Una curiosità sulla disponibilità di programmi (film e serie TV in Italia): potete ampliare la scelta di video, e dunque attingere, ad esempio, anche al catalogo Netflix U.S.A. attraverso l’utilizzo di una connessione VPN. Con questa infatti potete oscurare l’indirizzo IP del vostro dispositivo (cioè l’indicazione geografica), connettervi ad un server diverso da quello del vostro paese ed accedere a molti più contenuti, come il catalogo USA di Netflix. Oltre a questo utilizzare una connessione VPN può aiutarvi a risolvere anche il prossimo problema: la stabilità della connessione internet.

Uno dei problemi maggiori è la velocità e la stabilità della nostra connessione. Un problema purtroppo che si verifica non solo quando guardiamo un film in streaming ma anche quando lavoriamo, ad esempio. Dunque il prossimo consiglio vi può servire anche per la vita quotidiana. Dunque per prima cosa utilizzate uno speed test per verificare a che velocità reale state navigando. Purtroppo non sempre la velocità descritta dai provider dei servizi è la velocità effettiva con cui vi connettete e navigate. Per questo esistono strumenti come lo speed test (solitamente gratuiti sul web) che monitorano la velocità. Una volta stabilito a che velocità state navigando, potete scegliere che soluzione adottare, tutte fai-da-te: pulire la cache, chiudere i programmi in background in modo da indirizzare il flusso di dati solo sullo streaming e stabilizzare il segnale se si tratta di un Wi-Fi, posizionando il router al centro della stanza. Non è uno scherzo: in questo modo il segnale si diffonderà meglio nella stanza.

Se disponiamo di una connessione lenta possiamo cambiare la risoluzione del video attraverso le impostazioni del servizio (Netflix mette a disposizione una piccola guida che può essere presa d’esempio anche per gli altri servizi). Oppure possiamo mettere a caricare il video, ovvero lasciarlo in buffering, e aspettare che sia finito il caricamento per schiacciare play e goderci il nostro programma. Ovviamente perdiamo più tempo ma il risultato è garantito. A volte invece il problema può essere il nostro dispositivo, soprattutto se il PC o il tablet non è aggiornatissimo. Assicuratevi che la vostra scheda video non sia troppo vecchia e che i vostri driver, ad esempio Flash Player, siano aggiornati: molto spesso sono questi a causare il blocco dello streaming video.

Se disponete di una smart TV collegatevi al servizio direttamente dal menu della TV, la qualità sarà adattata automaticamente al dispositivo televisivo rendendo più facile il caricamento e dunque la visione del programma.

Inoltre, provate diversi servizi anche grazie alle prove gratuite che questi mettono a disposizione. Oltre ad avere un catalogo di programmi diversi, potete anche trovare quello che viene supportato meglio dal vostro dispositivo. Questi sono alcuni consigli che potete seguire per migliorare il vostro streaming e godervi una bella serata cinema!

(Visited 254 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.