Come eliminare il gonfiore addominale

Succede a molte persone, anche se sono in regola con il peso forma e piuttosto magre e longilinee, di avere spesso la pancia gonfia. Le cause di questo problema molto comune sono diverse, e non derivano solo da un accumulo di grassi. Anche l’ansia e lo stress possono provocare tensione e gonfiore addominale, che si aggrava ulteriormente con le cattive abitudini alimentari e uno stile di vita poco corretto. Chi ne soffre non si chiede altro che come eliminare il gonfiore addominale? Ebbene, con qualche accorgimento è possibile eliminare questo fastidioso inestetismo, che impedisce soprattutto alle donne di sentirsi a proprio agio.

Il disturbo del gonfiore addominale può essere risolto, o almeno attenuato, seguendo qualche regola salutare sia nelle abitudini alimentari, che nello stile di vita in generale. Per prevenirlo è buona regola mangiare stando seduti, con calma, e masticare più volte il cibo, gustandolo lentamente. Se è possibile, bisogna evitare (o limitare il più possibile) i pasti consumati frettolosamente sul posto di lavoro o al bar.

Come eliminare il gonfiore addominale

Come eliminare il gonfiore addominale con le sane abitudini

Se vi chiedete come eliminare il gonfiore addominale con alcune regole di vita, la risposta è certamente quella di evitare

  • fumo
  • alcolici
  • sedentarietà

Anche stare troppo tempo in piedi non è salutare.

Consumate cibi facilmente digeribili, come il riso e la pasta, e non condite con sughi troppo grassi ed elaborati. Per evitare il gonfiore addominale causato dalla ritenzione idrica, è consigliabile consumare molta verdura (preferibilmente cotta, che è più digeribile) e frutta fresca di stagione.

La ritenzione idrica si presenta, soprattutto, quando ci sono squilibri ormonali nell’organismo, e alle donne succede nel periodo precedente le mestruazioni, quando ammettono di sentirsi più gonfie del solito. Anche l’eccesso di sodio può essere causa di ritenzione idrica. A questo proposito, è utile intraprendere una dieta a base di potassio, e l’uso di sale iposodico.

Per evitare il gonfiore alla pancia è, inoltre, consigliabile bere una tisana d’ortica una volta al giorno, insieme ad acqua minerale che sia povera di sodio, ma con elevata percentuale di magnesio e potassio, minerali importantissimi per il benessere (soprattutto delle donne). Anche la tisana al finocchio, assunta regolarmente, è efficace per eliminare il gonfiore addominale e sentirsi più leggeri e in forma.

Come eliminare il gonfiore addominale con l’attività fisica

Chi si chiede come eliminare il gonfiore addominale dovrebbe riflettere sul suo rapporto con l’esercizio fisico. Un grande consiglio anti gonfiore è infatti la pratica di ginnastica che potenzi gli addominali, in modo che rimangano sempre tonici. Esistono esercizi specifici per rinforzare la fascia muscolare degli addominali, fatevi consigliare da un esperto, o frequentate una palestra almeno due volte alla settimana.

Durante tali esercizi è fondamentale respirare in maniera lenta e corretta. Respirare in modo adeguato e corretto favorisce una maggiore efficacia dell’allenamento. Per eliminare la pancetta vanno benissimo tutte le attività di tipo aerobico, quindi, la corsa, lo spinning e il nuoto.

Come eliminare il gonfiore addominale se si ha la sindrome del colon irritabile

Naturalmente quando ci poniamo la domanda su come eliminare il gonfiore addominale dobbiamo anche capire se si tratta di un fenomeno temporaneo dovuto a cattive abitudini alimentari o stili di vita, oppure se questo fastidio è da imputare al fatto che si soffre si un problema innocuo ma assai diffuso. Se la pancia è spesso gonfia ma anche dolorante allora potrebbe trattarsi infatti di “sindrome del colon irritabile”, una patologia assai diffusa, che colpisce sia donne che uomini. La causa può essere sia di origine alimentare, che psicosomatica.

Quindi, bisogna intervenire sugli alimenti, evitando soprattutto latte e latticini, e puntando su alimenti quali il riso e le uova. Se si avverte dolore e fastidio, è meglio limitare verdure e frutta fresca, che possono essere dannose. Anche lo stress va tenuto a bada. Ci sono persone che somatizzano il proprio malessere nella zona dello stomaco, e questo accumulo di tensione provoca fastidi e irritazione al colon, e nei casi più gravi, può portare alla formazione di ulcere.

Se proprio non riuscite ad evitare le situazioni stressanti, dedicate almeno un’ora al giorno alla cura di voi stessi, praticando, per esempio, yoga e tecniche di rilassamento per il corpo e per la mente. Ricordatevi, inoltre, di bere molta acqua, circa due litri al giorno (soprattutto durante i mesi più caldi). L’acqua è un toccasana perché depura l’organismo. Scegliete un tipo di acqua particolarmente leggero e poco calcarea. Per eliminare il gonfiore potete infine provare ad assumere capsule di carbone vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.