Cosa fare in caso di incendio

L’estate, purtroppo, è anche sinonimo di incendi, che si propagano con molta più facilità quando le temperature aumentano. Ma che cosa fare nel caso in cui avvistiamo un rogo? Ecco allora un piccolo manuali che spiega come comportarsi, quali sono le cose da fare se ci troviamo davanti a un incendio e quali sono quelle da evitare assolutamente.

Cosa fare in caso di incendio

Estate, purtroppo, significa anche incendi. È questa, infatti, la stagione in cui i roghi si propagano con una certa facilità anche a causa delle alte temperature; basta anche solo un mozzicone di sigaretta che, se lanciato in prossimità di un terreno molto secco, può trasformarsi in una miccia esplosiva per un bosco o un sentiero di montagna.

Vedere un incendio provoca nella quasi totalità dei casi un sentimento di impotenza e di rabbia, soprattutto perché è nota a tutti l’attività dei piromani che si intensifica soprattutto in estate, ma è fondamentale in questi case restare lucidi e valutare attentamente che cosa si può fare per aiutare a risolvere la situazione per il meglio e per collaborare con le autorità preposte.

Il panico e l’agitazione possono prendere il sopravvento soprattutto se l’incendio che è esploso si trova vicino a noi, o peggio se ci troviamo all’interno dell’incendio e se la cosa principale da fare è quella di mettersi in salvo. Per questo motivo la calma e il sangue freddo sono indispensabile, per salvaguardare la propria vita e anche quella degli altri e di chi in quel momento si trova al nostro fianco.

La prima cosa da fare se si avvista un incendio è quella di allertare il numero di telefono messo a disposizione dal Corpo forestale dello Stato: 1515. La linea è attiva tutti i giorni 24 ore su 24 e accoglie telefonate e segnalazioni di cittadini che vogliono segnalare un incendio o le attività illegali dei piromani. Nel momento in cui segnalate un incendio a questo numero è importante:

  1. Rimanere calmi e spiegare all’operatore quello che vedete con calma e dovizia di particolari
  2. Indicare precisamente l’area dove avete avvistato l’incendio, il Comune e la Provincia
  3. Specificare se siete al corrente del fatto che qualcuno sta già provando a spegnere l’incendio
  4. Rimanere in contatto con l’operatore che ha accettato la chiamata fino a quando non avrete specificato tutte queste informazioni
  5. Se vicino a voi c’è una persona nel panico, cercate di rassicurarla e spiegatele quanto sia fondamentale rimanere calmi e lucidi in questi casi

In base al momento, e alla situazione, sarebbe utile e molto importante specificare anche:

  1. Se vedete un fumo leggero, un fumo dal colore scuro, una colonna di fumo o più colonne di fumo che si propagano; tutte informazioni utili per mettere a fuoco la gravità della situazione in corso
  2. Se nelle vicinanze scorgete delle case, delle ferrovie o dei tralicci ad alta tensione
  3. Se nelle vicinanze ci sono strade che i mezzi di soccorso possono utilizzare per raggiungere il luogo dell’incendio
  4. Quale tipo di vegetazione riuscite a intravedere; vegetazione incolta, pascoli, pinete, querce o macchia mediterranea

Veniamo adesso alla parte pratica della faccenda. Se ci troviamo in presenza di un incendio che cosa possiamo fare concretamente, oltre ad avvisare le autorità competenti? È importante sapere che cosa fare e come comportarsi anche nel caso in cui, al momento dell’incendio, ci troviamo in auto, chiusi in un edificio o in una zona isolata. Ecco una lista di azioni che potremmo mettere in pratica e cosa invece bisogna evitare per ragioni di sicurezza:

  1. Possiamo cercare di spegnere il fuoco solo e soltanto se ci troviamo davanti al principio di un rogo e solo se abbiamo identificato una via di fuga. Se queste condizioni sussistono, bisogna dare le spalle al vento e battere le fiamme con un ramo verde
  2. Mai sostare nei luoghi che sovrastano l’incendio o presso le aree verso le quali il vento sta soffiando
  3. Mai attraversare una strada se questa è invasa dalle fiamme o se il fumo non permette di vedere chiaramente
  4. Non parcheggiare l’auto lungo le strade attraverso le quali si accede al luogo dell’incendio: in questo modo si ostacola il passaggio ai mezzi di soccorso
  5. Se vi trovate in auto e il traffico è fermo, non cercate di mettervi in coda. Tornate indietro se possibile
  6. Se avete a disposizione delle riserve d’acqua, allertate i mezzi di soccorso e mettetele a loro disposizione
  7. Se attraversare il fronte del fuoco è l’unica alternativa che avete, cercate il punto dove il fuoco è meno intenso e attraversate passando dalla parte già bruciata
  8. Se vi trovate nel mezzo dell’incendio, respirate con un panno bagnato poggiato sulla bocca
  9. Se siete a terra, cercate di stendervi dove la vegetazione non è infiammabile e cospargete il vostro corpo di acqua
  10. Se vi trovate su una spiaggia ed è lì che l’incendio si è propagato, buttatevi in acqua, senza cercare di raggiungere i vostri effetti personali
  11. Se vi trovate all’interno di un’abitazione e l’incendio si propaga all’esterno, segnalate la vostra presenza alle autorità e sigillate finestre e porte con nastro adesivo e panni bagnati
  12. Se vi trovate in auto in prossimità di un incendio, non abbandonate il mezzo. Spegnete il sistema di ventilazione, chiudete i finestrini e segnalate la vostra presenza alle autorità.

La protezione civile consiglia

Ogni anno la protezione civile diffonde una serie di consigli per evitare di causare gli incendi, soprattutto in estate, quando le calde temperature rendono i terreni molto secchi e particolarmente reattivi alla formazione di incendi. Ecco le più importanti norme da seguire con attenzione sempre, soprattutto se frequentate spesso boschi, sentieri e percorsi di montagna:

  1. Non gettare a terra mozziconi di sigaretta ancora accesi o fiammiferi; potrebbero incendiare in poco tempo l’erba e il terreno reso secco dalle alte temperature
  2. Non accendere mai un fuoco all’interno di un bosco; in caso di pic nic o grigliate è obbligatorio utilizzare solo ed esclusivamente le aree attrezzate e, prima di andare via, è dovere di ognuno controllare che il fuoco si sia davvero spento
  3. Quando si parcheggia in prossimità di un sentiero controllare sempre che la marmitta non sia a contatto con l’erba secca; in caso contrario si potrebbe propagare un incendio
  4. Non bruciare mai paglia o qualsiasi altro residuo agricolo; il controllo del fuoco potrebbe sfuggire in qualsiasi momento
  5. I rifiuti sono un potenziale e pericoloso combustibile; non abbandonarli mai nei boschi

Se l’incendio è dentro casa

Quando parliamo di incendi pensiamo subito a una calamità naturale o all’opera di qualche piromane nei boschi, ma la verità è che un incendio può verificarsi anche dentro le mura di casa, a seguito di un incidente domestico. Se doveste trovarvi in una situazione del genere, anche qui mantenere la calma è indispensabile.

La prima cosa da fare è quella di cercare di raggiungere l’uscita in tutta sicurezza aiutando chi si trova con voi in quel momento a fare altrettanto. Vietato accendere la luce, per evitare cortocircuiti e prendere l’ascensore, che potrebbe rivelarsi una trappola qualora saltasse la corrente, bloccandosi e risucchiando le fiamme.

Se il fumo vi avvolge, coprite naso e bocca con uno straccio bagnato e cercate di stare a terra, in prossimità del pavimento, perché il fumo tende sempre a salire verso l’alto. È possibile sentirsi confusi e disorientati se si respira il fumo; se dovesse succedere camminate appoggiati alle pareti per orientarvi meglio all’interno ella casa. Se camminando per raggiungere l’uscita toccate una porta o una maniglia roventi, non aprite per nessun motivo; le fiamme potrebbero trovarsi proprio lì dietro.

Se durante la notte vi capita di sentire odore di fumo, o comunque un odore sospetto, avvertite tutto il pazzo, evacuatelo e, mentre uscite, ricordate di chiudere tutte le porte dietro di voi per evitare che le fiamme e il fumo si diffondano più velocemente. Nel frattempo, allertate i vigili del fuoco e aspettate i soccorsi.

Se per qualsiasi motivo vi trovate intrappolati all’interno dell’edificio, chiudete la porta e cercate di sigillarla con panni, indumenti, asciugami o coperte bagnate. Se dovesse capitarvi una situazione simile, ricordate che la stanza migliore dove rifugiarsi è il bagno, dove i materiali infiammabili in genere sono pochi e dove avrete a disposizione l’acqua. In ogni caso, aprite la finestra e cercate aiuto, aiutandovi anche con un indumento colorato da sventolare fuori dalla finestra per attirare l’attenzione dei passanti.

Incendi e fumi tossici

Quando si parla di incendio è doveroso parlare anche di tutti i fumi che il fuoco emette. Si tratta di sostanze che, oltre alle ceneri, penetrano nei polmoni con molta facilità provocando difficoltà alle vie respiratorio e bruciori. Il nostro organismo, una volta entrato in contatto con queste sostanze, cerca di espellerle nel giro di alcune settimane, ma i soggetti fumatori o che soffrono di difficoltà respiratorie potrebbero andare incontro a complicazioni più gravi.
Per questo motivo, se vi trovate in prossimità di un incendio, è meglio trovare riparo all’interno di un ambiente chiuso e di non aprire le porte e le finestre, anche se le fiamme sono lontane dall’abitazione; i fumi e le piccole particelle possono infatti percorrere anche chilometri di distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *