Piattaforme elevatrici per carrelli: modelli e possibili applicazioni

Le piattaforme elevatrici possono rappresentare la soluzione migliore per il superamento delle barriere architettoniche.

L’installazione di questi dispositivi, infatti, permette anche a chi ha difficoltà di movimento di raggiungere posti altrimenti inaccessibili.

piattaforma elevatrice

A così tante applicazioni corrispondono numerosi modelli di piattaforme elevatrici da interni che presentano caratteristiche peculiari per soddisfare diversi tipi di necessità.

Quando e dove si utilizzano le piattaforme elevatrici

La scelta del modello di piattaforma dipende da diversi fattori. Ovviamente bisogna tenere conto del tipo di dislivello che si intende superare, del peso che la piattaforma deve sopportare e dall’ambiente in cui deve essere installata.

Proprio per venire incontro alle varie esigenze, le ditte produttrici come Faboc Due propongono diversi modelli di piattaforme. Per poter adeguare il dispositivo alle varie situazioni è possibile richiedere anche la loro personalizzazione. Questo aspetto è molto importante, perché l’installazione può avvenire in diversi ambienti.

Per l’abbattimento delle barriere architettoniche le piattaforme possono infatti essere installate in abitazioni private, condomini e locali commerciali. L’obiettivo è quello di permettere anche a chi ha difficoltà motorie di raggiungere questi luoghi in completa autonomia.

I modelli per superare piccoli dislivelli

Per superare i piccoli dislivelli, Faboc Due ha progettato la piattaforma elevatrice a scomparsa OneStep. Questa soluzione garantisce il minimo ingombro e la massima discrezione, visto che quando il modello è chiuso risulta essere praticamente invisibile. Per integrarlo ulteriormente nell’ambiente in cui viene istallato, l’impianto può essere rivestito con mattonelle, marmo o altri materiali.

OneStep ha una portata massima di 300 kg e permette di superare dislivelli fino a 220 millimetri. Può essere utilizzato da persone con difficoltà motorie, anche in carrozzina. L’impianto può essere personalizzato con l’installazione di un pulsante di comando da cui poter gestire la piattaforma.

Per i dislivelli che richiedono un sollevamento maggiore è disponibile il modello X-Slim. Anche in questo caso parliamo di una piattaforma a scomparsa, quindi invisibile quando è chiusa, e senza cabina.

Dato che gli ostacoli da superare sono più alti (fino a 800 millimetri), l’impianto è dotato di strumenti di sicurezza come le protezioni anticaduta e antischiacciamento.

Per gli ostacoli superiori ai 500 millimetri la legge prevede che la piattaforma abbia una barra di protezione anche sul lato di discesa. Anche per questo modello la portata massima è di 300 kg.

Abbattimento delle barriere architettoniche con le piattaforme

I modelli sopracitati sono studiati per il superamento di ostacoli come singoli gradini. Se l’obiettivo è quello di permettere alle persone con capacità motorie ridotte di superare delle piccole scalinate, è necessario puntare su piattaforme con un diverso tipo di movimento. Il modello Z-Slim è un trasloelevatore, in grado di compiere i movimenti di sollevamento e di traslazione.

La piattaforma è a scomparsa, quindi ha minimo ingombro ed è invisibile quando è chiusa. È dotata di tutte le protezioni necessarie per garantire la massima sicurezza delle persone trasportate. La portata massima è di 300 kg; il movimento di sollevamento può arrivare fino a 800 millimetri, mentre la traslazione può arrivare fino a 1000 millimetri. Su richiesta è possibile installare una pulsantiera a bordo.

La piattaforma elevatrice a pantografo Parigi-A con il so movimento verticale fino a 2000 millimetri permette di spostarsi da un piano all’altro. Si tratta di un vero e proprio mini ascensore a vano aperto, dotato di comandi sia a bordo che al piano: la soluzione perfetta per le esigenze di anziani e persone con mobilità ridotta, anche in carrozzina e con accompagnatore.

La sicurezza è garantita dal soffietto di protezione, dalla discesa di emergenza e dalle porte motorizzate installabili a richiesta. La struttura dell’elevatore è in vetro ed acciaio, quindi riesce ad integrarsi alla perfezione in ogni tipo di ambiente. Inoltre, grazie a specifici trattamenti, l’impianto può essere installato anche all’esterno.

(Visited 59 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.