Idropulizia industriale: tutto quello da sapere sulle pompe ad alta pressione

Le idropulitrici sono macchine dal funzionamento relativamente semplice che, tramite un getto d’acqua ad alta pressione, riescono a rimuovere da tutte le superfici rigide, interne o esterne ad un ambiente, qualsiasi tipo di sporco e di incrostazione: ad esempio polvere, terriccio, grasso, formazioni di muffa o muschi dovute all’umidità e così via. Si utilizzano a livello industriale per la pulizia di macchine, motori e utensili, ma si rivelano spesso molto utili anche in un contesto domestico, soprattutto per la pulizia accurata di pareti, pavimentazioni e superfici esterne di giardini e terrazzi. Per generare un getto d’acqua in grado di effettuare

idropulitrice industriale

Le idropulitrici sono macchine dal funzionamento relativamente semplice che, tramite un getto d’acqua ad alta pressione, riescono a rimuovere da tutte le superfici rigide, interne o esterne ad un ambiente, qualsiasi tipo di sporco e di incrostazione: ad esempio polvere, terriccio, grasso, formazioni di muffa o muschi dovute all’umidità e così via.

Si utilizzano a livello industriale per la pulizia di macchine, motori e utensili, ma si rivelano spesso molto utili anche in un contesto domestico, soprattutto per la pulizia accurata di pareti, pavimentazioni e superfici esterne di giardini e terrazzi.

Per generare un getto d’acqua in grado di effettuare il lavaggio di superfici e materiali, l’idropulitrice deve essere dotata di una pompa ad alta pressione di potenza adeguata. Le pompe ad altissima pressione Hawk sono pompe a pistoni destinate prevalentemente ad un utilizzo industriale, progettate e testate per corrispondere a specifiche esigenze.

Il marchio Hawk, presente sul mercato da diversi decenni, garantisce il massimo livello di qualità, e propone pompe ad alta pressione resistenti e affidabili, che durano nel tempo, assicurando così una manutenzione ridotta al minimo.

Pompe a pressione volumetriche per rispondere ad ogni esigenza

Hawk progetta e realizza pompe a pressione volumetriche adatte a essere utilizzate in diversi contesti. Per individuare il modello ideale è opportuno tenere conto della portata, della pressione massima, della velocità di rotazione e della potenza dello strumento.

La portata di una pompa viene definita in litri / minuto e si correla alla velocità di rotazione, espressa in giri / minuto. La pressione viene espressa in bar, e la potenza assorbita dall’apparecchio in kW.

Hawk produce una gamma di pompe ad alta pressione di diversa potenza e portata, che possono offrire prestazioni differenti. I modelli standard sono ideali nella maggior parte delle situazioni e si utilizzano semplicemente con acqua aggiungendo, se necessario, una minima dose di detergente.

Le pompe destinate ad impianti che funzionano per molte ore, ad esempio i sistemi di autolavaggio, sono dotate di guarnizioni dalla lunga durata e richiedono una manutenzione limitata al minimo indispensabile. Per l’industria chimica e alimentare, Hawk realizza pompe con testata in acciaio inox, adatte anche nei contesti in cui si utilizza acqua marina.

La gamma comprende inoltre le pompe destinate alle applicazioni in cui è richiesta una maggiore temperatura dell’acqua e i modelli certificati per essere installati in ambienti dove sono presenti sostanze esplosive o pericolose.

È molto importante prestare sempre la massima attenzione a non azionare una pompa ad alta pressione senza aprire la valvola di alimentazione dell’acqua e di controllare la temperatura: l’acqua di temperatura superiore ai 65° C deve essere impiegata solo con i modelli specifici.

Installazione e manutenzione delle pompe ad alta pressione

L’installazione di una pompa è relativamente semplice, occorre sostituire il tappo dell’olio e collegare l’apparecchio ad una rete idrica o ad un serbatoio d’acqua. Per evitare di danneggiare il meccanismo interno, si consiglia di installare un filtro, che eviti il passaggio di sabbia o detriti presenti nelle tubature. Si raccomanda anche di montare un manometro per tenere sempre sotto controllo il valore della pressione.

Le pompe ad alta pressione Hawk non richiedono molta manutenzione, ma è comunque importantissimo effettuare una corretta lubrificazione, seguendo le indicazioni fornite per ogni diverso modello. È fondamentale anche il controllo delle parti maggiormente soggette ad usura, soprattutto guarnizioni e valvole, che potrebbero richiedere di essere sostituite periodicamente, in base all’intensità e frequenza di utilizzo dell’impianto. Nel caso in cui la pompa rimanesse inutilizzata per un certo periodo, si raccomanda di provvedere a svuotarla completamente.

I principali campi di applicazione di una pompa ad alta pressione riguardano la pulizia di ambienti urbani, edifici e impianti industriali, il lavaggio di autoveicoli e macchine agricole, i sistemi antincendio e diversi settori produttivi.

(Visited 272 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo. Tra i suoi blog più importanti: www.guidaconsumatore.com www.faidatecreativo.com www.coltivarefacile.it www.guidapet.com
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.