PayPal: scatta il pagamento in 3 rate

I fruitori di PayPal si saranno accorti che dal 15 novembre 2021 è stato introdotto un nuovo servizio: Paga in 3 rate. In questo articolo vedremo come funziona quello che, a tutti gli effetti, è una tipologia di finanziamento concesso dalla società lussemburghese all’utente. 

Paypal: scatta il pagamento in 3 rate

PayPal (https://www.guidaconsumatore.com/banche/cose-paypal-e-come-funziona.html), da sempre considerato come uno dei più innovativi sistemi di pagamento online, dimostra ancora una volta il suo spirito avanguardista introducendo un servizio che viene incontro alle esigenze dei consumatori, i quali si sono dimostrati più che propensi a pagare beni e servizi a rate.

Indice dei contenuti

PayPal: scatta il pagamento in 3 rate. 1

Cos’è PayPal paga in 3 rate?. 1

Chi può usufruire di PayPal paga in 3 rate. 1

Costi e condizioni economiche. 1

PayPal paga in 3 rate: aspetti pratici 2

Cosa succede se non pago. 2

Paga in 3 rate: le ragioni dietro la scelta di PayPal 2 

Cos’è PayPal paga in 3 rate?

PayPal paga in 3 rate (https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/ua/pay-in-3-infosheet-full) è un prestito non maggiorato da interessi che consente agli utenti di pagare un bene o servizio online dividendo l’importo in 3 rate.

L’importo minimo rateizzabile parte da un minimo di 30 euro fino a un massimo di 2.000 euro.

La prima rata viene addebitata al momento dell’acquisto, la seconda dopo un mese alla stessa data e la terza il mese ancora successivo.

Il servizio tende una mano a chi non può o non se la sente di affrontare una spesa in un’unica soluzione ma preferisce spalmarla in due mesi.

Chi può usufruire di PayPal paga in 3 rate

Dando uno sguardo ai termini e alle condizioni del servizio si apprende che la possibilità di pagare a rate è aperta a tutti gli iscritti, anche se la piattaforma si riserva il diritto di controllare i dati del richiedente prima di concedere il finanziamento (soft check).

Pertanto, si potrebbe essere considerati non idonei per usufruire del servizio. La valutazione è automatizzata e si basa sulla posizione finanziaria dell’utente.

PayPal paga in 3 rate va attivato. L’operazione è possibile compilando l’apposito form e inserendo dati quali:

  • Nome e cognome
  • Codice fiscale
  • Data di nascita
  • Numero di telefono
  • Indirizzo
  • Dati della carta da associare.

Si specifica che per usufruire di “Paga in 3 rate” è necessaria la maggiore età, essere residenti in Italia e il servizio è specificatamente rivolto ai privati. Non è possibile quindi spalmare a rate l’acquisto effettuato per conto di una propria società.

Costi e condizioni economiche

Uno degli aspetti più interessanti del servizio PayPal paga in tre rate riguarda i costi. L’azienda, infatti, non addebita né interessi né oneri di mora.

Il finanziamento inoltre: include gli eventuali costi di spedizione e, nel caso, i costi dati dal cambio di valuta. È prevista altresì la possibilità di pagare il debito contratto prima della scadenza, esercitando così il rimborso anticipato, che, anche in questo caso, non prevede alcun costo aggiuntivo.

Tra le condizioni economiche si evidenzia infine la possibilità di annullare il contratto di finanziamento, entro 14 giorni dall’acquisto del bene o servizio. In altri termini, così facendo si esercita il diritto di recesso.

PayPal paga in 3 rate: aspetti pratici

Paga in 3 rate può essere utilizzato sia da PC sia da smartphone scaricando l’app PayPal. Una volta attivato il servizio, l’importo totale risulta presente nel feed attività.

L’importo della rata non è visualizzabile senza accedere direttamente sull’acquisto, ma bisogna cliccare sull’operazione e verificare la voce: “rimanente”.

Una volta acquistato il bene o servizio, l’addebito compare prima nella dicitura “pre-autorizzazione” e successivamente, una volta che il venditore ha spedito il prodotto o il servizio è stato erogato, parte effettivamente il pagamento.

Qualora l’acquisto non dovesse andare a buon fine, dopo 72 ore il sistema in automatico rimuove la pre-autorizzazione e la transazione risulta come mai avvenuta.

Inoltre, 10 giorni prima della scadenza di una delle due rate, il fruitore del servizio riceve una e-mail come promemoria, così da avere il tempo necessario per verificare e nel caso aggiungere il credito necessario per il pagamento della rata.

Infine, possono volerci fino a 24 ore prima che il pagamento risulti effettuato pertanto non bisogna preoccuparsi se lo status del finanziamento non dovesse aggiornarsi immediatamente dopo il versamento di una rata.

Cosa succede se non pago

Qualora non si disponesse del denaro necessario per far fronte al debito, PayPal si riserva il diritto di inviare i propri dati ad un’agenzia di recupero crediti, la quale ha il compito di tutelare gli interessi dell’azienda mettendo in atto azioni volte al recupero del credito.

Tuttavia, prima di arrivare alla suddetta azione è PayPal a specificare di credere nel prestito responsabile e offre il massimo supporto verso chi si ritrova impossibilitato a pagare il debito.

L’azienda invita chiunque si ritrovi in condizioni di insolvibilità a contattare in anticipo il supporto anziché aspettare la scadenza del debito. Si può fare riferimento all’indirizzo web https://www.paypal.com/it/smarthelp/contact-us oppure chiamare il numero 06 8938 6461.

Non è possibile, inoltre, né sospendere, né posticipare i pagamenti, una volta attivato il servizio l’importo sarà prelevato automaticamente.

Paga in 3 rate: le ragioni dietro la scelta di PayPal  

La possibilità di rateizzare le spese fino a 2.000 euro è una novità per PayPal ma in generale sono molti i servizi simili esistenti che già concedono piccoli finanziamenti.

Secondo un sondaggio commissionato dalla stessa PayPal sono 5 le ragioni che hanno spinto verso l’introduzione del servizio.

  • Il 64% dei consumatori preferiscono acquistare beni a rate invece che pagare subito l’intero importo a condizione che non vi siano interessi o commissioni in più.
  • Il 42% dei venditori ritengono che l’opzione “compra ora e paga dopo” riduca i tassi di abbandono del carrello.
  • Il 56% dei consumatori preferiscono pagare un qualsiasi bene o servizio a rate piuttosto che utilizzare la carta di credito.
  • Il 50% dei consumatori concordato che rateizzare aiuta a gestire al meglio le spese.
  • Il 60% del millennial (i nati tra il 1981 e il 1996) ritengono che la possibilità di pagare nel tempo, aumenti la fiducia che effettivamente possano permettersi il bene o servizio.

Al di là dei sondaggi, “compra ora e paga dopo” è la risposta di PayPal ad altri servizi concorrenti, ad esempio: AfterPay, Scalapay o Affirm, spinta soprattutto dalle esigenze dei consumatori, i quali sempre più utilizzano i canali eCommerce per i propri acquisti.

Come confermato da Statista (https://www.statista.com/statistics/379046/worldwide-retail-e-commerce-sales/), le vendite via shop online sono in crescita in tutto il mondo.

Gli acquisti avvengono mediante ogni dispositivo (smartphone, tablet e Pc), anche grazie alla disponibilità di connessioni a banda larga e a basso costo sempre più accessibili e diffuse.

(Visited 770 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.