Il giardino in stile Shabby Chic

La primavera è il momento migliore per rinnovare il giardino e lo stile Shabby Chic è quello che più rappresenta questa stagione, il periodo dei colori tenui e del clima mite, dove tutto sembra rinascere con calma in attesa dell’estate. Ma da dove cominciare? Dove prendere qualche spunto creativo per allestire un perfetto giardino in stile Shabby Chic? Ecco qualche consiglio.

giardino shabby chic

Prendersi cura del giardino non vuol dire soltanto dedicarsi alla terra, alla coltivazione, alle sementi e alla scelta delle piante. Significa prendersi cura di uno spazio nel suo insieme, vuol dire cercare il modo migliore per arredare gli esterni con classe, con stile e con gusto, per ricreare un ambiente che ci assomiglia in tutto e per tutto.

Del resto il giardino è soprattutto uno spazio dedicato al relax; in giardino si pranza, si cena all’aperto nelle sere d’estate, si organizzano party e grigliate, si prende il sole e si gioca con i bambini. Insomma, il giardino in estate è il vero prolungamento della casa e, così come la casa, deve assomigliarvi, deve parlare di voi e riflettere il vostro stile.

E allora Guida Giardino può decisamente fare al caso vostro. Su questo portale potrete trovare non solo tante guide utili e di approfondimento sul mondo del giardinaggio, ma anche qualche spunto creativo per arredare il terrazzo, il balcone e il giardino con lo stile giusto. E a proposito di stile, sapete che lo stile Shabby Chic è lo stile della primavera per eccellenza? Vediamo di che cosa si tratta.

Lo stile Shabby Chic è una delle tendenze d’arredo più gettonate negli ultimi anni. Ha un nome particolare che, letteralmente, dall’inglese vuol dire “trasandato elegante”. Uno stile che fa finta di essere trasandato, quindi, ma dove niente è lasciato al caso e tutto è studiato nei minimi dettagli con la massima attenzione.

Questo stile si riconosce molto facilmente; tra i colori spicca il bianco, seguito da tutte le tonalità pastello, quindi colori molto chiari. Parliamo, per esempio, di tonalità come lavanda, salvia, carta da zucchero, azzurro chiaro e blu tenue.

L’atmosfera è delicata, romantica e dallo stile retrò e il lato positivo di questo stile d’arredamento è l’alto tasso creativo che prevedono i suoi complementi d’arredo. Se siete amanti del fai da te, avete la soluzione in tasca. Non avrete bisogno di spendere molti soldi per il vostro progetto e potrete realizzare da soli i vostri complementi d’arredo in stile Shabby Chic.

In questo caso, tutto ciò che è un vecchio oggetto può essere abbellito e trasformato in un pezzo d’arredo unico, in qualcosa che richiama perfettamente il tipo di arredamento che avete scelto. Vi basterà avere a portata di mano qualche pennello, una vasta gamma di colori tenui ed ecco che anche un vecchio tavolo, una sedia, una cassapanca o un vecchio cestino può tornare a splendere come non mai.

Anche i barattoli di vetro trovano largo impiego nell’arredo Shabby Chic per il giardino; possono trasformarsi all’occorrenza in bellissime lanterne da appoggiare sui davanzali e sulle finestre della casa e, insieme a vecchi vasi di latta, caraffe o annaffiatoi diventano dei porta fiori a tema, originali e alternativi.

E ancora sgabelli, tavoli, comodini e qualsiasi altro mobile può tornare utile alla causa e tutto può trasformarsi in un bellissimo arredo Shabby Chic; l’unica regola da seguire è quella dei colori. Niente toni forti o tinte troppo sgargianti, ma solo note pastello e tonalità delicate.

Mentre realizzate i vostri progetti, ricordate che in qualche modo dovete realizzare questo effetto finto rovinato che è il marchio di fabbrica dello stile Shabby Chic. La carta vetrata, passata sulla superficie una volta dipinto e fatto asciugare l’effetto in questione, può diventare un’ottima alleata per voi.

Basta passarla sulla superficie per realizzare segni, sbavature e piccoli spaccati di vernice che fanno sembrare gli oggetti un po’ rovinati e che danno ai complementi d’arredo quell’aspetto un po’ vissuto tanto caro a questo stile. Molto semplice da realizzare e molto bello da ammirare alla fine, quando il lavoro sarà finito e potrete finalmente ammirare il vostro progetto.

Anche le piante e i fiori ovviamente, trattandosi di un giardino a tema, devono essere scelti con cura e attenzione, soprattutto per quanto riguarda i colori. In un giardino in stile Shabby Chic vivono abbondantemente piante che hanno fiori color pastello oppure fiori completamente bianchi. Le piante più gettonate sono il gelsomino, il glicine e le rose rampicanti, ma anche l’edera e la vite, perfette per decorare le cancellate, i pergolati o il muro stesso del giardino.

Ci sono poi dei complementi d’arredo, malconci e malandati, che in un giardino in stile Shabby Chic starebbero benissimo. Una vasca da bagno, per esempio, meglio ancora se dallo stile antico. Mettetela in giardino, al centro o in un punto dove sia ben visibile, riempitela di terriccio e trasformatela in una fioriera alternativa: l’effetto visivo è assicurato e voi potrete vantarvi di aver fatto del bene all’ambiente riciclando in modo consapevole.

Lo stesso effetto molto scenico potete facilmente ottenerlo con una vecchia bicicletta. Certo, dovrete sistemarla un po’ prima, ma basta qualche piccolo accorgimento per integrarla perfettamente nel vostro giardino in stile Shabby Chic. Per prima cosa dovrete dipingere la bicicletta con un colore che richiami l’ambiente circostante, sempre e comunque nei toni pastello.

Il lilla, il glicine, ma anche il verde o il giallo potrebbero essere perfetti, ma il vero tocco di classe non è il restyling della bicicletta, ma quello del suo cestino. Con qualche piccolo accorgimento il cestino si trasforma in una bellissima fioriera! Anche in questo caso, cercate di sistemare la bicicletta in bella vista, nel centro del giardino o comunque in un angolo importante.

E per dare un vero tocco di classe al giardino, andate a caccia di gabbie d’epoca e riempitele con piante a cascata e felci. Infine, non dimenticatevi delle aiuole, indispensabili in un vero giardino Shabby Chic che si rispetti, purché scegliate fiori di colore tenue, sempre dalle tinte pastello.

Fatto? Se adesso avete la sensazione che la visuale che avete di fronte sia qualcosa di già visto o comunque un paesaggio che vi ricorda qualcosa, mistero svelato: questa piccola cornice di arredamento esterno per caso vi ricorda vagamente il sud della Francia?

Esatto, lo stile Shabby Chic e lo stile provenzale vanno praticamente di pari passo e con i loro colori sempre tenui e le ambientazioni delicate ci ricordano le enormi distese di lavanda e tutti colori della bellissima natura di questa regione francese.

Un piccolo angolo di paradiso, che potete facilmente ricreare senza necessariamente ingaggiare flower designer, esperti di garden e soprattutto spendere tanti soldi. Basta solo una buona dose di manualità, per realizzare qualche piccolo progetto fai da te, e tanta, tanta fantasia!

E se siete a corto di idee, non sapete da dove partire e siete alla ricerca di qualche spunto creativo facile da realizzare anche per chi non ha particolare esperienza con i lavori di bricolage e fai da te, non dimenticate di consultare il portale Guida Giardino.

La sezione dedicata al fai da te è ricca di spunti creativi, tutorial e progetti che potete facilmente realizzare da soli, anche partendo da vecchi oggetti. A prova di originalità e soprattutto a prova di risparmio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.