Olio di jojoba: caratteristiche, usi e proprietà

Tra gli olii vegetali disponibili in commercio è forse quello meno conosciuto, ma questo non significa che non abbia proprietà benefiche e caratteristiche importanti. Parliamo dell’olio di jojoba, estratto da una particolare pianta che cresce nelle zone calde della California, del Messico e dell’Arizona. Ecco quali sono tutte le sue proprietà.

caratteristiche e usi dell'olio di jojoba

Sommario

Olio di jojoba: usi e proprietà. 1

Le proprietà dell’olio di jojoba. 1

Come coltivare l’olio di jojoba. 3 

Olio di jojoba: usi e proprietà

La natura ci ha regalato diversi olii vegetali, rimedi antichissime utilizzati in passato da diverse popolazioni come unguenti o condimenti naturali per le pietanze. Ogni olio ha una sua proprietà specifica, determinate caratteristiche e può essere più o meno utilizzato in cosmetica.

Alcuni olii vegetali sono più conosciuti, mentre altri lo sono meno, ma questo non significa che non valga la pena conoscere a pieno tutte le loro proprietà, anche solo per scoprire se in un olio antico, puro e prezioso può essere racchiuso un elisir di bellezza e per il corpo. Per esempio, conoscete quali sono le proprietà dell’olio di jojoba? 

L’olio di jojoba è un olio vegetale che va ad arricchire l’ampia gamma di olii che sul mercato vengono utilizzati in cosmesi in virtù delle loro proprietà benefiche per la pelle del corpo. L’olio di jojoba viene ricavato da una pianta sempreverde che cresce in zone molto calde, in Messico, in Arizona e in California. Il suo nome molto particolare si deve alla popolazione O’odham di nativi americani, che sono stati i primi a scoprire questa pianta e a servirsene per le sue grandi proprietà.

Questa popolazione utilizzava, in particolare, i semi oleosi prodotti da questa pianta, per curare le infiammazioni della pelle e le scottature. Da quegli stessi semi, oggi, viene estratto l’olio di jojoba. La pianta che produce questi semi è la Simmondsia Chinensis e produce i suoi preziosi semi dopo quinto anno dalla sua germinazione. Questo arbusto è molto longevo, può vivere fino a 250 anni e, nonostante la terminologia scientifica che potrebbe metterla in relazione con la Cina, si tratta di una pianta non ha alcuna relazione con questo paese; il suo nome, che in origine doveva essere Simmondsia Californica, è stato semplicemente stato trascritto male nel tempo.

Questa pianta nasce in zone come il Messico, la California e l’Arizona perché per crescere ha bisogno di terreni aridi e ben drenati. La natura argillosa del terreno è la condizione più importante perché questo arbusto cresca rigoglioso, insieme a un suolo soggetto a piogge abbondanti che consentano all’acqua di penetrare nel terreno in profondità.

Le foglie della pianta di jojoba hanno una forma ovale, una consistenza piuttosto robusta e hanno un colore verde-azzurro. La loro superficie è coperta da una sorta di patina cerosa e i fiori che la pianta produce sono piccoli e senza petali. I frutti della pianta, da cui poi viene estratto l’olio di jojoba, si presentano come capsule triangolari e al loro interno contengono da uno a tre semi, grandi quanto dei semi di arachidi. Ciascun seme contiene un olio dalla consistenza molto densa.

Le proprietà dell’olio di jojoba 

Ma quali sono le proprietà benefiche di questo olio? L’olio di jojoba è diventato famoso nel tempo grazie alle sue particolari caratteristiche che ne hanno fatto un prezioso alleato per curare la bellezza della pelle dei capelli. Questo olio ha anche grandi proprietà antisettiche, emollienti e nutrienti ed ecco spiegato perché è uno dei più grandi alleati per la pelle.

C’è una caratteristica, però, che rende l’olio di jojoba molto diverso rispetto agli altri olii vegetali conosciuti. Parliamo della sua struttura a livello di molecole, che lo rende molto simile all’olio prodotto dalle nostre ghiandole sebacee. In sostanza, l’olio di jojoba, per composizione, è molto simile al sebo prodotto dal corpo umano.

 Ricco di acidi grassi, vitamina A, vitamina B e vitamina E, l’olio di jojoba può essere utilizzato sulla pelle in versione pura, per rendere la pelle più liscia e morbida, oppure può essere utilizzato con l’aggiunta di olii essenziali profumati. Proprio per le sue proprietà che lo rendono molto simile al sebo prodotto dalle ghiandole umane, la nostra pelle tende ad assorbirlo molto facilmente.

L’olio di jojoba è particolarmente indicato a chi ha la pelle molto secca o che tende a screpolarsi con una certa facilità. È anche utilizzato come base per la preparazione di creme anti-rughe, perfetto restituire alla pelle l’elasticità perduta nel corso del tempo.

Per acquistarlo nella sua versione più pura, e quindi più naturale, è sufficiente recarsi presso la propria erboristeria di fiducia, ma in ogni caso è bene fare attenzione all’etichetta. Se desiderate un prodotto il più possibile naturale, è necessario verificare che nella preparazione non sia stati aggiunti altri olii vegetali meno pregiati, che abbasserebbero inevitabilmente la qualità del prodotto.

Quando si parla di olii vegetali molto pregiati, gli usi sono davvero molti. L’olio di jojoba può essere utilizzato anche per prevenire la comparsa delle smagliature, soprattutto durante la gravidanza, purché sia utilizzato con costanza, per permettere alla pelle di assorbirlo in profondità e per per permettere all’olio di sprigionare tutte le sue proprietà elasticizzanti.

In alternativa, potete utilizzare l’olio di jojoba anche per un massaggio rilassante, drenante o stimolante della circolazione o in sostituzione della tradizionale crema per il corpo che si applica dopo la doccia. Per un maggiore assorbimento, è sempre consigliabile spalmare l’olio di jojoba sulla pelle ancora bagnata, meglio ancora quando siete ancora all’interno della doccia.

Delicato e pregiato, l’olio di jojoba può essere utilizzato anche per lenire il rossore da pannolino nei neonati: la pelle risulterà subito meno arrossata e più morbida. Ovviamente, tra i tanti benefici dell’olio di jojoba non possiamo non parlare del toccasana che rappresenta per la pelle del viso.

Per la pelle del viso l’olio di jojoba è un prezioso alleato contro le occhiaie e per aiutare la pelle a rigenerarsi e a mettersi al riparo dagli stress giornalieri. Anche per gli uomini l’olio di jojoba può diventare un buon alleato, soprattutto per chi ha una pelle molto irritata dopo la rasatura; basta applicare l’olio di jojoba all’occorrenza, massaggiare delicatamente e lasciare assorbire per donare freschezza e idratazione alla pelle.

E per chi utilizza il make up giornalmente ed è sempre alla ricerca del prodotto giusto per preparare la pelle prima dell’applicazione del fondotinta, ecco che l’olio di jojoba può fare al caso vostro. È infatti ottimo anche come base per il trucco e rappresentare una buona base per la pelle anche prima dell’applicazione della crema solare. Anche se non ha vere e proprie proprietà anti UVA, l’olio di jojoba idrata la pelle prima dell’esposizione.

Ci sono poi i numerosi benefici che l’olio di jojoba apporta ai capelli. Usato prima dello shampoo, per esempio, l’olio di jojoba assicura alla chioma una regolare produzione di sebo, lenisce il prurito e addolcisce il cuoio capelluto. L’olio di jojoba sui capelli ha anche un buon effetto anti-caduto e si può applicare come trattamento dopo shampoo per ridurre le doppie punte e preparare i capelli alla piega o all’asciugatura.

Come coltivare l’olio di jojoba

Sembra impossibile e invece non lo è: l’olio di jojoba si può coltivare anche a casa propria. Basta solo acquistare i semi della pianta, che si possono reperire presso i vivai e i negozi specializzati, e procedere con la coltivazione. È importante scegliere una postazione grande e ampia e lasciare nello spazio dedicato alla coltivazione almeno un metro per ogni lato e scegliere un terreno poco argilloso e molto compatto. I semi possono essere coltivati sia in giardino, sia all’interno di un vaso posto sul terrazzo; quello che conta è che la pianta sia esposta il più possibile alle alte temperature.

I semi andranno sistemati a circa un centimetro di profondità; ricopriteli delicatamente e inumidite la terra circostante. Le piccole piantine nasceranno dopo circa venti giorni da questa operazione. Nel frattempo, controllate sempre che ci sia spazio sufficiente tra una piantina e l’altra; se così non fosse, quando la pianta è ancora piccola siete ancora in tempo a espiantarla e a posizionarla in un posto più adeguato.

A produrre il frutto che a sua volta produrrà l’olio di jojoba è la pianta femmina e per avere una giusta produzione di olio in termini di quantità è consigliabile mantenere un rapporto di sei piante femmine e una pianta maschio. Certo, una coltivazione e una spremitura casalinga dell’olio di jojoba può diventare un progetto importante che richiede molto tempo, ma se siete convinti di portare avanti il vostro esperimento casalingo, non demordete.

I risultati saranno ben presto ripagati, quando avrete ottenuto un olio molto puro che potrete impiegare in diversi modi. Potrete utilizzare l’olio di jojoba ottenuto come struccante naturale e molto delicato per gli occhi, potete utilizzarlo come unguento per fare massaggi rilassanti e ancora potete impiegare l’olio ottenuto per arricchire la vostra crema viso anti-rughe con un vero e proprio elisir di bellezza.

E non dimenticatevi di prendervi cura dei vostri capelli; il vostro olio di jojoba artigianale sarà perfetto per ammorbidire e districare. E se poi vi avanza qualche goccia di olio, passatelo su smagliature e su tutte quelle piccole imperfezioni della pelle. I risultati si vedranno presto!

(Visited 25 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.