Come utilizzare le foglie di aloe

Si sente sempre più spesso parlare dell’aloe vera, delle sue molteplici qualità benefiche e dei tanti utilizzi di questa pianta grassa; curarsi attraverso i rimedi naturali è sempre una buona e sana abitudine che permette di evitare l’assunzione di farmaci, o quantomeno di limitarne l’uso. Scopriamo come utilizzare le foglie di aloe per prevenite e curare svariati disturbi.

Come usare le foglie di aloa

Come usare le foglie di aloe

L’aloe vera è una pianta grassa oggi molto conosciuta per via dei sui molteplici utilizzi; si possono trovare con facilità innumerevoli prodotti a base di aloe vera, dalle creme per il viso e per il corpo, a gel per lenire ustioni e scottature del sole, sino ad arrivare a bevande che sono un vero e proprio estratto della pianta.

L’aloe è originaria dell’Africa, per questo necessita di molta luce e di un clima temperato per crescere bene; ad ogni modo è una specie semplice da coltivare, che non richiede molte cure. Presenta foglie lunghe e corpose, contornate da spine, all’interno delle quali si trova una specie di gel oleoso.

Le proprietà benefiche di questa pianta sono conosciute sin dai tempi antichi, tuttavia è solo da alcuni anni che è diventata oggetto di molte preparazioni curative, sia nel settore erboristico che cosmetico e farmaceutico.

Decidere di coltivare una pianta di aloe, nel giardino o sul terrazzo di casa, piuttosto che direttamente indoor, è un ottimo modo per avere sempre a portata di mano le sue foglie e poter sfruttare in molti modi tutte le sue proprietà curative; si potrebbe affermare che l’aloe sia una sorta di pianta – pronto soccorso.
Scopriamo alcuni degli utilizzi più comuni delle foglie di aloe.

Aloe per le escoriazioni

Il gel contenuto all’interno delle foglie di aloe ha ottime proprietà lenitive e cicatrizzanti e può essere applicato direttamente sulla cute.

Aloe contro le scottature

Se avete subito un’ustione superficiale, ovvero di primo grado, come ad esempio una lieve scottatura col forno o col ferro da stiro, piuttosto che dovuta ad una prolungata esposizione al sole, il gel contenuto nelle foglie di aloe aiuterà a lenire il dolore e al contempo favorirà il rigenerarsi della pelle.

Aloe contro il prurito

Anche in caso di punture di insetti, zanzare ma anche api o ragni, utilizzando l’aloe vera potrete attenuare il prurito, l’irritazione e il bruciore. Anche alcuni eczemi possono essere trattati con il gel derivato dalle foglie di questa pianta, poiché presenta notevoli proprietà astringenti. Per rivitalizzate il contorno occhi
L’effetto lenitivo del gel di aloe è perfetto per attenuare le borse sotto gli occhi e per distendere la zona perioculare. Unito all’olio essenziale di limone o di rosmarino è particolarmente adatto in caso di gonfiore della palpebre.

Aloe come detossinante

Come abbiamo già detto il gel presente nelle foglie di aloe può essere utilizzato anche per la preparazione di bevande naturali. Frullato insieme ad altri frutti, come ad esempio il pompelmo, diventa un’ottima bibita, perfetta per riequilibrare l’intestino, soprattutto se bevuta alla mattina a stomaco vuoto.

Aloe come scrub per il corpo

Se desiderate rigenerare la vostra pelle, eliminando le cellule morte ed ottenendo una cute fresca, liscia e luminosa, mescolate in una ciotola del sale fino, un cucchiaio di olio d’oliva e una tazzina di aloe. Utilizzate come scrub e risciacquate con acqua tiepida.

Aloe come lenitivo post depilazione

Il gel estratto dalle foglie di aloe possiede anche ottime proprietà antinfiammatorie ed è un valido alleato per attenuare l’irritazione causata dalla depilazione, in particolar modo per chi ha la pelle molto sensibile.

Come estrarre il gel dalle foglie di aloe

1. Procuratevi un coltello affilato e ben pulito e tagliate le foglie più grandi della pianta in senso longitudinale.
2.Appoggiate le foglie, una ad una, su un piano ed eliminate le spine tagliando i due lati.
3.Fatto questo spellate i margini, asportando la parte verde scuro, in maniera tale che resti solo la zona interna della foglia, chiara e interamente costituita dal gel.
4.Infine, per raccogliere il gel, raschiatelo con la parte liscia del coltello, oppure con un cucchiaio da cucina, e riponetelo in un contenitore, meglio se di vetro e con chiusura ermetica.
5.Il gel così estratto può essere conservato solo per pochi giorni e rigorosamente nel frigorifero.

Come aprire una coltivazione di aloe vera

Volete diventare imprenditori nel settore della coltivazione e produzione di Aloe Vera? Nulla di più facile se vi affidate a un kit per l’imprenditoria fatto davvero bene e che vi darà tutte le informazioni necessarie per partire con la marcia giusta ed avere successo in poco tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.