Come usare le foglie Aloe Vera

L’Aloe Vera è una pianta dai molti benefici, che può essere impiegata in diversi modi. Basta solo conoscerla nel dettaglio; dalle sue foglie è possibile estrarre un gel portentoso che ha mille benefici e altrettanti effetti benefici sul corpo umano. Ecco allora quali sono tutte le proprietà dell’Aloe Vera, le sue modalità d’uso e i benefici che si possono trarre da questa pianta.

Come usare le foglie di aloe vera?

Come usare le foglie di Aloe Vera

L’Aloe Vera è una pianta della famiglia Aloeacee. Dalle sue foglie si estrae un succo concentrato, molto denso, con una consistenza a gel, che contiene numerosi principi attivi e apporta molteplici benefici per l’organismo. Sono numerosi i prodotti che si trovano in commercio e che contengono aloe vera; questo vale soprattutto per cosmetici, creme viso, impacchi per il corpo e gel struccanti dalle proprietà lenitive.

Tuttavia, se siete appassionati di pollice verde e preferite occuparvi da soli della preparazione dei cosmetici, potete direttamente acquistare una pianta di Aloe Vera ed estrarre il suo succo dalle foglie per ottenere un gel naturale, benefico e dalle mille proprietà. Basta solo conoscere a fondo questa pianta e sapere come trattare e tagliare le sue foglie per procedere all’estrazione.

Provenienza e origini dell’Aloe Vera

La pianta di Aloe Vera è originaria della costa orientale dell’Africa e del bacino del Mediterraneo e predilige un clima caldo e secco. Cresce spontaneamente su un terreno secco, o calcareo, e non è raro trovarla in molte zone vacanziere in mezzo a rocce e radure di vegetazione varia.

Le sue proprietà sono note sin dall’antico Egitto, dove questa pianta veniva ritratta all’entrata delle piramidi per indicare il cammino ai faraoni verso l’aldilà. L’aloe Vera era inoltre usata per preparare i balsami della mummificazione grazie alla sua consistenza a gel, quasi collosa.

Proprietà e benefici dell’aloe

L’assunzione del succo di aloe aiuta la disintossicazione dell’organismo, garantisce un buon apporto ai tessuti e permette anche di rallentare il processo di invecchiamento cellulare, con un buon effetto anti rughe. Il succo di aloe viene lavorato rimuovendo l’aloina, una sostanza amara, di colore giallo presente nella parte più esterna della foglia.

In erboristeria, in farmacia e anche al supermercato non è rado imbattersi in bevande a base di aloe vera, che si possono consumare, soprattutto in estate, come bevande rinfrescanti che svolgono un’ottima azione per la depurazione del corpo, eliminando le tossine e favorendo la loro espulsione.

Il gel di aloe Vera ha inoltre proprietà antinfiammatorie e può essere utilizzato come sostanza lenitiva, rinfrescante e cicatrizzante. Il gel di aloe vera è un ottimo rimedio anche contro le scottature del sole: basta applicarne un po’ sulle zone da trattare e in poco tempo bruciore e rossore spariranno.

Come aprire una coltivazione di aloe vera

Volete diventare imprenditori nel settore della coltivazione e produzione di Aloe Vera? Nulla di più facile se vi affidate a un kit per l’imprenditoria fatto davvero bene e che vi darà tutte le informazioni necessarie per partire con la marcia giusta ed avere successo in poco tempo.

Come estrarre il gel dalla piante di aloe

Il gel può essere acquistato direttamente in farmacia, al supermercato o in erboristeria oppure estratto direttamente dalle foglie della pianta, operazione certamente più certosina ma molto più soddisfacente per chi è appassionato di piante e di prodotti naturali e desidera procedere da sé con l’estrazione del gel.

Questa operazione deve essere messa in pratica con delicatezza e precisione e deve essere svolta lontano da fonti luminose e subito dopo la raccolta delle foglie. Per iniziare è bene pulire le foglie con una spugna umida, privarle delle spine e tagliarle per eliminare le fibre esterne. Quello che vi servirà è la parte centrale, dall’aspetto traslucido, che dovrete spremere.

Per riconoscere se una foglia è pronta per essere raccolta è necessario osservare il colore; le foglie in fase di crescita hanno un aspetto a macchie, mentre quelle in età adulta hanno un colore verde uniforme e sono rivestite da una pellicola che permette alla pianta di filtrare l’acqua e le sostanze nutritive. Al di sotto della membrana si trova lo stato di cellule che racchiude l’Aloina, mentre sotto la protezione la foglia custodisce il parenchima acquifero, il tessuto incolore formato dal gel che rende questa pianta così famosa.

La qualità del gel dipende da molti fattori. Primi fra tutti, il clima e l’irrigazione che la pianta riceve. In genere le foglie sono disposte a ciuffo e hanno una lunghezza compresa tra i 40 e i 60 cm. L’apice è a punta e lungo i fianchi si possono notare delle spine. Dal centro della foglia è possibile distinguere anche un fiore, la cui gradazione cromatica varia dal giallo al rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.