Quale tipo di scaldasalviette è il migliore per il tuo bagno?

Saper scegliere il miglior termoarredo per il proprio bagno è fondamentale per il comfort di questa stanza. Non solo creerà un ambiente più caldo e accogliente, ma ti aiuterà anche a ottimizzare lo spazio. Inoltre, puoi asciugarti con un asciugamano caldo ed evitare che possa accumulare umidità.

il miglior scaldasalviette per il bagno

 

Questo elemento altamente decorativo ha dunque una doppia funzione: quella di riscaldare il bagno, ma anche asciugamani e accappatoi. In questo articolo ti diremo quali tipologie di scaldasalviette esistono e quale è più adatto al tuo bagno.

Tipi di termoarredo

Se ancora non sai quali tipi di scaldasalviette esistono, sappi che esistono principalmente tre tipologie in commercio:

Scaldasalviette elettrico

Esistono diversi tipi di scaldasalviette elettrici a seconda del loro funzionamento: radianti, a convezione, ventilati, in alluminio ad inerzia, misti o tubolari. Come suggerisce il nome, è necessario solo un collegamento elettrico nelle vicinanze per farlo funzionare. È facile da installare, non richiede lavori e scalda velocemente la stanza. Tuttavia, avrai bisogno di 100 W di potenza per ogni metro quadro. L’unico inconveniente è che ha un costo aggiuntivo sulla bolletta, sebbene ci siano modelli che incorporano un termostato per regolare l’intensità.

Scaldasalviette idraulico

È uno scaldasalviette piuttosto economico, ma richiede la presenza di una caldaia perché deve essere collegato alle tubature dell’acqua sanitaria. Un inconveniente? Dovrai effettuare dei lavori per portare i tubi in bagno. Il principale vantaggio è il grande risparmio di luce che si ottiene scegliendo e installando uno scaldasalviette ad acqua calda.

Scaldasalviette misto

Se parliamo dello scaldasalviette misto, è quello con il prezzo più alto e il più tecnologicamente avanzato. Si chiama scaldasalviette misto perché funziona con entrambe le tecnologie, ovvero tramite la caldaia che fornisce calore ai radiatori centralizzati e tramite l’elettricità. Possono quindi essere utilizzati indipendentemente, senza la necessità di accendere l’impianto di riscaldamento, offrendo così una maggiore flessibilità.

Tipi di materiali degli scaldasalviette

Ora che sai quali tipi di scaldasalviette esistono, approfondiamo i diversi materiali con cui possono essere realizzati, per scegliere quello più adatto al tuo bagno. Puoi trovare anche le diverse tipologie di termo arredo e relativi prezzi su Deghi.it, dove grazie all’ampio catalogo disponibile, puoi trovare facilmente la soluzione più utile alle tue esigenze.

Vediamo comunque più nello specifico i vari materiali con cui si possono costruire i termoarredi:

  • Termoarredo in ceramica. Sono composti da tubi trasversali piatti. Presentano una resistenza a potenza variabile che permette di riscaldare il materiale ceramico. Mantiene molto bene il calore ma richiede tempo per produrlo.
  • Radiatore scaldasalviette in pietra ollare. La pietra ollare è un materiale lapideo naturale che le consente di conservare correttamente il calore. Permette di creare un’atmosfera calda grazie ad una resistenza elettrica che è alloggiata all’interno.
  • Scaldasalviette in pietra vulcanica. È una pietra simile alla pietra ollare ma ha lastre rettangolari e piatte. Inoltre, consente di conservare il calore in modo ottimale ma richiede tempo per riscaldarsi.
  • Radiatore scaldasalviette in acciaio. Questo tipo di radiatore è costituito da tubi tondi o piatti. Può funzionare sia con acqua (anche se è necessario avere una caldaia), con olio o con del liquido di raffreddamento che consenta il collegamento elettrico.
  • Radiatore scaldasalviette in alluminio. Ha la stessa funzione dello scaldasalviette in acciaio, però quelli in alluminio consentono un aumento più rapido della temperatura.
  • Scaldasalviette in acciaio inox. Ha lo stesso funzionamento del radiatore scaldasalviette in acciaio e alluminio. Tuttavia, va notato che è un materiale molto più resistente e durevole nel tempo.

Elementi da tenere in considerazione nella scelta di uno scaldasalviette

È arrivato il momento di scegliere quello più adatto a te e al tuo bagno, ma prima ancora… quali elementi devi tenere in considerazione per scegliere il miglior termoarredo?

  • Potenza. Devi sapere di quale potenza avrai bisogno, soprattutto per riscaldare il bagno. Tieni in considerazione 90W per metro quadrato di superficie. In questo modo saprai quale scaldasalviette è più adatto al tuo spazio.
  • Numero di barre. Sarà importante tenere conto del numero di barre quando si sceglie uno scaldasalviette, poiché questo dipende dallo spazio a disposizione. Il numero di barre determina la dimensione, quindi a seconda di quante persone usano questo scaldasalviette, dovresti sceglierne uno con una singola barra o più per appendere più asciugamani.
  • Materiale. Puoi scegliere il materiale più adatto al tuo bagno, in base alla qualità della finitura e al suo funzionamento. Il materiale che riscalda più velocemente lo spazio è l’alluminio, quindi se creare un’atmosfera calda e accogliente è di grande importanza, sarà il materiale perfetto per te.
  • Manutenzione. Tieni presente che, a seconda del tipo di scaldasalviette scelto, la manutenzione sarà diversa. Quello elettrico non ha bisogno di molta manutenzione, puoi pulirlo con un panno umido. Quelli ad acqua, invece, necessitano non solo di una pulizia, ma anche di uno spurgo periodico come per i termosifoni di casa (qui maggiori info).

Ora che sai come scegliere il miglior termoarredo e gli elementi che dovresti considerare per farlo, non ti resta che mettere in pratica le informazioni che ti abbiamo fornito!

(Visited 51 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento
Milena Talento

Latest posts by Milena Talento (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.