Ceramiche per bagni piccoli, ecco le più adatte

Un bagno di piccole dimensioni può essere accogliente e bello da vedere se si rispettano due regole fondamentali: sfruttare bene gli spazi e far sembrare l’ambiente più grande. La scelta delle piastrelle adatte aiuta a raggiungere questi obiettivi, tuttavia è fondamentale prendere tutte le decisioni tenendo bene a mente l’aspetto finale della stanza.

ceramiche per bagni piccoli

Come sappiamo, il rivestimento delle pareti è in grado di modificare l’aspetto visivo e quindi la sensazione di ampiezza della stanza. Questo può essere un problema per i bagni piccoli, che necessitano di un rivestimento in grado di ampliare la grandezza dell’ambiente attraverso l’impatto visivo.

In commercio esistono infinite varietà di piastrelle per il rivestimento dei bagni e online è possibile trovare in pochi minuti la perfetta selezione ceramiche per il bagno, caratterizzata da colori e dimensioni differenti.

Come scegliere le ceramiche per bagno piccolo

La scelta del rivestimento è il primo passo da fare quando si progetta o si ristruttura un bagno. Le piastrelle si differenziano in base a dimensione, colori, resa e materiali. Come anticipato, l’obiettivo finale della ristrutturazione di un bagno piccolo è quello di amplificare il poco spazio a disposizione attraverso rivestimenti in grado di trasmettere una sensazione di maggiore ampiezza.

Le piastrelle ideali per un bagno piccolo devono essere di un formato grande, con bordi rettificati e leggeri; la loro posa deve prevedere una stuccatura in tinta con il colore della piastrella. In questo modo, è possibile avere un rivestimento con meno fughe possibili e si ottiene una continuità visiva che dona maggiore ampiezza alla stanza.

I formati ideali per le piastrelle in ceramica sono il 60×60 o il 30 x60; in alternativa, è possibile optare per delle ceramiche per bagno piccolo in formati differenti che si oppongono tra di loro.

Il mosaico per il rivestimento della doccia è perfetto per realizzare un ambiente confortevole e rilassante, che riprende lo stile di una SPA e si adatta perfettamente alla pavimentazione creando contrasti a forte impatto visivo.

Ceramiche per bagno piccolo: l’altezza corretta

Per mantenere il senso di ampiezza all’interno di un bagno piccolo è fondamentale prestare attenzione all’altezza del rivestimento. La scelta migliore, nella maggior parte dei casi, è optare per un rivestimento che arrivi fino al soffitto nella zona doccia e un rivestimento di 150 cm sulle altre pareti.

Il rivestimento totale nella zona del box doccia serve a riparare il muro dall’umidità e dal contatto diretto con l’acqua, così da evitare infiltrazioni e problematiche che nel lungo periodo richiederebbero ulteriori lavori di manutenzione. Per la zona doccia è possibile scegliere un mosaico di varie colorazioni, che crei il giusto contrasto con le tonalità delle altre pareti.

Due tipologie diverse di altezze permettono di fornire un maggiore stacco visivo nella stanza, esaltando il senso di ampiezza e creando un effetto visivo accattivante.

Piccoli consigli di arredamento

Per concludere, vogliamo offrirvi due suggerimenti di arredamento che aiutano ad esaltare l’aspetto di un bagno piccolo: l’inserimento di specchi e l’installazione di sanitari sospesi.

I piccoli spazi richiamano l’utilizzo degli specchi, che rappresentano dei complementi d’arredo sempre funzionali e in grado di cambiare radicalmente la percezione di uno spazio, amplificandone la grandezza all’occhio umano e creando una maggiore profondità.

Gli specchi ideali per un bagno piccolo devono essere almeno due, di grandi dimensioni e non devono mai essere posizionati uno di fronte all’altro.

I sanitari e, più in generale, i mobili sospesi, invece, sono in grado di ingannare l’occhio in un modo molto semplice: spezzando la continuità visiva del pavimento, lo spazio sembra immediatamente più grande.

(Visited 12 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.