Come scegliere l’allarme per la casa

Esistono molti modi per proteggere una casa dai malintenzionati e ogni abitazione ha caratteristiche diverse tali da necessitare di una tipologia piuttosto che di un’altra, anche secondo le esigenze e le finanze dei padroni di casa.

Come scegliere l'allarme per la casa

Perché puntare sull’allarme per casa

L’allarme per la casa rappresenta un elemento che deve essere sfruttato al massimo da parte di una persona.

Questo per il semplice fatto che, sfruttando tale sistema di sicurezza, sarà possibile rimuovere ogni singola paranoia che si potrebbe avere quando si esce e lascia incustodita la propria casa.

Bisogna solo pensare al fatto che, un allarme, sarà in grado di evitare che un ladro provi solamente a pensare di entrare in quella casa visto che, la possibilità di poter essere scoperto ed andare incontro a delle conseguenze negative, risulta essere abbastanza elevata.

Solo questo motivo dovrebbe essere quello che permette, ad una persona, di riflettere attentamente sulla possibilità di inserire, in casa propria, un sistema che protegga la propria abitazione contro le persone che sono tutt’altro che bene intenzionate.

Ricapitolando, un allarme da casa è in grado di:

  • Proteggere perfettamente la propria abitazione
  • Evitare che la paranoia e terrore possano essere presenti nel proprio modo di fare
  • Poter essere sicuri del fatto che, i ladri, possano essere facilmente sconfitti
  • Dormire sogni tranquilli la notte ed uscire di casa senza alcun problema.

Difesa della casa: antifurto o videosorveglianza

Per difendere una casa si possono scegliere diverse tipologie di sistemi:

  • antieffrazione passiva
  • antieffrazione attiva per l’interno dell’abitazione
  • antieffrazione attiva per l’esterno dell’abitazione
  • videosorveglianza

Solitamente, i sistemi passivi, quelli attivi e la videosorveglianza (se c’è) sono integrati insieme fra loro, in modo da permettere un funzionamento davvero efficace; la videosorveglianza integrata con l’antifurto in particolare, permette di individuare ed eventualmente riconoscere il ladro per poterlo denunciare alla polizia.

Sistemi di antieffrazione passiva

I sistemi passivi impediscono l’accesso fisico a un’abitazione, e sono:

  • porte blindate
  • grate o inferriate a finestre e porte dei balconi

Si tratta di sistemi sempre efficaci per lo scopo al quale sono preposti, poiché costituiscono già di per sé un deterrente per i ladri (soprattutto quelli occasionali e, a meno che non possediamo un’abitazione di lusso con beni preziosi all’interno, è molto probabile che ci dovremo difendere solo da quelli) e se fatti bene evitano veramente i tentativi di scasso.

Sistemi di antieffrazione attiva: l’antifurto

I sistemi di antifurto possono essere diversi:

A seconda del tipo di installazione:

  • Cablati
    classici sistemi che utilizzano fili “fisici”
  • Wireless
    sistemi senza fili e che quindi non richiedono interventi murari, ma periodicamente richiedono interventi di manutenzione, come la sostituzione della batteria
  • Misti
    che utilizzano sia i fili sia la tecnologia wi-fi

A seconda del tipo di sensori volumetrici scelti per individuare gli intrusi all’interno dell’abitazione

  • infrarosso passivo
  • microonde
  • doppia tecnologia, cioè un sistema combinato di infrarossi e microonde

A seconda della lunghezza del raggio d’azione dei sensori

  • a fascio stretto, per un ambiente di larghezza scarsa, come un corridoio
  • a fascio lungo, per ambienti grandi
  • a tenda, per coprire l’intero spazio davanti a una finestra
  • a piano sollevato, per non rilevare erroneamente  la presenza di animali domestici in casa

A seconda della tecnologia scelta per la protezione esterna della casa

  • a contatto magnetico, per rilevare l’apertura di porte e finestre
  • rilevatori sismici per vetrate o pareti, che rilevano il cambiamento di vibrazioni dovuto a un tentativo di scasso
  • a infrarossi attivi, da montare su passaggi obbligati, corridoi, finestre, recinzioni

A ogni abitazione il suo antifurto

Certo, combinare insieme tutti questi sistemi potrebbe essere la soluzione più sicura, ma non sempre è la migliore. La spesa da sostenere per l’installazione di tutti questi sistemi non è indifferente e spesso non si accompagna a una reale situazione di rischio. In generale:

  • un appartamento in condominio, può essere sufficiente la protezione passiva di porte e finestre, e se possediamo qualche bene prezioso e magari in casa ci sono dei bambini, un sistema di videosorveglianza o di antifurto a infrarossi passivo
  • una villetta o una casa unifamiliare, il discorso cambia: oltre ai sistemi passivi, sarebbe consigliabile sicuramente un antifurto a sensori perimetrali all’esterno della casa oppure sensori magnetici a porte e finestre
  • un appartamento signorile, è consigliabile un antifurto a doppia tecnologia, per garantire la migliore protezione quando non si è in casa
  • una villa contenente beni di lusso, la combinazione tra antifurto esterno, antifurto interno e videosorveglianza, potrebbe essere effettivamente utile.

Se poi si desidera dormire sonni tranquilli (ma incappare anche nella possibilità di errori e falsi allarmi!), facciamo collegare la sirena dell’antifurto alla più vicina stazione di polizia, per un intervento immediato in caso di effrazione.

Come strutturare l’allarme per casa

Attenzione ad un fatto che potrebbe essere considerato come errore comune: utilizzare il semplice allarme per la casa, ovvero la sirena che scatta non appena viene scassinata la porta, potrebbe non essere sufficiente visto che, i ladri, potrebbero essere comunque intenzionati a compiere quegli atti tutt’altro che corretti.

Bisogna mettere in risalto come, questo particolare tipo di sistema, deve essere in grado di garantire di evitare che, la situazione, possa essere poco piacevole da affrontare.

Pertanto è bene analizzare alcuni dei migliori allarmi per la casa che vanno ben oltre il concetto di classica sirena: bisogna infatti utilizzare anche strumenti come ad esempio gli infrarossi, che sono in grado di dare al ladro quella sensazione di sicurezza che lo porterà ad affrontare conseguenze negative.

Stesso discorso per le telecamere, che devono essere sempre presenti in casa propria: in questo modo sarà possibile poter riuscire a vedere chi ha osato entrare nell’abitazione per compiere quelle determinate azioni che sono tutt’altro che corrette.

Da aggiungere anche il fatto che, una buona consolle che riuscirà a gestire tutte le parti dell’allarme, risulta essere necessario per poter far funzionare, in maniera completa, il sistema di sicurezza conosciuto col nome di allarme.

Un sistema completo risulta essere composto da:

  • Videocamere dentro e fuori casa
  • Sensori che riescono a percepire la presenza di persone presenti in casa
  • Consolle che permette di poter inviare tutti gli input ai sistemi di sicurezza e di elaborare quelli in entrata.

Sistemare l’allarme per la tua casa

Per quanto riguarda la sistemazione dell’allarme per la casa, il trucco risulta essere molto semplice.

Esso consiste solo nel posizionare le varie parti che compongono tale sistema in maniera tale che, i ladri, non si accorgano della loro presenza.

Bisogna quindi essere in grado di studiare non solo sull’acquisto dell’allarme, ma anche la posizione che deve essere strategica sotto ogni punto di vista.

Questo modo di fare risulta essere utile in quanto, una persona che si introduce in casa per effettuare un crimine, potrà essere facilmente catturata dalle forze dell’ordine visto che, le immagini del furto e la telefonata alla caserma o stazione, consentirà di poter ottenere giustizia.

Pertanto, coloro che non sono ancora sicuri dell’efficacia dell’allarme per casa, devono assolutamente riflettere sui vari pregi che, questo, è in grado di offrire ad una persona, cosa che sarà in grado di poter rimuovere ogni tipo di pensiero e paura nel momento in cui si esce di casa.

L’allarme per casa rappresenta quindi il giusto modo di fare per poter avere un livello di sicurezza veramente elevato.

Allarme wireless: sicurezza senza fili in casa

Da qualche anno si stanno diffondendo, anche in Italia, sistemi di allarme wireless per la sicurezza delle abitazioni, coinvolgendo sempre più persone. Gente che, preoccupata per i continui furti in case ed appartamenti, decide di fare una scelta tecnologica necessaria: un valido impianto d’allarme senza fili per la propria casa.

La casa al mare, l’appartamento in città, l’azienda di famiglia sono tra i beni più preziosi che possediamo e, di conseguenza, devono essere protetti e ben custoditi. La soluzione migliore è scegliere un’efficiente sistema di allarme wireless di ultima generazione.

Sul portale è possibile consultare anche un’area dedicata alle “domande più frequenti”, dove vengono fornite risposte da professionisti esperti. I sistemi d’allarme wireless offerti sono riconosciuti e rispettati a livello internazionale, e sono pronti a soddisfare ogni particolare richiesta da parte dei clienti più esigenti. Tutti gli antifurti sono progettati secondo alti standard qualitativi e in base a specifiche tecniche del cliente per la sicurezza e la protezione di proprietà e persone.

La scelta di un sistema d’allarme senza fili deve assicurare la completa “messa in sicurezza” dell’abitazione, sia delle zone perimetrali esterne che di quelle interne in cui vivono gli occupanti della casa. Inoltre, grazie all’innovativa tecnologia “wireless”, impiegata nella costruzione degli impianti antifurto, è possibile monitorare a distanza, sul proprio pc o smartphone, le varie aree dell’abitazione attraverso un insieme collaudato di videocamere di controllo.

Le numerose offerte proposte dal sito permettono di scegliere tra i migliori allarmi wireless d’avanguardia e con relativa certificazione CE del prodotto, necessaria per garantire la qualità alla propria clientela e la conformità dell’apparecchio alle normative comunitarie. Questo è un fattore importante da non sottovalutare se si vuol fare un acquisto sicuro e duraturo nel tempo.

La maggior parte degli antifurti proposti sono dotati di un’interfaccia “facilitata”molto semplice da usare anche per l’utente che non ha una grande conoscenza in campo tecnologico.

Se è vero che la sicurezza dei propri beni e dei propri cari non ha valore, c’è da dire che non tutti possono permettersi costosi sistemi di allarme wireless. Tra le numerose tipologie proposte dal sito, ci sono sistemi di antifurto già configurati dalla casa madre e semplici da installare, senza l’assistenza di un team specializzato per il montaggio. Di conseguenza, l’utilizzatore finale dovrà solo montarlo e metterlo in funzione, risparmiando soldi e tempo prezioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.