Busta da lettera: come scegliere quella giusta

La busta da lettera sopravvive, anche se ormai la maggior parte delle comunicazioni tra persone e aziende avviene on line. Ci sono dei casi, infatti, in cui non si può rinunciare alla cara e vecchia busta, soprattutto se dovete inviare piccoli oggetti per posta o se dovete adempiere a una corrispondenza di tipo commerciale. 

Busta da lettera

Soprattutto in ufficio, un bel set di buste di diverse dimensioni non può mai mancare, per evitare di trovarsi impreparati nella consegna e della spedizioni di documenti che, in alcuni casi, viaggiano ancora per posta.

Vediamo allora quali sono le diverse tipologie di busta da lettera e come scegliere quella giusta in base a ogni esigenza.

Partiamo dal formato di busta più piccolo, quello ideale per inviare piccoli oggetti a qualcuno, come una chiavetta USB o una memory card, senza dover necessariamente ricorrere alla spedizione tramite pacco postale. Questa busta si chiama C6.

Ci sono poi le buste DL, la tipologia più utilizzata, che serve a spedire le lettere. Si sceglie questa busta se dovete spedire pagine piegate in formato A4 piegate in tre parti, secondo il modello standard commerciale.

La busta C5, invece, serve a ospitare un foglio del formato A5, anche se spesso viene utilizzata anche per contenere documenti di formato A4 piegati a metà, in modo longitudinale. A differenza del formato DL, questa tipologia di busta vi sarà utile se dovete spedire documenti cartacei che sono più lunghi di tre pagine, dal momento che la divisione per due aumenta lo spazio di contenimento della busta. Le buste C5 possono essere utilizzate anche come buste per biglietti di auguri, in quanto possono facilmente contenere anche una cartolina d’auguri di dimensioni più grandi rispetto a quelle tradizionali oppure anche una rivista.

Se invece vi capita di dover inviare spesso documenti abbastanza voluminosi, allora quella che fa al caso vostro è la busta a sacco dotata di soffietto. Questa tipologia di busta si adatta bene al formato A4, ha il fondo quadrato e alcuni soffietti laterali che consentono di rendere estensibile la profondità della busta. In questo modo potrete spedire documenti o plichi di fogli voluminosi, contratti e anche scatole di piccole dimensioni, con il vantaggio di risparmiare rispetto alla spedizione del pacco postale.

In commercio esistono anche le buste a sacco, dotate di strip e ideate esclusivamente per i fogli in formato A4. Queste buste sono particolarmente comode in ufficio, qualora dobbiate spedire con una certa frequenza documenti stampati di grandi dimensioni, certificati o anche cataloghi commerciali.

Infine in commercio esistono anche le buste imbottite, che sono ideali per i fogli in formato A3. Sono le buste più grandi esistenti in assoluto, quelle che si utilizzano prima di passare ai pacchi postali. Questa soluzione è particolarmente ideale se dovete spedire un poster, un cartellone, e perché no, persino un vestito, e volete evitare che si rovini durante il trasporto.

In questo caso si consiglia di acquistare questa busta sempre in cartone o in cartoncino, per essere sicuri che la vostra posta arrivi a destinazione sana e salva, senza complicazioni, intoppi e incidenti.

(Visited 423 times, 2 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.