Cosmetici naturali: i vantaggi di una tendenza in continua crescita

Prodotti composti da ingredienti completamente naturali, formule delicate e poco aggressive, efficacia e sicurezza 100% green. Stiamo parlando dei cosmetici naturali, o bio, che soprattutto negli ultimi anni si dimostrano sempre più diffusi. Sono più di tutte le giovanissime ad apprezzare le linee green di prodotti beauty (e in particolare le millenials, ossia le ragazze fra i 16 e 30 anni). Senza contare che sempre più aziende abbracciano la filosofia della bellezza naturale. Basta ad esempio consultare il catalogo Yves Rocher 2019: il grande marchio francese ha varato una linea di prodotti completamente bio, e consultando i vari volantini promozionali

Cosmetici naturali: un settore in continua crescita

Prodotti composti da ingredienti completamente naturali, formule delicate e poco aggressive, efficacia e sicurezza 100% green. Stiamo parlando dei cosmetici naturali, o bio, che soprattutto negli ultimi anni si dimostrano sempre più diffusi. Sono più di tutte le giovanissime ad apprezzare le linee green di prodotti beauty (e in particolare le millenials, ossia le ragazze fra i 16 e 30 anni). Senza contare che sempre più aziende abbracciano la filosofia della bellezza naturale. Basta ad esempio consultare il catalogo Yves Rocher 2019: il grande marchio francese ha varato una linea di prodotti completamente bio, e consultando i vari volantini promozionali su siti come Portavolantino si può vedere quante altre aziende abbiano ormai seguito la stessa strada.

Ma quali sono i punti di forza di questi prodotti? Non pochi, a cominciare dalle formule, rigorosamente naturali e prive di qualsiasi tipo di composto chimico. Ciò si traduce non solo in un minore impatto ambientale (meno processi di lavorazione equivalgono a meno scorie e rifiuti industriali, oltre che meno residui di produzione, perché gli ingredienti che fanno parte di questi cosmetici non subiscono trasformazioni con prodotti chimici), ma anche in una maggiore sicurezza per la nostra pelle. I cosmetici naturali solitamente sono composti da un minor numero di ingredienti rispetto a quelli “mainstream”, e si tratta per la maggior parte di erbe, acque floreali, oli e cere essenziali. E facile capire come siano più delicati e meno aggressivi per la pelle sia del corpo che del viso, risultando più sicuri per la salute dell’epidermide. Quotidianamente, ci troviamo a contatto (senza che ce ne accorgiamo) con centinaia di sostanze chimiche: basti pensare che alcuni cosmetici tradizionali contengono eccipienti che derivano dal petrolio e dalla paraffina. Per questo, utilizzare prodotti naturali per la cura del nostro corpo non può che farci bene, oltre che far tirare un sospiro di sollievo alla pelle.

Inoltre, un minor numero di ingredienti equivale spesso a un’efficacia maggiore. Grazie ai principi attivi di origine vegetale utilizzati nelle formulazioni, i cosmetici naturali non seccano la pelle con il tempo, ma la mantengono liscia e morbida, conservandone allo stesso tempo il benessere. I siliconi, i parabeni e i petrolati contenuti in molti cosmetici tradizionali di fatto potrebbero avere col tempo un effetto negativo sul nostro corpo. Non bisogna dimenticare che la nostra pelle respira, e quindi assorbe molte delle sostanze con cui si trova ad entrare in contatto. Alcune composizioni troppo aggressive rischiano di occluderne i pori, con il risultato di sviluppare impurità e punti neri.

I cosmetici naturali hanno però date di scadenza più ravvicinate. Di solito andrebbero consumati in circa 3 o 4 mesi, conservandoli al riparo dalla luce solare e in assenza di sbalzi di temperatura. Questo perché non contengono conservanti sintetici, e col tempo l’efficacia dei principi attivi contenuti al loro interno (ossia oli essenziali ed estratti vegetali) può diminuire.

In molte parti del mondo, i cosmetici naturali stanno ormai superando quelli tradizionali: negli USA in particolare gran parte del mercato del makeup è in mano a prodotti di questo tipo. Anche in Italia, il trend appare in decisa crescita. Chissà che in futuro il mercato della bellezza non diventi totalmente green.

(Visited 240 times, 2 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.