Come orientarsi nella scelta di creme per il viso

Contrastare i segni del tempo per noi donne a volte può diventare una vera ossessione. Questo spiega perché negli ultimi anni il ricorso alla chirurgia estetica è aumentato in maniera vertiginosa. Tuttavia la cura della pelle, soprattutto quella del viso – biglietto da visita di ciascuno di noi -, va effettuata in maniera preventiva. La parola d’ordine è idratazione. Idratazione che parte dall’interno dell’organismo, attraverso l’assunzione di un’adeguata quantità di liquidi e poi con la cura della pelle attraverso l’uso di cremespecifiche. La scelta può ricadere su creme commerciali (biologiche e non) oppure su creme fai da te per una cura di bellezza naturale. Scopriamo come effettuare al meglio questa scelta.

come scegliere le migliori creme per il viso

Quale crema scegliere per il proprio viso?

Se non sapete proprio da che parte cominciare potreste partire leggendo le guide di Crema Viso, un sito web dove è possibile trovare indicazioni su come scegliere le creme per il viso a seconda della tipologia di utilizzo. Una volta che si hanno delle minime base di conoscenza riguardo all’INCI ed allo scopo per cui bisogna scegliere un certo tipo di crema, si può iniziare ad effettuare delle scelte da soli. Si deve sempre partire dall’analisi del proprio tipo di pelle distinguendo: pelle normale, secca, grassa e mista. Ciascuna tipologia di pelle, infatti, richiede cure specifiche non adatte per le altre. Chi ha la fortuna di possedere una pelle normale, oltre a non avere particolari imperfezioni, può semplicemente utilizzare una crema idratante per il giorno ed una crema nutriente per la notte. Chi possiede una pelle secca ha necessità di nutrimento costante, ma soprattutto di protezione, quindi opterà per una crema idratante ma anche protettiva di giorno e una fortemente nutriente ed oleosa di notte. Chi ha pelle grassa utilizzerà una crema idratante ma anche astringente di giorno e nutriente ma non particolarmente grassa di notte. La pelle mista è quella più difficile da trattare in quanto va divisa a zone. Oltre a distinguere tra crema da giorno e crema da notte, vanno differenziate crema viso, crema per il contorno occhi, filler (che svolge una funzione riempitiva di eventuali rughe attenuandole visibilmente), crema per il decolté creme con funzioni specifiche, ad esempio liftanti (in genere caratterizzate dalla presenza di collagene) o quelle rassodanti. Per non dimenticare poi i sieri viso, un vero e proprio elisir di giovinezza.

L’importanza dell’uso di creme il più possibile naturali e l’INCI

Qualsiasi sia la crema che ci si ritrovi per le mani è importantissimo portare un occhio di riguardo all’INCI. Questo termine sta ad indicare la lista degli ingredienti con i quali è composto un prodotto cosmetico. Tale lista è reperibile sulla confezione del prodotto. E’ fondamentale imparare ad interpretare questa lista per valutare la naturalezza del prodotto. La prima regola da memorizzare è quella che l’ingrediente in cima alla lista è anche quello presente in quantità maggiore. Avanzando nella lettura della lista la percentuale di quantità degli ingredienti diminuisce.In genere l’ingrediente principale è l’acqua, seguono poi gli oli o i grassi. Nella maggior parte delle creme commerciali troviamo oli derivati dal petrolio tra i quali: paraffinumliquidum,petrolatum e MineralOil. Sarà meglio preferire a questi oli naturali come olio di argan, di mandorle dolci, di rosa Moscheta ecosostenibili, salutari e benefici per la pelle. Gli ingredienti attivi, cioè quelli che agiscono come accade nei farmaci con i principi attivi, si trovano in fondo alla lista. Una dritta utile: gli ingredienti riportati in latino hanno origine naturale, mentre i termini in inglese sono utilizzati per componenti di origine chimica sintetizzati in laboratorio. I siliconi terminano con specifici suffissi -xane come ciclopentasiloxane e -one come dimeticone. Componenti fortemente demonizzate dalle fanatiche del bio ma non dannose, in quantità non preponderanti hanno una funzione di trattenimento dell’acqua nei tessuti e quindi mantengono idratazione.

La via del fai da te

Se si ha la volontà di sperimentare in prima persona la creazione di prodotti cosmetici, ci si può affidare a numerose ricette reperibili online per produrre creme viso fai da te. Laddove invece non foste particolarmente orientati verso questa tipologia di situazione è sempre bene informarsi sull’argomento per poter scegliere in maniera consapevole la soluzione più adatta alle vostre esigenze, con un occhio di riguardo per la propria salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.