Come funziona l’home banking?

Internet ha reso possibile qualunque operazione on line e, anche per quel che riguarda quelle bancarie, non è più necessario recarsi fisicamente in banca per le normali pratiche di routine. L’home banking è la soluzione che permette di effettuare diverse operazioni bancarie, dai bonifici al pagamento delle imposte, in modo semplice e veloce, evitando code e sportelli. Ecco allora che cos’è l’home banking e come funziona.

come funziona l'home banking?

Sommario

Come funziona il banking online. 1

Che cos’è l’Internet Banking. 1

Le operazioni con l’home banking. 1

L’applicazione dell’home banking. 2

I vantaggi dell’home banking. 3

Come evitare le truffe con l’home banking. 3

Come funziona il banking online

Collegarsi a Internet per fare un bonifico, per pagare una bolletta o le tasse, è oggi possibile con l’home banking, il servizio messo a disposizione da tutti gli istituti di credito che permette a chiunque di evitare le code agli sportelli e di svolgere tutte le operazioni necessarie direttamente on line, dal computer o da smartphone e tablet.

Certo, forse non per tutti questa è la soluzione più comoda. Le persone anziane e, in generale, chi ha poca dimestichezza con il web e con il computer, lamenta il fatto di non riuscire a comprendere perfettamente tutte le dinamiche che regolano le operazioni digitali, ma si tratta di un ostacolo che si può facilmente superare facendosi aiutare da amici e parenti o facendo un po’ di pratica.

Vediamo allora più nel dettaglio che cos’è l’home banking e come sfruttare al meglio tutti i servizi che offre ai cittadini per risparmiare tempo e per gestire in completa autonomia i propri movimenti bancari quotidiani.

Che cos’è l’Internet Banking

Conosciuto anche con il nome di home banking, l’internet banking è un sistema disponibile per tutte le persone che dispongono di un conto corrente bancario. Ogni cosa può essere gestita autonomamente, con l’organizzazione delle imposte e dei bollettini da pagare, senza che sia necessario ogni volta recarsi in banca presso lo sportello.

Si tratta di una sorta di banca virtuale, insomma, a cui si accede dalla schermata principale del sito internet della propria banca con password e codici d’accesso. Una volta inserite tutte le credenziali appare un menu articolato che fa riferimento al conto corrente, ma può essere anche collegato a un conto deposito o a dei titoli bancari su cui si è deciso di investire.

La banca, in questo modo, rende più autonomi i propri clienti che possono affidarsi semplicemente alla gestione digitale delle proprie operazioni per espletare tutte le pratiche di cui hanno bisogno. Tempo e denaro, così, sono sicuramente risparmiati. Ma vediamo ora quali sono le operazioni che è possibile concludere con l’home banking.

Le operazioni con l’home banking

Con l’home banking è possibile effettuare tutta una serie di transazioni, e operazioni, che prima si svolgevano con l’aiuto dell’impiegato allo sportello, senza il pagamento della commissione. Dal momento che non ci si appoggia più alla mediazione dell’impiegato, con l’home banking è stato anche possibile abbattere i costi, motivo per cui la maggior parte delle operazioni resta gratuita, ad eccezione dei bonifici che hanno mantenuto il loro costo di commissione.

Con l’home banking è possibile controllare in ogni momento il proprio saldo sul conto corrente, ma anche sulle carte prepagate, emettere un bonifico, internazionale e nazionale, pagare le bollette e le imposte attraverso i modelli precompilati e ricaricare il cellulare o una carta prepagata.

Quasi tutte le operazioni possono essere eseguite senza costi di commissione ed è, questa, una nota decisamente positiva se si pensa che effettuare un’operazione allo sportello in media ha un costo di tre euro. Facendo un breve calcolo, considerando i tre euro in media di operazione allo sportello e che una persona effettuerebbe almeno un’operazione allo sportello in un mese, nell’arco di un anno ciascuno potrebbe risparmiare 36 euro.

Alcune banche, inoltre, applicano diverse voci di spesa, come la spesa di registrazione oltre a quella di commissione per il bonifico, ed è ovvio quindi che i costi lieviterebbero ulteriormente senza l’home banking. Le operazioni on line, invece, sono semplici e del tutto sicure e, come anticipato prima, non è necessario avere una conoscenza approfondita del web. Basta chiedere aiuto a qualcuno durante il primo periodo di utilizzo, anche alla banca stessa se necessario, o farsi assistere da amici e familiare.

I servizi di home banking, però, non sono uguali per tutte le banche. Ci sono alcune differenza, infatti, che distinguono i servizi erogati dai vari istituti. Per esempio non tutte le banche consentono di accedere alle piattaforme di trading on line, ma è altrettanto vero che gli investimenti in borsa non interessano a tutti e che queste operazioni, considerando le esigenze primarie dei correntisti, non sono considerate primarie.

L’applicazione dell’home banking

Di pari passo al web camminano anche smartphone e tablet, e tutte le comodità che hanno introdotto nel nostro vivere quotidiano. Per ogni cosa c’è una applicazione e poteva mancare l’applicazione della banca? Certo che no, e infatti iOs, Android e Windows Phone supportano senza problemi le applicazioni di tutti gli istituti bancari.

La gestione delle proprie operazioni con le applicazioni sono semplici e permettono di gestire il proprio conto corrente da remoto, comodamente dal proprio telefono cellulare o dal tablet. Inviare bonifici o pagamenti diventa così sempre più facile, così come si semplifica il monitoraggio di mutui e investimenti in corso.

Ovviamente le varie applicazioni sono diverse tra loro, ma tutte sono accomunate dalla semplicità di poter svolgere le operazioni più comuni in tempi sempre più rapidi. Facciamo ora un esempio per chi non ha ancora molta dimestichezza con il sistema. Il bonifico, con il sistema home banking, può essere facilmente ordinato, ma anche annullato, sempre secondo le tempistiche previste dalla banca.

Le applicazioni, inoltre, sono molto utili per tracciare tutti i pagamenti e per renderli più sicuri, anche grazie ai sofisticati strumenti di generazione automatica delle password con durata limitata, pratica altrimenti conosciuta come “carta virtuale”. Sempre attraverso l’applicazione, potrete contattare la banca per qualsiasi esigenza in caso di smarrimento o furto di bancomat e carta di credito.

I vantaggi dell’home banking

Vediamo ora ancora più nello specifico quali sono i vantaggi del sistema di home banking. Il primo è certamente la possibilità di accedere al proprio conto corrente in qualsiasi momento, dal computer o usando lo smartphone. In questo modo qualsiasi operazione risulta immediata e svolta in tempo reale, con un notevole risparmio economico e di tempo.

Tutti i servizi sono disponibili per i clienti tutti i giorni h24 e questo è un secondo vantaggio da non sottovalutare. Se è vero che per andare in banca è necessario sottostare agli orari di apertura e chiusura degli sportelli, con l’home banking qualsiasi operazione può essere effettuata a tutte le ore del giorno e della sera.

Se siete interessati al trading on line, è necessario optare per un conto che abbia questo servizio a disposizione on line e, qualora sia disponibile, anche in questo caso sarà possibile monitorare in tempo reale la borsa e tutti gli ordini di vendita e acquisto. Viene eliminata ogni mediazione da parte del personale della banca, anche se si può contattare un esperto in qualsiasi momento attraverso il servizio clienti messo a disposizione (numero verde, messaggi di posta, mail bancaria).

Come abbiamo già anticipato, con l’home banking si abbattono i costi di gestione e molte delle operazioni che normalmente si svolgono allo sportello previo pagamento di una commissione, diventano così gratuite per tutti i correntisti.

L’ultimo, ma importantissimo, vantaggio del sistema di home banking è la possibilità di ottenere qualsiasi informazione in tempo reale e direttamente su internet, in assoluta facilità e semplicità di gestione.

Come evitare le truffe con l’home banking

Se è vero che i moderni sistemi di protezione sono efficaci e all’avanguardia, quando si parla di internet è obbligatorio parlare di sicurezza, soprattutto se in gioco c’è il nostro denaro, le nostre credenziali d’accesso al sito della banca e i nostri dati personali. Le frodi, del resto, sono sempre dietro l’angolo e quello che conta è saperle riconoscere per poterle evitare.

Iniziamo sfatando subito un mito. I dati che inserite per accedere all’home banking sono protetti e al sicuro, grazie al sistema di protezione del software. Quello che invece dovete evitare è il phishing, pratica truffaldina meglio conosciuta come il tentativo di rubare l’identità digitale.

Come funziona il phishing? Probabilmente ne avete già sentito parlare ma non avete ancora capito bene come funziona. È molto semplice: in genere questo tipo di truffa viaggia via mail. La maggior parte delle volte le mail di phishing, per fortuna, finiscono nello spam, ma se mai dovessero raggiungere la casella di posta ricevuto, c’è un unico modo per riconoscerle.

Posto e considerato che la banca non chiede mai, via mail e informazioni personali, come data di nascita, numero di telefono e indirizzo di posta elettronica, se vi arriva una mail che vi chiede di inserire queste informazioni all’interno di una pagina web si tratta di un tentativo di phishing. In genere questa mail sono accompagnate da link che non bisogna mai aprire, per evitare di essere intaccati da malware. In ogni caso, è sempre bene modificare le password con una certa frequenza e non scaricare mai sul proprio computer programmi che non conoscete o che sono di dubbia provenienza. Ogni volta che ultimate tutte le operazioni con l’home banking, inoltre, ricordate sempre di effettuare il log out.

(Visited 26 times, 1 visits today)
Milena Talento
Classe 1985, una laurea in Filosofia e una passione per il web nata ai tempi dei convegni universitari su Merleau-Ponty e i neuroni specchio. Autodidatta dalla A alla Z, comprende le potenzialità lavorative ma soprattutto economiche delle emergenti professioni tecnologiche e decide di sfruttare le proprie abilità letterarie e logiche applicandole ad un ambito nuovo. Da qui si affaccia alla professione di copywriter che coltiva per diversi anni. Scrive per alcuni e-commerce emergenti (tra cui Dalani e Zalando), si appassiona alla programmazione dei siti web, ma soprattutto agli algoritmi di Google. Circa 10 anni fa apre una web agency con cui si occupa di comunicazione a 360°. Guidaconsumatore.com viene acquistato nel 2018, dopo anni passati a lavorare in redazione come copy e seo.
Milena Talento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.