Decorazioni di Natale fai da te (seconda parte)

Passiamo ora ad occuparci delle classiche candele di Natale che per poter realizzare vi dovete procurare del materiale particolare a partire dalla cera. Esistono innanzitutto due tipi di cera: la paraffina (si tratta di un sottoprodotto derivante dalla raffinazione del petrolio) e la cera dell’ape (che è un prodotto totalmente naturale); in commercio solitamente vengono venduti in blocchi. La cera paraffina e’ però disponibile anche in cilindri o a  fiocchi; la cera d’api invece viene venduta anche in forma di fogli sottili. Vi servono inoltre: stoppini, clips, spiedini di legno, stampi, un pentolino,coloranti ed essenze profumate se vi piacciono. Vi

Passiamo ora ad occuparci delle classiche candele di Natale che per poter realizzare vi dovete procurare del materiale particolare a partire dalla cera.
Esistono innanzitutto due tipi di cera: la paraffina (si tratta di un sottoprodotto derivante dalla raffinazione del petrolio) e la cera dell’ape (che è un prodotto totalmente naturale); in commercio solitamente vengono venduti in blocchi. La cera paraffina e’ però disponibile anche in cilindri o a  fiocchi; la cera d’api invece viene venduta anche in forma di fogli sottili.

Vi servono inoltre: stoppini, clips, spiedini di legno, stampi, un pentolino,coloranti ed essenze profumate se vi piacciono.
Vi servono inoltre le tinture solubili della cera che troverete senz’altro nei negozi specializzati per colorare le vostre candele oppure si possono utilizzare le vernici del manifesto o ancora i pastelli della cera ; in ogni caso tutto ciò che vi serve, poiché è variabile in base ai materiali che sceglierete di usare, lo potrete prendere nei negozi specializzati che vi consiglieranno sia in qualità che quantità di materiali.

Detto questo procediamo con la realizzazione delle candele base: sciogliamo la nostra miscela (che normalmente è in proporzione di 80% paraffina e 10% stearina) versandola in un pentolino apposito direttamente sul fuoco a calore molto basso. Volendo si può sciogliere la cera anche a bagnomaria, ma il procedimento diventerà molto piu’ lungo.

Mentre si sta sciogliendo la cera possiamo anche aggiungere i coloranti appositi, da inserire mescolando molto lentamente al composto per ottenere un colore uniforme, ed aggiungere anche le essenze profumate qualora   vi piacciano.

Ora procediamo a preparare lo stampo inserendoci lo stoppino e bloccando sul fondo dello stesso stampo scelto con qualche goccia di cera e mentre si fissa l’altra meta’ ad uno spiedino e lo si arrotola finchè la cordina e’ perfettamente tesa e dritta dentro lo stampo; quando la cera e’ pronta farla colare all’interno dello stampo gia’ dotato di stoppino e lasciarla raffreddare.

Quando si sarà raffreddata noterete all’interno del cilindro una sorta di buco: è normale e dovete semplicemente finire di riempirlo con dell’altra cera e lasciare asciugare per un giorno intero.

(Visited 4 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.