Skip to main content

Computer per bambini

Come gestire quindi al meglio la complessa questione computer e bambini? Quali le attenzioni da porre e quali i rischi?

In questo articolo vedremo come introdurre i bambini all’uso del computer, scoprendo che con le giuste attenzioni si può sia star tranquilli sia agevolare l’apprendimento di uno strumento di uso quotidiano la cui conoscenza è praticamente imprescindibile.

Indice dei contenuti

Computer per bambini dai 2 ai 7 anni: tutto quello che c’è da sapere. 1

Computer per bambini 2 anni 1

Computer per bambini 3 anni 1

Computer per bambini 4 anni 1

Computer per bambini 5 – 7 anni 1

PC e Notebook per bambini: consigli per la sicurezza. 2

Impostare account utenti separati 2

Impostare la password utente. 2

Installare un buon antivirus. 2

Parental control 2

Proteggi il laptop da cadute, bevande e cibo. 2

Valutare l’acquisto di un computer per bambini 2

Ragazzi davanti al computer 2

Computer per bambini 2 anni

Da zero a due anni, sebbene i piccoli siano incuriositi dagli schermi, il computer è ancora uno strumento troppo complesso per essere utilizzato.

I bambini a questa età sono ancora in pieno sviluppo delle più elementari capacità cognitive; tuttavia, già mostrano curiosità se dallo schermo fuoriescono immagini di cartoni animati o di familiari collegati. Fino ai 2 anni, i genitori possono stare tranquilli – almeno su questo aspetto!

Computer per bambini 3 anni

Pc e bambini iniziano ad avere un primo contatto effettivo intorno ai 3 anni. Per ora si limitano a digitare a caso i tasti della tastiera e a voler utilizzare il mouse attratti dal movimento del cursore sullo schermo.

A 3 anni iniziano a riconoscere le prime lettere e numeri ed è possibile mostrare loro alcuni semplici giochi e app per bambini di questa età.

Computer per bambini 4 anni

Raggiunti i 4 anni si inizia ad instaurare il sodalizio computer bambini. Le capacità motorie e cognitive permettono ora al piccolo di utilizzare i primi software e giochi, ad esempio programmi semplici come il Paint o giochi in stile puzzle digitale.

Sebbene la presenza di un adulto sia ancora necessaria, il bambino di quattro anni, in molti casi, inizia ad utilizzare il computer quasi autonomamente in maniera basilare.

È importante in questa fase insegnare al bambino: a lavarsi le mani prima di usare il Pc e l’esistenza di programmi off-line di testo e di calcolo.

Computer per bambini 5 – 7 anni

Durante quest’età i bambini sono ormai alle scuole elementari e sono in grado sia di utilizzare il computer in maniera indipendente sia avranno ormai scoperto dell’esistenza di Internet (https://www.guidaconsumatore.com/bambini/i-bambini-e-internet.html).

È quest’ultimo il punto più dolente per i genitori. Infatti, fin tanto che il Pc viene utilizzato off line e usato nei tempi giusti è innocuo per il bambino.

Dai 5 ai 7 anni il bambino al Pc potrà trascorrere molte ore, sia per lo svolgimento delle attività didattiche sia per svago, ed è in questo momento che i genitori dovrebbero inserire i primi filtri onde evitare che il figlio navighi in siti web poco raccomandabili.

PC e Notebook per bambini: consigli per la sicurezza

Come visto finora, salvo che: per alcune norme igieniche da rispettare, fino a 5 – 6 anni e senza connessione Internet il bambino può esplorare le funzionalità del computer tranquillamente. Successivamente si consiglia di:

Impostare account utenti separati

Se tutti i componenti della famiglia utilizzano un solo computer compresi i bambini la soluzione migliore è impostare un account per ognuno.

In particolare, si può usare l’account amministratore per gestire le funzionalità dell’account standard che prevede l’opzione parental control.

In questo modo si evitano spiacevoli incidenti come l’eliminazione di file importanti ed è possibile gestire facilmente l’uso del pc da parte dei bambini.

Impostare la password utente

Per tutelare il proprio account è importante impostare delle password per ogni utente che usa il pc. Si può pensare di usare una password anche per l’account dei bambini e se la cambiano, nessun problema, perché un altro vantaggio dell’account amministratore è quello di poter gestire tutte le password.

Installare un buon antivirus

Un altro aspetto importate da valutare quando i bambini usano il PC è l’installazione di un antivirus efficace. Può capitare che il bambino capiti per sbaglio su qualche sitoweb e installi programmi con il rischio di prendere qualche virus.

Parental control

Il parental control presente per Windows e similmente su Mac, è un sistema sempre più utilizzato da molti genitori perché aiuta a monitorare le attività del bambino mentre utilizza il computer e permette di bloccare l’accesso ad alcune pagine web e non solo.

Oggi, è anche possibile impostare un timer per limitare l’uso del pc e monitorare con efficacia il tempo di permanenza davanti agli schermi.

Proteggi il laptop da cadute, bevande e cibo

Uno dei problemi che riguarda l’uso di apparecchiature elettroniche delicate da parte dei bambini è il rischio di cadute rovinose o di cibo e bevande varie versate sul PC.

Per ovviare a questi inconvenienti si può acquistare una solida protezione che rivesta il proprio PC, tablet o altra apparecchiatura e che sia anche impermeabile.

Inoltre, è importante insegnare ai bambini a non mangiare e bere vicino al computer e ad avere cura durante il trasporto l’oggetto.

Valutare l’acquisto di un computer per bambini

In commercio si trovano molti notebook per bambini di diverse età. Hanno tutto il necessario che serve ad un bambino per prendere dimestichezza con il computer in piena sicurezza.

Tra gli altri vantaggi c’è il prezzo, sicuramente più accessibile di un normale pc. L’unico inconveniente è che non sono computer adatti ai ragazzi e quindi vanno cambiati dopo un po’ di anni.

Ragazzi davanti al computer

Crescendo i ragazzi sono sempre più incollati davanti al computer tanto da parlare di una vera dipendenza che colpisce gli adolescenti.

Più che dal computer i ragazzi sono dipendenti da internet e dai social. Nell’era digitale persino la tv si guarda online e la scuola non sta aiutando i più giovani a staccarsi dagli schermi. Quindi che cosa fare?

Vietare l’uso di internet ad un adolescente è molto difficile se non impossibile, ormai gran parte delle attività quotidiane necessitano dell’uso di dispositivi elettronici come smartphone, tablet o Pc, ma qualcosa si può provare a fare.

Ad esempio, si può organizzare qualche gita fuoriporta nel fine settimana. Stare all’aria aperta e intenti a vedere nuovi posti è un buon sistema per allontanarsi da internet.

Oppure si può andare al cinema a vedere un bel film o impegnarsi in qualche lavoretto manuale che tenga mani e mente occupate.

In conclusione, i computer sono degli strumenti che se utilizzati nel modo giusto possono realmente aiutare il bambino durante la crescita, tuttavia la supervisione di un adulto è necessaria, onde evitare che lo strumento possa essere utilizzato in maniera impropria.

Man mano che i ragazzi crescono è importante far notare loro le sostanziali differenze tra la vita reale e la vita virtuale, evidenziando sì l’importanza del digitale ma anche altri aspetti della vita quotidiana: socializzare, praticare sport e viaggiare.

Salute & benessere

Obesità negli adulti

Milena Talento27 Giugno 2014

5 Comments

  • Giovanni Lattanzi ha detto:

    Non ci sono studi scientifici che lo dimostrino, e sinceramente non ne abbiamo mai sentito parlare di questa ipotesi. Forse riferito ai cellulari ?

  • Roberta ha detto:

    Troppe ore al computer x bambini può provocare tumori in età adulta????grazie attendo vostra ridposta

  • Sara ha detto:

    È assolutamente vietato l’uso della tv prima dei 2/3 anni, il cervello è una spugna non maturo e completamente formato, c’è il rischio di creare dei traumi neurologici. In inverno potrebbe essere utilizzato dai bambini solo un’ora e mezza, possibilmente senza interruzioni pubblicitarie. Nei mesi primaverili ed estivi, il mezzo andrebbe utilizzato con il contagocce per dar modo al bambino di crearsi una sua modalitá libera e indipendente di gioco. Portare i figli fuori non è un vizio, ma un dovere per il buon svilippo Psicofisico se non volete incorrere in deficit di natura, defic dell’apprendimento, dislessia, discalculia, disgrafia, epilessia… Il bambino agitato è un bambino che ha subito stress di immagini troppo veloci e violente. Il bambino vivace ma concentrato è un bambino equilibrato!

  • Carmen ha detto:

    Troppi bambini lasciati da soli davanti ad un pc….senza una guida, senza nessuno che indica le cose che può fare e le cose che non può fare!
    Troppi bambini sempre più piccoli invadono i social network….e da soli interagiscono e a volte chissà con chi interagiscono! uso illimitato di microfoni, webcam….genitori aprite bene gli occhi, poi andiamo a lamentarci alle iene!

  • Martina ha detto:

    Troppi bambini davanti al pc e soprattutto per troppe ore al giorno, non va affatto bene!!! pensiamo ai disturbi che questo può generare: oltre quelli fisici come disturbi agli occhi e mal di schiena il problema più grave è sociale: i nostri figli, fratelli o nipoti avrenno problemi a socializzare e interagire con i coetanei. Date un’occhiata a questo sondaggio: http://dipen.de/sondaggi/EURISPES

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.