Visitare Pisa: le 5 cose da fare e vedere assolutamente

Nonostante le sue dimensioni ridotte, Pisa è una delle città più interessanti e importanti da un punto di vista storico e culturale. Basti pensare che questa città è stata una delle Repubbliche Marinare e che ha dato i natali a Galileo Galilei.

Visitare Pisa: le 5 cose da fare e vedere assolutamente

Una volta arrivati in città e dopo aver usufruito del servizio noleggio auto a Pisa nella zona dell’aeroporto, da dove cominciare la propria visita di questa affascinante città?

Il luogo simbolo: la Torre di Pisa

Senza ombra di dubbio il luogo di maggior attrazione per qualsiasi viaggiatore che si dovesse recare nella cittadina toscana non può che essere la Torre di Pisa, uno dei monumenti non solo più fotografati al mondo, ma anche uno di quelli maggiormente oggetto di fotomontaggi. Quello che è il monumento simbolo della città risale al periodo tra il XIII e il XIV secolo. Quello che molti non sanno è che la Torre di Pisa fa parte della vicina Cattedrale di Santa Maria Assunta: anche se ne è fisicamente separato ne è infatti il campanile.

Molto interessante è il motivo della pendenza che l’ha resa così celebre e non vogliamo certo togliervi la curiosità di scoprire quello che è un vero e proprio prodigio della fisica.

Dopo la Torre di Pisa risulta assolutamente irrinunciabile uno sguardo d’insieme allo spazio circostante la Torre stessa, ovvero la Piazza dei Miracoli. Oggi questo è il suo nome ufficiale, ma non tutti sono a conoscenza del fatto che in passato la piazza aveva un altro nome e che è stato D’Annunzio a chiamarla per la prima volta con il nome con cui tutti oggi la conoscono. La Piazza dei Miracoli è una vera e propria gioia per gli occhi e non è certo un caso che da trent’anni rientri all’interno del Patrimonio UNESCO.

Questa piazza è una delle più ricche di monumenti a livello internazionale, con il Battistero di San Giovanni e il Duomo di Santa Maria Assunta, solo per citarne due. Prima di allontanarsi dalla zona della Torre di Pisa non si può assolutamente resistere alla tentazione di fare la classica foto dove grazie ai prodigi della prospettiva sembrerà di “reggere” la Torre.

Cosa fare e cosa vedere dopo la Torre?

Assolutamente interessante risulta anche la Piazza dei Cavalieri, che pur essendo oggettivamente meno famosa di Piazza dei Miracoli risulta comunque storicamente molto importante, in considerazione del fatto che era il centro della vita cittadina nell’epoca dei Comuni.

Tra i luoghi di grande interesse in questa zona della città toscana vi è sicuramente la torre nota con il nome di “Torre della Fame”.

Questo luogo è molto importante da un punto di vista storico, perchè qui fu rinchiuso il conte Ugolino della Gherardesca, la cui vicenda fa capolino anche nella Divina Commedia. Oggi questo edificio fa parte di quello più esteso noto con il nome di Palazzo dell’Orologio. Anche Piazza dei Cavalieri risulta decisamente ricca di edifici da scoprire.

Infine va senza dubbio trovato il tempo per visitare uno dei quartieri più importanti di tutta la città, ovvero il Borgo Stretto. Perché questo quartiere è così importante e così amato da tutti i pisani? Il motivo è molto semplice: qui si trovano le altre due torri “pendenti” della città, senza dubbio assai meno note di quella più famosa, ma forse per questo in un certo senso più affascinanti agli occhi di un viaggiatore, come ogni cosa di cui si ignori l’esistenza e che si scopre per la prima volta.

I dintorni di Pisa

Avendo una vettura a propria disposizione, sono tanti i piccoli borghi da visitare nei dintorni di Pisa.

La Certosa di Calci

Nel 1366 illustri famiglie della città di Pisa, dettero l’inizio alla realizzazione dell’abbazia di Calci, la “Certosa”. Per accedervi si percorrono due viali, con un percorso a piedi che permette di ammirarne la doppia facciata.

Gli ambienti della Certosa che erano dedicati alla vita di clausura così come quelli dove si svolgevano le funzioni religiose sono visitabili al pubblico.

L’etrusca Volterra

Volterra è uno dei borghi tra i più belli di tutta la Toscana, con testimonianze medioevali come il Palazzo dei Priori e il Duomo, ma anche importanti musei, come il Museo etrusco Guarnacci e il Museo dell’Alabastro.

Completamente circondata da una cinta muraria risalente al Medioevo, Volterra ha 8 porte di ingresso al suo centro storico.

Vicopisano e il suo castello

Nelle vicinanze di Pisa si trova anche il Castello di Vicopisano, edificato su un disegno di Filippo Brunelleschi; ancora oggi sono visibili parti della cinta muraria originale.

La Rocca, ha una base rettangolare e svetta con i suoi 32 metri di altezza. Realizzata interamente in pietra, con gli stemmi del Comune di Firenze, che la fece costruire, che sono visibili su una delle facciate.

All’interno del borgo si trovano sia il Palazzo Pretorio che il Palazzo della Vecchia Posta, entrambi con elementi architettonici di pregio.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *